Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

I fatti del giorno | Tutte le principali notizie di cronaca e attualità da Salerno e provincia

02/09/2021

IL FOCOLAIO

"Negli ultimi 18 mesi abbiamo fatto tutto quello che era necessario per garantire la sicurezza di chi ci ha scelto e di chi ci aiuta, e continueremo a farlo fin quando la situazione non tornerà finalmente alla normalità». Con questo messaggio Luisa, Marietta, Luigi e Pasquale - gestori dell'hotel Mec di Paestum - hanno annunciato la chiusura parziale della struttura ricettiva di lusso. Provvedimento che si è reso necessario dopo alcuni casi Covid registrati tra il personale. Stop ai banchetti, dunque, mentre la struttura turistico-ricettiva (nonostante non sia stata interessata da casi d'infezione) è stata sanificata e riattivata. «Abbiamo deciso di lasciare da parte qualsiasi altro interesse e di mettere al primo posto la cosa più importante: la salute. Adesso è il momento di rimboccarsi ancora una volta le maniche per tornare più forti di prima», il messaggio indirizzato alla clientela dell'albergo pestano. (Ottopagine)

STRADE A PEZZI

Hanno iniziato una raccolta firme, il primo di una serie di atti che hanno intenzione di mettere in campo per far abbattere o sistemare quel palazzo che si trova in mezzo tra vicolo Porta Rateprandi e vicolo Delle Galesse. Un palazzo abbandonato a se stesso da decenni, tanti, troppi. Un palazzo che al suo interno sta crollando di mese in mese, a causa della pioggia, dell’umidità e dello stato di abbandono totale. “Abito da 25 anni al vicolo Delle Galesse e già da allora il palazzo era disabitato. – spiega la signora Daniela Ventura – Ricoperto da oltre 40 anni da un’imponente impalcatura, del palazzo sono rimaste in piedi solo le mura perimetrali. Il tetto è completamente crollato e i solai interno crollano di continuo. Oramai non si contano più le volte che abbiamo chiamato i vigili del fuoco e i vigili urbani, anche di notte, perchè quando cade un pezzo di solaio il rumore è talmente forte che fa tremare i vetri del mio appartamento e di quelli vicini. Ciò che non riusciamo a capire è che fine fanno i verbali degli interventi che i vigili del fuoco e la polizia municipale fanno, perchè nessuno è mai venuto a verificare veramente la pericolosità di questo palazzo”. Per i residenti la presenza di questo stabile abbandonato a se stesso da diventando un vero e proprio problema… “Oramai sull’impalcatura ci sono cumuli e cumuli di rifiuti buttati da persone incivili – racconta Alessandro Cantarella – ovviamente in estate si alzano anche degli odori poco gradevoli. Ma non solo, sono davvero tanti i topi che ormai vivono in questo stabile, per non parlare, che quando tira molto vento, si alza tantissima polvere che finisce nelle nostre case. Va anche detto che nel fine settimana, i gradini del portone di questo palazzo che sta in vicolo delle Galesse vengono occupati da tanti ragazzi che consumano i loro panini, le loro bibite e le loro sigarette, lasciando poi a terra quantità esagerate di rifiuti”. (Cronache)

IN PENSIONE

Dopo oltre venti anni di direzione medica di presidio dell’Azienda ospedaliera universitaria "San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona" di Salerno, Angelo Gerbasio va in pensione. Il direttore ha salutato l’ospedale di via San Leonardo il primo agosto scorso lasciando vacante una poltrona strategica, fondamentale, importante. Perché non parliamo solo della guida del Presidio nosocomiale del plesso Ruggi ma anche di altri due plessi, il "Da Procida" e il "Costa d’Amalfi". Insomma una responsabilità notevole che presuppone la individuazione di un professionista ricco di esperienza con una preparazione degna della fatica che lo attende. Così, l’Azienda ha pubblicato il bando di reclutamento per un ruolo quinquennale non facile, anzi. Presto scopriremo il nome del successore di Gerbasio che conosce l’Azienda meglio di chiunque altro. Ha mosso i primi passi nella Asl Salerno per poi raggiungere e mai più lasciare l’ospedale cittadino. Inizia la ‘scalata’ al vertice che lo vede pro tempore anche ricoprire il ruolo di Direttore sanitario aziendale. Poi, sempre presente a dirigere il Presidio di via San Leonardo dividendosi con la Costiera Amalfitana e lo storico "Da Procida". Fa parte anche di importanti commissioni, partecipa alla realizzazione di percorsi necessari a contrastare il Covid. Ora si attende l’espletamento del bando, del concorso che ci dirà chi erediterà l’importante incarico. Intanto, il toto nomine non manca. C’è chi vedrebbe bene in quel posto strategico il dottore Luigi Memoli, attuale direttore medico dell’ospedale di Mercato San Severino. Restano divertenti scommesse, queste; solo il concorso decreterà il vincitore.

