Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

I fatti del giorno | Tutte le principali notizie di cronaca e attualità da Salerno e provincia

15/08/2021

VERSO LE COMUNALI

Dai banchi dell’opposizione al sostegno al sindaco uscente Vincenzo Napoli. Il consigliere Giuseppe Zitarosa è alla ricerca di una riconferma e, per la stima che nutre nei confronti del governatore Vincenzo De Luca, ha deciso di scendere in campo con la maggioranza uscente, nella lista dei Popolari e Moderati, la civica fondata da Aniello Salzano e il consigliere regionale Corrado Matera. “Dicono che Zitarosa sia figlio di papà ma mi piacerebbe far sapere a tutti che, quando sono arrivato a Salerno, all’uscita dalla scuola andavo a lavare i piatti al ristoranti per guadagnare le diecimila lire e mantenermi la scuola. Sono figlio di contadini, ho portato con me questa umiltà”, ha chiarito il consigliere uscente a più riprese. Consigliere, lei ha detto addio all’opposizione e sarà candidato a sostegno del sindaco uscente Vincenzo Napoli. Perché questa scelta? “Prima di tutto è un fatto di coscienza sia per il bene di Salerno che dei salernitani. Io sono e resterò un uomo con idee di destra ma a Salerno, il centrodestra non esiste, io sono abituato a guadagnare per quanto produco. Aspetto ancora più importante, invece, riguarda la città: in questo momento l’unica persona che ha fatto le cose vere e concrete, senza fare chiacchiere, è il sindaco Napoli e oggi affidare Salerno ad una persona che non ha mai guidato la città è come metterla nelle mani di una persona qualsiasi; oggi questa città – per il bene soprattutto per il bene delle fasce più deboli, deve essere affidata a chi realmente ha fatto qualcosa di concreto, per la Campania e per Salerno negli ultimi 20 anni”. Cosa l’ha delusa maggiormente dell’opposizione uscente? “Negli ultimi 10-15 anni, Salerno è una delle città più belle d’Italia, di noi si parla ovunque, anche all’estero ed è normale che non tutte le cose possono andare bene. Io sono stato sempre nella minoranza ma se la maggioranza ha lavorato bene, ha portato il capoluogo a livello nazionale non si può non constatare oggettivamente; credo che Salerno sia, ancora oggi, una delle città più belle del mondo e più vivibili, con tutti i problemi che ci sono, a livello di disoccupazione, rifiuti e così via. I problemi ci sono ma li può risolvere solo chi già conosce la macchina, non chi non ha mai guidato il Comune: in questo momento, avere un altro sindaco significa perdere tempo perché ci vorrebbero almeno due anni per capire come funziona la macchina amministrativa. So che i salernitani sono intelligenti, amano Salerno e non l’affiderebbero mai ad un novello”. Non ha mai nascosto la stima che nutre verso il governatore De Luca e, in piena pandemia, ha più volte evidenziato i progressi fatti dalla maggioranza Napoli, votando a favore di alcuni provvedimenti, come il bilancio… “Come si fa a dire a non apprezzare chi lavora fino a venti euro al giorno? Io ho sempre evidenziato questo del presidente della Regione Campania; penso che a livello nazionale sia il numero uno dei politici, tanto di destra quanto di sinistra. Come si fa a dire che non è una persona valida: io ho sempre ammirato le persone che lavorano davvero, con grande umiltà. Noi stiamo attraversando un periodo disastroso, come si fa a votare no al bilancio? Dobbiamo considerare che il Comune non ha incassato dalle tasse; non votare il bilancio significherebbe andare contro la mia coscienza. Io dico sempre che non bisognerebbe votare le persone ma la loro coscienza”. Non sono mancate le critiche per la sua decisione di candidarsi con la maggioranza uscente. Cosa risponde? “Io sono sempre stato il primo eletto nel centrodestra e qualcuno è stato eletto grazie a me. Il posto in consiglio comunale me lo devo conquistare, tanto a destra quanto a sinistra. Io sono candidato in una lista di centro, moderati; ho sempre rispettato la maggioranza e l’opposizione ma oggi le ideologie politiche sono finite, esiste il territorio, esistono le persone ed i progetti e io nel centrodestra non vedo persone che possono presentare un progetto e un futuro per questa città”. Cosa ne pensa della candidatura a sindaco di Antonio Cammarota? “Cammarota è un collega in consiglio comunale, una persona valida. Ha fatto una scelta personale”. Candidato nella lista Popolari e Moderati, con il suo fondatore Aniello Salzano condivide un percorso nel centrodestra e, ora, entrambi siete a sostegno del primo cittadino uscente… “Nutro un grande affetto nei confronti del professore Salzano. Io in 20 anni ho sempre stimato Vincenzo De Luca, il momento è triste e bisogna dare una mano a chi ha lavorato in questi anni”. (Cronache)

