Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

I fatti del giorno | Tutte le principali notizie di cronaca e attualità da Salerno e provincia

22/08/2021

VERSO LE COMUNALI

Tentativo fallito per la candidata sindaca Elisabetta Barone che, in queste ore, ha tentato di ampliare la coalizione a suo sostegno. La dirigente scolastica dell’Alfano I ieri ha chiesto, ed ottenuto, un incontro con Simona Libera Scocozza, candidata sindaca per il Mee Up con tre civiche a suo sostegno. Un caffè e una lunga chiacchierata, ieri pomeriggio, che si è però concluso con un nulla di fatto. La candidata sindaca Simona Libera Scocozza ha palesato i suoi dubbi alla Barone, ribadendo quanto precedentemente dichiarato: “Alla candidata sindaca Elisabetta Barone ho palesato le mie perplessità, non credo siano realmente alternativi all”amministrazione Napoli – ha dichiarato Simona Libera Scocozza – Ho avanzato una proposta: mi sono resa disponibile a fare un passo indietro e ritirare la mia candidatura, ho chiesto a lei di fare lo stesso e di scegliere una terza persona ma la mia proposta è stata rifiutata. Elisabetta Barone non è intenzionata a ritirare la sua candidatura alla carica di sindaco”. Una proposta rifiutata con la candidata sindaca Scocozza che proseguirà il suo percorso verso la fascia tricolore con la civica di Rifondazione Comunista, Attivisti per Salerno e ConSensoCivico mentre la Barone con le sue nove liste a suo sostegno e l’appoggio incondizionato di Giuseppe Conte, presidente del Movimento 5 Stelle che nei giorni scorsi ha dato il via al suo tour elettorale, partendo proprio dalla città capoluogo per sostenere la dirigente scolastica dell’Alfano I. Proprio la dirigente scolastica Elisabetta Barone è stata motivo di discordia tra il Meet Up e il Movimento 5 Stelle. Gli attivisti infatti hanno criticato, fin da subito, la decisione dei pentastellati di “abbandonarli’ per sostenere la candidatura della preside salernitana con la coalizione che vede, al suo interno, i consiglieri del gruppo Oltre, al centro delle critiche per diverso tempo dopo aver deciso, a pochi mesi dal voto, di lasciare la maggioranza Napoli. (Cronache)

I consiglieri comunali uscenti Pietro Damiano Stasi e Mimmo Ventura; l’ex vice presidente della Camera di Commercio e già direttore della Confcommercio Mariano Lazzarini; il professionista e portavoce dell’associazione Identità di Popolo Andrea Sabatino; la fotoreporter e volontaria della Croce Rossa Italiana Marta Benesova; l’imprenditore edile Donato Santoro; il professionista Gerardo Tafuri in rappresentanza di Gioventù Nazionale (movimento giovanile di FdI). Sono alcuni nomi dei candidati al consiglio comunale di Salerno per Fratelli d’Italia. Il partito, guidato a livello nazionale da Giorgia Meloni, completa gli ultimi adempimenti amministrativi e chiude la lista dei candidati al Consiglio Comunale di Salerno. Giovedì sera, all’interno della Federazione Provinciale di via Roma, si è tenuta una riunione tecnica ed organizzativa presieduta dal Senatore Antonio Iannone (Commissario Regionale di FdI) e dal Coordinatore Provinciale Giuseppe Fabbricatore, alla presenza dei due consiglieri comunali uscenti Pietro Damiano Stasi e Mimmo Ventura e degli aspiranti candidati al Consiglio Comunale. “Siamo pronti per affrontare al meglio la campagna elettorale – ha dichiarato Fabbricatore – La squadra di Fratelli d’Italia è in campo con uomini, donne e giovani che vogliono contribuire a progettare un futuro migliore per la città di Salerno che, dopo quasi trent’anni, merita di vivere una fase amministrativa e politica nuova. E noi di Fratelli d’Italia vogliamo esserne protagonisti al fianco del candidato sindaco del centrodestra unito l’avvocato Michele Sarno. Nei prossimi giorni – aggiunge Fabbricatore – presenteremo alla città tutti i nostri candidati. Ma posso già sottolineare che si tratta di persone serie e preparate, che non hanno nulla da nascondere e provengono dal mondo del lavoro, dell’impresa, del commercio, del turismo, del volontariato. Persone che amano la loro città e che per questo si sono messe al servizio della loro comunità. Sono certo che la nostra lista sarà molto competitiva e contribuirà a portare al ballottaggio l’avvocato Michele Sarno, ossia il principale candidato sindaco alternativo all’ammucchiata elettorale del sistema di potere deluchiano, che da troppo tempo monopolizza l’amministrazione comunale del capoluogo”, ha aggiunto Fabbricatore. (Cronache)

