Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

Pallanuoto, A2 femminile: alla Lazio l'ultimo pass play-off, Parma salvo con la Metanopoli ai play-out. Il Volturno chiude in vetta

22/04/2024

Si è chiusa ufficialmente nel tardo pomeriggio di domenica la regular season del campionato di A2 femminile. Completato il quadro dei play-off con la Lazio, terza a Sud, che andrà ad affrontare la RN Bologna mentre gli scontri diretti sempre nel raggruppamento meridionale premiano il Volturno che accede direttamente alla finalissima (aspettando la vincente del confronto tra emiliane e laziali) insieme alla RN Orobica. Relegata in Semifinale la Vela Ancona che se la vedrà con l'Aquatica Torino ed in caso di vittoria con le lombarde dal 19 maggio. Si gioca al meglio di tre gare (28 aprile, 5 ed evevntuale 12 maggio), idem i play-out che avranno inizio il 5 maggio (poi 12 ed ev. 19). Sfide incrociate tra Waterpolo Milano Metanopoli e Castelli Romani da una parte, RN Florentia e Sori Pool Beach dall'altra. Si decreterano altre due retrocessioni dopo quelle di 2001 Padova ed Agepi Sport '97.

Nel girone Nord l'ultima giornata contava più sul fronte salvezza. La può festeggiare grazie alla miglior differenza reti negli scontri diretti, a parità di punti, lo Sport Center Parma che condanna così agli spareggi la Waterpolo Milano Metanopoli. Determinante per le ducali il pari strappato nel derby dello "Sterlino" alla RN Bologna, guidata da Valeria Lenzi per l'indisponibilità di mister Posterivo. Le rossoargento di Kutuzova ribaltano l'iniziale vantaggio felsineo, chiudendo a chiave la porta nel secondo periodo senza subire reti e conducendo 2-3 all'intervallo lungo. Perna, Toth e Lepore cambiano nuovamente l'inerzia del match a favore delle rossoblu con Todeschi (doppietta) che non le lascia scappare. All'ultimo stop locali avanti di una lunghezza, la scatenata Savioli (poker completato) e l'ex Musso riportano avanti le ospiti, ma Marchetti e Lepore (a segno per la terza volta), ricuciono sul 7-7. Il finale è dalle mille emozioni. A 10'' dalla fine la solita Lepore si procura il rigore della vittoria, ma la conclusione di Perna si stampa sul palo e salva, doppiamente, le parmigiane.

Costretta ai play-out la Waterpolo Milano Metanopoli che chiude terzultima davanti al Sori Pool Beach aggiudicandosi lo scontro diretto della Piscina del Mare (11-12). Premiata la miglior partenza delle meneghine che, dopo il fulmineo acuto delle pinguine, tengono sempre la testa avanti allungando alla fine del secondo parziale sul 4-7 con la doppietta di Anna Repetto. Il +3 viene ribadito anche nella ripresa con l'ispirata Di Lernia (tris) due delle tre reti di Alberti che fissa il 7-10 ad 8' dalla conclusione. Con grande caparbietà le liguri di Congiu assediano la porta lombarda ed accorciano sul -1 grazie alle triplette di Perazzoli e Cocchiere. Nella giornata delle triplette (tre per parte) terna anche per la baby Capurro che infila il momentaneo pareggio ma anche per l'ospite Marani che toglie le castagne dal fuoco alle gialloviola e referta il goal vittoria. Pesantissima anche la precedente realizzazione di Murer mentre alle locali non basteranno nel lungo tentativo di rimonta gli assoli di Serra e Gallettini.

Resta imbattuta e conquista anche il platonico titolo di miglior attacco con 181 goal (la miglior difesa è bolognese con 110 subiti) la RN Orobica che chiude superando 13-9 l'AN Brescia nel derby. Si gioca molto sulle espulsioni e dunque sulle superiorità numeriche, le leonesse restituiscono a parti inverse il parziale iniziale di 3-2 recuperando due volte il doppio svantaggio con Orlova e capitan Usanza, autrice di una quaterna. Dopo il cambio vasca sale in cattedra una stellare e sempre tonica Gaia Apilongo che con 6 delle 7 marcature complessive scava il solco decisivo corroborato da un duplice break di 3-0. Nell'ultimo spezzone di partita le ragazze di Krys Alogbo, quarte, provano a recuperare ma sbattano sui riflessi di Corna (subentrata a Giai tra i pali) e riescono solo a ridurre sul -4 il passivo finale dopo il settebello del centroboa pescarese, quasi la metà del fatturato offensivo delle bergamasche che mandano a referto anche tre volte Steere, una la solita Zanoccoli, Buizza e Ferrari. Le doppiette di Ferrini e Alice Bianchi chiudono la stagione biancazzurra.