IL MURALES

Un murales per Serena. Realizzato al Parco Pinocchio un murales che ritrae la fotografa Serena Sammarco morta lo scorso 25 luglio a 42 anni. Serena era molto conosciuta e benvoluta da tutti. La fotografa lottava da tre anni contro il tumore, neanche l’operazione era bastata a salvarle la vita. La primavera del 2020 era stata ricoverata all’ospedale San Leonardo nel reparto di Oncologia, da qui per ringraziare tutti coloro che si erano presi cura di lei, ha realizzato un servizio fotografico con il quale ha raccontato il lavoro di medici ed infermieri durante la prima emergenza sanitaria causata dal Covid – 19. Oggi a ringraziare Serena sono i suoi amici che hanno fatto realizzare questo murale che la ritrae mentre scatta una fotografia. (Cronache)

LEGGI ANCHE Materassi usurati e sporchi alla Quiete di Pellezzano

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Pallanuoto, la determinazione di Lucrezia Massa: "Seguo le orme di papà e mamma, orgogliosa della mia allenatrice. Al Napoli Nuoto per far bene"

Conto alla rovescia per la partenza del campionato di A2 femminile. Sono attesi a giorni i calendari del torneo tornato, salvo casi di forza maggiore legati all'eventuale...

Pallanuoto, l'inedito Settebello entusiasma a Zagabria: battuta la Croazia sul gong

Un Settebello giovane e caparbio, grazie a un goal all'ultimo respiro di Bruni, supera 12-11 la Croazia, a Zagabria (foto FIN), nel secondo confronto amichevole, dopo quello...

Progetto E-Labor, Furore (M5S): “Fondi europei unica opportunità per far rivivere aree interne del Sud”.

Progetto E-Labor, Furore (M5S): “Fondi europei unica opportunità per far rivivere aree interne del Sud”
“L’Europa sta mettendo a disposizione...

Pallanuoto, pubblicati i calendari dei quattro gironi di Serie B: si parte all'insegna dei derby

Sono stati diramati nel pomeriggio odierno i calendari dei quattro gironi di Serie B, edizione 2021/22. Si torna alla formula classica, salvo non preventivati casi di forza...

Pallanuoto Salerno, doppio trionfo al Calcaterra Challange e al Memorial Lapenna

Continuano i successi in ambito giovanile nazionale per la Pallanuoto Salerno. L'Under 14 guidata da coach Tonino Luongo si è aggiudicata anche il prestigioso torneo...

Pallanuoto, A1 femminile: la Top 7 della settima giornata

Con il sorpasso in vetta della Sis Roma ai danni del Plebiscito Padova al termine di una gara condotta in maniera esemplare dal Sette di Marco Capanna, va in archivio la settima...

Pallanuoto, nuovo cambio di programma: il Settebello parte per Zagabria con un'inedita formazione

Contrariamente a quanto comunicato sabato dopo il caso di Covid che ha imposto il rinvio del big match tra Brescia e Recco, il Settebello sta raggiungendo Zagabria per onorare...

Pallanuoto d'Artista, grande successo per il torneo alla "Vitale": vince la Waterpolo Palermo, sorpresa Trieste

Grande successo per la prima edizione di "Pallanuoto d'Artista". Un vero e proprio tour de force quello che si è tenuto alla piscina comunale "Simone Vitale" di Salerno....
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?