PARLA POLICHETTI

“Con disappunto sono costretti a ritornare su un argomento che poco ha a che fare con la politica ma lo facciamo per dovere di verità e di giustizia. Non possiamo tollerare,anche perché non è vero, che il nostro partito venga pubblicamente accusato di essere bigotto. L’Udc ha da sempre dato dimostrazione di apertura, capacità di ascolto e di accoglienza nei confronti di tutti, nessuno escluso e, francamente essere tirati in ballo da chi confonde l’arte della politica con l’avanspettacolo non ci sta affatto bene”. Così Mario Polichetti, vice coordinatore regionale dell’Udc, coordinatore provinciale e responsabile nazionale della Sanità e delle politiche sociali del partito, interviene sul presunto caso sollevato dall’attrice Tina Ciaco, in arte Priscilla Salerno. “Ribadiamo di non aver avuto mai, fino ad oggi, alcun contatto con la signora Ciaco, stimata professionista del suo settore. Se lo avessimo avuto, certamente non avremmo negato il confronto. Siamo un partito nazionale che ha regole ben precise per quanto attiene l’impegno politico e civile e crediamo che nessun partito politico, forse solo qualche lista civica, candiderebbe una persona senza aver condiviso almeno un breve tratto di strada per un confronto ed un approfondimento sulle tematiche che costituiscono i leitmotiv della sua storia e dei suoi programmi futuri. Rinnoviamo la stima nei confronti della professionista e siamo disponibili “mutatis mutandis” all’ascolto ed al confronto costruttivo su argomenti di interesse collettivo e che abbiano come fine ultimo il bene comune”. (Cronache)

PARLA SALZANO

“Obiettivamente le dichiarazioni dell’ex Presidente del Consiglio in visita a Salerno hanno deluso me come moltissimi altri. Di certo nessuno si aspettava il discorso della Corona, ma almeno dichiarazioni con qualche spunto originale ed innovativo, l’abozzo di un progetto, l’enunciazione di un programma possibile per la nostra città”. Parla così Aniello Salzano, fondatore della lista Popolari e Moderati, a sostegno del sindaco uscente Vincenzo Napoli, in merito alla visita del presidente del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Conte. “Non immaginavo tante ovvietà e ritenevo che a Salerno, la città delle “svolte”, potesse lanciarsi nel suggerimento appunto di un progetto di crescita e sviluppo della città. Pensavo che avesse in mente una visione politica in contrapposizione a quella finora portata avanti dall’amministrazione comunale – ha dichiarato Salzano – Che perlomeno poi si soffermasse a spiegare i motivi del perché il suo partito a Napoli va in coalizione con il PD e a Salerno si schiera contro il PD. Invece niente! Solo una bella passeggiata per i vicoli del Centro storico, foto di rito, incontro con il suo omonimo Conte Federico, l’ideatore del cartello elettorale, e poi parole vuote, tanta retorica e la sua benedizione ad una coalizione elettorale di cui il suo partito, il più votato alle ultime elzioni, non è stato neanche artefice e protagonista, quel partito, il M5S, che, rinunciando ai principi su cui si basava alla sua nascita, si è intruppato e si è michiato in una coalizione multicolore e per niente omogenea. Un cartello elettorale tenuto insieme solo dall’antideluchismo, che naturalmente si sbriciola e si sfarina il giorno dopo le elezioni. Eppure tutti dovrebbero sapere che i voti si raccolgono solo quando si lotta e ci si impegna per qualcosa e non semplicemente contro qualcuno, quando si programma per costruire, per realizzare. I politici veri dovrebbero ricordarsi di quanto diceva Alcide De Gasperi: “Politica vuol dire realizzare”.

