Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

Salernitana ribaltata nella ripresa dalla Juventus. Furia Milan: "Penalizzati, esigiamo spiegazioni"

07/01/2024

Di diverse proporzioni rispetto alla Coppa Italia ma leit motiv analogo. La Salernitana passa con Maggiore, poi espulso, e viene rimontata dalla Juventus che impatta con Illing Junior e trova il sorpasso allo scadere con Vlahovic (1-2) sotto una pioggia battente (foto Juventus FC). Nel mirino dei granata la direzione arbitrale di Guida. Con Pippo Inzaghi in silenzio stampa e limitatosi ad un messaggio di ringraziamento social ai propri giocatori per quanto speso in campo contro la rabberciata formazione bianconera (priva anche di Chiesa e Cambiaso), a parlare è Maurizio Milan, amministratore delegato della società di patron Iervolino: "Siamo soddisfatti di quanto mostrato dalla squadra in campo, oggi il mister è molto arrabbiato per alcuni episodi e il suo stato d’animo è in linea con quello della società. - spiega a fine gara come ripreso da SalernitanaNews - Parlo dell’espulsione di Maggiore, preceduta da un fallo a nostro favore (un fallo su Simy) o della mancata espulsione di Gatti. Il pubblico è mortificato, ma già da domani mattina inizieremo a chiedere spiegazioni in merito a questi episodi. C’è grandissimo rammarico, la mia atipica presenza lo testimonia. Inzaghi è molto arrabbiato questa sera come tutto il club per degli episodi arbitrali che dal nostro punto di vista hanno penalizzato fortemente una buona prestazione della squadra che ha dimostrato anche stasera di essere viva e che creder fortemente nella salvezza. Gli episodi sono stato evidenti, l’espulsione di Maggiore viziata da un fallo precedente su Simy, c’era un’espulsione su Gatti, ma più in generale un atteggiamento arbitrale dal nostro punto di vista molto discutibile per tutta la partita. Vogliamo ribadire che questa proprietà è italiana, ci sono investimenti importanti che Iervolino ha fatto; già le piccole sono penalizzate per tante situazioni, stasera è stata ahimè un’altra testimonianza e ribadiamo la nostra amarezza, già domattina capiremo come reagire sui tavoli giusti".

Maurizio Milan prosegue: "Con Figc, Lega e Aia faremo le nostre rimostranze. Vorremmo anche noi entrare nello specifico nelle prossime ore. Siamo nuovi nel calcio ma come si evidenziava vogliamo puntare i pugni sul tavolo in modo molto evidente anche per difendere gli investimenti importanti. C’è grande coesione, questa è una decisione presa a quattro mani dal mister dal presidente e dal sottoscritto con tranquillità e un club fatto di persone che portano avanti interessi e hanno l’obiettivo della salvezza. Con la mia presenza volevamo evidenziare il grandissimo disagio e disappunto rispetto all’arbitraggio. I continui richiami a Costil o situazioni analoghe durante tutti i 90’, quando ci sono episodi così eclatanti che influenzano nettamente il risultato abbiamo ritenuto corretto alzare la voce pubblicamente". In studio c’è l’ex arbitro Marelli che ricorda un Monza-Lecce, con Baschirotto che era stato espulso da Marinelli, ma la decisione corretta sarebbe stata l’ammonizione: "Questi sono i due episodi più evidenti, ma c’è tutta una condotta di gara, compresi i continui richiami a Costil. Ci prenderemo il giusto tempo, domani mattina inizieremo a puntare i piedi, c’è anche un’assemblea di Lega. Per la prima volta il nostro allenatore non verrà ai vostri microfoni". 

Infine: "Il ritorno di Sabatini è importante, abbiamo ancora tutti il ricordo dell’instant team che ha centrato la salvezza due anni fa. Lui è già al lavoro per sistemare la squadra, i contatti sono costanti, speriamo di vedere i risultati a stretto giro di posta. Inzaghi non è mai stato posto in discussione, Sabatini nella sua presentazione ha lasciato presagire il contrario ma conosciamo benissimo la grande levatura del direttore che pone giustamente tutti in discussione e lo evidenzio sempre. Tutti nel calcio sono sempre in discussione. Nelle ultime tre partite abbiamo visto una squadra che sta lottando in modo encomiabile con le grandi e anche nei campi più difficili. Siamo molto confidenti. Ne approfitto anche per ringraziare i tifosi, riempire lo stadio "Arechi" col meteo di oggi non era semplice. L’arrivo di Sabatini sta dando un’accelerata alla campagna di gennaio, sta lavorando incessantemente in costante contatto col presidente; lasciamolo lavorare, sarà lui a dare eventualmente delle novità nei prossimi giorni. L’arrivo di una persona di grande esperienza per noi è l’elemento più importante di questa accelerazione e di quanto questo club creda tantissimo nella salvezza. Le trattative di mercato non sono mai semplici e non immediate soprattutto a gennaio, siamo convinti che aggiusteremo la squadra nel modo migliore a stretto giro di posta. Noi ci crediamo alla salvezza, la prestazione di stasera fortemente viziata ne è la testimonianza. I ragazzi hanno lottato in modo incredibile nelle ultime 3 uscite, la classifica è corta, le partite sono tante. Lavoreremo pancia a terra per centrare la salvezza in tutti i modi".

