Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

Salerno, scommesse illegali: disposte 33 misure cautelari

12/01/2022

Una organizzazione criminale, contigua a cosche di camorra e altre Mafie, che ha gestito scommesse illegali e gioco d'azzardo, reimpiegando il denaro "sporco". È il centro di una inchiesta dei carabinieri di Salerno che ha portato a 33 misure cautelari in carcere che i militari dell'Arma stanno eseguendo nelle province di Salerno, Napoli, Roma, Potenza, Ravenna e in diversi stati esteri, in particolare Panama, Romania e Malta, in collaborazione con organismi di polizia stranieri. I reati contestati agli indagati, a vario titolo, vanno dall'associazione per delinquere di tipo mafioso finalizzata alla commissione di una serie indeterminata di delitti in materia di giochi e scommesse illegali, all'intestazione fittizia di beni, riciclaggio, reimpiego di denaro provento di delitto in attività economiche, auto-riciclaggio, con l'aggravante di aver commesso il fatto al fine di agevolare la criminalità organizzata.

Un sistema piramidale alla cui base c'era il player, il giocatore, che di fatto finanziava l'attività di gaming online. Alla punta più alta, invece, il vertice vendeva ai vari livelli gestionali crediti 'virtuali' che, poi, diventavano 'reali' grazie alle giocate, online o ai totem fisici scollegati dalla rete dei Monopoli, dei giocatori finali. Gli introiti stimati sono stati quantificati, in due anni, in oltre 5 miliardi di euro e, qualora i giochi fossero stati svolti in forma lecita, l'Erario avrebbe incassato circa 500 milioni. I carabinieri hanno eseguito anche un sequestro preventivo di 11 siti web e di due società con sede legale a Mercato San Severino, nel Salernitano, e di 3 milioni di euro nei confronti di Luigi Giuseppe Cirillo e di altre persone ritenute suoi prestanome. Cirillo, nell'ordinanza cautelare, viene ritenuto capo e promotore del sodalizio criminale perché avrebbe creato una holding del gaming online illecito sul territorio nazionale ed estero, avvalendosi anche dei legami con i Casalesi. Il tutto sarebbe avvenuto su una piattaforma, creata nei primi anni 2000 da un uomo (il cui nome compare tra i destinatari del provvedimento per il reato di ricettazione) e poi potenziata, sulla quale giocavano e scommettevano milioni di giocatori in tutto il mondo. Sarebbero stati utilizzati siti web prevalentemente con domini .com e .eu, senza autorizzazioni dei Monopoli di Stato italiani e allocati su server che, seppur coordinati da Mercato San Severino, erano ubicati tra Panama e l'Isola di Curacao. Scommesse, casinò, poker texas hold'em sono alcuni dei giochi che, secondo la ricostruzione investigativa, sarebbero stati programmati ed eseguiti abusivamente associandosi alla rete "dbgpoker". Alcuni dei giochi, inoltre, sarebbero stati fruibili anche su slot machines e totem in diverse attività commerciali, per lo più del Sud Italia.

Sempre secondo la tesi investigativa e condivisa dal gip, il sistema piramidale prevedeva che, "a ogni passaggio di livello - spiega la procura di Salerno - sarebbe stata corrisposta una percentuale per la prestazione fornita da ciascun componente della piramide di gioco, a seconda di quanto stabilito in sede di "contrattualizzazione". Poi, la consistente quota parte sarebbe andata nelle casse del casino', livello apicale e amministratore globale. Tra i reati contestati a Cirillo vi è l'autoriciclaggio per degli investimenti immobiliari fatti a Panama e il porto abusivo di arma da sparo. Uno degli indagati avrebbe venduto una Lamborghini Murcielago, fittiziamente intestata a una società iscritta nei registri della Repubblica Ceca, a una concessionaria di Torino. Contestata, per alcuni reati, l'aggravante mafiosa sotto il profilo dell'agevolazione al clan dei Casalesi perché vi sarebbe stata la "consapevole fornitura - scrive la procura di Salerno - della piattaforma di gioco illegale a soggetti ad esso contigui, che, sulla base delle risultanze, ne avrebbero cosi' alimentato le casse". La cattura delle persone fuori dal territorio nazionale sono state eseguite con il supporto del servizio per la cooperazione internazionale di polizia della Direzione centrale Polizia criminale - Ufficio esperto per la sicurezza in Romania.

FONTE: La Città

Salerno - Cronaca - - Vai alla Home

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Scherma, Rossella Gregorio terza nella tappa georgiana della Coppa del Mondo di sciabola

La giornata clou delle gare individuali a Tbilisi, nella tappa georgiana di Coppa del Mondo di sciabola maschile e femminile, porta l'Italia sul podio tra le donne grazie al...

Covid, l'odissea di una giovane madre salernitana non automunita

Un'altra storia dove ai danni creati dal Covid si aggiunge la beffa causata dalla burocrazia. E' quella di una donna, residente a Salerno, madre di due bambini, rispettivamente...

Calcio a 5, l'Alma Salerno bagna la prima del nuovo anno con un preziosissimo successo

L’Alma Salerno torna alla vittoria superando con il punteggio di sei a quattro il Leoni Acerra. Protagonista della sfida l’ex Benevento Cerrone: galvanizzato dalla...

Salernum Baronissi, saluta Calabrese: panchina affidata a Peppe De Palma

L’ASD Salernum Baronissi è felice di annunciare di aver raggiunto un accordo con Giuseppe De Palma, che da oggi ricoprirà il ruolo di allenatore della...

Salernitana, esordio in A per Motoc e Perrone: la soddisfazione di chi li ha visti crescere

Una vittoria al di là della preventivabile sconfitta sul campo. Quella dell'esordio in massima serie per due virgulti del settore giovanile granata dalle storie diverse...

Salernitana-Lazio, Sarri: "Non abbiamo passato una settimana semplice anche noi"

Al termine della sfida vinta senza patemi all' "Arechi", tira un sospiro l'ambiente Lazio (foto Adnkronos). "Non siamo stati superficiali, mi è piaciuta la squadra che ha...

Salernitana, Iervolino perde la prima in casa... contro Lotito. Colantuono: "Lazio comunque superiore ma non comprendo determinate regole"

Dopo il blitz di Verona, arriva la prima sconfitta dell'era Danilo Iervolino per la Salernitana. Le sliding doors dell' "Arechi" vedono, come un beffardo scherzo del destino, la...

San Mango Piemonte, arrestato 26enne già ai domiciliari fermato in strada con stupefacenti

Nel corso della serata di ieri, in San Mango Piemonte, i militari della stazione di San Cipriano Picentino, hanno tratto in arresto per evasione e detenzione ai fini di spaccio...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?