IL SOGNO DI PAKY

Un parco dello sport a Salerno, il completamento del palazzetto polifunzionale e di tutte le altre strutture inerenti le attività sportive e la realizzazione di un grande acquario sullo stile di quello di Genova. Sono alcuni dei progetti che la consigliera uscente Paky Memoli vorrebbe provare a realizzare nella città capoluogo. Ricandidata al consiglio comunale di Salerno nella lista Campania Libera, a sostegno del sindaco uscente Vincenzo Napoli, la dottoressa Memoli in questi anni non si è mai fermata e, in piena pandemia, è partita come medico volontario per aiutare gli ospedali del nord, in forte difficoltà a causa dell’emergenza Coronavirus. Consigliere Memoli, lei ha sciolto le riserve e si ricandiderà al Consiglio comunale di Salerno nella Lista Campania Libera. Cosa l’ha spinta a ricandidarsi? “In realtà, le posso confessare, nessuna “riserva” da sciogliere si è mai frapposta tra me e l’intento d’esser candidata al Consiglio Comunale della mia città. Città che amo moltissimo. Con entusiasmo prendo parte a queste importantissime elezioni amministrative e ciò che più mi spinge a rinnovare l’impegno politico è la ferrea volontà di garantire ai miei concittadini un concreto miglioramento della Qualità di vita. Essenziale a tal scopo è tenere sempre elevato il livello di attenzione alla sicurezza cittadina, così come voglio che si dedichi sempre maggiore attenzione alla pulizia ed al verde pubblico, anche coinvolgendo gli abitanti quartiere per quartiere”. In questi cinque anni, lei ha lavorato ma sempre in maniera oggettiva e quando c’era da bacchettare l’amministrazione non si è tirata indietro. Cosa non le è piaciuto? “Talvolta ho ritenuto doveroso intervenire fattivamente laddove si siano verificati oggettivi casi di malfunzionamento o, peggio, di reale inefficienza della “cosa pubblica” (Res Publica) e di certo non mi son piaciuti episodi come quello di Salerno Pulita nel 2015 od altri simili. In epoca di pandemia va sottolineato come e quanto non mi sia piaciuto, nell’agosto del 2020, rilevare che Salerno fosse ancora sprovvista di una Usca (Unità Speciale di Continuità Assistenziale) ed è stato per me urgente ed essenziale “bacchettare” chi di dovere, in Asl e Consiglio Comunale, affinché si trovasse immediato rimedio a tale assurda mancanza. Poi di fatto, col sindaco Napoli, sono stata presente all’inaugurazione dell’Usca di Salerno presso la Vigor”. Un bilancio personale di quest’amministrazione ormai giunta al termine? “Personalmente sono sempre fortemente autocritica e pretendo il meglio dal mio operare sia nella professione medica, sia in virtù del mio impegno in politica. Ragion per cui punto alla crescita continua in entrambi gli ambiti ed in tal senso ritengo soddisfacente il “bilancio” finale del mio contributo a questa amministrazione ormai uscente. In fin dei conti esser stata designata da molti consiglieri di Comuni della nostra Provincia a far parte anche del Consiglio Provinciale, con delega alla Cultura, Beni culturali e Turismo, mi rende fiera ed è uno tra i tanti segnali d’aver svolto bene il mio lavoro. Le soddisfazioni migliori, tuttavia, giungono sempre e comunque dall’apprezzamento della gente. E questo, lo affermo con particolare orgoglio, non è mai mancato”. In questo anno e mezzo di pandemia tante sono le difficoltà per le amministrazioni comunali. Lei ha qualcosa da rimproverare all’amministrazione Napoli? “Occorre subito eliminare qualsiasi dubbio a tal proposito: il covid e la pandemia conseguente, sono stati ben più gravi e gravosi del peggior “fulmine a ciel sereno” da affrontare per cittadini ed amministrazioni ovunque nel mondo. Ho avuto il privilegio di esser stata parte attiva tra i medici volontari nelle zone rosse, pur a costo di mettere al contempo a repentaglio la mia stessa vita, contribuendo si a salvare vite, ma anche a verificare “sul campo” quanto sia stato arduo per Enti e strutture pubbliche, affrontare e combattere tale mostruoso nemico. Vincenzo Napoli, alla stregua di tutti i suoi colleghi Sindaci in Italia, ha dovuto impegnarsi a fondo in una situazione assolutamente imprevista ed imprevedibile. E lo ha fatto con la dignità, la competenza e l’impegno che nessuno può contestargli. Ho già su espresso la mia battaglia per l’Usca e l’inconcepibile ritardo nel costituirla e renderla fruibile alla cittadinanza, rivolta “contro” lui quale primo cittadino ed al Direttore Generale dell’Asl Salerno. Entrambi han dato comunque immediata concreta risposta”. Se dovesse essere rieletta da dove vorrebbe ripartire? “Ripartirei, con ancor ulteriore determinazione, dal coinvolgere sin da subito anche l’opposizione politica, nelle progettualità ed in tutte le imprese realizzative di miglioramento della città e benessere della cittadinanza. Questo mi deriva dal prezioso insegnamento del nostro presidente Vincenzo De Luca, cui va sempre il mio pensiero e la mia gratitudine”. C’è un progetto che vorrebbe portare avanti? “Voglio davvero ringraziarla per questa domanda, in quanto mi dà l’opportunità di ribadire pubblicamente un progetto di cui parlo con i miei più stretti collaboratori e che mi sta molto a cuore. Da tempo mi piacerebbe realizzare qualcosa di straordinario che manca a Salerno in modo oramai improcrastinabile: un parco dello Sport. Completo di palazzetto polifunzionale e di tutte le altre strutture inerenti le attività sportive. Ad uso delle squadre cittadine iscritte nei vari campionati ed usufruibile dall’intera comunità cittadina. Concludo con una considerazione ed un “sogno nel cassetto”. Salerno è una splendida città sul mare ed al mare va dedicata sempre maggiore attenzione, sia in termini di pulizia delle acque, sia riguardo a ciò che dal mare si può ottenere. Chi da anni ben mi conosce sa quanto tra i miei progetti per arricchire l’offerta della nostra amata città, ci sia la realizzazione di un grande Aquario, sullo stile di quello di Genova. Resterà solo un sogno…chissà?”. (Cronache)

