Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

I fatti del giorno | Tutte le principali notizie di cronaca e attualità da Salerno e provincia

28/08/2021

PARLA CELANO

“Un’altra Salerno è possibile, dobbiamo rilanciare la nostra città, darle un’identità e ripulirla, in tutti i sensi, proprio a partire dal governo cittadino”. Lo ha dichiarato il consigliere comunale di Forza Italia, Roberto Celano, in cerca di una riconferma con la lista Forza Italia, Udc e Nuovo Psi. Consigliere, un’unica lista Forza Italia, Udc, Nuovo Psi . Da candidato e da dirigente di partito sta lavorando anche al completamento della lista… “Sì, non solo perché sono candidato e dunque interessato in prima persona ma da dirigente di partito, contribuendo alla parte burocratica, alla ricerca dei candidati, delle firme. Siamo tutti impegnati per cercare di presentare agli elettori una squadra competitiva”. Da consigliere uscente, tante le battaglie portate avanti in questi anni. Se dovesse essere riconfermato, da dove vuole ripartire? “Innanzitutto, spero di poter ripartire dall’amministrazione comunale per poter dimostrare che è possibile un’altra Salerno, rilanciare la nostra città, darle un’identità e ripulirla, in ogni senso. Ripartiremo dall’impegno consueto per la gente, i quartieri, per chi ha bisogno e per cercare di avvicinare le istituzioni al popolo. Credo sia questo il principale scopo di chi fa politica a livello territoriale e amministrativo”. Per il centrodestra e il candidato sindaco Michele Sarno l’obiettivo è il ballottaggio. Lei che vive il territorio cosa percepisce? Crede sia raggiungibile? “Credo di sì. C’è un forte disagio, la consapevolezza di cinque anni completamente persi; c’è la sensazione che Salerno stia vivendo un momento di degrado materiale, sociale, amministrativo e morale mai vissuto in precedenza. Un malcontento percepibile, confido nei salernitani, soprattutto in quelli che non credono in promesse mai mantenute; a quelli che non attendono briciole e fritture. Se i salernitani liberi vogliono contribuire all’interesse pubblico senza pensare ai tornaconti personali non solo sarà possibile il ballottaggio ma si potrà dare una svolta amministrativa alla città”. Complice anche l’emergenza Covid, la città capoluogo vive momenti di forte difficoltà. L’amministrazione eletta da dove dovrebbe ripartire, secondo lei? “Noi dobbiamo dare risposte a chi è stato lasciato solo, a chi crea e offre posti di lavoro; non dimentichiamo che ci sono state scelte poco condivisibili dalla Regione Campania che, in periodo di Covid, hanno penalizzato fortemente gli esercizi commerciali, i ristoratori, le pizzerie. Noi dobbiamo ripartire e dobbiamo cercare di creare i presupposti per lo sviluppo della città, creare occupazione per i giovani salernitani perché non è possibile pensare che le uniche opportunità di lavoro, per chi vive in città, siano le cooperative sociali, i posti assegnati o le società partecipate. Noi dobbiamo creare i presupposti affinché le industrie creino sviluppo e lavoro. Ma noi dobbiamo dare un’identità produttiva alla città, non bastano le luci e non bastano i visitatori occasionali; dobbiamo creare le condizioni per far sì che Salerno diventi centro di flussi turistici anche congressuali; dobbiamo pensare a Salerno città del benessere, valorizzando la nostra storia come la Scuola Medica Salernitana per realizzare un grande polo fieristico, con congressi legati alla medicina, rilancio a livello medico sfruttando la Dieta Mediterranea e le botteghe caratteristiche che dovrebbero affollare il centro storico. Serve un’idea che possa creare attrattiva turistica. All’epoca del tentativo di riqualificazione della zona di Santa Teresa, con quel mostro di cemento, proponemmo la realizzazione di un progetto di finanza per un acquario perché pensavamo agli interessi della città, alla sua identità; un progetto che avrebbe portato visitatori in città, la riqualificazione del centro storico e avrebbe creato opportunità di lavoro per centinaia di salernitani, un volano di ricchezza perché avrebbe concesso ai crocieristi di restare in città. La stazione Marittima non può continuare ad essere una discoteca, un centro per banchetti”. Stadio Arechi, tra pochi giorni la riunione con i granata ma in questi giorni si sprecano le polemiche sulle condizioni dello stadio comunale e sulla mancanza di tornelli in curva nord che limita ulteriormente gli accessi… “Ci sono due problemi: uno è serio, raccontano bugie continuamente. Ci avevano promesso che con i soldi delle Universiadi avrebbero reso agibile lo stadio Arechi, pronto per eventi internazionali ma così non è stato. Oggi stiamo pagando le inefficienze amministrative e il mancato rispetto degli impegni assunti dalla Regione Campania e dall’amministrazione comunale di Salerno. Siamo ripartiti, per la riqualificazione dell’Arechi, solo dopo la promozione in serie A e non abbiamo neanche avuto l’accortezza di anticipare i tempi, partendo da marzo ma evidentemente l’amministrazione non credeva in questo risultato. Per quanto riguarda i biglietti, devono intervenire i parlamentari e l’amministrazione comunale perché a mio avviso c’è un vulnus nell’interpretazione della normativa: noi dobbiamo occupare il 50% dei posti disponibili. L’Arechi ha posti per 38.700 spettatori mentre i tornelli sono tarati per 27mila spettatori circa, quindi la metà dei posti sono circa 19mila. Noi dobbiamo chiedere al ministero e al prefetto di considerare la capienza e non la possibilità di ingresso determinata dai tornelli perché il 50% della capienza dello stadio è pari a 19mila persone ma noi auspichiamo che ulteriori tornelli possano essere posizionati in curva nord in tempi rapidi. Ci troviamo in questa situazione a causa dell’inefficienza di chi governa la città e non parlo dell’assessore che nulla può rispetto ai finanziamenti promessi dalla Regione Campania in occasione delle Universiadi ma del sindaco che non si è imposto per partire subito, prima della manifestazione internazionale per mettere in sesto lo stadio Arechi”.

