Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

I fatti del giorno | Tutte le principali notizie di cronaca e attualità da Salerno e provincia

24/08/2021

VERSO LE COMUNALI

“Un grande risultato”. Così Guido Milanese, vice coordinatore regionale di Forza Italia commenta l’unità del centrodestra che ha trovato una sintesi attorno al nome del candidato sindaco Michele Sarno. Forza Italia, Udc e Nuovo Psi scenderanno in campo con un’unica lista che sarà messa a punto già nelle prossime ore. Una lista che conta sul sostegno totale dei giovani, grazie al coordinatore provinciale Pietro Costabile che, da settimane ormai, lavora incessantemente accanto al coordinatore provinciale Enzo Fasano. Onorevole, il centrodestra finalmente ha trovato la sua sintesi attorno al nome del candidato sindaco Michele Sarno e si delinea anche il quadro delle liste con Forza Italia, Udc e Nuovo Psi che dovrebbero andare insieme. A che punto siete? “Devo dire che già possiamo dire di aver raggiunto un grande risultato mettendo assieme tutti i componenti della coalizione di centrodestra. Io avevo già dichiarato che questa è la prima vittoria: trovare le ragioni di stare insieme, con un programma univoco e un progetto che andasse nella stessa direzione, rappresenta un grande segnale di unità ma anche un riscontro a livello nazionale perché oggi Salerno rappresenta uno scenario particolare anche a livello nazionale, data una situazione tale in cui il deluchismo ha egemonizzato la situazione; avere un risultato su Salerno significa avere un riscontro anche nazionale. Ritengo che Sarno stia andando velocemente verso un riconoscimento dell’elettorato, non solo di centrodestra perché si fa apprezzare anche in quegli strati della società civile che non erano abituati a votare il centrodestra ma per il suo modo di fare, per il suo modo di relazionarsi, per la sua umanità nei rapporti e nelle relazioni con le persone. Questo vuol dire che la scelta del candidato sindaco ha trovato riscontro nell’opera di fatto; la coalizione sta andando bene, dal punto di vista della formazione delle liste: Forza Italia sta mettendo a punto l’intera lista, con la partecipazione di tutti e, in questo momento, c’è unità di intenti in tutte le componenti di Forza Italia per potersi muovere in sinergia e avere un risultato che possa riscattare anche le ultime vicende elettorali che ci hanno visto essere penalizzati per un margine minimale, a livello regionale, e non ottenere un eletto. Noi vogliamo raggiungere un risultato storico con Forza Italia, avendo non solo la rielezione dei consiglieri uscenti ma anche new entry che possa dare appiglio nuovo ed entusiasmo. Abbiamo anche i giovani, attraverso il coordinatore giovanile Pietro Costabile che sta facendo attivismo incredibile, dando una mano forte all’organizzazione della lista ed Enzo Fasano che sta buttando il cuore oltre l’ostacolo perché nonostante i suoi malanni sta veramente dando tutto e sta avendo una capacità di forza d’animo incredibile e di capacità politica nell’organizzare una lista competitiva”. L’obiettivo ora è il ballottaggio… “Sì, devo dire che, al di là dei posizionamenti politici, c’è la possibilità del ballottaggio, da parte nostra, anche considerando la spaccatura del centrosinistra che si presenta frastagliato e la Barone, persona che conosco da sempre e alla quale va il mio augurio e la mia stima ma al di là dei posizionamenti”. Può anticipare qualche nome dei candidati al consiglio comunale? “I nomi si stanno mettendo a punto in queste ore e a breve verrà completata la lista. Nei giorni scorsi ho incontrato il coordinatore provinciale Enzo Fasano e devo dire che la lista è completa. Naturalmente, ci saranno gli uscenti, poi ci saranno i giovani che entreranno in campo con voglia di fare e una buona dose di consenso già acquisito”. Resta da sciogliere il nodo Battipaglia dove il centrodestra rischia di non presentarsi unito. È stato raggiunto un accordo? “Devo dire che lì la discussione è ancora aperta. In questo momento, non è stata data una risposta definitiva ma si sta facendo un certo tipo di discussione proprio in queste ore. Speriamo in un accordo generale, con una lista unica”. Forza Italia sostiene Fernando Zara ma resta in corsa anche Ugo Tozzi, il candidato sindaco individuato da Fratelli d’Italia che, ad oggi, non accenna a fare un passo indietro… “Battipaglia è ancora un nodo da sciogliere. I candidati dei singoli partiti restano in corsa ma la responsabilità ci impone di cercare fino all’ultimo momento una sintesi, le ragioni per stare insieme”. Ad Eboli, invece, confermato il pieno sostegno di tutta la coalizione al candidato sindaco Damiano Cardiello… “Non ci sono novità, Cardiello è il candidato sindaco ed è già in piena campagna elettorale. Siamo a sostegno di questo giovane che si è fatto valere in consiglio comunale, per le sue proposte e il suo approccio politico. Ritengo che alla fine l’intera coalizione si ritroverà su un unico nome”. (Cronache)