DISAGI URBANI

La Salerno città turistica, offre a tutti coloro che la vengono a visitare un bellissimo Lungomare, diversi musei, eventi culturali, tante chiese ricche di tesori e affreschi e una Cattedrale che conserva diverse reliquie, tra queste quelle di San Matteo, Santo Patrono della città. Ma la Salerno città turistica, offre a chi la viene a visitare anche cose che in realtà non dovrebbero essere viste. Come quei cassonetti dei rifiuti che ogni giorno, sette giorni su sette i locali siti difronte alla Cattedrale posizionano proprio davanti al muro della storica scalinata, senza curarsi di deturpare l’immagine del luogo di culto. Una scena che non piace ai turisti, e neanche ai residenti, che più volte si sono lamentati, senza, però mai far riuscire a togliere quei tre cassonetti che specie in queste giornate calde emanano anche cattivi odori. Per non parlare poi di chi usa il pannello con le informazioni storiche sulla Cattedrale come parcheggio per la propria bicicletta, utilizzando anche un bella catena per evitare che qualcuno se la possa rubare. Insomma comportamenti questi che di sicuro rovinano l’immagine della nostra città, eppure ad oggi nessuno ha mai fatto niente per far si che almeno le mura della Cattedrale venissero preservate da comportamenti poco civili… “Il regolamento comunale dice che bar e ristoranti devono mettere fuori dalle porte dei loro locali i cassonetti nelle prime ore del pomeriggio e dopo la mezzanotte, – spiega un residente molto amareggiato per la situazione che si è creata davanti all’ingresso principale della Cattedrale – mentre i condomini devono mettere i cassonetti fuori dai portoni dopo le dieci di sera. Ebbene, mentre i condomini rispettano, per la maggior parte questa regola, lo stesso non vale per i ristoranti, che lasciano i loro cassonetti fuori dai locali a tutte le ore, alcuni non li rientrano mai e nessuno, dico nessuno che vada a fare un controllo, che faccia un verbale. Assurdo che un amministrazione comunale permetta uno scempio del genere senza intervenire, oggi (ieri per chi legge, n.d.r.) qui al Duomo c’è l’alzata del Panno di San Matteo, ci sono tantissime persone e tantissimi turisti, ma che figura ci facciamo. Possibile che al Comune interessi solo far vedere che lavano le strade e non interessi far rispettare delle semplici ed elementari regole del vivere civile? Ormai non esiste più rispetto per nulla, neanche per le chiese e per i monumenti”. (Cronache)