PARLA BARONE

“Grave dissesto finanziario per il comune di Salerno: è ora di riconoscere il proprio fallimento e di chiudere una stagione poco trasparente”. Parla così la candidata sindaca Elisabetta Barone in merito al disavanzo registrato dal conto consuntivo, approvato dalla giunta comunale e ora dovrà passare al vaglio del consiglio comunale, l’ultimo in programma a settembre. “Oltre 110 milioni di debiti, 71 milioni in perdita, in diminuzione le entrate nelle casse del comune. Un quadro di grave dissesto economico emerge dall’approvazione agostana del Consuntivo 2020 e del Preventivo 2021 da parte della Giunta comunale. Chiediamo di chiarire ai cittadini questa situazione per fare luce sul futuro della città, in nome di quella trasparenza che non ha caratterizzato la politica degli ultimi anni – ha dichiarato la Barone – Dopo la diffusione dei dati della Fondazione Ifel dell’Anci, l’associazione dei Comuni italiani, che pone Salerno al quarto posto fra i dieci comuni più indebitati d’Italia, a rischio fallimento, con 647 milioni di passività, la recente approvazione della Giunta non fa che confermare ancor più la preoccupazione per la bancarotta del Comune”. Di fatti, il Comune di Salerno per far quadrare il bilancio del Comune e ripianare una parte di questa situazione debitoria sono stati messi in vendita beni che appartengono alla storia della città: area Foce Irno, Piazza Mazzini, via Vinciprova, terreni litoranea, area F.lli De Mattia, gli stabilimenti Lido Kursaal, Lido Eureka, Lido Siulp e Lido Finanzieri, infopoint Capitol. “Continua così la cieca politica di vendita e di depauperamento dei beni della nostra città, iniziata con l’alienazione della Centrale del Latte, una ferita che non si è ancora rimarginata – ha poi aggiunto l’aspirante prima cittadina – La Giunta Napoli certifica nero su bianco il fallimento di questa amministrazione. Chi si assumerà la responsabilità di tutto questo?”. Da tempo, ormai, si parla di un Comune a rischio dissesto tanto che lo stesso parlamentare dem Piero De Luca si è attivato per mettere in “salvo” quelle amministrazioni a rischio, a causa dei conti in rosso e di introiti pari a zero. (Cronache)

GREEN PASS

Rosso e verde. Sono questi i colori del Ferragosto 2021 in Italia: rosso per il caldo torrido di queste ore e verde per il Pass che da una settimana giorni sta “regolando” una serie di attivita’. Mentre in molti comuni della Campania sono state sospese o rinviate al 2022, le processioni dell’Assunta per evitare assembramenti, bar ristoranti, musei e eventi all’aperto stanno tracciando un primo bilancio con le nuove disposizioni. Tra chi sta avendo riscontri positivi e chi deve segnalare qualche problema anche a Salerno si va avanti controllando clienti e spettatori e vietando l’accesso a chi non è in possesso della carta verde. “Dall’entrata in vigore dell’obbligo del Green pass ad oggi, abbiamo riscontrato -sia in occasione del concerto del 6 agosto di Maria Pia de Vito all’arena del Teatro Ghirelli che nei giorni successivi, all’accesso della Mostra “Stories from The Rooms” a Palazzo Fruscione- un grande spirito collaborativo da parte del pubblico e dei visitatori. – spiega Marco Russo, presidente associazione Tempi Moderni, che ha realizzato presso Palazzo Fruscione la Mostra Chelsea Hotel – Tutti hanno spontaneamente mostrato il certificato, sia in formato cartaceo che digitale, anche con un certo “orgoglio” e senso di appartenenza. I visitatori, provenienti da tutta Europa e tutt’Italia, hanno dato dimostrazione di grande collaborazione, rendendo la procedura di verifica veloce e fluida. C’è da ben sperare”. Bilancio più o meno positivo quello registrato al Teatro dei Barbuti, dove se da un lato gli spettatori collaborano con gli organizzatori mostrando la carta verde, dall’altra parte sono stati registrati anche degli annullamenti di prenotazioni… “Purtroppo alcuni nostri spettatori non avendo il green pass hanno disdetto le prenotazioni” spiega Chiara Natella, direttrice artistica della rassegna giunta alla sua 36esima edizione. “E questo ci dispiace perchè noi vorremmo poter ospitare tutti. E’ brutto quando un cliente ti chiama e annulla la sua prenotazione perchè non ha il green pass. Però purtroppo queste sono oggi le disposizioni e vanno seguite. Fermo restando che ancora non capisco come mai queste limitazioni sono state imposte solo a noi operatori culturali e a bar e ristoranti al chiuso e palestre, mentre sugli stabilimenti balneari si organizzano serate senza controlli, in chiesa, nonostante sia un luogo al chiuso, si entra senza dover esibire il green pass e così anche nei centri commerciali che pur essendo luoghi al chiuso non hanno nessun obbligo di green pass. Mi auguro che il Governo riveda le sue disposizioni e che non faccia più queste distinzioni, se bisogna esibire il green pass, bisogna farlo ovunque non solo in determinati luoghi”. Intanto con l’arrivo del ferragosto la festa che in passato rappresentava il culmine della Bella stagione anche nel 2021 si continua a fare i conti con la Pandemia e il rischio contagi. Una stretta è in arrivo, in tutta la penisola, nelle prossime ore per scongiurare il rischio che si creino pericolosi assembramenti. Addio, quindi, al classico falo’ in spiaggia, allo spettacolo dei fuochi d’artificio e alla sagre. Sono, infatti, già tante le ordinanze comunali che vietano di recarsi in riva al mare la notte di domenica e molte altre ne arriveranno nelle prossime ore, così come saranno aumentati i controlli non solo stradali ma anche in tutti i locali della movida e non solo. (Cronache)