Nessuno parla dei programmi elettorali, solo di liste e numeri, di possibili ballottaggi, invece, proprio a poco piu’ di un mese dalle elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre, c’è sempre piu’ la necessità dispiegare qual è il cambiamento che si propone per la città di Salerno. Così Maurizio Basso l’agente immobiliare, che con la sua lista Movimentiamoci, punta a fare il sindaco del Comune di Salerno, che lancia una sfida ai suoi avversari annunciando uno dei punti del suo programma, molto ambizioso: cogliere le opportunità e le condizioni affinchè in 5 anni di mandato possa esaurirsi la possibilità di creare 20mila posti di lavoro e lavorare efficacemente per rilanciare Salerno come una città di mare.

“Noi? Siamo già al ballottaggio, siamo più forti di Michele Sarno e la nostra forza crescerà ulteriormente nelle prossime settimane con le ultime candidature che andranno a chiudere la nostra lista. Salerno, per la prima volta, ha la possibilità di cambiare realmente”. Parla così Michele Ragosta, leader dei Davvero, la lista a sostegno della candidata sindaca Elisabetta Barone, pronta a conquistare la fascia tricolore in occasione della tornata elettorale, in programma il prossimo 3 e 4 ottobre. Mancano due mesi e poco più al voto, la lista di Davvero è pronta? “Siamo in fase di completamento, in questa settimana la completiamo, raccogliamo le firme e saremo pronti per la scadenza della presentazione. È una lista che, oltre al consigliere uscente Giuseppe Ventura, vede tante novità in termini di giovani e di donne”. Può anticiparci qualche nome? “C’è l’architetto Lucio Ippoliti; un operatore della Vodafone Giacomo Garofalo; l’imprenditore di Fuorni Raffaele Ciancio; Marilena Caputo, insegnante di danza; Monica De Concilio, dipendente Telecom; Antonello Guerra, agente immobiliare; Giovanni Casella, rappresentante di un’associazione che gestisce un Caf; un giovane del ‘97 Simone Fortunato. Siamo già a 25 firme, siamo in attesa delle ultime firme, candidati consistenti dal punto di vista elettorale”. Nei giorni scorsi, le candidate alla carica di sindaco Elisabetta Barone e Simona Libera Scocozza si sono incontrate ma il tentativo di allargare la coalizione è fallito… “Per me, questa realtà di questa fantomatica lista è inesistente e inconsistente. Spero che i pochi partecipanti attorno a questa coalizione si uniscano a noi. Stanno facendo la corsa solitaria e di fatto sono i veri sostenitori del sistema di potere; noi dobbiamo cambiare radicalmente una classe dirigente che va avanti da oltre 20 anni e tutti quelli che vanno in solitaria vuol dire che stanno scegliendo, indirettamente, Enzo Napoli e Vincenzo De Luca”. Una accusa, questa, che viene rivolta anche alla coalizione della Barone dai suoi avversari politici che si presentano alternativi all’amministrazione Napoli… “I consiglieri uscenti hanno fatto una scelta di campo. In questa città chi più chi meno, per molti anni, abbiamo sostenuto l’amministrazione ma oggi c’è una fase di degenerazione e tutta la classe dirigente che sta attorno a Napoli; certamente, non è la classe dirigente di 10 anni fa ma quella attuale è molto scadente, sono lì solo per interessi personali”. Crede che il ballottaggio è possibile? “Noi siamo già in ballottaggio. Siamo più forti di Michele Sarno e la nostra forza crescerà nelle prossime settimane. Per la prima volta Salerno può cambiare e la città avere una donna come sindaco”. (Cronache)

