Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

I fatti del giorno | Tutte le principali notizie di cronaca e attualità da Salerno e provincia

20/07/2021

VERSO LE COMUNALI

7 liste civiche più Fratelli d’Italia sostengono la candidatura a sindaco dell’avvocato Michele Sarno. In serata, in città, sono apparsi i primi manifesti che lanciano la corsa alla carica di primo cittadino del presidente emerito della camera penale di Salerno. Oltre alla lista di Sarno, ‘Rinascita’, altre sei liste già pronte: ‘Insieme per Salerno’ che ha già indicato come capolista l’ex direttore di Gesac Giovanni Basso; ‘Assotutela per Sarno Sindaco’ con la guida del presidente di Pmi Impresa Italia Flavio Boccia che ha trovato la sintesi anche con la lista “Partito Liberale Europeo – Salerno con Sarno”; Democrazia Cristiana del segretario Salvatore Memoli che ha fatto un passo indietro in favore del penalista salernitano; il progetto culturale “Io sono Salernitano” rappresentato dai fondatori Mimmo Fortunato e Giulio Cirillo; “Diversi ma Uguali” che fa capo a Matteo Picardi. Fratelli d’Italia punta a costruire una lista forte con il già confermato Pietro Stasi, consigliere comunale uscente, in attesa dell’adesione degli altri partiti di centrodestra Lega, Forza Italia e Udc. L’unità potrebbe arrivare già nelle prossime ore, c’è da risolvere la partita legata ai comuni di Battipaglia ed Eboli dove si punta alla compattezza della coalizione (il candidato sindaco di FdI a Battipaglia Ugo Tozzi dovrebbe fare un passo indietro), in vista delle comunali in autunno. Michele Sarno dunque scalda i motori, mentre da Napoli la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, durante la presentazione del suo libro, (presenti i parlamentari Edmondo Cirielli e Antonio Iannone oltre al consigliere regionale Nunzio Carpentieri) ha detto dal palco: “Nel centrodestra ci sono delle cose da chiarire, nessuno ha lavorato come Fratelli d’Italia per la coalizione, però serve rispetto reciproco. Vorrei capire se da parte degli alleati si prendono in considerazione scenari diversi”. (Ora Notizie)

Il Movimento Cinque Stelle tratta con Elisabetta Barone, la dirigente scolastica del liceo Alfano I che ha incassato, l’altro giorno, il sostegno di “Salerno in Comune” con il candidato sindaco Gianluca De Martino che ha comunicato il suo passo indietro per la corsa alla carica di primo cittadino di Salerno dopo l’incontro all’Oratorio ‘San Paolo’. Ragionamenti in corso con i parlamentari salernitani che puntano a presentare il nuovo simbolo dei cinque stelle ed allestire una lista di riferimento del neo corso targato Giuseppe Conte. Il deputato Angelo Tofalo segue le vicende in prima linea. La Barone, che ha già l’appoggio della sinistra e di Leu, e di altre liste civiche di riferimento dell’area di centrosinistra, si candida al ruolo di sfidante dell’uscente Enzo Napoli. (Ora Notizie)

IL CHIARIMENTO

“Evitiamo strumentalizzazioni assolutamente fuori luogo. Dalle pizzerie ai ristoranti, a Salerno è possibile tranquillamente mangiare piatti eccellenti, ovunque, dal centro storico al lungomare all’intera città. Il senso della mia osservazione era quello di portare a Salerno anche chef stellati e di lavorare perché l’offerta sia sempre più di qualità, e in particolare in relazione all’apertura di ristoranti di livello internazionale con vista sul Golfo nei locali che saranno disponibili nel nuovo PalaSalerno che abbiamo presentato, così come lungo la nuova “passeggiata” di piazza della Libertà”. Così il governatore Vincenzo De Luca che chiarisce le sue parole sulla ristorazione salernitana. “Quindi il mio invito al mondo della ristorazione è di proporsi e utilizzare al meglio questi spazi aumentando la capacità di attrazione dei flussi turistici. Del resto, la città che abbiamo contribuito a costruire e gli interventi di trasformazione urbana, hanno fatto registrare un boom di iniziative proprio nella ristorazione. Dobbiamo crescere ancora di più” conclude De Luca. (Ora Notizie)

LEGGI ANCHE Pignataro a De Luca: “A Salerno ci sono eccellenze gastronomiche”

CRESCENT

Penultima udienza del processo d’Appello Crescent. Venerdì la sentenza. Questa mattina è toccato alle ultime difese, ai pm e alle parti civili, quindi ad Italia Nostra e No Crescent. Tra gli interventi quelli dell’avvocato Michele Sarno, tra l’altro candidato sindaco che difende l’ex assessore Conforti, la cui posizione è comunque prescritta. «Se dovessi essere eletto sindaco mi troverei un comune in dissesto con la confisca», ha arringato Sarno che chiarisce: «Difendo un’amministrazione contro cui mi sono scontrato ma non si possono mettere in dubbio le relazioni dei tecnici a conforto della scelta politica. Per condannare – ha proseguito – bisogna avere prove certe».