LUNA DI SABBIA

Lunedì 23 agosto, alle ore 21.30, in largo Santa Maria dei Barbuti, nel centro storico di Salerno, per la XXXVI edizione della rassegna estiva di teatro “Barbuti Festival”, nell’ambito de La Notte dei Barbuti, diretta da Brunella Caputo, Marco Vecchio porta in scena “Luna di sabbia”, uno spettacolo di teatro-canzone con la partecipazione di Pasquale Curcio alla chitarra. Ingresso 10 euro con obbligo di mostrare il green pass. Un tributo allo spazio azzurro, il mare, specchio del cielo e viceversa! Luna di sabbia è uno spettacolo che attraversa il tempo nel suono e nel colore, per me sinonimi, volti o espressioni di una voce interiore. Tutto nasce dal desiderio profondo di raccontarsi attraverso il canto. Un lavoro di contaminazione tra le arti, accompagnato dalla chitarra acustica di Pasquale Curcio, in un viaggio tra passato e futuro. Appuntamento dunque lunedì al Teatro dei Barbuti.

IL CONTEST ITINERANTE

Sarà tra i percorsi degustativi, le passeggiate con picnic all’aperto e le serate musicali. Cilento %, il contest che favorisce il turismo nei borghi, va in tour partecipando ad alcuni eventi cilentani. L’obiettivo è far conoscere il più possibile il contest ai giovani invitandoli alla presentazione di idee da trasformare in progetti imprenditoriali. Sistema Cilento e Invitalia hanno organizzato il contest Cilento % con lo scopo di raccogliere e successivamente realizzare progetti capaci di rendere più vivibili e attrattivi i borghi del Cilento. Ad ogni appuntamento ci sarà anche un banner per scattare una foto e vincere la maglietta del contest. Si parte sabato con l’appuntamento Music First Cilento nell’ambito dell’evento Mater Cilento Indigeno, la festa tribale del Cilento, ambientata nei boschi incantati dell’azienda agricola Le Starze a Pattano di Vallo della Lucania. Si tratta di un percorso spirituale, culinario e sensoriale connesso alle culture indigene del mondo con particolari riferimenti ai popoli della penisola italica in era pre-romanica e ad una vita legata a caccia, agricoltura e pastorizia. In quella occasione, e nelle altre, il team di Cilento % sarà presente con uno stand informativo per raccontare il progetto e rispondere alle curiosità. Mercoledì 25 il contest si sposterà al Parco degli Ulivi, ad Ascea, al Dots, il progetto innovativo della start up di tre giovani cilentani: due Ape Car convertiti per operare come cocktail bar e tapas bar, che con il loro viaggio “lento” nel Cilento conducono alla riscoperta delle antiche tradizioni culinarie cilentane. Infine sabato 28 agosto Cilento si sposterà all’evento Bloc-Project, al Monastero della Badia di Pattano che diventerà inedito palco per il concerto dell’artista italo-colombiana Joan Thiele. A precedere l’esibizione di Joan Thiele sarà la performance dell’artista Grand River e del visual artist Marco Ciceri.