Martina Castellana insieme nella lista della Lega, la civica ‘Prima Salerno’, a sostegno dell’avvocato Michele Sarno, insieme con il fratello Vanni. Una candidatura fortemente voluta dal penalista salernitano che ritrova al suo fianco la nota dermatologa già candidata alla Provincia di Salerno nel 2009 in quota Alleanza Nazionale con il Popolo della Libertà e nel 2016 con Dante Santoro, consigliere uscente anche lui nella lista di Matteo Salvini. “Castellana è candidata nella nostra coalizione per il suo profilo politico, sociale e professionale. Darà sicuramente un valido contributo al nostro progetto. Si tratta solamente di una questione politica e non discriminatoria verso la persona di Tina Ciao che, come ho già detto, era una candidatura divisa e proposta in malo modo. Castellana rappresenta una personalità importante con la quale tratteremo i temi della sanità, che va rilanciata nella nostra città” ha dichiarato l’avvocato Michele Sarno. “Ballottaggio sicuro” ha continuato il candidato sindaco del centrodestra, dopo le parole del consigliere Ermanno Guerra che ha indicato il presidente emerito della camera penale di Salerno come principale competitor per la coalizione Napoli. (Cronache della Sera)

“Sono una persona seria. In queste ore sto ricevendo inviti alle candidature dalla coalizione di Enzo Napoli, proposte ‘politiche’ dalla coalizione di Elisabetta Barone. Li ringrazio tutti ma non posso”. Cosi’ l’attrice hard Tina Ciaco, in arte Priscilla Salerno, in una nota. L’artista, originaria di Salerno, vorrebbe candidarsi alle prossime elezioni amministrative nella sua citta’. Una proposta supportata anche dal Nuovo Psi che aveva annunciato il suo inserimento nella lista di coalizione con Forza Italia e Udc. Ma l’iniziativa non ha trovato d’accordo gli alleati che hanno posto un veto sulla candidatura. “Non e’ il mio stile. Ho detto che il campo e’ quello del centrodestra e non mi iscrivero’ – dice l’attrice ed imprenditrice – mai alla lista dei politici trasformisti che inquinano tutti gli schieramenti e che cambiano secondo le convenienze. Io vivo del mio lavoro e della parola data. Prendo atto del veto ‘salernitano’ nei miei riguardi, prendo atto della violenza che si e’ scatenata, attendo i big nazionali del centrodestra moderno”. “Mi auguro – prosegue – intervengano, anche se impegnati su temi sicuramente piu’ importanti per il Paese perche’ le interlocuzioni con i loro rappresentanti sono state piene di incomprensioni per colpe anche mie. Se interverranno saro’ felice altrimenti trovero’ il modo di continuare comunque nel mio impegno”. (Cronache)