PARLA CONTE

“Il destino economico e la vocazione territoriale della Piana del Sele si decidono tra i cittadini, con le comunità. Non si possono calare dall’alto scelte che mutano l’identità dei luoghi e ne trasformano le prospettive di sviluppo”. Lo afferma in una nota il deputato salernitano di Leu, Federico Conte, in relazione alle due centrali Terna che dovrebbero venire collocate nella provincia di SALERNO, su cui il parlamentare ha presentato un’interrogazione al ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani. “Collocare questi due impianti al centro della Valle del Sele – ha affermato il deputato – infliggerebbe una ferita insanabile al territorio, colpito in una vocazione agrituristica che meriterebbe maggiore considerazione rispetto anche alle missioni 1 e 2 del Pnrr, che parlano di riconversione ecologica e di digitalizzazione della filiera agroalimentare. Di qui, l’importanza che in quell’area si realizzi, in luogo di impianti invasivi, quel polo agroalimentare programmato e finanziato dalla giunta regionale Bassolino, qualche anno fa; un’area peraltro prossima a quella dove dovrebbe essere realizzata la stazione della linea Napoli-Reggio Calabria dell’alta velocità e capacità ferroviaria, realizzando uno snodo strategico di sviluppo, e omogenea a quella dove insistono aree archeologiche, parchi nazionali, centri storici che possono disegnare un perimetro di opportunità territoriali in una nuova idea di turismo lento”, ha spiegato Conte. “In ballo c’è anche una grande questione ambientale. Le associazioni hanno sollevato preoccupazione per l’inquinamento elettromagnetico mentre tutta la zona risente ancora delle ferite inferte da una scellerata gestione del Piano integrato di gestione dei rifiuti solidi urbani”, ha proseguito il deputato di Leu. “La nostra opposizione è totale, non strumentale, sostenuta da un disegno alternativo di sviluppo e futuro, per la difesa non solo di una terra, ma della sua vocazione e della sua identità”, ha concluso Conte.

PARLA IOVINO

“Giorgia Meloni ha definito il reddito di cittadinanza come metadone per i tossicodipendenti. Stiamo parlando di una misura grazie alla quale ogni giorno in Italia riescono a mettere un piatto a tavola 3,7 milioni di cittadini, di cui 1 milione e 350mila tra bambini e ragazzi e ben 450mila persone con disabilità. Nella mia regione, la Campania, grazie al reddito sopravvivono 668mila cittadini. Ebbene, chiediamo alla Meloni, sono tutti tossicodipendenti che hanno bisogno di metadone? O si tratta di semplici cittadini che, soprattutto in pieno lockdown, quando neppure lavoretti saltuari erano possibili, non avrebbero avuto di che sfamare i propri figli?”. Così il deputato del Movimento 5 Stelle Luigi Iovino. “Come si fa a definire in questa terribile maniera uno strumento che ha permesso a milioni di italiani di avere un pasto caldo unicamente per raccattare due voti in più? La dignità delle persone non si calpesta per la propaganda”.

CONSIGLIO DI STATO

Il Consiglio di Stato hanno accolto il ricorso presentato dal candidato di Forza Italia al consiglio regionale Lello Ciccone che aveva fatto appello ai giudici per delle anomalie nei voti conteggiati in alcune sezioni e quelli registrati dall’ufficio competente per l’assegnazione dei seggi in provincia di Salerno alle ultime elezioni regionali. I giudici, infatti, hanno richiesto una verifica dei voti attribuiti dall’ufficio elettorale alla lista dei berlusconiani e a “Fare Democratico Popolare”. Si dovranno riesaminare i verbali, Ciccone aveva fatto già ricorso al Tar che aveva, però, respinto la richiesta. In attesa degli accertamenti, in ballo c’è il seggio nella circoscrizione di Salerno dove Forza Italia non ha eletto nessun rappresentante e che sono stati assegnati ai consiglieri Corrado Matera di “Fare Democratico” e Tommaso Pellegrino di “Italia Viva”. Lo stesso Matera ha presentato un ricorso incidentale per chiedere la verifica dei voti su alcune sezioni che avrebbero tolto al consigliere di Teggiano circa 300 preferenze ma che non riguarda, in ogni caso, il conteggio dei resti derivanti dalle circoscrizioni elettorali di Napoli e Caserta, poiché ci sarebbe una sostanziale differenza di voti tra i due candidati. (Ora Notizie)