Un’altro sabato in piazza per dire no al green pass e al vaccino. Un altro sabato in cui un gruppo, non molto folto di cittadini, si è ritrovato a piazza Portanova per manifestare il proprio disappunto contro chi vuole obbligare tutti alla vaccinazione e contro l’obbligo di esibire il green pass per accedere a determinate strutture. “Il Virus esiste, ma credo che ci siano gli elementi giusti che ci possano far mettere in discussione la narrazione ufficiale – racconta uno dei manifestanti – ma non perchè bisogna contestare necessariamente chi è al potere o i medici. Ci sono alcune cose che a mio avviso analizzandole meglio ci fanno giungere a conclusioni diverse. Per questo credo che bisogna rispettare le idee sia di coloro che si vogliono vaccinare come quelle di coloro che non vogliono vaccinarsi. Ecco perchè ritengo che il green pass clinicamente non sia una misura risolutiva ma solo una misura politica. E comunque credo davvero che non si debba forzare nessuno al vaccino”. Tra i manifestanti anche un giovane di Reggio?Emilia, che conferma di aver partecipato anche nella sua città ad altre manifestazioni contro il vaccino e contro il green pass… “Nonostante sono qui in vacanza, credo che sia giusto continuare a far valere le mie idee e le mie opinioni. Mi spiace che qui la piazza non sia piena, perchè da me invece le piazze sono sempre piene. Io sono un operatore sanitario, ho scelto di non vaccinarmi e credo fermamente che l’obbligo del green pass sia una lesione della nostra libertà, sia di quelli vaccinati che di quelli non vaccinati. Il virus esiste e come se esiste ma non lo si batte con il green pass oppure imponendo il vaccino che per ora non è una cura definitiva”. Ma in piazza ieri a Salerno non vi erano solo persone consapevoli dell’esistenza del virus ma che non accettano le imposizioni del Governo, ma anche coloro i quali negano l’esistenza del Coronavirus, pensando ancora oggi che sia solo un invenzione politica ai danni dei cittadini “Parlo per me e non per gli altri, io credo che il virus non esiste, è solo un invenzione di coloro che vogliono commettere dei crimini contro l’umanità per depopolare il pianeta”. E’ invece contrario alle imposizione un altro cittadino salernitano che con forza ribadisce che… “Non sono contro la vaccinazione ma sono contro la violenza dell’obbligo. Ma perchè non lasciano le persone libere di scegliere se volersi far somministrare un farmaco oppure no, se volere un tipo di farmaco rispetto ad un altro. Lo Stato non deve assolutamente dirci come dobbiamo vivere, siamo liberi cittadini e dobbiamo essere liberi di poter scegliere”.

