Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

Salernitana, Nicola: "Visto progressi". Iervolino: "Squadra sarà completata"

15/08/2022

E' sufficiente una rete di Cristante alla Roma per piegare le resistenze della Salernitana alla prima di campionato (foto Us Salernitana). “Non siamo ancora aggressivi come vorrei, ma sono contento della crescita mostrata rispetto alla gara col Parma. - esordisce il tecnico granata Davide Nicola in sala stampa come ripreso da SalernitanaNews - Abbiamo subito inserito gli ultimi tre arrivati, non sono al massimo della forma ma hanno dimostrato di poterci dare una mano importante. Volevamo essere attenti e organizzati, ho visto lo spirito giusto contro una squadra di grandissima qualità. Sono soddisfatto e non vedo l’ora che arrivi domani per riprendere a lavorare in vista della prossima. Cerco sempre di essere ambizioso, ma anche obiettivo: la partita ha detto che la qualità della Roma è superiore alla nostra, ma siamo stati umili nell’averlo riconosciuto ed abbiamo tenuto la partita in piedi, per quanto possibile. I ragazzi hanno provato a mettere in pratica quanto chiesto, sia con la palla, sia senza. Non c’è una cosa che non è piaciuta, ma ho visto molte cose da migliorare, dall’impostazione da dietro alle rotazioni dei centrocampisti, passando per i movimenti delle punte, i tempi di giocata, l’interpretazione delle tre altezze di campo. È mancata lucidità in alcune situazioni di ripartenza che potevano essere interpretate meglio. Conosco il livello fisico del gruppo, non stiamo ancora bene e so che i ragazzi possono valere molto di più, ma non è poco per essere la prima partita contro la Roma. Riempire l’area di rigore avversaria per noi è un principio fondamentale, arriveremo a farlo molto meglio. Nel secondo tempo, quando la Roma ha abbassato il suo baricentro, potevamo aggirarla in ampiezza e attaccare rapidamente, ma non avevamo le caratteristiche per essere troppo pericolosi in questo modo. Bisognava cercare l’imbucata con degli uno-due. Abbiamo portato bene la palla nell’ultimo terzo di campo e potevamo tirare di più, chi ha conosciuto il nostro percorso sa che è una cosa da migliorare, lavoreremo in questa direzione. Dobbiamo completarci, da questo punto di vista. Ogni squadra ha il suo percorso di costruzione, sappiamo qual è il nostro e dobbiamo costruire una squadra che abbia criterio. Quando i giocatori vengono qui, si rendono conto di dove sono venuti e si entusiasmano; forse da fuori non c’è questa sensazione. C’è unità di intenti, il mercato resterà aperto fino al 31 agosto e vedremo cosa riusciremo a fare. Io penso a preparare al meglio i ragazzi: dobbiamo integrare i nuovi e non abbiamo molto tempo. Dobbiamo completarci definitivamente, integrare Bradaric e Radovanovic che rientreranno. L’esigenza assoluta è di portare tutti alla massima condizione di espressione fisica e tecnica, per questo la partita assume un ruolo determinante. Per questo ho inserito Sambia, arrivato a un livello non ottimale, deve lavorare ancora molto. Mazzocchi è uscito perché non ha fatto tutto il percorso di amichevoli e allenamenti, ha fatto molto bene, era l’occasione anche per attribuirgli un po’ di applausi e vedere all’opera Sambia. Per me è tutto chiaro, andiamo avanti, mi piace lo spirito, grande cornice, se c’è spirito si può lavorare alla grande. Il nostro 3-5-2 è molto vario, costruiamo anche a 4, spesso rimaniamo uomo contro uomo. Dobbiamo portare più giocatori in fase offensiva, per farlo dobbiamo attuare determinati movimenti. Nel calcio di adesso basta perdere mezzo pallone per rischiare di subire ripartenze. Non vogliamo aspettare, ci piace proporre, credo che il lavoro che stiamo facendo in campo ci porterà a migliorare l’identità. Nel secondo tempo abbiamo provato a dare un baricentro più alto ma cambia poco, cambiano le caratteristiche e l’interpretazione, ma qualche errore in più lo abbiamo fatto”.

All'uscita dallo stadio è intervenuto anche il presidente Danilo Iervolino: “I calciatori non erano ancora tutti in forma e avevamo qualche infortunato. C’è stato grande agonismo, abbiamo affrontato una delle squadre più forti del campionato. Può starci perdere di misura, pensiamo alla prossima. Abbiamo fatto tanto sul mercato ma dobbiamo fare ancora molto. Vogliamo creare un gruppo solido che giochi bene, la squadra c’è, c’è grinta, coraggio e qualità. Manca qualche innesto, farò domani il punto con il mister e il direttore; ci possono stare due colpi. Valuteremo su un attaccante, ci aspettiamo tanto da quelli in rosa; la questione Mazzocchi è risolta”.