DDL ZAN

“Due episodi di violenza, entrambi in provincia di Napoli, ai danni di altrettante coppie di ragazze omosessuali, sono la dimostrazione che c’è ancora molto da lavorare sul piano della cultura ma anche e soprattutto delle norme a tutela di chi vorrebbe soltanto vivere liberamente il proprio amore. A Bacoli e ad Arzano siamo stati costretti a registrare episodi di discriminazioni e aggressioni verbali e fisiche che non possiamo assolutamente più consentire. Chiedere a due persone, la cui unica colpa è di amarsi l’un l’altra, di allontanarsi perché la sola presenza susciterebbe indignazione, è assolutamente intollerabile. Di fronte a fenomeni come questi, suona come uno schiaffo al buonsenso e alla civiltà la notizia di 600 emendamenti presentati dalla Lega in Senato al ddl Zan, un provvedimento oggi fondamentale rispetto al quale dobbiamo far presto, se vogliamo tutelare in modo chiaro la comunità LGBTQ dall’odio, la violenza e dalle discriminazioni”. Lo dichiara il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Luigi Cirillo. “Da anni in Consiglio regionale – ricorda Cirillo – mi batto contro ogni forma di discriminazione e di violenza fisica, verbale e psicologica, facendo rete con le associazioni e i responsabili dei centri antiviolenza e resto convinto che, nonostante gli sforzi messi in campo fino ad oggi, non dobbiamo mai abbassare la guardia. Come ha ricordato Papa Francesco, le persone omosessuali sono figli di Dio e hanno diritto a una famiglia. Nessuno dovrebbe essere estromesso o reso infelice per questo”.

IL PREMIO

Premio a Botti e Ascierto nel ricordo del professore Antonello Crisci. L’iniziativa si terrà venerdì pomeriggio, alle ore 17,00, nel Salone dei Marmi di Palazzo di Città. A promuoverla è l’associazione “Prima Luce”, fondata dal consigliere comunale e provinciale Paky Memoli che modererà l’evento. Tra gli interventi quello del sindaco Enzo Napoli, del presidente della provincia Michele Strianese, del Rettore Vincenzo Loia, del presidente dell’associazione Gaetano Memoli. Tra i presenti anche il professore Luigi Kalb e il magistrato Antonio Valitutti. Momenti musicali con il violino di Francesca Landi mentre sarà dedicata una poesia a Crisci scritta dalla professoressa Anna De Rosa. I riconoscimenti a Paolo Ascierto (direttore dell’unità di melanoma ed immunoterapia oncologica del Pascale di Napoli) e Gerardo Botti (direttore scientifico della Fondazione Pascale) saranno consegnati per il valore medico – scientifico in memoria del professore Crisci. 

MIGRANTI

“Idealmente parte da Salerno il tour di presentazione della nave ResQ People per il salvataggio dei migranti nel Mediterraneo. Grazie al Villaggio di Esteban e all’associazione ResQ è stato possibile tutto ciò. La nostra è una città accogliente che non lascia solo nessuno”. Così stamattina il sindaco di Salerno Enzo Napoli, alla presenza dell’Assessore alle politiche sociali Nino Savastano, a Palazzo di Città. Presenti alla conferenza anche S.E. Monsignor Andrea Bellandi, Arcivescovo di Salerno, il presidente del Villaggio di Esteban Carlo Noviello e Luciano Scalettari, presidente di ResQ. La ResQ People è un’imbarcazione di 39 metri che ha già solcato il Mediterraneo centrale, con l’organizzazione tedesca Sea-Eye e il nome di Alan Kurdi, salvando 900 persone. A un anno dalla nascita della Onlus ResQ-People Saving People, il primo obiettivo è raggiunto e la nave dell’accoglienza è pronta ad aggiungersi alla flotta civile per salvare vite umane. “L’assessorato alle Politiche Sociali testimonia il lavoro e lo sforzo fatto in questi anni dalla nostra Amministrazione. Ricordo le 26 giovani donne arrivate senza vita e sepolte nel nostro cimitero e in quelli delle città limitrofe. Nessuno dovrebbe subire una sorte così atroce. Questa nave scongiurerà tragedie del genere, soccorrendo chi sfida ogni avversità sperando in un futuro migliore” ha concluso il sindaco Napoli.