ENERGIE RINNOVABILI

C’è un sud che lavora e non necessariamente si limita a rappresentare il meglio del territorio attraverso il turismo o un terziario dedicato alla produzione. Sebbene la natura abbia fornito al mezzogiorno grande ricchezza per fare della promozione del territorio un volano per lo sviluppo economico, c’è anche un’altra faccia che spesso resta nascosta. E’ quella della grande capacità di competere con il resto del mondo attraverso il settore della tecnologia dedicata allo sfruttamento delle risorse naturali. Grazie a marcate capacità imprenditoriali ma anche alle grandi professionalità reperite in loco anche Salerno riesce a competere con Milano e spesso anche a sorprendere. Sono davvero tante le aziende che riescono a farsi spazio in vari comparti e non devono per forza avere sede a Paderno Dugnano e Cinisello Balsamo. Una di queste è senza dubbio la Expand Srl che con sede operativa a Via Parmenide si occupa prevalentemente di pianificazione e sviluppo di alta tecnologia nel settore delle fonti energetiche rinnovabili. Un settore dove la competizione ultimamente si è fatte sempre più forte ma dove l’azienda salernitana riesce a tenere testa anche alle società big, molte volte riuscendo anche ad evitare la fuga di cervelli. «L’attività è svolta per grandi Gruppi italiani ed esteri che non hanno smesso, anche in tempo di Covid, di investire in settori di notevole produttività e, certamente, questo ci ha permesso di superare questo periodo congiunturale negativo e, attualmente, abbiamo programmi di sviluppo con acquisizione di nuova forza lavoro qualificata – spiega l’ingegnere Teodoro Bottiglieri, presidente di Expand – Alla luce della nostra esperienza ritengo giusto che Salerno, e la Campania in generale, abbia puntato sul turismo e la ricettività quale modello di sviluppo economico, però è anche necessario capire che da noi si ha grande capacità di sviluppare iniziative di alta tecnologia, tali da soddisfare le esigenze di tanti giovani laureati che hanno poche alternative nel nostro territorio e, molto spesso, sono costretti a cercare fortuna altrove. Posso assicurare che i nostri giovani professionisti hanno grandi potenzialità e che ho potuto constatare personalmente sul campo. Non hanno nulla in meno dei loro omologhi italiani ed esteri». Dunque, ricerca e tecnologia possono stare tranquillamente anche a sud e lavorare bene. L’importante è avere le idee chiare e saperle spiegare. «Come azienda riteniamo che il lavoro si ottiene solo con piani efficaci di redditività dei capitali investiti – conferma Bottiglieri – per questo cerchiamo di offrire ai Grandi Investitori progetti produttivi pluriennali professionalmente validi e, devo dire, questa è stata anche la chiave del nostro successo». Lo spazio sul mercato si crea però anche aprendosi a collaborazioni strategiche: «Un ulteriore fattore di crescita, che certamente consiglio anche a tanti altri operatori economici del nostro territorio, è stata la collaborazione con soggetti e professionisti del Nord Italia, con cui si è creata una sinergia basata sul rispetto reciproco e una concreta dedizione al lavoro». Il fattore radici unito ad una grande affidabilità creano le condizioni per avere successo. «Diciamo che, nel nostro settore, tramite la nostra società anche il brand “Salerno” è presente su diversi tavoli di trattativa con Gruppi e Fondi nazionali ed internazionali e questo è anche un motivo di orgoglio non solo professionale – afferma l’ingegnere Bottiglieri – cercheremo sicuramente di fare meglio e di più anche per dare maggiore lustro al nostro territorio e prometto che, comunque andrà, questa società sarà sempre un’azienda salernitana». (Cronache)