IL CONCERTO

Moriba Yassa, “Il Ritmo della terra”, spettacolo di Canzoni e Musiche atto ad unire la Cultura Musicale Campana e le sonorità africane ideato da Espedito De Marino ed Alessio Coppola, giunto alla seconda edizione, sarà in scena questa sera a Salerno presso il Duomo e Venerdi 3 Settembre a Scafati presso il Real Polverificio Borbonico. Il Concerto vedrà in scena percussionisti, chitarristi, mandolinisti, tastieristi, basso elettrico, fisarmonica che si intersecheranno a vocalità classiche e popolari, risuoneranno senza pletoriche orchestrazioni ma con nuovi slanci ritmici ed armonici le composizioni più note di Pino Daniele, Renato Carosone, Lucio Dalla, Fabrizio De Andrè, Libero Bovio, Salvatore Di Giacomo, Enzo Gragnaniello, E. A. Mario, Ernesto e Roberto Murolo, Toto’ , Paolo Morelli, … il Recital vuole, altresi, diffondere un messaggio di Pace, di libertà, di sacralità verso la Terra, l’ Ambiente, il Creato, non disdegna l’opportunità di abiurare quanto sta accadendo in Afghanistan e nelle altre parti del mondo dove insiste la deplorevole guerra.

LEGGI ANCHE Valery Gergiev: lo Czar del podio

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Pallanuoto, la determinazione di Lucrezia Massa: "Seguo le orme di papà e mamma, orgogliosa della mia allenatrice. Al Napoli Nuoto per far bene"

Conto alla rovescia per la partenza del campionato di A2 femminile. Sono attesi a giorni i calendari del torneo tornato, salvo casi di forza maggiore legati all'eventuale...

Pallanuoto, l'inedito Settebello entusiasma a Zagabria: battuta la Croazia sul gong

Un Settebello giovane e caparbio, grazie a un goal all'ultimo respiro di Bruni, supera 12-11 la Croazia, a Zagabria (foto FIN), nel secondo confronto amichevole, dopo quello...

Progetto E-Labor, Furore (M5S): “Fondi europei unica opportunità per far rivivere aree interne del Sud”.

Progetto E-Labor, Furore (M5S): “Fondi europei unica opportunità per far rivivere aree interne del Sud”
“L’Europa sta mettendo a disposizione...

Pallanuoto, pubblicati i calendari dei quattro gironi di Serie B: si parte all'insegna dei derby

Sono stati diramati nel pomeriggio odierno i calendari dei quattro gironi di Serie B, edizione 2021/22. Si torna alla formula classica, salvo non preventivati casi di forza...

Pallanuoto Salerno, doppio trionfo al Calcaterra Challange e al Memorial Lapenna

Continuano i successi in ambito giovanile nazionale per la Pallanuoto Salerno. L'Under 14 guidata da coach Tonino Luongo si è aggiudicata anche il prestigioso torneo...

Pallanuoto, A1 femminile: la Top 7 della settima giornata

Con il sorpasso in vetta della Sis Roma ai danni del Plebiscito Padova al termine di una gara condotta in maniera esemplare dal Sette di Marco Capanna, va in archivio la settima...

Pallanuoto, nuovo cambio di programma: il Settebello parte per Zagabria con un'inedita formazione

Contrariamente a quanto comunicato sabato dopo il caso di Covid che ha imposto il rinvio del big match tra Brescia e Recco, il Settebello sta raggiungendo Zagabria per onorare...

Pallanuoto d'Artista, grande successo per il torneo alla "Vitale": vince la Waterpolo Palermo, sorpresa Trieste

Grande successo per la prima edizione di "Pallanuoto d'Artista". Un vero e proprio tour de force quello che si è tenuto alla piscina comunale "Simone Vitale" di Salerno....
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?