PASTIFICIO

Il progetto di riqualificazione dell’ex pastificio Antonio Amato potrebbe subire delle modifiche. I lavori di demolizione dell’ormai struttura abbandonata saranno concordati in una riunione in prefettura a Salerno dove verranno decise modalità e tempi di intervento. Il tavolo sarà convocato nei prossimi giorni, l’abbattimento dell’ex pastificio va concordato con Rete Ferroviaria Italiana poiché vi è la stretta vicinanza dei binari ferroviari e la necessità di capire come procedere per non causare disagi alla circolazione su ferro. La riunione in prefettura servirà dunque a definire tempi modalità costi e anche chi dovrà sostenere gli oneri necessari per l’intervento. La demolizione dell’ex pastificio Antonio Amato rientra nell’ambito del programma di riqualificazione della zona (progettato dall’archistar Jean Nouvel) dove dovrà nascere un nuovo complesso residenziale al posto di quella che fu probabilmente l’azienda più importante di Salerno, prima del fallimento. L’area, più volte vandalizzata e diventata riparo per senzatetto, andrà giù grazie alle ruspe dell’impresa che si è aggiudicata all’asta fallimentare il terreno dove sorgeranno i nuovi edifici abitativi. (Ora Notizie)

LA VISITA

Visita presso il carcere di Salerno-Fuorni da parte della deputata pentastellata Anna Bilotti, per un confronto con la direttrice Rita Romano e la dottoressa Livia Bonfrisco, responsabile degli educatori della struttura, che affrontano quotidianamente le problematiche inerenti la casa circondariale salernitana. “Diverse le criticità che mi sono state sollevate tra cui quelle legate al delicato settore dell’assistenza sanitaria ai detenuti, soprattutto alla luce delle criticità emerse dopo la riforma e la chiusura degli Ospedali psichiatrici giudiziari” ha sottolineato l’avvocato salernitano. “Un tema non nuovo ma che va affrontato con decisione e determinazione. Ma il confronto mi ha dato modo anche di apprezzare, una volta di più, quanto fatto in termini progettuali e di investimento a Salerno. A partire dalla realizzazione, lo scorso anno, della fabbrica-laboratorio per la produzione delle mascherine anti-Covid, divenuta un fiore all’occhiello della struttura e un vero e proprio modello a livello nazionale. Unico esperimento di questo tipo al Sud, sui tre complessivi avviati in Italia, ha prodotto risultati importanti e invidiabili”. “Un esperimento – conclude la Bilotti – che rischia, però, di essere bloccato al termine dell’emergenza pandemica in assenza di interventi che consentano di rilanciarlo. Un pericolo, questo, che va assolutamente scongiurato, sia per i risultati ottenuti che per gli investimenti economici fatti”.

LA VISITA/2

L’ex granata Ighli Vannucchi torna a Salerno per le vacanze estive e subito si riaccende l’entusiasmo dei tifosi della provincia. L’autore dello storico gol del 2-1, allo stadio “Arechi”, nella gara contro il Vicenza, che portò la speranza salvezza all’ultima giornata, nell’ultimo campionato dei granata in Serie A, si è intrattenuto in un noto bar di Pontecagnano con il ‘capitano’ salernitano Luca Fusco e successivamente ha fatto visita al club dei tifosi granata “Rione Podestà” accolto dal presidente Antonio Anastasio. Foto e abbracci per l’ex trequartista granata che a Salerno ha lasciato un ricordo indelebile, pronto a sostenere la Salernitana nel prossimo campionato in massima serie dopo 23 anni. (Ora Notizie)

