Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

Salernitana a mani vuote da Firenze. Nicola: "Dispiace, buon secondo tempo". Maggiore: "A Monza per vincere"

10/11/2022

Non basta una rete del subentrato Dia in apertura di ripresa alla Salernitana per uscire indenne da Firenze (foto Us Salernitana). I guizzi di Bonaventura nel primo tempo e Jovic nel finale con annesso placet della VAR, regalano i tre punti alla Fiorentina. “Abbiamo cercato di dare tutto contro un avversario con un patrimonio tecnico importante ed in un ottimo momento. - ha commentato a fine gara mister Davide Nicola come ripreso da SalernitanaNews - Abbiamo dovuto giocoforza cambiare qualcosa. Nel primo tempo non abbiamo giocato come volevamo, non siamo riusciti a fare quello che volevamo. Nella ripresa abbiamo fatto una buona partita, l’abbiamo ripresa e dispiace non aver portato a casa il punto. Quando si dà tutto bisogna accettare il risultato, onore alla Fiorentina, abbiamo dato quello che potevamo. Assenze in difesa? Durante la stagione abbiamo bisogno di altri calciatori che possono fare parte di questo progetto, Pirola e Daniliuc stanno crescendo. Non sono insoddisfatto sotto il profilo dell’impegno, ma nel secondo tempo ci siamo divertiti di più. Bisogna tener conto del valore tecnico della Fiorentina, anche considerando il fatto che quando gioca in casa spinge di più. Nel secondo tempo abbiamo dimostrato la nostra identità, ma andiamo avanti. Abbiamo bisogno di recuperare giocatori come Bohinen e continuare su questa strada. Ora ci attende una trasferta importantissima, poi nella sosta si penserà a recuperare e a lavorare ancora di più. I singoli reparti? Vilhena per noi può interpretare quella posizione, l’aveva già fatto quel ruolo in altre squadre ed anche con noi. Siamo partiti così per darci poi la possibilità di cambiare a gara in corso qualora Ikoné ci avesse creato qualche grattacapo, è quello che abbiamo fatto, non ha fatto male Tonny, nel primo tempo abbiamo incontrato una squadra dal tasso tecnico elevato, in un momento brillante, in casa si esprime anche meglio. Nella ripresa abbiamo fatto una buona partita ma purtroppo non possiamo far giocare sempre gli stessi per 95’ perché diventa difficili essere costanti e competitivi, dispiace aver preso il gol, fosse passato un po’ di tempo ce l’avremmo potuto fare, nel primo tempo non siamo riusciti a fare quel che volevamo, sono contento della prestazione dei tre difensori, non era facile per i nostri due giovanissimi poter competere contro avversari del genere, a parte qualche duello individuale credo abbiano fatto una partita più che dignitosa”. Il trainer granata ha poi aggiunto:  “Un solo tiro in porta? Devi anche riconoscere la forza dell’avversario, non eravamo nella massima espressione delle risorse e di schierare tutti gli effettivi. Abbiamo bisogno di Bohinen perché Radovanovic non può fare tutte le partite, siamo riusciti a recuperare Maggiore, abbiamo bisogno di dare tutto quello che abbiamo all’ultima e recuperare tutti quelli che ci servono. Nel primo tempo dovevamo palleggiare con velocità, la Fiorentina alzava la pressione sul portiere, dovevamo forzare più giocate, quando ci trovavamo bassi abbiamo lavorato non benissimo sui tempi di uscita, cosa che in altre occasioni ci è già successo. Bisogna considerare che l’attacco dello spazio non era quello che ci aspettavamo, cosa che abbiamo fatto nel secondo tempo tenendo il baricentro più alto, lavorando meglio con esterni e mezzali e attaccanti che hanno lavorato meglio. Un po’ per caratteristiche, un po’ per forza avversario non siamo riusciti a interpretarla come volevamo. Dia? Non ne abbiamo mai fatto a meno, è al terzo da subentrante, è sempre stato presente, diventa difficile far giocare sempre gli stessi. Se non facciamo un po’ di turnover nell’arco della stessa partita oppure ogni tanto diventa difficile, siamo la salernitana, dobbiamo competere con avversari sempre forti, abbiamo bisogno di più effettivi possibili, lo vedi che hai perso tre in difesa ed eravamo senza alternative, era difficile se qualcuno si fosse fatto male, devi avvalerti delle risorse che hai a disposizione”.

A fine gara è intervenuto ai microfoni dei cronisti presenti anche Giulio Maggiore: “Nel primo tempo abbiamo tenuto il ritmo basso e concesso un po'” ha spiegato il centrocampista ai microfoni di Dazn. “Nel secondo tempo abbiamo fatto meglio, dopo il gol bisognava continuare a giocare con maggiore personalità e possesso e invece abbiamo lasciato a loro il pallino del gioco, ma siamo sempre sul pezzo e sapevamo di affrontare un’ottima squadra. Stanchezza? Non credo, la rosa è attrezzata e ci sono tante soluzioni. A Monza vogliamo fare bene, abbiamo tre giorni per recuperare e prepararci a fare un’ottima partita. Abbiamo raccolto un buon bottino di punti, ma sappiamo di dover continuare a lavorare. Ci attende una lunga sosta, vogliamo fare più punti possibili il prima possibile, poi vedremo cosa accadrà dopo il girone d’andata”.

