Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

Sarno fa il pieno in piazza: "Io l’unica alternativa per amministrare Salerno"

07/09/2021

Buona la prima per l’avvocato Michele Sarno, candidato sindaco per la città di Salerno che, ieri sera, ha dato il via alla sua campagna elettorale. Un vero e proprio bagno di folla, in piazza Caduti di Brescia, in presenza – tra gli altri – dei dirigenti di partito, consiglieri uscenti e candidati al consiglio comunale. Sarno, non a caso ha scelto la zona orientale. Pastena è, infatti, il quartiere in cui Sarno è nato e cresciuto, dove ha il suo studio, punto di riferimento per tanti salernitani e non solo. “Questa sera inizio dalla zona orientale, sono figlio di questa comunità, parte di questo territorio a cui devo restituire qualcosa. Non voglio più ascoltare quella frase che mostrava il degrado di una comunità e Pastena deve pretendere la sua centralità così come tutti i quartieri della città capoluogo – ha dichiarato il candidato sindaco – È alla periferia che chiedo di fare arrivare forte la voce di un’alternativa, un cambiamento. L’attuale sindaco di Salerno, accompagnato dal suo sponsor, ci ha raccontato una serie di interventi da realizzare ma ci hanno ingannato, ci hanno mostrato qualcosa che forse non era degno di attenzione ma ora lo è, per la campagna elettorale”. Sarno punta il dito contro l’amministrazione comunale per opere promesse e mai realizzate, come l’aeroporto: “Ad ogni campagna elettorale, De Luca arriva in città per parlare dell’aeroporto, ci sono progetti che dovevano essere realizzati nell’arco di un triennio ma nessuno ha visto la luce e rispetto a queste falsità dobbiamo intervenire. Questa non è una città che ha bisogno di fontane o rotatorie ma di interventi seri”. Sarno ha acceso i riflettori anche sulle gare di prossima realizzazione, quelle già aggiudicate ma con interventi mai partiti: “Questa è la città della bugia, dell’isola che non c’è e noi abbiamo un sindaco che non c’è. Io rivendico con orgoglio le mie radici, chi realmente sono. Io appartenevo ai poveri ai quali nessuno doveva dare nulla. Sono sceso in campo perché voglio difendere le persone umili, deve vincere la meritocrazia – ha infatti dichiarato – Io ho voglio immaginare che i nostri figli vadano via per trovare fortuna. Dobbiamo ribellarci ad un sistema che ci opprime che ha creato le condizioni che un diritto è diventato una cortesia. Io voglio mantenere i posti di lavoro ma se in questa città ci sono famiglie dove lavorano cinque persone e ci sono famiglie dove non lavora nessuno io sono dalla parte di chi non lavora nessuno, con me i cittadini avranno diritti. Io sto con i salernitani, con la mia città. Vorrei che questa città recuperasse il coraggio. Il scendo in campo perché amo la mia città. Sono in campo per restituire la dignità che ci è stata sottratta”. E, inevitabilmente, il riferimento a piazza della Libertà che dovrà essere inaugurata il prossimo 21 settembre ma, ad oggi, non si conoscono i risultati delle prove di carico: “Adesso inaugurano piazza della Libertà, non sappiamo neanche se sono stati fatti i dovuti interventi per la verifica della sicurezza e invece inaugurano il 21, negazione del senso della storia e delle tradizioni e a queste persone che ci dicevano Salerno è mia e io la difendo e ho capito il perché: hanno trattato la città come se fosse cosa loro, il Comune è la casa di tutti – ha detto – Due volte al mese senza appuntamento i cittadini potranno entrare senza appuntamento”. Il presidente emerito della Camera Penale non ha mai citato Vincenzo Napoli (ricandidato per il centrosinistra) parlando sempre di “attuale sindaco accompagnato dal suo sponsor (De Luca)” e neanche gli altri avversari. Ma ha sottolineato ripetutamente nel suo discorso: “Siamo noi la vera alternativa”. Presenti, in piazza, alcuni tifosi della Salernitana e Raffaele il Vikingo. Ed è a loro che il candidato sindaco, sostenuto dai partiti del centrodestra che ha ritrovato l’unità dopo anni di spaccature interne si è rivolto: “Tutti i tifosi hanno il diritto di vivere la Salernitana, accedere allo stadio ma senza l’attivazione dei tornelli risulta difficile. La prima in casa, a livello di interventi allo stadio, non è stata soddisfacente perchè neanche le luci erano state potenziate”. Da qui, l’intervento per coinvolgere al massimo soprattutto gli sport minori: “Va prestata grande attenzione per gli sport minori, individuando palestre a disposizione della nostra collettività altrimenti la nostra città non riparte, gli impianti sportivi devono essere accessibili a tutti, non possiamo concedere spazi e strutture solo agli amici di”, ha infatti ribadito Sarno. La folla non ha risparmiato applausi e, al termine del comizio d’apertura, molti si sono complimentati con Sarno per la decisione di scendere in campo. 

FONTE: Cronache

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Pallanuoto, Trieste cala l'asso: calottina numero 12 affidata al talento di Roberta Santapaola

Il Sole della Sicilia illumina Trieste. E' Roberta Santapaola l'ultimo innesto della Pallanuoto Trieste di Ilaria Colautti, pronta a recitare il ruolo di outsider nel prossimo...

Pallavolo, il 16 ottobre parte la nuova stagione di Serie C: Salerno Guiscards inserita nel girone A

La nuova stagione è alle porte per il team volley della Polisportiva Salerno Guiscards. Mentre la squadra agli ordini di coach Paolo Cacace prosegue la preparazione alla...

Claudio Sandrigo: "Ho lasciato il Montecorvino per divergenze con la società; torno a Giffoni dove sono stato bene"

Claudio Sandrigo: "Ho lasciato il Montecorvino per divergenze con la società; Torno a Giffoni dove sono stato bene"
Il calcio dilettantistico è ripartito e la...

Nel segno della solidarietà, una borsa di studio intitolata a Melissa La Rocca

di Giuseppe Vitolo
Quanto è bello il cuore della solidarietà. Quella grande macchina che spinge la volontà oltre l’ostacolo, con l’unico fine...

Pallanuoto, l'anno sabbatico di Elena Borg: "Tempo necessario per capire cosa voglio davvero dalla vita. A Verona trovata seconda famiglia"

Nell'ampio bailamme di cambi di calottina e ritiri estivi in vista del prossimo campionato di A1 femminile c'è anche chi ha deciso di prendersi una pausa. Si tratta di...

Olympic Salerno, sottoscritto accordo di partnership con Franco Grasso Revenue Team per la stagione 2021/22

L'Olympic Salerno è lieta di annunciare l'accordo di partnership con Franco Grasso Revenue Team che sarà Bronze Partner del sodalizio biancorosso nella stagione...

Pallanuoto, la Vela Ancona si affida alla linea verde: 4 giovani promosse in prima squadra, dai Castelli Romani arriva Monterubbianesi

La Vela Ancona nuota forte verso il primo turno di Coppa Italia, suddiviso in due gironi e in programma il prossimo weekend a Firenze e Ostia. Anconetane a Ostia con Bogliasco,...

Pallanuoto, una gemella tira l'altra: anche Martina Savioli appende la calottina al chiodo. "A Padova le migliori compagne che potessi desiderare"

Per la prima volta in vent’anni di attività, non ci sarà nemmeno una Savioli in squadra al Plebiscito Padova: dopo l’addio alla Pallanuoto giocata di...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?