LA LETTERA

La situazione Salernitana non sembra decollare e ciò sta comportando preoccupazione tra la tifoseria granata. La lega calcio ritarda nella perizia, il mercato calciatori è in fase di stallo, le offerte di acquisto sembrano esserci ma sono fattive? Intanto i giorni passano, l’inizio del nuovo campionato e della Coppa Italia sono alle porte; a dare voce a tali preoccupazioni è l’Associazione “Generazione Donato Vestuti” con una lettera aperta dove si chiede chiarezza in tempi brevi e l’azione anche della politica locale in modo che si possa avviare questa barca che sembra non muoversi dalla fase di stallo. Di seguito le parole della GDV: “Ad oramai oltre due mesi dalla promozione in Serie A della Salernitana è il momento di chiudere il capitolo delle incertezze in favore di quello della reale trasparenza. In qualità di tifosi abbiamo pieno diritto di manifestare tutto il nostro disappunto per la situazione che stiamo vivendo. Dopo il via libera alla costituzione ed alla piena operatività del trust da parte della FIGC nulla più si è mosso; si va avanti in uno stato di totale incertezza e di certo non aiuta la mancanza di qualsivoglia forma di comunicazione su tutti i fronti. La prima richiesta che avanziamo ai gestori del trust, ove non già disposto, è il commissionare, la perizia indipendente per la valutazione del club, affinché possa essere eseguita in tempi certi e soprattutto brevi. Un atto imprescindibile sia per stimare il reale valore della U.S. Salernitana 1919 che per dare certezze, in ordine all’effettivo investimento a sostenersi da parte di chi voglia formalizzare la manifestazione di interesse all’acquisto. Un punto di partenza necessario a garantire che la squadra della nostra Città abbia un futuro, che si possa procedere all’allestimento di una rosa di calciatori adeguata al massimo campionato di calcio italiano e, perché no, un modo per evitare che si vada incontro ad un torneo falsato in partenza con una società (che già ha dovuto pagare un tributo in termini di ritardo e logistici a causa del “nodo da sciogliere”), che non abbia la possibilità di competere alla pari con le altre. Noi tifosi non possiamo accettare questo immobilismo ed invitiamo gli organi competenti, oltre che a vigilare, a sollecitare i gestori del trust Salernitana 2021 affinché forniscano agli eventuali acquirenti tutti i documenti necessari alla valutazione dell’investimento, pur nell’imprescindibile rispetto della riservatezza e segretezza che contraddistingue ogni seria trattativa. Non c’è più tempo per utopie, illazioni, discussioni, bisogna agire. All’Amministrazione Comunale, che, stando alla manifestazione di interesse dell’epoca, preliminare all’atto dell’assegnazione del titolo di serie D, attraverso il c.d. Lodo Petrucci, pur sarebbe beneficiaria e titolare in ultima istanza dei segni distintivi, alla politica e alle Istituzioni del territorio chiediamo un intervento deciso sia presso la società uscente che presso i gestori del trust e la FIGC. Ricordiamo a noi stessi e a tutti il chiaro e pubblico impegno a che i c.d. beni immateriali sarebbero rimasti nella disponibilità della Città. Per questo chiediamo all’amministrazione comunale di far valere i suddetti impegni, o comunque di rendere pubblici i termini dell’assegnazione all’epoca disposta. Non ultimo l’appello agli organi federali, al presidente Gabriele Gravina, affinché lo stesso faccia valere i saldi principi regolatori caratterizzanti qualsiasi federazione sportiva, sollecitando i trustee a rispettare i tempi per la definizione di tutte le azioni propedeutiche alla vendita e ad agire con la massima trasparenza. Sono in gioco, in queste settimane, non solo il futuro della nostra amata Salernitana, ma soprattutto la credibilità del calcio italiano”.

SOSTA SELVAGGIA

“Benvenuti a Largo Plebiscito, dove la sosta selvaggia è di casa”. Potrebbe sembrare una battuta, una barzelletta, ma in realtà non è così, è la realtà dei fatti. La realtà di una zona nel pieno centro città dove da anni, forse decenni, il parcheggio selvaggio, soprattutto nei fine settimana è davvero di casa. Una storia questa che abbiamo raccontato più e più volte e che non ha mai trovato una vera soluzione. Dalle 21 in poi, ogni venerdì, sabato e domenica la scena è sempre la stessa, macchine parcheggiate ovunque e residenti costretti bloccati perchè non riescono con le loro autovetture ad accedere alle traverse limitrofe e quindi a far ritorno a casa. Come detto le segnalazioni sono state tante, ogni fine settimana. (Cronache)