PARLA CARAMANNO

“Il nostro stadio perfettamente idoneo, ed a tempo di record, per l’esordio con la Roma”. Si difende dalle accuse, le ultime – in ordine cronologico – lanciate dall’ex sottosegretario Angelo Tofalo, l’assessore allo Sport, Angelo Caramanno che – a pochi giorni dalla prima partita casalinga per i granata – risponde alle polemiche sollevate dai suoi avversari politici circa le condizioni dell’Arechi in vista della partita contro la Roma. “L’inizio del campionato (o della campagna elettorale?) palesa un inaspettato interesse anzitutto per Salerno e poi per la Salernitana da parte di qualche esponente politico che, negli ultimi anni, ha brillato solo per assenza nel territorio salernitano – ha dichiarato l’assessore Caramanno – Si parla dell’Arechi, il nostro stadio, su cui è stato effettuato con i fondi delle Universiadi un primo intervento importante sotto gli occhi di tutti e, sul quale, oggi, sono in corso, compatibilmente con lo svolgimento delle partite di campionato, ulteriori lavori di miglioramento ed ammodernamento. Con i fondi della Regione Campania, e con l’impegno attivo e puntuale del Comune di Salerno sarà garantito un sereno e confortevole svolgimento del campionato di serie A”. L’assessore allo Sport ribadisce infatti che lo stadio comunale è pronto, con interventi in tempi record e nonostante le stringenti norme previste dalla massima serie in uno alle esigenze di carattere televisivo. “Illuminazione, tornelli, panchine, tunnel d’ingresso, azzeramento delle reti alle spalle delle porte, tribuna stampa, e tanto altro ancora. Il tutto bruciando le tappe, laddove possibile. Stiamo facendo tutto, lavoriamo e continuiamo a lavorare senza sosta, ma sorge spontaneo il dubbio che il Parlamentare in causa (tra le fila di coloro che avrebbero fatto saltare anche il progetto aereoporto per intenderci) possa appartenere alla schiera dei profeti di sventura che ipotizzavano la Salernitana peregrina in altri stadi. Ci dispiace, ma è stato deluso – ha aggiunto – La Salernitana giocherà la serie A all’Arechi”. Da qui l’attacco, proprio al parlamentare pentastellato Angelo Tofalo: “Due suggerimenti al redivivo interessato per le locali sorti: sminuire quanto di buono è stato fatto per ragioni meramente strumentali è un sistema che non ha mai prodotto consenso; evidenziare, per onestà intellettuale e visto il ruolo rivestito, come si bandiscono e portano avanti, con quali tempi, con quali norme con quanta fatica le evidenze e poi le opere pubbliche. La pubblicità ingannevole non paga. La festa non sarà rovinata. In futuro faremo ancora meglio, essendo perennemente impegnati, il Sindaco in primis a ….lavorare. Macte Animo e Forza Salernitana”. (Cronache)

