Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

Pallanuoto, il cassetto dei sogni di Federica Martucci: "Alla Vis Nova ritrovato l'ambiente ideale del Flegreo. I sacrifici ci porteranno lontano"

14/09/2021

Una valigia carica di sogni e ambizioni nella città più affascinante con la passione di sempre dal sapore di cloro come comun denominatore. E' così che lo scorso settembre ha avuto inizio l'avventura di Federica Martucci nella Capitale da studentessa di Giurisprudenza alla "Sapienza" e qualche mese dopo con la calottina della Roma Vis Nova con cui ha preso parte, da protagonista, alla cavalcata play-off delle Leonesse. A distanza di un anno dall'inizio di un nuovo tragitto di vita umana e sportiva, la giovane atleta classe 2001 ripercorre le tappe salienti e si proietta ad un futuro altrettanto carico di novità e obiettivi da raggiungere: "Ho sempre voluto vivere a Roma, sono sempre stata attratta da questa città e nonostante le difficoltà legate al Covid mi sono ambientata subito bene, sia in orbita universitaria che sportiva, entrando subito in sintonia con tante persone - racconta ai nostri microfoni - La Vis Nova si è sempre distinta come una società seria e non ho potuto che constatarlo di persona. Ho trovato, a partire dal presidente Ferraro e da coach Carapella, gente disponibile che mi ha fatto subito sentire una di loro per non parlare delle compagne di squadra. Direi che scegliendo la Vis Nova ho fatto centro, ritrovando lo stesso contesto di serenità, tranquillità e familiarità che ho vissuto per anni al Flegreo, l'esperienza più bella della mia trafila pallanuotistica. L'ambiente Vis Nova rispecchia in pieno ciò che ho sempre voluto. Fortunatamente non c'è stata occasione di sfidare le mie compagne di sempre anche se farlo avrebbe significato un'adrenalina pazzesca".

Una stagione condizionata dal Covid ma che non ha impedito alla giovane compagine capitolina di aggiudicarsi il girone Centro e giocarsi a testa alta i play-off con la Brizz, poi sconfitta dall'NC Milano in finale: "Abbiamo iniziato la stagione con tante incognite, reduci da una pausa stressante fisicamente e mentalmente: per un pallanuotista non avere contatto con l'acqua per così tanti mesi è deleterio essendo la costanza nell'allenamento prerogativa basica, sono stati tempi morti bruttissimi e non poter provare schemi, confrontarsi con gli avversari ancor peggio. Riprendere non è stato facile ma poterlo fare è stata una fortuna".

Una formula particolare quella adottata per il campionato di A2 femminile che stando alle ultime indiscrezioni potrebbe essere rinnovata anche per la prossima stagione: "Ci sono aspetti positivi e altri meno per quanto mi riguarda - evidenzia Federica - Da un lato poter recuperare e programmare con più tempo a disposizione la partita successiva può essere un vantaggio ma dall'altra giocare a intermittenza uno svantaggio. Sappiamo bene che le pause sono destabilizzanti, lo scorso anno ci siamo ritrovate ad un certo punto a non giocare partite per più di un mese tra sosta da calendario, festività pasquali e rinvii per Covid e alla lunga ogni interruzione si fa sentire. Dal punto di vista sanitario allo stesso modo bisogna prestare molta attenzione anche al di là degli impegni in vasca: lo dobbiamo alla società e al rispetto delle regole, ragion per cui anche limitare le uscite esterne in vista dei tamponi e qualsiasi altra cosa va fatta sempre con consapevolezza, certa che ogni sacrificio poi ne varrà la pena". Sull'ipotesi vaccino obbligatorio per giocare caldeggiata dalla compagna di squadra Lisa Riccardi: "Sono assolutamente favorevole, l'emergenza pandemica non è terminata e se il vaccino è l'unico rimedio per garantire un graduale ritorno alla vita normale e comunque a convivere con questa situazione non privandoci delle nostre necessità e passioni, ben venga".

La sua stagione si è chiusa con una bella doppietta alla Brizz (6 reti totali ed una parata che è valsa una stagione contro il Tolentino nel sostituire la Riccardi espulsa oltre che la palma di Best Save agli Awards dedicati all'A2), una prova di carattere e personalità che ha addolcito il finale di stagione della Vis Nova: "E' stata un'annata come detto particolare ma intensa. Abbiamo vissuto ogni partita come se fosse una finale, sapendo che anche un goal di scarto potesse fare la differenza. Lo abbiamo fatto sempre con umilità dando il massimo e tesaurizzando al meglio ogni incidente di percorso. La consapevolezza di poter arrivare ai play-off l'abbiamo acquisita strada facendo, credo la partita determinante sia stata l'ultima col Tolentino. - continua - Ai play-off abbiamo peccato un po' di inesperienza ma ogni lezione ci servirà per fare ancora meglio in futuro. Al di là dell'aspetto prettamente sportivo ho trovato una famiglia, persone stupende: ho legato molto con le ragazze più esperte come Lisa Riccardi, Federica Angiulli, Luana Fortugno, Giulia Di Marcantonio, Giulia Fabbri che mi hanno accolta come fossi da sempre una di loro e dato conforto dentro e fuori vasca, essendo la mia prima esperienza fuori casa. In generale mi sono trovata benissimo anche con le mie coetanee e le più piccole con cui ho affrontato il campionato Under 20. Era il mio ultimo anno in questa categoria ed è stato un bene avere l'occasione di farlo dopo lo stop dell'anno precedente. Avremmo potuto fare qualcosina in più ma è stata esperienza utile soprattutto in ottica prima squadra, per tenersi allenate e ritrovare ritmo gara e condizione".