GIANNA

Il pianoforte e la voce, i testi poetici e la carica rock, lo sfondo della Costiera Amalfitana: sarà uno spettacolo “Fenomenale” con la rocker Gianna Nannini attesa martedì 17 agosto, (ore 21.30) nella splendida cornice del Porto Turistico di Maiori con il tour “Piano Forte e Gianna Nannini – La Differenza”. Un’occasione imperdibile per ascoltare i brani più amati di Gianna Nannini in una nuova espressione artistica. Il tour estivo con il pianoforte, che da tempo Gianna Nannini desiderava intraprendere, segna il ritorno sulle scene dell’artista in una dimensione più intima e allo stesso tempo affascinante per sottolineare le due anime della sua musica che fonde, piano e forte, la poetica dei testi e l’energia dei suoni. Il tour prende il titolo dal suo ultimo album “La Differenza” (Sony Music) uscito a fine 2019 e realizzato nei Blackbird Studio di John McBride a Nashville, Tennesse, nel regno dell’analogico, sede di grandi produzioni artistiche blues-rock. “Questo tour piano forte e voce mi elettrizza – ha scritto l’artista sui suoi canali social –paesaggi incredibili e location mozzafiato fanno il resto, insieme ad un pubblico mai visto così entusiasta”. Complice sicuramente la lunga astinenza da live e una scaletta molto ricca che ripercorrerà vecchi e nuovi successi della “Meravigliosa creatura” in una chiave inedita, affidandosi a tutta l’emozione e l’intensità che solo la sua voce accompagnata da un pianoforte sa dare. Rocker italiana per antonomasia, durante la sua lunga carriera Gianna Nannini ha conquistato generazioni di fan con il suo marchio di fabbrica che unisce dolcezza melodica e energia. A partire dal suo primo album di successo “California” (1979), contenente il singolo “America”, al suo diciassettesimo disco “La differenza” (2019), in oltre 40 anni di carriera ha venduto milioni di dischi, conquistando innumerevoli dischi di platino. Con la sua esuberante presenza scenica e un approccio sempre molto diretto, la Nannini in questi anni ha registrato innumerevoli sold out non solo sui palchi italiani ma in quelli di tutta Europa. Il tour è prodotto e organizzato da Friends&Partners, la tappa a Maiori è a cura di Anni 60 produzioni e ZA.VI. Management. I biglietti per assistere allo show – tutti nominativi e con posti numerati e distanziati – sono disponibili nelle prevendite abituali (circuiti Ticketone e Go2). Grazie all’accordo con la Travelmar, la compagnia di navigazione punto di riferimento per i collegamenti marittimi per la Costiera Amalfitana, sarà possibile raggiungere l’Anfiteatro del Porto Turistico con una corsa serale speciale dedicata, andata e ritorno da Salerno. Gli spettatori interessati potranno acquistare, insieme al biglietto per lo show, anche un ticket speciale per il trasporto marittimo che partirà da Salerno, molo di Piazza della Concordia alle ore 20.00 (arrivo a Maiori ore 20.30) e farà ritorno da Maiori alle ore 00.00 (con arrivo a Salerno alle ore 00.30). Il servizio ha un costo totale speciale di andata e ritorno di € 10,00 a persona (oltre il costo del biglietto) ed è acquistabile insieme al titolo d’ingresso all’evento direttamente sulle stesse biglietterie elettroniche Ticketone e Go2.

LA RAPPRESENTAZIONE

Martedì 17 agosto, alle ore 21.30, in largo Santa Maria dei Barbuti, nel centro storico di Salerno, per la XXXVI edizione della rassegna estiva di teatro “Barbuti Festival”, nell’ambito de La Notte dei Barbuti, diretta da Brunella Caputo, la Compagnia dell’Eclissi porta in scena “Un poeta un po’ beta”, di e con Roberto Lombardi. Ingresso 10 euro. “Si fa presto a dire poeta. Anche in un paese come il nostro di poeti e navigatori la poesia sembra sparita dalle personali abitudini di lettura – scrive Lombardi nelle note di presentazione – Sopravvive nella canzone – il premio Nobel a Bob Dylan va in questa direzione, e l’Accademia di Svezia, che non manca di prendere abbagli, sa anche registrare con lungimiranza tendenze della letteratura contemporanea”. Lombardi, a sua volta poeta e scrittore oltre che attore, regista e sceneggiatore, tiene da decenni laboratori sulla cosiddetta “scrittura creativa”. “Un poeta un po’ beta” è il frutto del lavoro degli incontri con scolaresche di ogni ordine e grado, con insegnanti in corsi di formazione e con aspiranti scrittori in laboratori linguistici. Lombardi aggiunge inoltre che “lo spettacolo prova ad affrontare temi quali forma e contenuto, metafore, definizioni, sinonimi e contrari, retorica e persuasione nel linguaggio, rapporti fra codici linguistici, il tutto visto dalla particolare angolazione della ludolinguistica: giocare con le parole per svelarne i cortocircuiti attraverso repentini capovolgimenti di senso. Un divertissement che non manca di dire la sua sul senso del linguaggio e della parola che da troppo tempo ha smesso di essere Verbo per trasformarsi in inutile blaterizio.” Quindi appuntamento al teatro dei Barbuti martedì per lo spettacolo inserito nella rassegna diretta da Brunella Caputo C&S.

SEGRETI D'AUTORE

Il successo di un piccolo grande Festival. Potrebbe essere questo, in estrema sintesi, il modo più giusto per raccontare l’undicesima edizione di Segreti d’Autore, la rassegna cilentana di Ambiente, Scienze, Arte e Legalità, ideata da Ruggero Cappuccio e affidata alla direzione artistica di Nadia Baldi. Nei 18 giorni di programmazione, sono stati tantissimi gli spettatori che, hanno affollato lo storico e restaurato palazzo Coppola di Valle Cilento/Sessa Cilento per assistere gratuitamente agli eventi. Un consenso che, è testimoniato anche dall’attenzione mediatica riservata al Festival da importanti testate nazionali. “Segreti-come dichiara con orgoglio Nadia Baldi- è sempre più un angolo di libertà creativa e culturale. Il pubblico che partecipa alla rassegna, arrivando per l’occasione da ogni parte d’Italia, sceglie di condividere con noi questo ideale di arte. L’attesa che c’è ogni anno lo testimonia. E questo, è per me un riconoscimento non meno prestigioso di quello che è arrivato poche settimane fa dal Ministero. Un marchio di garanzia, giunto a coronamento di un lavoro serio, che ci consentirà di programmare la prossima edizione con più serenità”.