In casa Fiorentina traspare soddisfazione dalle parole di Vincenzo Italiano: “Nel mio urlo c’è tutta la soddisfazione per aver superato un periodo non bello in cui non mi piaceva vedere i ragazzi uscire dal campo a testa bassa. E’ stato frustrante perdere alcune partite, mentre oggi c’era voglia di prolungare la striscia positiva e riscattarci dopo le ultime due gare in casa. E’ stata una prestazione di grandissimo livello, abbiamo creato tanto, tirato tanto e concesso poco agli avversari. Penso che il lavoro che si fa in settimana è un lavoro di campo, strategico, tecnico. Ed alla fine in campo la domenica bisogna avere quel furore, quella grinta per battere gli avversari. Forse ci mancava quel pizzico di voglia, che c’è stata nelle ultime 3 gare. La abbiamo avuta in Conference dove volevamo riscattarci e poi la abbiamo riportato anche in campionato. Sono contento per aver messo alle spalle il periodo negativo. Jovic decisivo? La soddisfazione è anche in questo. Avevamo un periodo in cui le prestazioni arrivavano ma le vittorie no. Si complica anche la vita degli allenatori, l’aspetto mentale è importante. L’abbraccio finale lo dimostra, tutti volevano rimediare a quel periodo. Non è finita, adesso ci aspetta il Milan, una squadra stellare e dovremo essere all’altezza. A volte le partite si complicano perché sbagliamo tanti gol. I cinque cambi possono cambiare la storia della partita, chi entra può e deve fare la differenza. Oggi è successo. Stiamo avendo la giusta mentalità e il giusto atteggiamento. La squadra cerca sempre di fare bene, al di là delle assenze. I ragazzi hanno reagito ad un momento negativo ma ora non dobbiamo abbassare la guardia perché abbiamo il Milan. Stavamo perdendo certezze ma ci siamo ritrovati con il giusto spirito, con la giusta voglia e la giusta determinazione. Ci tenevamo a vincere di nuovo in casa per continuare la striscia positiva. Ho visto l’atteggiamento giusto di tutti, non era semplice battere una Salernitana in gran fiducia. La partita non era facile perché loro sono una squadra che ti fa male negli spazi. Vogliamo chiudere prima della sosta nel migliore dei modi. Nella sosta lavoreremo con chi resta con noi”.

La chiosa spetta a Jack Bonaventura: “Abbiamo fatto una buona partita. Nel secondo tempo forse abbiamo tenuto troppo palla e infatti abbiamo preso gol – ha detto il centrocampista nel post partita – Per fortuna abbiamo continuato ad attaccare e abbiamo segnato il secondo gol. Stiamo meglio fisicamente rispetto ad un mese fa, sul piano tattico abbiamo aggiustato qualcosa. Se lavoriamo bene i risultati arrivano, dobbiamo continuare così perché possiamo migliorare ancora. Col Milan sarà una partita difficilissima, andiamo però a 'San Siro' con fiducia”.

 

Redazione Sport - Salernitana - - Vai alla Home

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Eboli a lutto per la scomparsa di Antonio Cicalese, fatale lo schianto con una vettura

Non c'è l'ha fatta Antonio Cicalese, 27 anni, il centauro di Eboli rimasto coinvolto in un incidente stradale verificatosi, sabato sera, lungo la Strada...

Pallanuoto, il Rapallo fa ancora... centro: dal Bogliasco colpaccio Di Maria

Il quarto posto alle Final Eight Under 18 di Avezzano ha scritto la parola fine sul biennio trascorso da Paola Di Maria al Bogliasco 1951. L'azzurrina resta però in...

Pallanuoto, goal e spettacolo nelle Semifinali Under 18: romane e siciliane scatenate, avanti anche Quinto e Posillipo

Si sono disputati nell'ultimo week-end i quattro concentramenti valevoli come Semifinali nazionali del campionato Juniores Under 18. Otto i posti in palio per la Final Eight in...

Pallanuoto, stabilite le 8 qualificate alle finali Under 18 B. In gran spolvero Aquatica Torino, Club Aquatico e Onda Blu Dalmine

Si sono disputati nel week-end appena trascorso i quattro concentramenti valevoli come Semifinali nazionali del campionato Under 18 B le cui finali si disputeranno a cavallo tra...

Beach Waterpolo, grande successo per il 1° torneo targato CSI Salerno

Grande successo per il primo torneo di Beach Waterpolo targato CSI Salerno. L'evento, organizzato grazie alla proficua collaborazione con la 100% Waterpolo Tournament, la...

Pallavolo, Salerno Guiscards nel segno della continuità: riconfermato coach Cacace

Avanti nel segno della continuità. Dopo la storica promozione in Serie B2, alla guida del team volley della Polisportiva Salerno Guiscards ci sarà ancora coach...

Pallanuoto, la BricoBros RN Arechi riparte da Roberto Baviera: il tecnico entra anche nei ranghi societari

Rinforzare la solida base di partenza e guardare al futuro con rinnovato ottimismo e progettualità. Parte da queste prerogative la programmazione sportiva 2024/25 della...

Pallanuoto, Circolo Nautico Salerno show alle Semifinali Under 18 B: gialloblu alle Final Eight a punteggio pieno

Archiviata la stagione della prima squadra ad un passo dall'A2, il Bitdrome Circolo Nautico Salerno si è rituffato in vasca per gli impegni conclusivi del settore...
Contatti - Privacy Policy

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?