Amareggiato Federico Fazio: "Sul goal loro sono stati bravissimi, noi abbiamo perso palla e dovevamo essere più furbi. Abbiamo giocato con un uomo in meno e ci manca un po’ di furbizia. Una partita come oggi era difficile, eravamo tredici giocatori praticamente, tra infortuni e Coppa d’Africa avevamo disponibili pochi giocatori e anche questo fa la differenza. Con uno in meno devi fare il massimo per portare a casa i punti in una situazione di vantaggio. Nelle ultime partite abbiamo fatto punti e potevamo vincere anche contro il Milan, ma questa è la strada da seguire. Sabatini mi ha portato qua ed è il motivo per il quale sono venuto. Per lui sono a Salerno oggi. Sono contento che è tornato, sta lavorando e abbiamo bisogno di rinforzi, lui ha grandissima esperienza nel calcio e ci potrà dare una grande mano.  Sono molto contento dell’approccio che stiamo dando alle partite ultimamente, lasciando la Coppa Italia a parte. Io, Candreva e Costil cerchiamo di trasmettere la cattiveria nell’affrontare le partite. Abbiamo un potenziale superiore a dispetto di quanto dica la classifica oggi. Anche contro il Napoli saremo pochi complice la squalifica di Maggiore". Il difensore argentino puntualizza: "Anche oggi, come contro il Milan, potevamo prendere più punti. Ci sono sfuggiti alla fine. Avevamo tanti indisponibili, poi è arrivato il rosso, non era semplice affrontare una partita così. Abbiamo dato il massimo. Dobbiamo ripartire dalle ultime tre partite, tranne la Coppa. L’approccio è stato giusto e la squadra è diversa in campo. Pensiamo alla prossima partita, per fare tre punti. Siamo una squadra forte e dovevamo avere qualche punto in più. La classifica è questa e dobbiamo affrontare le partite, come fatto oggi. Se sono qui a Salerno è merito di Sabatini, sono molto contento che sia tornato. Al mercato pensa lui e noi dobbiamo solo pensare a giocare. Non mi piace parlare degli arbitri. Fino all’ottantesimo loro non avevano ammoniti, poteva starci un giallo ad Yildiz, come quello dato a Gyomber. Non voglio continuare. Abbiamo una settimana per preparare la partita col Napoli".

In casa piemontese esultanza scatenata per Dusan Vlahovic: "Secondo me è un goal che pesa tantissimo, abbiamo dato tutto e abbiamo meritato di vincere. Faccio i complimenti alla Salernitana che ha fatto una grandissima partita, dopo l’espulsione sono andati in difficoltà ma sono una grande squadra e gli faccio un in bocca al lupo per la lotta salvezza. Non molleremo mai, daremo sempre il massimo. Ci sono ancora tante partite, è lunga, il nostro obiettivo è entrare in Champions poi vedremo partita per partita. Ho sempre dato tutto me stesso, questi goal sono importanti ma senza l’aiuto della squadra e del mister non potrei nulla. Va ringraziata anche la società ed i tifosi. Ringrazio chi è venuto qui con questo tempo, è stata una gioia immensa fare goal. Partita dopo partita stiamo dimostrando di essere una grande squadra".

Tira un sospiro di sollievo Max Allegri: "La Salernitana ha fatto un’ottima gara, difensivamente ha chiuso molte traiettorie di passaggio. Noi spesso abbiamo perso l’attimo del passaggio. La partita è stata buona nonostante fossimo stato sotto 1-0. La ripetitività di questi gol presi non va bene, difensivamente non è solo il gol ma la percezione che in questo momento ogni volta che ci buttano la palla verso l’area corriamo il rischio di prendere goal. Ultimamente attacchiamo meglio la porta cercando di andare sopra la linea della palla ogni volta, cosa che facciamo meno bene ora è la fase difensiva. I ragazzi stanno lavorando molto bene, bisogna però guardare anche ciò che è peggiorato. Ci sono momenti in cui la squadra sembra di essere vulnerabile e questa cosa dobbiamo cancellarla. Siamo realisti, abbiamo l’Inter davanti che sta facendo campionato importante. Vincere a Salerno era importante per mantenere la distanza dal quinto posto, ora manca il girone di ritorno ed avere 14 punti di vantaggio vuol dire cinque partite. Quindi incominciano ad essere già tante. Giovedì abbiamo la Coppa e cercheremo di raggiungere la Semifinale, bisogna recuperare. Adesso stiamo anche bene fisicamente, poi siamo cresciuti nella serenità con cui giochiamo le partite. Vlahovic dobbiamo sfruttarlo ancora meglio su queste palle in diagonale, sta meglio ed in fiducia. Lavora ogni giorno ed ora è più pulito tecnicamente". 