LA RASSEGNA

Cinque spettacoli all’insegna della comicità allieteranno le serate dei salernitani, nella nuova cornice dell’Arena del Parco Mercatello, scelta per quest’estate dall’amministrazione comunale. La Cooperativa ARS Nova, che gestisce il Teatro Nuovo, ha organizzato cinque appuntamenti da non perdere: mercoledì 18 agosto alle ore 21.15 si inizia con Pierino Tiramisù, cabarettista dai noti trascorsi televisivi (in particolare con il programma “La sai l’ultima”), che si esibirà nel recital intitolato “Si ride. Racconto la vita con gli occhi del comico”. Prevendite sul sito postoriservato.it Nei giorni seguenti, sono in programma gli spettacoli di nomi celebri, beniamini del pubblico italiano: sabato 21 agosto si esibirà la grande Rosalia Porcaro, con il suo spettacolo “Semp’essa”. Sabato 28 agosto appuntamento speciale, con Paolo Caiazzo e Federico Salvatore, con “Azz & Caiazz”. Venerdì 3 settembre salirà sulle tavole dell’Arena Mercatello l’esilarante mattatore Lino D’Angiò. In conclusione, mercoledì 8 settembre Ciro Ceruti, con Enzo Varone e Floriana De Martino porteranno in scena lo spettacolo comico “Vita, ovvero la tempesta perfetta”. Tutti gli spettacoli iniziano alle ore 21.15.

LE SERATE

Da martedì 17 agosto, Flo, Grazia Di Michele e Samuel Pietrasanta sul palco di Piazza Monumento, con le aperture di ChiaraBlue, Ilaria Argiolas e La Mandirola. Tutti gli eventi sono gratuiti Con Ferragosto alle spalle, l’estate a Oliveto Citra entra nel vivo grazie al programma di “Diégema | suoni, immagini, storie”. Aspettando la 37esima edizione del Premio Sele d’Oro Mezzogiorno, a partire dal prossimo 2 settembre, il borgo della Valle del Sele si fa laboratorio culturale a cielo aperto con tre grandi serate musicali che vedranno avvicendarsi, sul palco di Piazza Monumento, Flo, Grazia Di Michele e Samuel Pietrasanta. Dopo il grand opening della maison dell’arte di Casa Coste con la mostra “I’ fui”, lo scorso 1 agosto, e l’incontro letterario al Bibliocafè con lo scrittore Giuseppe Vecchio e il suo ultimo libro “Racconta”, martedì 17 agosto, alle 21.30, sarà FLO, cantautrice, attrice e imprevedibile entertainer, a iniziare questo percorso all’insegna della buona musica d’autore con “Canzoni dopo la tempesta”, con una performance dal ritmo coinvolgente, in equilibrio tra estasi, malinconia e teatralità. L’apertura sarà di ChiaraBlue, fresca del suo album d’esordio “Indifesi”. Mercoledì 18 agosto spazio, invece, a Grazia Di Michele, artista poliedrica, scrittrice, già insegnante di canto nella scuola di “Amici”, fortunato talent nato su Canale 5 con cui ha collaborato per 12 anni. Alle 19.30 sarà protagonista, infatti, di un Bibliocafè, in Piazza Garibaldi, con il romanzo metropolitano “La regola del bucaneve”, dedicato al racconto di chi vive ai margini della società e lotta contro l’indifferenza. Poi, a seguire, la performance musicale “Di isole, di donne, di terra e di altri amori…”, con l’apertura della cantautrice romana Ilaria Argiolas. A concludere il percorso musicale, giovedì 19 agosto, il musicista catanese Samuel Pietrasanta, in tour con “Il viaggio”, che offrirà alla platea anche un personale ricordo di Raffaella Carrà, sua “coach” nel programma The Voice of Italy, andato in onda su Rai 2 nel 2016, e produttrice poi, preceduto dalle canzoni di La Mandirola. Tutti gli eventi del programma di Diègema sono gratuiti e si svolgeranno nel rispetto delle normative anti-covid vigenti. Necessario il green pass e la prenotazione del proprio posto sulla piattaforma https://app.fastevent.it/.

