Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

Baronissi, scoperte lettere del 1944 di un giovane militare: la storia del calabrese Domenico Maida ritrovata da Fra Maurizio Pianta

08/05/2024

Ricercare la felicità o la gioia piena, come sottolineato nei Vangeli, deve essere il focus dell’uomo che ha nell’amore l’unico sentimento che può resistere negli anni, anche in un’epoca caratterizzata da un clima di grande incertezza per i conflitti in essere. Oggi nel 2024 con due crisi in corso in Medio Oriente e tra Russia e Ucraina come nel 1944 quando stava per concludersi la seconda Guerra Mondiale. Non a caso, quindi, sono questi i due anni protagonisti di una delle tante storie d’amore sotto forma epistolare. Lettere, quelle che emergono dopo 8 decenni grazie al lavoro di ricerca di Fra Maurizio Pianta.


Il Frate, che coordina l’archivio dei Frati del convento “Santissima Trinità” di Baronissi, mentre stava cercando altro, si è imbattuto casualmente in queste lettere che erano nella cartella personale di Padre Filippo Longobardi, cappellano militare durante la seconda Guerra Mondiale a Rodi. I mittenti erano ragazzi militari che desideravano tornare a casa, riabbracciare i propri cari e ritrovare i congiunti. Ignoto è il motivo perché non siano state spedite: la motivazione probabilmente dipende dal fatto che non si riuscissero a trovare i familiari nel clima di confusione durante la guerra. Domenico Maida è il protagonista di una di queste epistole. Il giovane militare nato e cresciuto a Polia, comune calabrese in provincia di Vibo Valentia, trovò moglie e andò a vivere con lei nel comune limitrofo di Francavilla Angitola, prima di partire per la guerra.


Il giovane militare perse la vita sull’Isola di Rodi, venendo fucilato. La moglie, Maria Di Caria, che lo aspettava in Calabria non vedrà mai più tornare suo marito, il quale decise di scrivere questa lettera quando la nostalgia di casa si faceva sentire e il desiderio di ritrovare i suoi affetti si fece sempre più intenso. Lettera che non arrivò mai a destinazione. Ecco, quindi, che Fra Maurizio Pianta, attraverso la scoperta della lettera, vorrebbe far conoscere, contattando le istituzioni locali, ai posteri, ai discendenti della famiglia Maida la storia di Domenico e quel suo amore scritto in quella lettera.


Quel 1944 che si fonde col 2024 ma un’altra annata si potrebbe iscrivere in questa storia: il 1924, quando spirò Giacomo Puccini. Nel primo centenario dalla morte del compositore italiano c’è la scoperta di questa lettera che richiama la celeberrima opera “Madame Butterfly”, nonostante un finale diverso. Se nell’opera Cio Cio-San aspettava il ritorno del marinaio americano che, invece, si presentò con la sua nuova moglie americana, portando alla decisione di lei di togliersi la vita, nel caso delle lettere ritrovate di Domenico Maida l’intenzione era di ricongiungersi alla propria moglie ma fu il destino bellico a impedire il suo ritorno.


“Un bel dì vedremo, levarsi un fil di fumo, sull'estremo confin del mare”: così cantava Madame Butterfly nel 2° Atto dell'Opera di Puccini. Una nave, invece, che non arriverà mai in porto a restituire i resti mortali del soldato Domenico Maida rendendo inconsolabile la moglie Maria Di Caria. Chissà se un giorno, però, il vedere queste lettere possa consolare i discendenti attuali in un abbraccio d’amore, unico antidoto contro i moderni conflitti.

Articoli Correlati

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Pallanuoto, bilancio positivo per l'Under 18 della RN Arechi. Apicella: "Grato per la fiducia, miglioramenti costanti"

Terminata ormai da quasi due mesi la stagione della prima squadra, in casa BricoBros Arechi è tempo di bilanci anche sul fronte settore giovanile. Particolarmente...

Pallanuoto, l'Italia supera d'autorità l'ostacolo Romania e vola ai Quarti dei Mondiali Under 16

Soffre, alza la testa e vince di giustezza l'Italia che batte la Romania nel match valido per gli Ottavi di finale dei Mondiali Under 16 in corso di svolgimento a Malta e...

Pallanuoto, passaggio di consegne in casa Napoli Lions: Scotti Galletta smette e diventa president-coach

Ancora non smaltiti tutti i festeggiamenti per la storica promozione in A2, in casa GLS Napoli Lions è già tempo di guardare al futuro. Come già...

Pallanuoto Paralimpica, la GLS Napoli Lions fa il bis: secondo Scudetto per i partenopei

Domenica 16 giugno alla piscina "Scandone" di Napoli è calato il sipario sulla quarta edizione del campionato italiano di Serie A di Pallanuoto Paralimpica. L'edizione...

Salernitana, continuano gli stage per la nuova stagione del vivaio. Le date di inizio dei vari campionati

Altra calda settimana di programmazione e fine tornei, non solo per le temperature bollenti, in casa Salernitana sul fronte giovanile. Dal punto di vista del calcio giocato, una...

Pallanuoto, dopo Marletta anche capitan Palmieri saluta l'Orizzonte: sarà derby greco tra le due

Quello conquistato in gara 3 con il Plebiscito Padova a Nesima sarà l'ultimo titolo di una storia infinita insieme, arrivata all'atto conclusivo. Dopo Claudia Marletta...

Pallanuoto, Mondiali Under 16: l'Italia esce fuori alla distanza e travolge anche la Georgia

Si chiude con un'altra netta affermazione la prima fase dei Mondiali Under 16 in corso di svolgimento a Malta per l'Italia di Federico Mistrangelo. Georgia battuta 17-7 e...

Pallanuoto, B femminile: Tolentino ai play-off da seconda. Moie e Canottieri Milano travolgenti. Convince il baby Sori

Ultimi scampoli per l'infinita regular season spezzatino del campionato di Serie B femminile. Si continua a giocare in due gironi. In Lombardia la penultima giornata si snoda su...
Contatti - Privacy Policy

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?