Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

I fatti del giorno | Tutte le principali notizie di cronaca e attualità da Salerno e provincia

18/09/2021

VERSO LE COMUNALI

Restano le liste il motore trainante dei candidati sindaci per la città di Salerno. La più forte, indubbiamente, Progressisti per Salerno che vede al suo interno la maggior parte degli assessori uscenti e, a seguire il Psi, per quanto riguarda la coalizione di centro sinistra. Per il centro destra, invece, Fratelli d’Italia risulta il primo partito della coalizione, seguito da Forza Italia. I risultati sono dati dal sondaggio effettuato, per il quotidiano Le Cronache in esclusiva, dall’istituto romano Tecné, basati su 1000 interviste effettive rese e un totale di 6.851 contatti (quindi con 5851 rifiuti e/o sostituzioni alla risposta). A 15 giorni dal voto – e nell’ultimo giorno possibile per la pubblicazione dei sondaggi, per quanto riguarda le liste a sostegno del sindaco uscente Vincenzo Napoli, in testa c’è Progressisti per Salerno che si attesta tra il 16 e il 20%. Ad oggi è, infatti, la lista che potrebbe trascinare Napoli alla vittoria, grazie al lavoro del vice sindaco Mimmo De Maio, delgli assessori Loffredo e Caramanno, di alcuni consiglieri uscenti e di new entry di spessore; a seguire il Psi tra l’8 e il 12% che cerca la riconferma dei consiglieri e dell’assessori uscenti e punta ad ampliare la rappresentanza in consiglio comunale; poi, Campania Libera tra il 6 e il 10%; Salerno con voi tra il 2 e il 6%; Salerno per i Giovani tra l’1 e il 5%; Per Salerno tra l’1 e il 5% mentre le altre liste tra il 3 e il 7%. Per quanto riguarda, invece, le liste a sostegno di Michele Sarno, Fratelli d’Italia si attesta oggi – complice, forse, anche l’effetto Giorgia Meloni, tra il 6 e il 10%, tanto da risultare – se dovessero essere confermati questi dati alle urne – il primo partito della coalizione di centro destra; a seguire, invece, Forza Italia tra il 5 e il 9% che recupera così l’insuccesso delle elezioni regionali della passata tornata con un risultato che ha sfiorato i minimi storici portando alla netta sconfitta il candidato governatore Caldoro; Io sono salernitano tra l’1 e il 5% e le altre liste tra l’1 e il 5%. Per la Lega, nessun risultato importante, stando a quanto emerge dai dati di Tecné tanto che oggi ha deciso di puntare sulla civica Prima Salerno, come avvenuto in tutti i capoluoghi di provincia chiamati al voto. A sostegno di Elisabetta Barone, la lista più forte risulta essere quella del Movimento 5 Stelle che si attesta tra l’11 e il 15% mentre le altre liste tra il 4 e l’8%. I pentastellati, complice l’effetto Giuseppe Conte sembrano risalire nei numeri e nelle percentuali. Infine, per le liste a sostegno degli altri candidati sindaci nessun risultato particolarmente rilevante, tra il 7 e l’11%. Ora, non resta che attendere il giorno del voto. (Cronache)