NOTTI AZZURRE

Anche quest’anno l’estate cetarese è stata caratterizzata dalle serate di Notti Azzurre 2021, il cartellone di eventi costruiti interamente sul territorio, con la promozione delle sue eccellenze: in collaborazione con la Pro Loco Cetara-Costa d’Amalfi, un contenitore di idee che, soprattutto durante l’esperienza delle ultime edizioni, vanta di aver raccolto una calorosa partecipazione, attraverso iniziative che valorizzassero i beni, le attività produttive eco-sostenibili e la tradizione eno-gastronomica, nonché l’immenso valore paesaggistico del borgo costiero. Con una proposta di spettacoli per tutti i gusti, insieme ad Ami Cetara e Teatri in Blu, saranno gli appuntamenti di Cetara Incantata a chiudere l’intensa rassegna che inaugura  martedì 17 agosto, in Piazzale Grotta, dalle 20, per la Presentazione del nuovo ricettario sulla colatura di alici di Cetara, a cura di Claudia Bonasi (Puracultura edizioni). All’iniziativa parteciperà anche Rita Lucantoni, moglie di Ezio Falcone, il compianto storico della gastronomia locale, a cui Cetara ha dedicato un premio che si tiene ogni anno, a dicembre, in occasione della festa della colatura nuova. Durante la presentazione del volume di ricette, si terrà la tavola rotonda dal titolo A 50 anni dalla prima sagra delle alici, un momento per ricordare quel particolare evento che fu uno tra i primi mai accaduti in Italia. Ai saluti del sindaco, Fortunato Della Monica, dell’Assessore al Turismo e alla Cultura, Angela Speranza e del Presidente della locale Pro Loco, Antonio De Santis, seguiranno gli interventi di Lucia Di Mauro, Presidente dell’Associazione per la Valorizzazione della Colatura di Alici di Cetara, Secondo Squizzato, Presidente dell’Associazione Amici delle Alici e Costantino Montesanto, storico locale. Modera Claudia Bonasi, giornalista. Al termine della tavola rotonda, si potranno gustare i piatti tipici, a cura dei ristoratori cetaresi coinvolti nella realizzazione del ricettario. Sempre il 17 agosto, dalle 22.00, i vicoli e le case si illumineranno delle luci e dei colori di Cetara Incantata, un appuntamento fisso, ormai, che attira una moltitudine di persone curiose di assistere al momento magico dell’illuminazione artistica del paese. La serata proseguirà in Largo Marina per l’esibizione di Alessandro D’Auria, con la partecipazione del duo Napoli Tascabile teatro comico. Alessandro D’Auria, artista poliedrico che si avvicina al mondo dello spettacolo grazie a Massimo Ranieri, proporrà uno spettacolo che è un viaggio tra musica e teatro, cantando le più belle canzoni italiane, napoletane e anche internazionali. Ad accompagnarlo, un attore, una ballerina e una band di 4 grandi musicisti partenopei, con chitarra elettrica, tastiera, sassofono e batteria. Lo spettacolo classico di teatro di Napoli Tascabile è un’immersione nel mare dell’arte del varietà, da Totò ad Eduardo, da Raffaele Viviani a Nino Taranto, con divertenti sketch e monologhi di cabaret che hanno fatto la storia. Presenta Guido Mastroianni. Ancora musica, mercoledì 18 agosto, ancora in Largo Marina, dalle 22.00, con HALE in concerto, nel suo Un mondo violento tour: Pasquale Battista, in arte HALE, giovane artista cetarese, ispirato portavoce della nuova canzone d’autore, dopo la pubblicazione del suo nuovo progetto discografico Un mondo violento Parte I, lo scorso 23 luglio, si esibisce dal vivo nel suo paese di origine. Si ritorna in Piazzale Grotta, sabato 21 agosto, dalle 21:30, per il live di Gnut & Alessio Sollo che portano in scena la poesia in note de l’orso ‘nnammurato, ovvero l’affascinante progetto che li vede assieme ospiti di Ami Cetara, giunta alla sua terza edizione. Spazio alle emozioni a tutto tondo, domenica 22 agosto, dalle 22, in Largo Marina, dove grandi e piccini incontreranno La Dama Galleggiante, in un favoloso spettacolo che vedrà protagonista una danzatrice volteggiare nell’aria, tra giochi di luce e fuochi pirotecnici, a cura della ditta Senatore. Una serata impreziosita dalla bellezza della cornice naturale della baia di Cetara, il posto ideale per trasmettere le suggestioni e le sensazioni di questo particolare evento. Un’armonia di suoni e canti popolari che meglio rispecchiano la cultura mediterranea, lunedì 23 agosto, ci accompagnerà sempre in Largo Marina, con i Posteggiatori Abusivi, a partire dalle 22. Il finale di stagione, martedì 24 agosto, dalle 21.30, sul palco di Piazzale Grotta, è affidato alla musica live degli Skizzekea, a cura del Forum dei Giovani di Cetara, per lasciare il passo allo spettacolo di magia per bambini Life is magic col mago Pakos, in programma giovedì 26 agosto, stesso posto e stessa ora. Dal 27 agosto al 3 settembre, inoltre, prenderà vita un piccolo festival di cinque appuntamenti imperdibili, sul palcoscenico naturale della piazza sottostante la Torre Vicereale, per la quinta edizione di Teatri in Blu, con la direzione artistica di Vincenzo Albano (info orari e ticket sulla pagina Facebook di Erre Teatro). Ingresso libero. È raccomandata la prenotazione su www.cetara4season.it (sezione Nuovi Eventi). Per accedere agli spettacoli è richiesto il Certificato Verde Covid-19 (Green Pass), che potrà essere esibito sia in formato digitale direttamente dal proprio smartphone – anche già salvato nel proprio rullino foto – che in formato cartaceo, reperibile oltre che dalle app ufficiali governative presso il proprio medico di base o in farmacia. È possibile anche mostrare la certificazione che attesti l’esito negativo di un tampone molecolare o antigenico purché effettuato entro le 48 ore precedenti l’accesso agli eventi. 

