Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

Pallanuoto, Federica Troncanetti lancia la sfida salvezza del Como: "Aspetto mentale fondamentale. Sogno di emulare il mio idolo Picozzi"

27/04/2022

Sale l'attesa per gara 1 dei play-out, in programma sabato alle 20.30 alla "Pia Grande" di Monza, in casa Como Nuoto Recoaro. Il derby lombardo con l'NC Milano decreterà quale tra le due neopromosse proseguirà il viaggio nel paradiso dell'A1 e chi a distanza di un anno verrà respedito nel purgatorio dell'A2. A tracciare il bilancio della sua esperienza fin qui in riva al Lago e di tanto altro ne parla uno dei due volti nuovi del collaudato gruppo a disposizione di Tete Pozzi, l'attaccante capitolina Federica Troncanetti: "Poter giocare tutto il campionato senza grosse interruzioni sicuramente ti da quella costanza in più fondamentale per dare sempre il massimo. - esordisce ai nostri microfoni la giocatrice in prestito dalla Sis Roma - Sicuramente la pandemia ha influito ma a mio parere non del tutto in modo negativo perchè nei due scorsi anni le pause causate dal Covid hanno permesso di concentrarsi di più sulle proprie carenze. Avere un campionato unico mi piace molto di più, hai la possibilità di scontrarti con molte più realtà pallanuotistiche tra cui le più forti d'Italia".

Una prima parte di campionato sopra le righe, a ridosso della zona play-off, poi le Rane Rosa hanno dovuto fare i conti con alcuni episodi avversi (anche arbitrali) per poi chiudere al terzultimo posto la regular season: "Come per tutte le società la pandemia ha moltiplicato le difficoltà da affrontare, sicuramente, come sempre, ci si aspetta sempre di più e sicuramente avremmo potuto fare di più e un po’ di rammarico per alcune partite c’è, ma siamo una squadra giovane che deve e può ancora crescere tanto quindi stiamo imparando dai nostri errori e siamo pronte solo a fare meglio già da questi play-out - aggiunge - La partita che rigiocherei è quella di ritorno con Trieste, in primis perché è stata una partita in cui mi sono veramente divertita e secondo perchè a mio parere le sfide con il Trieste sono quelle da cui siamo sempre ripartite con ancora più carica a prescindere dal risultato. Penso che in queste partite di spareggio si potrà vedere la nostra vera crescita, è adesso che dobbiamo dare tutto quello che abbiamo".

La sosta pasquale e quella da calendario, ha consentito alle lariane di affinare schemi e tatticismi da opporre alle meneghine di Binchi, corsare in Brianza nella gara di ritorno: "In queste ultime settimane ci siamo concentrare molto più su noi stesse e le nostre qualità, piuttosto che sugli avversari. Le conosciamo bene e loro conoscono noi. Dobbiamo fare il nostro, e prendere più sicurezza sulle cose che già ci appartengono, soprattutto ci stiamo concentrando sull'aspetto mentale oltre che tattico, un errore non deve rovinare il resto della partita, ma si va avanti ancora più forte. Ad ora stiamo 1 ad 1, perciò dalla sconfitta abbiamo solo imparato cosa non dobbiamo più fare".

Al primo anno agonistico fuori casa con papà Paolo e mamma Sabrina comunque sempre presenti, i sacrifici raddoppiano: "Quest'anno mi sono presa un anno sabbatico dallo studio che riprenderò a settembre iscrivendomi all'Università. Nel frattempo sto lavorando come allenatrice di Pallanuoto nella Como Nuoto e in un'altra piscina insegno nuoto. Non è sempre facile passare giornate intere fuori casa e poi arrivare in piscina e allenarsi sempre al 101% ma se si vuole superare sempre i propri limiti non bisogna mai risparmiarsi su niente".

Giovanissima, per l'atleta originaria di Ostia il debutto in massima serie è antecedente a quello con il Como e fa parte di un percorso di crescita e maturazione in uno dei migliori vivai pallanuotistici d'Italia: "Essere cresciuta nella Sis Roma per me è un orgoglio, l'esperienza dell A2 dello scorso anno con la seconda squadra (l'F&D) per me è stato l'inizio di un nuovo percorso che mi ha dato la spinta per provare ad osare e fare un passettino più grande. Giocare in A1 e avere la possibilità di confrontarsi con le squadre più forti d'Italia è veramente emozionante, anche giocare contro la Sis Roma stessa, scendere in acqua da avversaria e marcare atlete con cui già solo allenarcisi lo scorso anno era un onore mi riempie di gioie. Da questo anno ne esco più matura e consapevole di come si è un'atleta".