“Il sondaggio di Tecné lo ritengo molto serio, una società nazionale al di sopra di ogni sospetto e riporta un dato sostanziale: si va al ballottaggio, o meglio il sindaco uscente Vincenzo Napoli sfiderà me al ballottaggio”. Lo ha dichiarato l’avvocato Michele Sarno, candidato sindaco per la città capoluogo che commenta il sondaggio commissionato da Le Cronache in vista delle prossime elezioni amministrative. “Non credo ai sondaggi – ha chiarito il penalista – Io credo al sondaggio definitivo che emergerà il 3 e 4 ottobre, attraverso il voto che i cittadini esprimeranno alle urne ma c’è da dire che la Winpool è una società che ha collaborato con Arcadia, la società che gestisce la comunicazione per la competitor Barone ed è evidente che tra i due sondaggi, credo che quello di Tecné sia il più attendibile”. L’agenzia romana – che collabora con testate ed emittenti televisive nazionali – ha infatti evidenziato che il primo cittadino uscente oscilla tra un 48 ed un 53% e, se non dovesse raggiungere il quorum al primo turno, sfiderà l’avvocato Sarno al ballottaggio, dopo 15 giorni. “I cittadini dovrebbero fare riferimento a quello che è il nostro progetto politico, Arcadia è una società vicina al Pd, con sondaggi favorevoli al governatore ma emerge un dato significativo importante – ha aggiunto il candidato sindaco – Occorre rimarcare che la credibilità di ognuno passi non attraverso ciò che dice ma ciò che fa”. Sarno ricorda infatti che già da tempo, prima del sondaggio, ha annunciato – se non dovesse arrivare al ballottaggio – di essere pronto a sostenere il candidato sindaco che è alternativo al sistema deluchiano: “fino ad oggi, da parte degli altri candidati non ho sentito una parola su questo punto, noi dobbiamo fare un’operazione di verità perché i cittadini devono sapere chi votano e perché”. Altra problematica attenzionata dall’avvocato penalista riguarda la delibera in consiglio comunale “che viola un principio sostanziale: nel momento in cui viene indetta la campagna elettorale l’amministrazione non può mettere in campo provvedimenti se non quelli urgenti”. Il riferimento è alla decisione di autorizzare la società in house Salerno Energia e vendite ad acquisire una New Co Sidiren Srl attraverso una fusione per incorporazione per oltre 32 milioni di euro. “Questa è una cosa anomala che viola il principio normativo sotto il profilo amministrativo previsto per legge – ha chiarito il candidato sindaco – La campagna elettorale va ricercata attraverso la produzione e la promozione del proprio messaggio e del progetto che si vuole presentare, tutto il resto è noia ma va sottolineato perchè i cittadini devono sapere, anche per tener fede al mio slogan elettorale: liberà nella verità perchè solo così si potrà avere davvero, da parte dei cittadini, un voto libero”.

VACCINI

Inizierà la prossima settimana, la somministrazione della terza dose agli ospiti delle Rsa della provincia di Salerno. A dirlo è il dottor Arcangelo?Saggese Tozzi, referente per le attività anti covid dell’Asl di?Salerno… “La somministrazione della terza dose, così come prescritto deve avvenire sei mesi dopo le prime due somministrazioni.?Quindi siamo nei tempi. E come per le prime due dosi, inizieremo con il vaccinare tutti gli ospiti delle Rsa. Per poi passare, come da protocollo regionale, agli ultra ottantenni ed ai soggetti fragili”. Dunque, al via la tanto chiacchierata somministrazione della terza dose. Un avvio che arriva quando a Salerno e provincia si registra l’avvenuta vaccinazione dell’oltre l’80% della popolazione vaccinabile. Mancano, stando ai dati forniti dal dottor Saggese Tozzi, circa 30mila persone per raggiungere il 75% della popolazione residente vaccinata. Un dato questo, che conferma ancora una volta Salerno e provincia tra le prime città italiane per adesione alla campagna anti covid. Un dato positivo, come positiva è anche la campagna vaccinale dei ragazzi dai 12 ai 19 anni. Ad oggi, con la messa in atto di numerose iniziative per la vaccinazione, soprattutto davanti alle scuole e negli istituti scolastici che inizialmente hanno ospitato le somministrazioni per i docenti, si è arrivati a vaccinare circa 60mila studenti. Un aumento dei giovani che si sono fatti vaccinare che coincide anche con la riapertura delle scuole. Riapertura delle scuole che al momento è sotto controllo come conferma Saggese… “Abbiamo avuto i due casi di covid registrati tra i minori che hanno frequentato l’oratorio dei Salesiani , ma questo non ha destato troppa preoccupazione perchè siamo riusciti subito a risalire ai contatti avuti dai due minori e a mettere in atto tutte le misure di contenimento. Dunque la ripresa delle lezioni in presenza è avvenuta in massima sicurezza”. Intanto la campagna vaccinale prosegue a ritmo serrato. “Continuiamo la nostra campagna di vaccinazione con i tre camper che girano davanti alle scuole e dove lo ricordiamo è possibile far vaccinare alunni, genitori, docenti e personale scolastico, anche non prenotato nella piattaforma regionale”. E mentre si prosegue sulla campagna vaccinale dei giovanissimi l’Asl di Salerno si prepara, come abbiamo detto, alla somministrazione della terza dose. “Noi partiremo, sicuramente, la prossima settimana, con le vaccinazioni nelle strutture delle RSA, così come abbiamo fatto con le prime due somministrazioni. Andremo noi all’interno degli istituti per evitare di far uscire gli ospiti, alcuni dei quali, non sono trasportabili. Poi proseguiremo con lo stesso calendario di vaccinazioni indicato dalla Regione Campania, ad inizio gennaio del 2021.?Quindi ultra ottantenni, soggetti fragili e via via tutti gli altri. Ovviamente queste altre somministrazioni delle terze dosi inizieranno solo dopo che avremo finito la somministrazione all’interno delle Rsa. Questo ci consentirà di proseguire nei vari centri vaccinali con la somministrazione delle prime dosi per chi non l’avesse ancora fatta e con la somministrazione delle seconde dosi per chi deve farla proprio in queste settimane”. (Cronache)