PARLA ADINOLFI

“Più presidi di legalità nelle località turistiche della provincia di Salerno per innalzare anche l’offerta qualitativa, altrimenti la gente perbene scapperà via. Oltre alle bellezze naturalistiche, storiche ed enogastronomiche, è fondamentale garantire la necessaria sicurezza ai visitatori che scelgono le nostre terre, dalla Costiera Amalfitana a quella Cilentana. La movida fracassona e violenta non fa bene, rappresenta solamente un pericolo e un danno”. E’ quanto sostiene l’europarlamentare salernitana di Forza Italia, Isabella Adinolfi, commentando gli episodi di violenza che nel periodo estivo hanno investito anche alcune delle più note località turistiche del salernitano. “Sicuramente va fatto un plauso alle forze dell’ordine perché, nonostante la vastità e la complessità del territorio, hanno fatto e continuano a fare un lavoro straordinario – conclude l’europarlamentare – E’ necessario, tuttavia, implementare la presenza sui territori con dei presidi estivi, cosa che accadeva in passato, perché rappresenterebbero in primis un deterrente per i malintenzionati e poi consentirebbero di dare una risposta ancora più immediata alle richieste d’aiuto. Luoghi unici, da Amalfi a Sapri, non possono restare in balia di incivili e delinquenti, rovinando anche gli sforzi che amministratori locali e imprenditori fanno da anni per migliorare la qualità dei servizi turistici”. (Cronache della Sera)

PARLA PESSOLANO

Donato Pessolano, presidente della commissione Sport del Comune di Salerno, avanza una proposta per rilanciare lo sport all’aperto e l’area di Santa Teresa. “Con la nuova amministrazione e a partire dalla prossima estate l’area di Santa Teresa diventerà la casa degli sport da spiaggia. Oltre al tradizionale torneo di calcio abbiamo intenzione di allestire un evento nazionale di beach volley, affiancato da una competizione riservata agli amatori. I contatti con gli organizzatori e la federazione sono già in corso. Inoltre, per una settimana o più giorni, allestiremo un Villaggio dello Sport per ospitare tutte le società salernitane, dare loro modo di promuovere le rispettive discipline e consentire ai cittadini di fare attività fisica all’aperto. Lo sport è di tutti e per tutti”. Un’iniziativa specifica, infine, sarà rivolta ai portatori di handicap che praticano o hanno intenzione di praticare un’attività sportiva.

TEAM FREE

Scende in campo ancora una volta il gruppo denominato “Team Free”, coloro che spontaneamente si sono uniti per lottare e difendere i diritti costituzionali e la resistenza alla scelleratezza di questo Green Pass. Ciò che ha fatto ancor di più indignare gli astanti che anche in questo fine settimana hanno fatto sentire la loro voce in piazza a Salerno, è l’ormai famosa foto, che ha fatto letteralmente il giro del mondo, di quei poliziotti che, non avendo in green pass, sono stati emarginati dalla sala mensa e costretti a mangiare come se fossero degli appestati sulle scale a dovuta distanza dal resto del gruppo. Nell’incontro, si è sottolineato l’impopolarità di questo Governo non eletto dal popolo ma voluto da un centro di potere superiore. La democrazia è stata calpestata indegnamente; i politici non sono più espressione e rappresentanza del popolo ma tanti burattini senza spina dorsale. Nella protesta si alza a gran voce, come detto precedentemente di come “la tessera verde non ha risparmiato neanche le forze dell’ordine che per estensione della Circolare subiscono applicazioni disumane nell’orario di mensa… ALLONTANATI DAI COLLEGHI INOCULATI, GHETTIZZATI , DISCRIMINATI E VIOLATI NELLA LORO PRIVACY per poi riunirsi, vaccinati e non , nella stessa voltante in servizio”. Continuando nella loro protesta i manifestanti ricordano che “sebbene il ministro Speranza dal 16 Agosto si è ricordato che esistono le cure domiciliari , allo stato attuale nulla si è fatto per attivarle in campo in quanto i medici di base continuano a rispondere alle richieste d’aiuto con TACHIPIRINA E VIGILE ATTESA. Non siamo No Vax , siamo il Popolo che alza la testa e si oppone con tutte le sue forze ad un Governo che , da Marzo 2020 , c’ha condannato a morte negandoci cure valide , come le terapie domiciliari precoci e il plasma iperimmune di De Donno, preferendo mantenere in piedi uno STATO DI EMERGENZA INESISTENTE alimentando paure attraverso i media complici di questo sistema malato piegando in ginocchio l’economia del ns Paese attraverso i vari lockdown e restrizioni discriminatorie. La scelleratezza di questo sistema non si ferma neanche verso i bambini, i giovani. A loro non interessano gli effetti avversi dell’inoculazione … per loro siamo numeri. Però ognuno di quei numeri ha un volto, un nome…”.