IL VESTITO AZZURRO

Nuovo appuntamento con i Salotti letterari in Largo Solaio dei Pastai nell’ambito degli “Appuntamenti d’Estate” 2021 promossi dal Comune di Minori. Mercoledì 18 agosto, ore 21, protagonisti Antonella Napoli con “Il vestito azzurro. Un regime dimenticato e il coraggio di una giornalista” e Nicola Di Filippo con “Uno Chef. Una storia tra i grandi personaggi”. Antonella Napoli, unica giornalista occidentale in Sudan durante le rivolte che hanno portato alla caduta del dittatore Omar Hassan al-Bashir nell’aprile del 2019, viene fermata mentre sta riprendendo alcuni palazzi governativi a Khartoum. Trattenuta per ore dai servizi di sicurezza, subisce un duro interrogatorio. Il peggio viene scongiurato solo grazie all’intervento tempestivo dell’ambasciata italiana e del Ministero degli Esteri. Oggi che l’inchiesta si è chiusa e i responsabili delle ore più buie della sua vita sono stati rimossi dalgli incarichi, la giornalista racconta in “Il vestito azzurro” la propria esperienza per fare luce su un regime da troppi dimenticato e le storie di chi si è battuto per capovolgerlo.

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Scherma, Rossella Gregorio terza nella tappa georgiana della Coppa del Mondo di sciabola

La giornata clou delle gare individuali a Tbilisi, nella tappa georgiana di Coppa del Mondo di sciabola maschile e femminile, porta l'Italia sul podio tra le donne grazie al...

Covid, l'odissea di una giovane madre salernitana non automunita

Un'altra storia dove ai danni creati dal Covid si aggiunge la beffa causata dalla burocrazia. E' quella di una donna, residente a Salerno, madre di due bambini, rispettivamente...

Calcio a 5, l'Alma Salerno bagna la prima del nuovo anno con un preziosissimo successo

L’Alma Salerno torna alla vittoria superando con il punteggio di sei a quattro il Leoni Acerra. Protagonista della sfida l’ex Benevento Cerrone: galvanizzato dalla...

Salernum Baronissi, saluta Calabrese: panchina affidata a Peppe De Palma

L’ASD Salernum Baronissi è felice di annunciare di aver raggiunto un accordo con Giuseppe De Palma, che da oggi ricoprirà il ruolo di allenatore della...

Salernitana, esordio in A per Motoc e Perrone: la soddisfazione di chi li ha visti crescere

Una vittoria al di là della preventivabile sconfitta sul campo. Quella dell'esordio in massima serie per due virgulti del settore giovanile granata dalle storie diverse...

Salernitana-Lazio, Sarri: "Non abbiamo passato una settimana semplice anche noi"

Al termine della sfida vinta senza patemi all' "Arechi", tira un sospiro l'ambiente Lazio (foto Adnkronos). "Non siamo stati superficiali, mi è piaciuta la squadra che ha...

Salernitana, Iervolino perde la prima in casa... contro Lotito. Colantuono: "Lazio comunque superiore ma non comprendo determinate regole"

Dopo il blitz di Verona, arriva la prima sconfitta dell'era Danilo Iervolino per la Salernitana. Le sliding doors dell' "Arechi" vedono, come un beffardo scherzo del destino, la...

San Mango Piemonte, arrestato 26enne già ai domiciliari fermato in strada con stupefacenti

Nel corso della serata di ieri, in San Mango Piemonte, i militari della stazione di San Cipriano Picentino, hanno tratto in arresto per evasione e detenzione ai fini di spaccio...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?