TRASPORTI

E’ iniziata da pochissimi giorni la scuola e già si registrano sovraffollamenti sui pullman sia della linea urbana che di quella extra urbana. A denunciare il fallimento del piano trasporti sono i sindacati che chiedono un immediato ed urgente incontro con il Prefetto di Salerno per poter così rivedere tutto il sistema trasporto pubblico, che ribadiscono a gran voce necessità di un importante aumento di mezzi. L’ennesima denuncia per l’eccessivo sovraffollamento all’interno degli autobus, soprattutto negli orari scolastici, quelli di ingresso ed uscita, dalle scuole superiori, arriva dalle segreterie di CGIL e UIL trasporti a firma dei segretari provinciali, che come detto segnalano la criticità che coinvolge tutto il territorio di Salerno e provincia. Un sovraffollamento non ammesso e non accettabile che si registra sui diversi percorsi urbani ed extraurbani. Un sovraffollamento che si registra sulle linee che dal capoluogo si dirigono verso il capoluogo di Napoli, Mercato San Severino, ed ancora Avellino, Castiglione dei Genovesi Montecorvino Rovella e poi sulla tratta Battipaglia, Olevano, Campagna oltre che all’intero Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana e Sorrentina. Insomma nessuna tratta sembra essere salva da questa situazione di disagio. Il ritorno in presenza degli studenti, che tra le altre cose, non entrato ancora a pieno regime, ha già messo in evidenza la difficoltà del trasporto pubblico a sostenere la domanda. Secondo i sindacati che hanno fatto richiesta di un nuovo incontro con il Prefetto, nonostante l’ottimo e condiviso lavoro messo in essere proprio dalla Prefettura di Salerno, nelle scorse settimana, i coefficienti di carico all’interno dei bus non possono essere superiori al 80% e pertanto c’è la necessità gli interventi ulteriori mirati, dicono, ad aumentare la frequenza degli orari dei pullman, per rispondere alle esigenze di trasporto pubblico lievitata, appunto con il ritorno in presenza a scuola degli studenti delle scuole superiori. Ecco perchè i sindacati dicono che è necessario un incontro urgente tra le parti per discutere e valutare proposte concrete per garantire un trasporto pubblico locale in piena sicurezza sia per gli utenti che per i conducenti. In queste condizioni, secondo i sindacati, ogni tentativo di evitare gli affollamenti e la possibilità di diffusione del virus diventa vano. Senza contare che in alcune zone di Salerno, come la zona porto, i residenti chiedono, un ripristino delle corse che sono state sopresse nei mesi scorsi. Troppo poche dicono i residenti e con il ritorno a scuola dei ragazzi, ogni corsa è sovraffollata ed è impossibile riuscire a garantire il distanziamento tra le persone.?I residenti della zona porto, fanno inoltre sapere, che anche se è stato stabilito che solo l’80% dei posti deve essere occupato per ogni corsa, questo non avviene, perchè ad ogni fermata gli autisti, pur avendo i pullman pieni continuano a far salire persone. (Cronache)