CASO VICOLO

La vicenda del Vicolo della Neve pone all’attenzione generale, ancora una volta, la tutela delle attività commerciali che sono patrimonio della città di Salerno. Ristoranti, pizzerie, bar, gelatiere, pasticcerie ed attività artigianali sono quelle più a rischio di scomparire dal panorama commerciale delle città. Nel caso specifico dell’attività di don Matteo Bonavita è evidente che si ponga principalmente un problema di carattere generazionale. «Sono attività che comportano sacrifici personali pesanti, impegno che si volge su almeno diciotto ore di lavoro al giorno – sostiene Gianfranco Ferrigno, presidente della sede di Salerno della Claai, l’Associazione dell’artigianato e della piccola e media impresa – e che i figli non vogliono più fare. Risulta così difficile, come per don Matteo, proseguire in un’attività tradizionale così importante». Le difficoltà sono però anche altre. «Senza contare la congiuntura economica, oggi è davvero difficile se non impossibile portare avanti un’attività come quella della ristorazione in spazi così ridotti e con pochi tavoli. Il Vicolo della Neve era così piccolo che si stava tutti stipati, uno addosso all’altro ed era la sua caratteristica, dove le differenze erano azzerate davanti alla sublime pasta e fagioli che ti arrivava a tavola. Oggi sarebbe impensabile con tutte le norme anti-Covid se non hai spazi esterni». Per Ferrigno la vicenda Vicolo della Neve pone anche la questione dell’identità che Salerno rischia di perdere: «Il locale di don Matteo rappresentava e rappresenta un motivo di tradizione culinaria ed attrattiva turistica della città che, come per altri locali, rischia di scomparire definitivamente dal patrimonio della nostra Salerno. Dovrebbe, invece, essere fortemente difeso il senso d’identità, esaltando le nostre peculiarità poco sfruttate. C’è bisogno di un piano strategico per valorizzare il nostro patrimonio turistico e culturale di cui fa parte anche l’enogastronomia». In città sono sempre più i locali che chiudono perché tra le voci che pesano di più sono i costi di locazione. «Abbiamo più volte sollecitato le associazioni dei proprietari d’immobili a trovare un accordo per calmierare i prezzi, ormai alle stelle – ammette Ferrigno – ma il nostro appello è caduto inascoltato. Solo Federproprietari si è seduto al tavolo con noi ed ha sottoscritto un protocollo che ci ha aiutato ad affrontare i contenziosi che inevitabilmente sia aprono, spesso proprio con i cambi di gestione delle attività». Per il presidente della Claai resta sempre aperto il fronte delle imprese che chiudono, vengono acquisite o che aprono in maniera anomala. «E’ un fenomeno che abbiamo posto all’attenzione delle autorità competenti da tantissimo tempo, fenomeni strani si stanno verificando in città e questo dovrebbe far riflettere. Imprese che nascono e muoiono in pochi mesi non sono cose che accadono normalmente. Servono maggiori controlli, anche per tutelare chi si comporta correttamente». (Cronache)