La Salernitana incassa i complimenti di Josè Mourinho: “Mi è piaciuto tutto della squadra, mi piacerebbe di più vincere con tre, quattro gol, ma abbiamo avuto la maturità di gestire il risultato. Solitamente in queste partite si chiude soffrendo, e invece chi è entrato ha saputo gestire. - ha commentato in sala stampa lo Special - Questa Salernitana è diversa da quella dell’anno scorso, ha molto più talento, tra qualche settimana mostrerà di avere una rosa importante. Dybala e Zaniolo? Hanno fatto una partita straordinaria. Paulo ha sicurezza nel portare palla, sa unire le linee. I nostri attaccanti sono aggressivi, Zaniolo prendeva la palla e attaccava lo spazio. Non si sono persi in giocate inutili, sono contentissimo della squadra. Certo, se prendi gol all’ultimo minuto non la prendi bene, ma mi è piaciuto tutto della squadra. Rui Patricio ha fatto solo una parata. Nel secondo tempo ci siamo abbassati, anche per via della stanchezza. Pellegrini, ad esempio, era molto stanco. Noi non siamo il Liverpool, in panchina avevamo Matic e Wijnaldum, sono giocatori importanti. Ma quali difficoltà abbiamo avuto? Abbiamo gestito. Nell’intervallo ho detto che volevo una vittoria rotonda o, in caso contrario, una partita di gestione ed è quello che abbiamo fatto. Esco da qua contento di quello che mi ha dato la partita, i gol che abbiamo sbagliato oggi arriveranno in altre partite”.

“Se avessimo sbagliato un altro gol ci avrebbero dato un premio. Le prime partite di campionato sono sempre insidiose. Oggi abbiamo giocato bene e creato tanto. Siamo poi stati bravi a correre dietro l’avversario fino al novantesimo e a non mollare. L’importante è aver vinto. - dice in casa Roma il difensore Gianluca Mancini - Avevamo minuti in campo perché in amichevole abbiamo affrontato squadre forti, ma questo è pur sempre calcio d’agosto. Oggi a Salerno faceva caldo e non si respirava, sono partite dalle tante incognite. La condizione c’è già, si trova giocando. La consapevolezza nei nostri mezzi migliora di partita in partita, nei primi 10-15 minuti del secondo tempo avremmo potuto gestirla meglio. Vincere trofei ti dà quella consapevolezza in più”. Considerazioni lapidarie anche per Leonardo Spinazzola: “È stata una partita tranquilla. Il risultato poteva essere più tondo, a fine primo tempo potevamo stare 3-0. Era la prima e i nostri attaccanti si rifaranno. L’importante era iniziare bene vincendo. Loro difendevano a cinque e abbiamo spinto meno sulle fasce. Quando gli attaccanti hanno più spazio, noi esterni stiamo più indietro. Devo migliorare ancora tanto di condizione e lo farò. C’è tanto lavoro da fare e voglio farmi trovare pronto. Il mister ci ha detto di pensare partita dopo partita, ma quando arrivano calciatori di qualità ed esperienza sai che devi fare di più”.

Redazione Sport - Salernitana - - Vai alla Home

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

CSI Salerno, si alza il sipario sulla nuova stagione con la prima giornata del campionato di calcio Open

Con il campionato Open riparte l’attività del settore calcio targato CSI Salerno. Domani, sabato primo ottobre, il fischio di inizio del torneo che quest’anno...

Salernitana, triplice sfida con la Lazio per le giovanili. L'Under 17 e di riflesso l'Under 16 cambiano guida tecnica

Torna dopo la settimana di sosta per la pausa delle Nazionali il campionato Primavera. Sfida dai molteplici significati per la Salernitana che al "Volpe" (inizio ore 15)...

Pallanuoto, disputata la prima storica partita della Nazionale Paralimpica con i campioni della Pro Recco

Segnare con un assist di Di Fulvio, proteggere la porta difesa da Del Lungo, servire il mancino di Zalanki: la prima uscita della rappresentativa nazionale Paralimpica di...

Olympic Salerno, Luigi Delli Venneri allenatore del team eSport. Biancorossi premiati con la Coppa Disciplina vinta dalla Juniores

L'Olympic Salerno si prepara a fare il suo esordio ufficiale nel mondo degli eSports. Sono, infatti, previsti a partire dagli inizi di ottobre i primi eventi che vedranno...

Venerdì 30 settembre, alle ore 18.00 al Teatro Instabile Napoli,! Orgoglio '43", uno spettacolo di Gianni Sallustro

Orgoglio '43
 
 Uno spettacolo di Gianni Sallustro sulle Quattro Giornate
conGianni SallustroRoberta D'Agostinoe con
Francesca Fusaro, Tommaso Sepe, Davide...

La Vitruvio Academy inaugura l'inizio dei corsi

Giovedì 29 settembre dalle ore 18, presso la sede di Salerno a via Raffaele Mauri 49, sarà possibile partecipare all’inaugurazione della Vitruvio Academy,...

Covid, la curva in crescita: tremila contagi in 7 giorni

Quasi trecento casi in più in una sola settimana. Il trend, dunque, si è invertito. E il Covid torna a crescere anche in provincia di Salerno. La situazione...

Salernitana, la sfida col Sassuolo diretta dal primo arbitro donna in Serie A

L'arbitro Maria Sole Ferrieri Caputi esordirà domenica in Serie A nella partita Sassuolo-Salernitana. Ad annunciarlo è stata l'Associazione italiana arbitri...
Contatti - Privacy Policy

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?