Seconda partecipazione consecutiva ai play-off per l'Aquatica Torino che chiude con un altro successo contro la baby e già retrocessa 2001 Padova (6-14). Il confronto del c.s Plebiscito si decide nei tempi centrali dopo un avvio all'insegna dell'equilibrio. Le biancoscudate di Galina Rytova non mollano un centimetro e raggiungono due volte il pari con Morelli e Beatrice Sgrò che impatta il momentaneo 4-4. Le piemontesi danno la prima spallata al match con Brusco, D'Amico e Telypko poi saranno la stessa atleta di origini siciliane e la nazionale slovacca a scavare il fosso nella ripresa laureandosi poi entrambe top scorer con una tripletta a testa. All'inizio del quarto tempo con il bis di Brusco le ragazze di Altamura raggiungono il massimo vantaggio che poi sarà aumentato, lasciando a bocca asciutta per l'intera frazione le locali, con capitan Fasolo e la terza rete di Cavallini che emula lo score delle succitate compagne. A bersaglio per l'Aquatica anche Carla Cappello, fresca di compleanno con la gemella Simona, e Llacja mentre le ultime reti in A2 del team patavino recano la firma due volte di Battel, una anche per Sabbadin e Zorzi.

Nel girone Sud due squadre appaiate in vetta ma le vittorie negli scontri diretti premiano il Volturno che chiude in bellezza sbancando d'autorità lo Stadio del Nuoto di Anzio contro i Castelli Romani. Larga affermazione delle spartane complici anche i quattro tiri dai 5 metri sui cinque assegnati alle rossoblu parati dall'estremo difensore ospite Cipriano. Le ragazze di Mauro Occhiello mettono in discesa la partita con già nove reti nella prima frazione di cui 4 a firma De Vincentiis, mattatrice con una sestina. Nei tempi centrali le gialloverdi amministrano mettendo in ghiaccio il successo con il 5-13 dell'intervallo lungo. Nella ripresa il leit motiv non cambia con una nuova fiammata ospite questa volta con Di Grazia (cinquina per lei) sugli scudi, le castellane trovano la via del goal solo altre due volte nel progressivo dilagare sammaritano fino al 7-21 conclusivo che vede anche le triplette di Mata'afa e Abbate, la doppietta di Melis e gli assoli di Maioriello e Genzano. Altro play-out, sempre contro una squadra lombarda dopo Busto per il Sette di Mauretti, a segno domenica tre volte con Attenni, due con Ciccione ed una con Passa e Tomassini.

Non bastano alla Vela Ancona il miglior attacco (209) e la miglior difesa (122). Le doriche si accontentano della Semifinale play-off dopo aver violato nettamente la "Scandone" nell'ultimo turno contro la già salva GLS Napoli Lions. Partenza sprint delle marchigiane che volano subito sullo 0-4 poi subiscono la prima rete ad opera di Ianniello ed allungano nuovamente sul +5. Capitan Foresta e De Magistris (bis per entrambe) scuotono le partenopee che risucchiano due lunghezze ma vengono nuovamente doppiate sul 4-8 con cui si gira a metà gara. La squadra di Pace doppia con precisione aritmetica lo stesso numero di reti nei secondi 16' e vola sul 10-16 finale con le quaterne di Bersacchia e Monterubbianesi, di nuovo al top della classifica marcatrici. Immancabile la tripla firma di Altamura, doppietta per Olivieri con Dametto, Kiss implacabile di rigore e Bartocci a completare l'opera. Le ultime reti stagionali delle Lions Girls sono timbrate da Anastasio, tre volte a segno nel finale, Lamberti ed Assante.