LA NOTA

“I dati Di OpenPolis sui Neet – ha dichiarato in una nota Alfonso Pepe, commissario provinciale di Gioventù Nazionale Salerno – nella nostra provincia sono sconfortanti e sono un forte campanello d’allarme: purtroppo questo è la dimostrazione che i progetti di Garanzia giovani in Campania sono stati un fallimento non permettendo un reale. Ben 32mila sono i giovani in provincia di Salerno – ha continuato l’esponente giovanile del partito della Meloni – senza occupazione e che non percorrono nemmeno un corso di studio: un dato sconfortante, che vede picchi in termini percentuali nella zona sud della provincia e ben 10mila neet nell’agro Nocerino sarnese. Tali dati, purtroppo sono la conseguenza di una politica nazionale scellerata in materia di istruzione che prevede dei percorsi di studio e formazione lunghissimi aggiungendo così alla platea dei Neet coloro che devono per forza professionalizzarsi in maniera gratuita e che vedono allungare il raggiungimento dell’obiettivo lavorativo. Chiediamo, come Gioventù Nazionale – ha concluso Alfonso Pepe – che vengano rivisti i percorsi di formazione universitaria creando delle lauree che possano realmente dare una immediata immissione nel mondo del lavoro degli studenti e allo stesso tempo che venga trovata una adeguata soluzione per evitare che molti ragazzi, disorientati, trovino finalmente una collocazione nel mondo del lavoro: bisogna che la Regione Campania non sonnecchi ma crei dei percorsi di formazione utili e seri”.

Redazione Sport - Cronaca , Attualità - - Vai alla Home

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Pallanuoto, la determinazione di Lucrezia Massa: "Seguo le orme di papà e mamma, orgogliosa della mia allenatrice. Al Napoli Nuoto per far bene"

Conto alla rovescia per la partenza del campionato di A2 femminile. Sono attesi a giorni i calendari del torneo tornato, salvo casi di forza maggiore legati all'eventuale...

Pallanuoto, l'inedito Settebello entusiasma a Zagabria: battuta la Croazia sul gong

Un Settebello giovane e caparbio, grazie a un goal all'ultimo respiro di Bruni, supera 12-11 la Croazia, a Zagabria (foto FIN), nel secondo confronto amichevole, dopo quello...

Progetto E-Labor, Furore (M5S): “Fondi europei unica opportunità per far rivivere aree interne del Sud”.

Progetto E-Labor, Furore (M5S): “Fondi europei unica opportunità per far rivivere aree interne del Sud”
“L’Europa sta mettendo a disposizione...

Pallanuoto, pubblicati i calendari dei quattro gironi di Serie B: si parte all'insegna dei derby

Sono stati diramati nel pomeriggio odierno i calendari dei quattro gironi di Serie B, edizione 2021/22. Si torna alla formula classica, salvo non preventivati casi di forza...

Pallanuoto Salerno, doppio trionfo al Calcaterra Challange e al Memorial Lapenna

Continuano i successi in ambito giovanile nazionale per la Pallanuoto Salerno. L'Under 14 guidata da coach Tonino Luongo si è aggiudicata anche il prestigioso torneo...

Pallanuoto, A1 femminile: la Top 7 della settima giornata

Con il sorpasso in vetta della Sis Roma ai danni del Plebiscito Padova al termine di una gara condotta in maniera esemplare dal Sette di Marco Capanna, va in archivio la settima...

Pallanuoto, nuovo cambio di programma: il Settebello parte per Zagabria con un'inedita formazione

Contrariamente a quanto comunicato sabato dopo il caso di Covid che ha imposto il rinvio del big match tra Brescia e Recco, il Settebello sta raggiungendo Zagabria per onorare...

Pallanuoto d'Artista, grande successo per il torneo alla "Vitale": vince la Waterpolo Palermo, sorpresa Trieste

Grande successo per la prima edizione di "Pallanuoto d'Artista". Un vero e proprio tour de force quello che si è tenuto alla piscina comunale "Simone Vitale" di Salerno....
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?