VALLO NERD

Manifestazione fumettistica, videoludica, informativa e aggregativa. Evento ad ingresso libero ed aperto a tutti, ad Atena Lucana il 28 Agosto 2021 (dalle 16.00 alle 22.00) ed il 29 Agosto 2021 (dalle 10.00 alle 22.00) presso l’Auditorium “A. Cirillo”. Il progetto e la comunità Vallo Nerd nasce dalla passione di cultori del fumetto, dei videogames, della tecnologia, dei giochi di ruolo, del cosplay e del mondo giapponese. La volontà è quella di fornire alla popolazione intera un evento a carattere continuativo, che sarà seguito da altri incontri, seminari, manifestazioni, attività, momenti di aggregazione e di informazione riguardante questo variegato e sconfinato mondo Nerd. L’appellativo ”Nerd” prima utilizzato in maniera “dispregiativa”, adesso viene collegato ad un universo dove tutto ciò che lo contiene e le sue attività correlate, citate in precedenza, divengono fulcro di qualcosa di nuovo, interessante e che porterà ad una maggiore diffusione delle tematiche stesse. I fumetti, i videogames, i manga giapponesi (equivalenti dei nostri fumetti), il cosplaying (travestirsi da personaggi dei cartoni di animazione giapponese e non solo), l’aggregazione tramite l’esecuzione di giochi di ruolo, da tavola e di carte collezionabili, i giochi di ruolo dal vivo, la tecnologia, sono i cardini sui quali sarà fondata la manifestazione che si terrà dal 28 al 29 Agosto presso l’Auditorium “A. Cirillo” di Atena Lucana, il comune che ci ha gentilmente ospitato. Il Vallo Nerd è anche informazione, poichè durante la manifestazione, avremo la presenza in videochiamata, di uno sviluppatore di Videogames , Antonio Barba, della rinomata Software House “Milestone”, produttrice dei giochi best seller come Super Bike Sbk, Wrc, Valentino Rossi The Game Screamer e di altri famosi racing game ed ulteriore workshop riguardante il mondo dei fumetti con gli illustratori e disegnatori Emanuele ed Adriana Sabatino. E’ previsto un mercatino per appassionati del settore, con la vendita di gadget, fumetti, memorabilia nerd; tornei per videogiocatori per Playstation 4 del titolo di calcio Fifa, retrogaming (videogiochi anni 80-90) torneo di carte collezionabili YU-GI-OH, area dedicata ad Harry Potter ed eventi live per giocatori di ruolo a carattere Nerd. Perchè Vallo? E’ una manifestazione per tutti e di tutti, non amiamo anteporre soltanto il nome di un paese, dato che essendo comprensorio, l’evento è a carattere Valdianese. Il nostro intento è quello di raggruppare, tutte le persone di tutte le età, appassionate a questo mondo. Partiamo con l’anno 0, con fondi personali, con tutta la voglia e la volontà di portare qualcosa di diverso nel nostro amato Comprensorio. La nostra idea, parte dal 2009, dalla mente di 7 appassionati, per poi concretizzarsi nel 2018 come vero e proprio team stabile. E’ l’evento per tutti, nessuno escluso, frutto della passione, non delle mode e neanche di un profitto. I fondi raccolti durante la manifestazione, verranno utilizzati per l’organizzazione di altri eventi a carattere comprensoriale. Anno zero, fondi propri, tanto entusiasmo ed idee che partono da molto lontano, tutto il resto, comprese le bellissime attività che diverranno parte integrante del progetto Vallo Nerd, saranno soltanto nostre, il resto è emulazione (per utilizzare un termine prettamente nerd). Invitiamo con questo comunicato, la stampa al quale è indirizzato il presente all’apertura della stessa manifestazione con momento dedicato all’informazione locale e provinciale, dalle ore 15,30. Apertura ingressi al pubblico ore 16.