Il tecnico bianconero ha poi aggiunto: "Sapevamo delle difficoltà che avremmo incontrato. Durante la stagione può capitare una partita che finisca come giovedì. Ma in questa sfida di campionato la Salernitana ha fatto un’ottima partita e non ci ha concesso niente, avevamo grande difficoltà nel trovare palla su Vlahovic perché chiudevano molto bene. Fazio ha tolto due o tre palle importanti da dentro l’area. Sapevamo che non era semplice e noi siamo in un momento di vulnerabilità difensiva che dobbiamo mettere a posto. La Salernitana ha difeso in modo giusto, correva, raddoppiava e pressava. Finiamo l’andata con 46 punti e sono contento del gruppo che ora ha preso anche più coraggio. La Salernitana ha le carte in regola per potersi salvare, col Milan ha fatto una grande partita, è in un buon momento, ha fuori tanti giocatori importanti e poi c’è il mercato, vista la classifica corta come in fondo, il colpo di Verona li ha rimessi in gioco. Sul 2-1 abbiamo concesso due punizioni con Fazio che si era messo centravanti, lì bisogna essere più lucidi, avevamo il vantaggio della superiorità numerica. La Salernitana si è difesa bene anche in dieci, quando abbiamo trovato varchi, abbiamo sbagliato qualche passaggio o i tiri. Il Var è uno strumento oggettivo ma su tanti episodi diventa soggettivo. Bisogna accettarlo, gli arbitri sono bravi e sotto pressione, noi allenatori dobbiamo pensare solo a lavorare e fare il meglio possibile".

Redazione Sport - Salernitana - - Vai alla Home

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Pallanuoto, bilancio positivo per l'Under 18 della RN Arechi. Apicella: "Grato per la fiducia, miglioramenti costanti"

Terminata ormai da quasi due mesi la stagione della prima squadra, in casa BricoBros Arechi è tempo di bilanci anche sul fronte settore giovanile. Particolarmente...

Pallanuoto, l'Italia supera d'autorità l'ostacolo Romania e vola ai Quarti dei Mondiali Under 16

Soffre, alza la testa e vince di giustezza l'Italia che batte la Romania nel match valido per gli Ottavi di finale dei Mondiali Under 16 in corso di svolgimento a Malta e...

Pallanuoto, passaggio di consegne in casa Napoli Lions: Scotti Galletta smette e diventa president-coach

Ancora non smaltiti tutti i festeggiamenti per la storica promozione in A2, in casa GLS Napoli Lions è già tempo di guardare al futuro. Come già...

Pallanuoto Paralimpica, la GLS Napoli Lions fa il bis: secondo Scudetto per i partenopei

Domenica 16 giugno alla piscina "Scandone" di Napoli è calato il sipario sulla quarta edizione del campionato italiano di Serie A di Pallanuoto Paralimpica. L'edizione...

Salernitana, continuano gli stage per la nuova stagione del vivaio. Le date di inizio dei vari campionati

Altra calda settimana di programmazione e fine tornei, non solo per le temperature bollenti, in casa Salernitana sul fronte giovanile. Dal punto di vista del calcio giocato, una...

Pallanuoto, dopo Marletta anche capitan Palmieri saluta l'Orizzonte: sarà derby greco tra le due

Quello conquistato in gara 3 con il Plebiscito Padova a Nesima sarà l'ultimo titolo di una storia infinita insieme, arrivata all'atto conclusivo. Dopo Claudia Marletta...

Pallanuoto, Mondiali Under 16: l'Italia esce fuori alla distanza e travolge anche la Georgia

Si chiude con un'altra netta affermazione la prima fase dei Mondiali Under 16 in corso di svolgimento a Malta per l'Italia di Federico Mistrangelo. Georgia battuta 17-7 e...

Pallanuoto, B femminile: Tolentino ai play-off da seconda. Moie e Canottieri Milano travolgenti. Convince il baby Sori

Ultimi scampoli per l'infinita regular season spezzatino del campionato di Serie B femminile. Si continua a giocare in due gironi. In Lombardia la penultima giornata si snoda su...
Contatti - Privacy Policy

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?