Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

Salernitana, granata rimontati dal Sassuolo poi salvati da Ochoa. Inzaghi: "Chi si risparmia non giocherà più"

11/11/2023

Un avvio sprint con il primo goal in A di Ikwuemesi (foto Us Salernitana) poi la sassata di Dia imbeccato da Tchaouna illude la Salernitana che si fa agguantare dal Sassuolo sul 2-2 grazie alla doppietta del norvegeste Thorstvedt. Nel finale un super Ochoa evita il tracollo ai granata: "Non vinciamo da tempo, è normale avere un po’ di paura dopo il gol del 2-1, abbiamo subito il contraccolpo. - spiega nel post gara mister Inzaghi come ripreso da SalernitanaNews - Però non possiamo prendere un goal del genere, se vogliamo salvarci serve cattiveria, serve grinta. Un lancio lungo, un duello aereo perso ed un inserimento. Non è pensabile. Abbiamo avuto la palla del 3-1 che avrebbe cambiato tutto. Se avessimo fatto il 3-1 con Tchaouna, quella occasione clamorosa, probabilmente avremmo avuto più serenità, Il bicchiere si può veder mezzo pieno e mezzo vuoto, dipende da dove vuoi partire, la squadra ha dimostrato di poter fare ottime cose ma non deve prendere il 2-1 in quel modo. L’avvio era quello che mi aspettavo, siamo scesi in campo con grinta e coraggio. Avevo chiesto alla squadra di partire forte, so che la benzina nelle gambe non è di 90’, siamo andati in vantaggio e abbiamo giocato per 20’ un calcio bellissimo. Il secondo tempo è andato con un po’ di difficoltà, le gambe non giravano bene, abbiamo fatto una preparazione particolare in questa settimana e l’avversario era di grande caratura. Alla ripresa giocheremo con la Lazio davanti al nostro pubblico e possiamo fare bene. Siamo venuti qui a giocarcela alla pari con il Sassuolo, io ho cercato di tenere la squadra alta sempre e non perdere pericolosità. Non volevo abbassarmi troppo, così facendo il gol l’avremmo preso prima o poi. Dobbiamo lavorare e trovare una gamba migliore, una vittoria ci avrebbe dato grande slancio ma nelle ultime 3 partite la squadra ci ha messo tanta voglia, dobbiamo essere più cattivi, ma vedo che abbiamo cambiato atteggiamento”.

Super Pippo continua nel dettaglio: "Il primo tempo è stato eccezionale da parte nostra, dovevamo chiuderla con terzo gol. Ochoa è straordinario, non lo scopro io. Il Sassuolo ha giocatori fuori categoria. Berardi, Defrel, Pinamonti. Io ho cercato di tenere alta la squadra mantenendo le due punte in campo. Sono sicuro che con questo atteggiamento la vittoria arriverà presto, prendiamo questo punto che è meritato. Teniamoci lo spirito, gli applausi della nostra gente. In questo momento una vittoria ci libererebbe di tante paure. Candreva? E’ uno dei nostri migliori giocatori, sapevo che ci avrebbe dato tanto a gara in corso e l’ho fatto entrare. Non vinciamo in trasferta da gennaio, ma voglio vedere più grinta, più cattiveria. Ikwuemesi? Ha fatto benissimo, era stato ammonito, avevo paura a tenerlo in campo e su questo non siamo stati fortunatissimi. Adesso ha 45-60 minuti Charles, lo sappiamo, sto cercando di dargli continuità, lavorerà nella sosta, mi auguro che possa giocare 70-80 minuti con il ritmo che ha avuto nel primo tempo. Episodi? Con tutti i rigori che sono stati dati per fallo di mano, quello è netto. Se lo tocca Pinamonti è rigore, il braccio non è attaccato al corpo. Questa tipologia di intervento ha sempre portato al penalty. Ho anche visto pochi replay".