PORTO

“Abbiamo concluso da pochissimo il documento di pianificazione strategica, che riorganizza un po’ tutta la portualità della Campania, compreso quindi Salerno, che in questo campo è abbastanza avanti rispetto agli altri porti ed infrastrutture regionali”. A fare un punto sulla situazione portuale a Salerno è?Andrea Annunziata, presidente dell’Autorità di sistema portuale del Tirreno Centrale, ovvero i porti di Napoli, Salerno e Castellammare di Stabia. “Salerno – ha spiegato ancora Annunziata – in questo panorama sta dando l’esempio di grande efficienza. Un porto piccolo che fa volumi di affari importantissimi. Ora se realizziamo qualche altra banchina, completiamo il prolungamento del Molo Manfredi, completiamo il dragaggio e rivediamo un po’ la sistemazione dei pontili, per quanto riguarda le legittime aspettative dei pescatori, insomma se riordiniamo e completiamo tutte queste cose, allora il volume di affari potrebbe diventare ancora più elevato. Noi al momento siamo pronti, come siamo pronti anche per le zone economiche speciali, dove i porti della Campania, prima di tutto quello di Napoli e Salerno, saranno i protagonisti veri dello sviluppo futuro”. Con il completamento del dragaggio potranno arrivare molte navi da crociera dalle grandi capienze e questo vorrebbe dire molti più turisti… “In un paio d’anni speriamo di riuscire a completare il dragaggio e quindi consentire l’arrivo di navi da crociera sempre più grandi. Sperando che ci sia più tranquillità con la pandemia, credo che questo ci permetta di raggiungere il mezzo milione di passeggeri solamente con le crociere. Perché, e questo ci tengo a precisarlo, negli anni migliori, quelli prima della pandemia, abbiamo raggiunto anche il milione di passeggeri anche con il traffico rotabile. Questo lo dico per ribadire il discorso fatto prima, ovvero che Salerno è un piccolo porto che fa volumi importanti, quindi immaginate che crescita si potrebbe avere con un po’ di spazio in più. Ed è su questo che noi stiamo lavorando, per incrementare il volume di affari del nostro porto”. Quindi ci sono ottime prospettive di una ripresa sempre maggiore? “La ripresa è già in corso, siamo tra le prime realtà del Mediterraneo in termini di ripresa sia turistica che commerciale. Il dato più importante però è quello di confrontarsi con le istituzioni e con la politica e con le associazioni e fare sintesi per capire come organizzare e programmare il nostro lavoro, il futuro, i lavori in corso. Sono tutti fattori importanti per una ripresa piena. In tre mesi abbiamo concluso il documento di pianificazione strategica, che spesso si dimentica ma e il futuro della portualità Campana e specialmente di Salerno, che ha un ruolo importantissimo nelle dinamiche della autorità di sistema del Mar Tirreno centrale. Abbiamo prospettive importantissime con ulteriori lavori da fare e con questo documento di pianificazione strategica, che farà crescere ancora di più il porto di Salerno”. Quindi si continua a lavorare in questa direzione? “Certamente. Ad oggi possiamo dire che il risultato del lavoro che abbiamo fatto è un risultato straordinario. Però questo non ci deve illudere o farci cullare su ciò che abbiamo dobbiamo continuare a lavorare velocemente sperando che gli organismi deputati ci aiutino a renderci la vita più semplificata in termini burocratici, perchè se per ogni azione bisogna aspettare anni per colpa della burocrazia, si rischia di vanificare tutto quello che è stato fatto fino ad oggi”. (Cronache)

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Pallanuoto, la determinazione di Lucrezia Massa: "Seguo le orme di papà e mamma, orgogliosa della mia allenatrice. Al Napoli Nuoto per far bene"

Conto alla rovescia per la partenza del campionato di A2 femminile. Sono attesi a giorni i calendari del torneo tornato, salvo casi di forza maggiore legati all'eventuale...

Pallanuoto, l'inedito Settebello entusiasma a Zagabria: battuta la Croazia sul gong

Un Settebello giovane e caparbio, grazie a un goal all'ultimo respiro di Bruni, supera 12-11 la Croazia, a Zagabria (foto FIN), nel secondo confronto amichevole, dopo quello...

Progetto E-Labor, Furore (M5S): “Fondi europei unica opportunità per far rivivere aree interne del Sud”.

Progetto E-Labor, Furore (M5S): “Fondi europei unica opportunità per far rivivere aree interne del Sud”
“L’Europa sta mettendo a disposizione...

Pallanuoto, pubblicati i calendari dei quattro gironi di Serie B: si parte all'insegna dei derby

Sono stati diramati nel pomeriggio odierno i calendari dei quattro gironi di Serie B, edizione 2021/22. Si torna alla formula classica, salvo non preventivati casi di forza...

Pallanuoto Salerno, doppio trionfo al Calcaterra Challange e al Memorial Lapenna

Continuano i successi in ambito giovanile nazionale per la Pallanuoto Salerno. L'Under 14 guidata da coach Tonino Luongo si è aggiudicata anche il prestigioso torneo...

Pallanuoto, A1 femminile: la Top 7 della settima giornata

Con il sorpasso in vetta della Sis Roma ai danni del Plebiscito Padova al termine di una gara condotta in maniera esemplare dal Sette di Marco Capanna, va in archivio la settima...

Pallanuoto, nuovo cambio di programma: il Settebello parte per Zagabria con un'inedita formazione

Contrariamente a quanto comunicato sabato dopo il caso di Covid che ha imposto il rinvio del big match tra Brescia e Recco, il Settebello sta raggiungendo Zagabria per onorare...

Pallanuoto d'Artista, grande successo per il torneo alla "Vitale": vince la Waterpolo Palermo, sorpresa Trieste

Grande successo per la prima edizione di "Pallanuoto d'Artista". Un vero e proprio tour de force quello che si è tenuto alla piscina comunale "Simone Vitale" di Salerno....
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?