Una passione nata e cresciuta nel tempo che ha già segnato tappe e legami importanti: "Mi sono appassionata alla Pallanuoto nel 2010 perchè stanca del nuoto volevo iniziare uno sport di squadra e mi soffermai a leggere una locandina fuori dalla piscina che invitava i ragazzi a provare, e infastidita dal fatto che fosse esclusivamente per i ragazzi mi presentai per farlo anch'io e da quel giorno sono in acqua praticamente tutti i giorni. - rimembra Federica - Il ricordo sportivo a cui sono più legata è la Semifinale di un Trofeo delle Regioni giocato a Tolentino nel 2017 contro il Friuli Venezia Giulia (con la calottina del Lazio). Quella partita la giocherei all'infinito non solo per la vittoria ma mi ricordo proprio che ne uscii soddisfatta per la prima volta, e ogni volta che magari ho pensieri negativi ripenso a quanto fossi felice quel giorno e mi do la carica per far si di uscire sempre così soddisfatta dall'acqua. Di tutte le scelte che ho fatto pallanuotisticamente parlando non mi pento di niente, anzi rifarei tutto uguale, forse solo con ancora più esplosività ma per il resto sono contenta così, ho conosciuto persone fantastiche che ad oggi fanno ancora parte della mia vita. La persona che mi ha più lasciato il segno e che mi è di ispirazione ogni giorno è Domitilla Picozzi, da quando sono bambina è il mio idolo ed è stato grazie a lei che mi sono avvicinata alla Sis Roma, è una persona stupenda, è una giocatrice solo che da idolatrare. Spero di riuscire ad arrivare al suo livello un giorno".

Una strada tracciata per ambire sempre più in alto: "Parlare di sogni è facile, dire che vorrei vincere tutto ciò che c’è da vincere è scontato, il difficile è farlo, continuo a impegnarmi per far di tutto affinché possa realizzarlo. - conclude la Troncanetti - Vedrò cosa mi aspetta il futuro, spero di giocare il più tempo possibile e spero soprattutto che questo sport continui a regalarmi ancora tante gioie". Testa al presente chiamato play-out, per un futuro ricco di soddisfazioni c'è tempo ma soprattutto già gli ingredienti giusti. 

Davide Maddaluno - Sport - - Vai alla Home

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Pallanuoto, la De Akker resiste all'assalto Canottieri e vola in A1. Bogliasco e Vis Nova a gara 3

E' la De Akker Bologna la prima squadra promossa in A1. Gli emiliani superano il CC Napoli 10-9 in gara 3. I padroni di casa conducono il gioco, trascinati dalle triplette...

Pallanuoto, Settebello dai due volti: la Spagna controrimonta e si prende i Quarti

Non basta un Settebello combattivo e a tratti spettacolare per battere la Spagna, vice campionessa olimpica, e approdare direttamente ai Quarti di finale dei 19esimi Mondiali....

Salerno, riapre la sacrestia di Sant'Agostino

Un luogo della storia della città apre le sue porte a visitatori e fedeli. Sarà inaugurata martedì prossimo (ore 19.30) la storica sacrestia della chiesa di...

Salerno, lotta ai "cafoni" dei rifiuti: sparisce l'indifferenziata

Nelle ultime due settimane gli operatori di Salerno Pulita hanno raccolto 100 tonnellate di indifferenziato in meno e circa 60 tonnellate di organico in più dai sacchetti...

Pallanuoto, esordio vincente per l'Italia ai Giochi del Mediterraneo

Esordio vincente ai Giochi del Mediterraneo, in programma ad Orano (24-30 giugno), in Algeria, per la Nazionale Under 18 guidata dal tecnico responsabile Alberto Angelini,...

Calcio a 5, Sporting Sala Consilina e Vietri Raito si laureano campioni provinciali Under 17 e 15

Si sono conclusi i campionati provinciali di Calcio a 5. Nell'Under 17 successo dello Sporting Sala Consilina che superando nello scontro diretto L'Ancora Atrani Minori in quel...

Università, numeri preoccupanti per Salerno

Emorragia di iscrizioni a Salerno. Il Covid non fa bene alle Università ma qualcuna ne risente più delle altre. E Unisa, stando ai freddi numeri, è tra...

Pallanuoto, il Setterosa travolge la Colombia e congela il primato

Il primo obiettivo è stato centrato. Il Setterosa (foto DBM) vince il girone preliminare e approdare direttamente ai Quarti di finale, in programma martedì 28...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?