Il tecnico ostenta ottimismo: "Teniamoci questo punto e speriamo di vincere la prossima perché io ci credo. Vedere così tanti tifosi per noi è motivo di orgoglio, era venerdì sera. Adesso vanno via 7-8 giocatori per le Nazionali, come quando sono arrivato. La squadra ha bisogno di lavorare, sono arrivato da un mese ma vedo che da due settimane l’aria sta cambiando. Mi ritengo molto fortunato di stare qui e bisogna trasmettere questa mentalità ai giocatori. Nessuno mi ha costretto ad accettare, credo tanto in questa squadra, non sono mai subentrato in carriera, perché preferisco fare i ritiri e far capire da subito ai ragazzi come lavoro. La Salernitana viene prima di tutto, chi toglie la gamba con me non gioca più, bisogna crederci sempre. Poteva essere la serata giusta ma dobbiamo portarci a casa quanto di buono fatto e capire che dobbiamo migliorare su altri frangenti; dobbiamo ripartire dal primo tempo, purtroppo vanno via tanti giocatori abbiamo bisogno di lavorare e avere più gamba. Giocavamo contro avversari offensivi che sono da Europa e non da lotta salvezza, non era facile ma abbiamo cercato di coprire il campo, ci vuole più cattiveria, bisogna capire che sono palloni che valgono una stagione".

Non è bastato il primo goal con la Salernitana e nel massimo campionato tricolore di Ikwuemesi che si esprime così a fine gara: "E’ stata una bella battaglia, abbiamo perso un po’ di concentrazione dopo il goal del Sassuolo. Sono felice per il primo goal in Serie A, per me era molto più importante vincere e portare a casa i tre punti rispetto al mio centro. Ochoa è stato grande, devo ringraziarlo per la sua prestazione, ci ha permesso di conquistare un punto. Dobbiamo combattere in ogni partita, questo è il calcio, a volte vinci a volte perdi. Non dobbiamo mai mollare e continuare a testa alta".

In casa sassolese Kristian Thorstvedt si conferma bestia nera dei granata dei connazionali Bohinen e Botheim: "Avremmo dovuto vincere questa sfida, siamo partiti male in avvio e ci siamo ripresi a fine primo tempo e poi nella seconda frazione. Abbiamo avuto tante occasioni ma purtroppo il terzo goal non è arrivato. Non solo felice per questo pareggio, i miei due gol contano poco, non è importante chi segna, poteva farli anche Pinamonti. Iniziare così è un problema che ci portiamo dietro, spesso i nostri avvii sono negativi e siamo costretti a recuperare. Sono convinto che il Sassuolo del secondo tempo è quello che i tifosi si aspettano. Ci portiamo a casa qualcosa di positivo, abbiamo giocato da squadra".

A commentare il match anche Gregoire Defrel: "È difficile partire sempre così. Eravamo carichi prima della partita, volevamo i tre punti ma dobbiamo essere più concentrati all’inizio e non prendere gol. Eravamo comunque in partita, anche dopo il 2-0 e il primo tempo eravamo tranquilli. Ero sicuro di vincere, le abbiamo provate tutte ma non è arrivata, peccato. Eravamo in partita, è mancato solo il terzo goal. Bisogna lavorare durante la settimana ed essere più cattivi e concentrati. Proveremo a cambiare. Ho giocato dietro la punta Pinamonti, con Castillejo a sinistra e Berardi a destra. Tanti buoni giocatori, possiamo divertirci e fare un bel calcio, è mancato solo l’ultimo passaggio per fare il terzo goal. Abbiamo giocato da squadra. Ora c’è la sosta e dobbiamo lavorare. Anche lo scorso anno abbiamo avuto un momento difficile e ne siamo usciti, ci riusciremo anche questa volta".

Chiude il quadro mister Alessio Dionisi: "Siamo dispiaciuti, volevamo vincere. Si è visto in campo. Da un po’ ci gira male, partiamo col freno a mano, poi ci sono degli episodi. Abbiamo risposto dopo lo 0-2, vuol dire che abbiamo giocato fin dall’inizio. Abbiamo pareggiato presto e l’inerzia era dalla nostra parte, abbiamo avuto occasioni. Siamo in un momento negativo, dobbiamo combattere. Se non giochi dall’inizio e non hai testa, non la riprendi. Facciamo errori individuali che compromettono il risultato, abbiamo regalato due gol. Ochoa ha parato l’imparabile, vuol dire che abbiamo creato. Non è un problema di testa o di squadra, ma di momenti e dobbiamo combattere per toglierci soddisfazioni. La voglia di fare a volte ti fa strafare, c’era il rischio di compromettere il tutto. Queste partite devono insegnarci tanto. Dopo la sosta ripartiremo con lucidità ed equilibrio. Abbiamo fatto una partita vera, altrimenti non saremmo stati una squadra vera, recuperando questa gara. Da quando abbiamo pareggiato abbiamo provato a vincerla, siamo stati imprecisi davanti e più imprecisi dietro, solo che, se sei impreciso in difesa, paghi più a caro prezzo".