Agli impegni in acqua, la talentuosa atleta originaria di Capua abbina quelli universitari: "Conciliare tante cose è difficile ma sono del parere che quando vuoi, puoi - sottolinea la calottina numero 2 della Vis Nova - La mentalità dello sportivo lo insegna, viene in automatico sacrificarsi ed imperniare la propria vita sulla forza di volontà. Il mio obiettivo è quello di migliorarmi sempre di più, abbattere nuovi limiti e mettermi in discussione come pallanuotista. Mi auguro anche che il nostro mondo possa avere l'attenzione che merita ad ogni livello e vengano riproposte le belle iniziative fatte lo scorso anno. Per quanto concerne l'anno accademico iscrivendomi a Giurisprudenza mi sono prefissata un sogno e farò di tutto per completare con successo il percorso che mi poterà a tirarlo fuori dal cassetto".

Nonostante il cambio di abitudini quotidiane, il pensiero di Federica è sempre rivolto agli splendidi anni vissuti con quelle che prime che compagne di squadra si sono confermate amiche di vita: "Grazie alla Pallanuoto ho avuto modo di legare con tante persone, anche avversarie nei confronti dei quali nutro tanta stima. Indubbiamente i miei ricordi più belli sono legati alle avventure giovanili: penso, ad esempio, alle finali Under 15 giocate con il Volturno allenate da Melania Grego quando in 7 contate contro ogni pronostico battemmo la plurititolata Orizzonte ai Quarti, rappresentando il punto di partenza del mio percorso. E ovviamente a quanto vissuto al Flegreo, ricordo i primi play-off raggiunti sotto la guida di Giannis Koinis dopo un ventennio con un'altalena di emozioni fino a gara 3. Purtroppo non riuscimmo a completare l'impresa anche a causa delle assenze di alcune atlete più esperte come Anastasio, Vitiello e Morvillo ma fu comunque un successo. L'esperienza al Flegreo - conclude - è stata più unica che rara, mi ha dato la possibilità di consolidare amicizie storiche come quella con Camilla Sgrò e costruirne altre altrettanto importanti che sono più vive che mai anche oggi nonostante le "distanze": Fabiana Anastasio, Matilde Risso, Roberta Di Rupo, Rosa Micillo e tante altre. Era bello allenarsi, condividere ogni attimo, vivere lo spogliatoio e ogni circostanza dentro e fuori dall'acqua come una vera famiglia". Una ragazza magica, come canta uno dei suoi artisti preferiti come Jovanotti, che lancia in aria il mondo e lo riprende al volo, trasformando un pomeriggio in un capolavoro, pronta a riaprire la valigia dei sogni e riempirla con un sorriso che ricompensa ogni sacrificio di altre emozioni e magari successi. 

Davide Maddaluno - Sport - - Vai alla Home

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Pallanuoto, Trieste cala l'asso: calottina numero 12 affidata al talento di Roberta Santapaola

Il Sole della Sicilia illumina Trieste. E' Roberta Santapaola l'ultimo innesto della Pallanuoto Trieste di Ilaria Colautti, pronta a recitare il ruolo di outsider nel prossimo...

Pallavolo, il 16 ottobre parte la nuova stagione di Serie C: Salerno Guiscards inserita nel girone A

La nuova stagione è alle porte per il team volley della Polisportiva Salerno Guiscards. Mentre la squadra agli ordini di coach Paolo Cacace prosegue la preparazione alla...

Claudio Sandrigo: "Ho lasciato il Montecorvino per divergenze con la società; torno a Giffoni dove sono stato bene"

Claudio Sandrigo: "Ho lasciato il Montecorvino per divergenze con la società; Torno a Giffoni dove sono stato bene"
Il calcio dilettantistico è ripartito e la...

Nel segno della solidarietà, una borsa di studio intitolata a Melissa La Rocca

di Giuseppe Vitolo
Quanto è bello il cuore della solidarietà. Quella grande macchina che spinge la volontà oltre l’ostacolo, con l’unico fine...

Pallanuoto, l'anno sabbatico di Elena Borg: "Tempo necessario per capire cosa voglio davvero dalla vita. A Verona trovata seconda famiglia"

Nell'ampio bailamme di cambi di calottina e ritiri estivi in vista del prossimo campionato di A1 femminile c'è anche chi ha deciso di prendersi una pausa. Si tratta di...

Olympic Salerno, sottoscritto accordo di partnership con Franco Grasso Revenue Team per la stagione 2021/22

L'Olympic Salerno è lieta di annunciare l'accordo di partnership con Franco Grasso Revenue Team che sarà Bronze Partner del sodalizio biancorosso nella stagione...

Pallanuoto, la Vela Ancona si affida alla linea verde: 4 giovani promosse in prima squadra, dai Castelli Romani arriva Monterubbianesi

La Vela Ancona nuota forte verso il primo turno di Coppa Italia, suddiviso in due gironi e in programma il prossimo weekend a Firenze e Ostia. Anconetane a Ostia con Bogliasco,...

Pallanuoto, una gemella tira l'altra: anche Martina Savioli appende la calottina al chiodo. "A Padova le migliori compagne che potessi desiderare"

Per la prima volta in vent’anni di attività, non ci sarà nemmeno una Savioli in squadra al Plebiscito Padova: dopo l’addio alla Pallanuoto giocata di...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?