Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

Le storie di tre giovani donne al centro di "Fermi non sappiamo stare"

03/01/2022

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Alessia, Chiara e Serena sono tre giovani donne. Tutte e tre impegnate, ognuna in modo differente, a rendere migliore il paese al quale appartengono. Le loro sono storie semplici, quotidiane, che dimostrano come offrire un contributo di crescita a una Comunità sia impresa tutt’altro che difficile. Le storie di Alessia, Chiara e Serena sono oggi al centro di “FERMI NON SAPPIAMO STARE”, la campagna di comunicazione promossa dal Sele d’Oro di Oliveto Citra (SA) per incoraggiare il protagonismo di adolescenti e giovani del Sele-Tanagro. Un’attività realizzata nell’ambito di “Progetto Baobab”, finanziato dalla Regione Campania attraverso “Scuola di Comunità”, l’ambizioso programma di contrasto alla dispersione scolastica attraverso il potenziamento delle dinamiche di apprendimento sociale e culturale dei giovani.

Alessia è una neolaureata in Culture digitali e della comunicazione che non ha smesso di svolgere il suo compito di animatrice presso l’oratorio parrocchiale. Attraverso il gioco, accompagna i più piccoli nel loro percorso educativo allo stesso modo in cui, anni fa, altri hanno accompagnato lei. Chiara, invece, è una studentessa, membro del Senato accademico dell’Università che frequenta. Lo studio l’ha portata lontano dal suo paese, ma questo non ha spento in lei il desiderio di essere utile alla Comunità alla quale sente di appartenere. E lo fa ogni anno, da volontaria del Premio Sele d’Oro Mezzogiorno, collaborando all’organizzazione dei dibattiti. Infine, a orientare le scelte di vita di Serena è stato l’amore per l’arte e per il disegno, scoperto fin da bambina. Una passione che, nel tempo, l’ha guidata fino alla laurea presso l’Accademia di Belle Arti. E pur facendosi già apprezzare come ritrattista, Serena ha saputo assecondare il suo desiderio di fare qualcosa di utile per il suo paese. Grazie al suo impegno, unito a quello di altri giovani artisti, nel 2019 è infatti nato il progetto “Oliveto4Arts”. 

«Le nostre Alessia, Chiara e Serena, con le loro storie semplici e belle, sono le testimonial perfette di una modalità d’impegno che è, al tempo stesso, possibile ed efficacissima», dichiara Mino Pignata, storico animatore culturale del Sele d’Oro e sindaco di Oliveto Citra. E spiega che «obiettivo specifico dell’azione è quello di far comprendere ai nostri ragazzi, specialmente quelli ancora in età scolare, che dedicare un po’ del proprio tempo al bene comune può essere molto più semplice di quanto si pensi: il più delle volte basta volerlo. E, in ogni caso, chi ha propensione a darsi da fare viene facilitato nelle proprie scelte dal confronto con modelli positivi di comportamento, tanto più efficaci quanto più sono semplici da replicare».

Le storie delle tre ragazze individuate per la campagna di comunicazione saranno raccontate attraverso videostorie, in uscita sui profili social del Sele d’Oro e raccolte in una brochure distribuita nel corso delle attività conclusive di “Progetto Baobab”. «Siamo alle battute finali di un percorso progettuale che è durata circa 24 mesi, confrontandosi con le difficoltà imposte dall’emergenza pandemica – aggiunge Pignata – Non mi stancherò mai di ricordare l’impegno profuso dai coordinatori, dagli animatori e, soprattutto, dai ragazzi coinvolti nei vari laboratori formativi, alcuni dei quali vissuti anche insieme ai genitori. Né di sottolineare lo spirito positivo e collaborativo dimostrato dalle quattro scuole partner di progetto: IIS Assteas di Buccino; IIS Teresa Confalonieri di Campagna; IC Jacopo Sannazaro di Oliveto Citra; IC De Sanctis di Caposele. Ai dirigenti scolastici e ai docenti rinnovo la nostra più sincera gratitudine per essere stati dei compagni di viaggio disponibili e capaci».

Per il Sele d’Oro, l’impegno nella promozione della condizione giovanile non termina con “Progetto Baobab”. La ATS “Oliveto Young Action” – di cui l’organizzazione è promotrice – è infatti risultata tra i vincitori del Bando Fermenti, promosso Dipartimento delle Politiche giovanili della Presidenza del Consiglio dei Ministri. «Si tratta – aggiunge ancora Pignata – di un ulteriore e prestigioso riconoscimento, accompagnato da una valutazione estremamente lusinghiera, che attiva circa 300mila euro destinati alla valorizzazione delle risorse territoriali attraverso il protagonismo dei nostri ragazzi».

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Scherma, Rossella Gregorio terza nella tappa georgiana della Coppa del Mondo di sciabola

La giornata clou delle gare individuali a Tbilisi, nella tappa georgiana di Coppa del Mondo di sciabola maschile e femminile, porta l'Italia sul podio tra le donne grazie al...

Covid, l'odissea di una giovane madre salernitana non automunita

Un'altra storia dove ai danni creati dal Covid si aggiunge la beffa causata dalla burocrazia. E' quella di una donna, residente a Salerno, madre di due bambini, rispettivamente...

Calcio a 5, l'Alma Salerno bagna la prima del nuovo anno con un preziosissimo successo

L’Alma Salerno torna alla vittoria superando con il punteggio di sei a quattro il Leoni Acerra. Protagonista della sfida l’ex Benevento Cerrone: galvanizzato dalla...

Salernum Baronissi, saluta Calabrese: panchina affidata a Peppe De Palma

L’ASD Salernum Baronissi è felice di annunciare di aver raggiunto un accordo con Giuseppe De Palma, che da oggi ricoprirà il ruolo di allenatore della...

Salernitana, esordio in A per Motoc e Perrone: la soddisfazione di chi li ha visti crescere

Una vittoria al di là della preventivabile sconfitta sul campo. Quella dell'esordio in massima serie per due virgulti del settore giovanile granata dalle storie diverse...

Salernitana-Lazio, Sarri: "Non abbiamo passato una settimana semplice anche noi"

Al termine della sfida vinta senza patemi all' "Arechi", tira un sospiro l'ambiente Lazio (foto Adnkronos). "Non siamo stati superficiali, mi è piaciuta la squadra che ha...

Salernitana, Iervolino perde la prima in casa... contro Lotito. Colantuono: "Lazio comunque superiore ma non comprendo determinate regole"

Dopo il blitz di Verona, arriva la prima sconfitta dell'era Danilo Iervolino per la Salernitana. Le sliding doors dell' "Arechi" vedono, come un beffardo scherzo del destino, la...

San Mango Piemonte, arrestato 26enne già ai domiciliari fermato in strada con stupefacenti

Nel corso della serata di ieri, in San Mango Piemonte, i militari della stazione di San Cipriano Picentino, hanno tratto in arresto per evasione e detenzione ai fini di spaccio...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?