Il tecnico ex Empoli puntualizza: "In questo momento siamo meno efficaci ma non c’è da condannare nessuno, oggi per i gol sbagliati era giusto se avessimo fatto più gol. Ci sono mancati i gol degli attaccanti che spero possano arrivare presto, intanto ne ha fatti due Thorstvedt e meno male. Non posso essere soddisfatto, quando fai una partita così la devi vincere però devo ammettere che l’atteggiamento mi è piaciuto, lavoreremo sugli errori individuali. Ultimamente stiamo prendendo gol da uscite nostre o su un’imbucata a sessanta metri dalla porta. Abbiamo chiuso i granata nell’area di rigore e creato tantissime occasioni sul 2-2. Tanti decantano i nostri giocatori offensivi ma con loro non segniamo da un po’ di partite. Abbiamo sbagliato cose semplici sotto porta. È la terza volta che dopo pochi minuti andiamo sotto, bisogna avere gli attributi per stare in campo e fare la partita. L’atteggiamento non è mancato, anche a fine primo tempo c’era lucidità, non l’abbiamo mai persa. Abbiamo rammarico per non aver fatto 3-2, 4-2 o anche 5-2".

 

Redazione Sport - Salernitana - - Vai alla Home

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Pallavolo, il timbro salernitano nell'impresa promozione della Vesuvio Oplonti: le ragazze di Alminni volano in B1

C'è un pezzo di Pallavolo salernitana nel trionfo della Vesuvio Oplonti che, superando in una finale play-off vietata ai deboli di cuore l'Ariete Pallavolo Prato, ha...

Football Americano, gli Eagles Salerno archiviano il campionato con un successo e avviano nuovo reclutamento

Si è conclusa al quinto posto del girone A il campionato 2023/24 di Terza Divisione (Nine Football League) da parte degli Eagles Salerno, unica espressione provinciale di...

Hockey su pista, la Roller Salerno festeggia la salvezza. L'Under 19 chiude la stagione alle finali nazionali

Si è conclusa la stagione 2023/2024 della Roller Salerno con la conclusione sia del campionato di Serie B che di Serie A2. La compagine granata si è assicurata la...

Calcio salernitano in fermento, inizia l'era Cardillo a Pagani. Titolo del Giffoni Sei Casali verso Battipaglia. Scafatese in D

E' appena iniziata la calda stagione dei trasferimenti di titoli, fusioni e fallimenti sportivi. A movimentare il calcio dilettantistico regionale oltre alle società...

Juniores Nazionale, la Cavese demolisce il Cynthialbalonga e vola in finale Scudetto

Una fantastica Cavese vendica con gli interessi il ko dell'andata al "Simonetta Lamberti" e, ribaltando tutto con un perentorio 0-4 ad Albano Laziale, supera l'ostacolo...

Pallanuoto, la Copral agguanta sul pari lo Sporting Club Salerno: la promozione in B si deciderà a Catania

Termina con uno spettacolare 9-9 il match d'andata della finale play-off del campionato di Serie C tra lo Sporting Club Salerno, seconda del raggruppamento Puglia-Campania, e la...

Calcio a 5, Mama San Marzano nel segno della continuità: si riparte da mister Mele

Sarà ancora Giuseppe Mele il tecnico della prima squadra del Mama Futsal San Marzano per la stagione 2024/25 che vedrà la compagine granata ai nastri di partenza...

Calcio a 5, storico double per il Santa Marina: i costieri campioni provinciali Under 17 e Under 15

Una doppietta storica è arrivata a conclusione di una cavalcata trionfante. Il Santa Marina si laurea campione provinciale di Calcio a 5 Under 15 e Under 17 mettendo a...
Contatti - Privacy Policy

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?