MUSEO SOTTO LE STELLE

Si è svolta martedì 10 agosto, nella splendida cornice della città di Campagna, la 5^ edizione di “Museo sotto le stelle”, evento organizzato dal Museo Itinerario della Memoria e della Pace “Giovanni Palatucci”, in collaborazione con il Comune di Campagna ed altre associazioni del territorio. La manifestazione si è svolta nel centro storico e nel complesso conventuale di San Bartolomeo, unico Museo della memoria della Regione Campania, con l’allestimento di performance multilinguaggi e multisensoriali ispirate alle vicende storiche che hanno interessato la Città di Campagna dal 16 giugno 1940 all’8 settembre 1943, periodo in cui sono stati internati nel Campo di Concentramento di San Bartolomeo centinaia di ebrei. Il 4° Reggimento Carri, su invito del direttore del museo in considerazione del forte e consolidato legame che unisce l’unità con l’amministrazione comunale, ha allestito un infopoint con personale qualificato all’ingresso del centro storico, per fornire ai giovani della cittadina e a quelli in visita informazioni riguardanti tutte le opportunità professionali offerte dall’Esercito, raccontando anche del legame che da sempre unisce i militari alla società civile. I numerosi ragazzi che hanno visitato lo stand hanno chiesto informazioni sulle operazioni nazionali ed internazionali condotte dall’Esercito e hanno mostrato particolare curiosità riguardo l’iter selettivo dei concorsi. I più interessati hanno compilato una scheda contatto che permetterà loro di ricevere le news letter pubblicate sul sito di Forza Armata. Nell’ambito della manifestazione, all’interno del complesso di San Bartolomeo, i visitatori hanno potuto condividere emozioni e frammenti di vita degli Ebrei internati, rivivendo la grande storia di solidarietà tra i prigionieri e la comunità campagnese. Hanno visitato, inoltre, una mostra storica con mezzi e costumi della Seconda Guerra Mondiale, curata dell’associazione “Amici del Tricolore” ed, infine, hanno potuto osservare le stelle mediante l’ausilio di telescopi, alla presenza di personale qualificato. L’attività è stata organizzata e condotta nel pieno rispetto della normativa sanitaria vigente per il contenimento della diffusione del CoViD-19.

LEGGI ANCHE Un dramma D’Amore risalente all’epoca romana

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Pallanuoto, la determinazione di Lucrezia Massa: "Seguo le orme di papà e mamma, orgogliosa della mia allenatrice. Al Napoli Nuoto per far bene"

Conto alla rovescia per la partenza del campionato di A2 femminile. Sono attesi a giorni i calendari del torneo tornato, salvo casi di forza maggiore legati all'eventuale...

Pallanuoto, l'inedito Settebello entusiasma a Zagabria: battuta la Croazia sul gong

Un Settebello giovane e caparbio, grazie a un goal all'ultimo respiro di Bruni, supera 12-11 la Croazia, a Zagabria (foto FIN), nel secondo confronto amichevole, dopo quello...

Progetto E-Labor, Furore (M5S): “Fondi europei unica opportunità per far rivivere aree interne del Sud”.

Progetto E-Labor, Furore (M5S): “Fondi europei unica opportunità per far rivivere aree interne del Sud”
“L’Europa sta mettendo a disposizione...

Pallanuoto, pubblicati i calendari dei quattro gironi di Serie B: si parte all'insegna dei derby

Sono stati diramati nel pomeriggio odierno i calendari dei quattro gironi di Serie B, edizione 2021/22. Si torna alla formula classica, salvo non preventivati casi di forza...

Pallanuoto Salerno, doppio trionfo al Calcaterra Challange e al Memorial Lapenna

Continuano i successi in ambito giovanile nazionale per la Pallanuoto Salerno. L'Under 14 guidata da coach Tonino Luongo si è aggiudicata anche il prestigioso torneo...

Pallanuoto, A1 femminile: la Top 7 della settima giornata

Con il sorpasso in vetta della Sis Roma ai danni del Plebiscito Padova al termine di una gara condotta in maniera esemplare dal Sette di Marco Capanna, va in archivio la settima...

Pallanuoto, nuovo cambio di programma: il Settebello parte per Zagabria con un'inedita formazione

Contrariamente a quanto comunicato sabato dopo il caso di Covid che ha imposto il rinvio del big match tra Brescia e Recco, il Settebello sta raggiungendo Zagabria per onorare...

Pallanuoto d'Artista, grande successo per il torneo alla "Vitale": vince la Waterpolo Palermo, sorpresa Trieste

Grande successo per la prima edizione di "Pallanuoto d'Artista". Un vero e proprio tour de force quello che si è tenuto alla piscina comunale "Simone Vitale" di Salerno....
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?