Nel match più atteso, il derby de "Le Cupole" di Acilia, è grande festa Lazio. Le biancocelesti conquistano i play-off per la prima volta nella storia superando 6-4 la Nautilus Civitavecchia davanti ad una bella cornice di pubblico con nutrita rappresentanza ospite. Confronto bloccato dove a prevalere sono le due difese ermetiche, dopo il cambio vasca il punteggio è di 1-1 poi le aquilotte, anestetizzando i punti di forza avversari tenendo lontanissime dalla porta le tiratrici civitavecchiesi e poi facendo scacco matto alla retroguardia ospite con due perle di Rambaldi, il missile da post 3 di Boldrini e la tripletta di Tori che non perdona dai 5 metri e con due conclusioni ravvicinate. Il bis di Lomonte, brava a liberarsi al centro, completa l'opera che vale una pagina di storia per la squadra di mister Spagnoli che suggella l'impresa difendendo la prolungata inferiorità numerica data dai 4' di brutalità nell'ultimo quarto, riuscendo a subire una sola rete. Applausi che vanno anche alle ragazze di Lisi (tris di Bianchi con due rigori e piazzato di Foschi) che, con tante avversità, hanno cullato un sogno ottenendo comunque l'obiettivo primario di una tranquilla salvezza e dando un forte segnale al movimento pallanuostico. 

In una classica sfida di fine stagione, la RN Florentia fa le prove di play-out imponendosi 8-19 ad Ostia con l'Agepi Sport '97 già retrocessa da tre settimane. Una vittoria che profuma di speranza sulle sponde dell'Arno a margine di un campionato chiuso al sesto posto, condizionato da tanti infortuni nel momento cruciale della stagione ma onorato con tante prove di qualità da parte delle giovanissime toscane, approdate in prima squadra dal settore giovanile. La giovanissima compagine satellite della Sis Roma onora il suo torneo pur senza vittorie, illudendosi con il 3-2 iniziale di parziale. Alek Cotti scuote le sue che, trascinate dalla cinquina di Gasparri, premono sull'acceleratore e passano dal 4-8 di metà gara al 6-13 del 24' prima dell'allungo conclusivo. Triplette per tre (Gattini, Merli ed Osti) poi tra le doppiette di Capaccioli e Dottori si inserisce l'acuto di Mazzei. L'Agepi saluta con le sue baby stelline ancora in evidenza: poker per Aprea, tripletta per Abrizi con assolo per capitan Rossi. 

Davide Maddaluno - Sport - - Vai alla Home

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Pallanuoto, il Pescara riapre le "Naiadi" portando i Muri Antichi alla bella. Lions beffati ai rigori. In finale Bari, Metanopoli, Piacenza e Aragno

A ritmo serrato i play-off di Serie B. Mercoledì 22 maggio si sono giocate le gare 2 di Semifinale e ben cinque verdetti sono stati emessi. Insieme al Circolo Nautico...

Pallanuoto, il Cosenza allunga progressivamente e festeggia la salvezza. Locatelli giù a testa alta

Lo scorso anno di questi tempi preparavano le finali play-off che le avrebbero portate in tandem in massima serie. Questa sera una delle due quell'A1 tanto sudata e sognata la...

A 20 anni dall'addio al calcio Roberto Baggio torna in campo a Salerno per l'Operazione Nostalgia

Sembrava un sogno, ora è realtà: Roberto Baggio farà parte della grande festa in programma il prossimo 8 giugno allo stadio "Arechi" di Salerno e poi il 7...

Pallanuoto, l'infinita saga Orizzonte continua nel ricordo di la Delfa. Miceli: "Lo Scudetto più difficile". Palmieri: "Continueremo a fare la storia"

Campione d'Italia per la ventiquattresima volta, quinta consecutiva. Continua la saga tricolore de L'Ekipe Orizzonte (foto DBM) che batte il Plebiscito Padova 14-12 in gara...

Pallanuoto, L'Ekipe Orizzonte vince le resistenze del Plebiscito e porta a casa il 24esimo Scudetto

Un trionfo nel ricordo di Giuseppe La Delfa onorato da una speciale maglia celebrativa. L'Ekipe Orizzonte è campione d'Italia per la 24esima volta superando in gara 3 un...

Pallavolo, presentata la Festa regionale Volley S3: storico evento a Piazza della Libertà tra sport ed inclusione

Mercoledì mattina presso la Sala del Gonfalone del Comune di Salerno si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della Festa regionale Volley S3 in programma...

Boxe, Aziz Abbes Mouhiidine si prepara alle Olimpiadi trionfando alla Iba Champions Night

Ritorno in pompa magna per Aziz Abbes Mouhiidine, il pugile originario di Mercato S. Severino, protagonista alle prossime Olimpiadi di Parigi 2024, che sabato sera ha trionfato...

Karate, il baby talento sanseverinese Antonio Moffa campione regionale dei pesi leggeri

Sugli scudi il dodicenne Antonio Moffa della palestra Olympic Planet di Mercato San Severino, che è riuscito ad imporsi nella categoria dei pesi leggeri al campionato...
Contatti - Privacy Policy

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?