QUI BATTIPAGLIA

Nulla di fatto al momento nel centrodestra salernitano in vista delle prossime amministrative. A bloccare l’intesa su Salerno è il caso Battipaglia dove sono in due i pretendenti che non mollano la presa. Con un terzo incomodo che bloccherebbe ulteriormente le trattative. Tradotto in nomi, Ugo Tozzi dei Fratelli d’Italia, Fernando Zara sostenuto da Forza Italia e Renato Santese della Lega. Per il primo si starebbe attendendo un passo indietro a favore dell’ex sindaco che non raccoglie però l’unanimità e con Santese che attende un posto di privilegio. Insomma uno stallo che da settimane tiene in sospeso il centrodestra salernitano che attende ancora nuove decisioni dall’alto. Ambasciatori sono al lavoro per tentare di sbloccare, entro questa settimana, la situazione. In particolare a Battipaglia si starebbe trattando con Cecilia Francese, l’attuale sindaco che tenta il bis. Proprio lei potrebbe essere la ‘sintesi’ tra i due litiganti battipagliesi. Un percorso naturalmente in salita ma che vale la pena tentare prima di far saltare il banco a Salerno città. (Ora Notizie)

LA MULTA

I militari della Compagnia Carabinieri di Battipaglia, grazie all’attenta visione dei filmati postati sui Social Network, dopo aver concluso tutti i necessari accertamenti, hanno elevato nei confronti del proprietario di una discoteca del litorale salernitano, una contravvenzione per inosservanza della normativa anti Covid-19. Lo scorso fine settimana è stata organizzata, infatti, una serata con un noto rapper, con la possibilità di servire bevande ai tavoli con accesso su prenotazione obbligatoria, con l’obbligo di usare i dpi e garantendo il distanziamento sociale, che di fatti si è trasformata in una serata danzante, come dimostrato proprio dalle immagini che hanno fatto il giro del web. Dell’attività di polizia giudiziaria condotta dai Carabinieri è stata informata la Prefettura di Salerno per le valutazioni del caso.

LA TRAGEDIA

Incidente mortale sulla SS598 Fondo Valle d’Agri nel comune di Atena Lucana. Una donna di 80 anni, lucana, ha perso la vita mentre era in auto insieme ad un uomo anche lui 80enne. Lo riporta italia2tv. La vettura, per cause in corso di accertamento, ha impattato violentemente contro un camion. Impatto fatale per la donna che ha perso la vita. L’uomo alla guida dell’auto versa in gravi condizioni. Ferito anche il camionista. Sul posto i Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina ed i sanitari del 118 che hanno provveduto a trasportare i feriti in ospedale. Il traffico veicolare ha subito notevoli rallentamenti. (Ora Notizie)

LA RAPINA

Lo ha minacciato con un cacciavite alla gola, facendosi consegnare il cellulare personale, poi è scappato via facendo perdere le sue tracce. E’ successo sulla litoranea di Eboli: vittima del furto un 30enne del posto che, visibilmente agitato, è stato accostato da una pattuglia della polizia locale presente in zona. L’uomo ha raccontato l’accaduto agli agenti che hanno subito attivato le ricerche del rapinatore per risalire alle sue generalità. Negli ultimi giorni, sul litorale ebolitano, si sono verificati analoghi episodi di furti ai danni di autovetture in sosta. (Ora Notizie)

L'OMAGGIO

‘Vietri in Scena’ rende omaggio a Lucio Battisti con “6 in jazz” in programma il 22 luglio, alle ore 21,00, in Villa Comunale a Vietri sul Mare. La musica sarà di Sandro Deidda, Alessandro Castiglioni, Pierpaolo Bisogno, Guglielmo Guglielmi, Aldo Vigorito e Giuseppe La Pusata. Ai “6 in Jazz” il compito di trasmettere le emozioni che si muovono nel mondo della canzone in quel solco tracciato da Battisti capace di coniugare spessore artistico e impatto popolare. Battisti, infatti, che ha messo d’accordo generazioni, incarna la tradizione musicale italiana ed e’ l’artista più amato dal grande pubblico. Un concerto dedicato alla canzone d’autore con un lungo viaggio nel repertorio battistiano all’insegna dell’improvvisazione. Emozioni, Perché No, I Giardini di Marzo, Prendila Così, Con il Nastro Rosa, Sì Viaggiare, Aver Paura di Innamorarsi Troppo, sono alcuni dei suoi tanti successi, rivisitati in chiave jazz dalla band. “6 in Jazz omaggio a Lucio Battisti” è anche un cd distribuito dalla “Egea Record” per l’etichetta “Itinera”.

ESTATE CULTURALE A VIETRI

Venerdì 23 luglio, presso la storica sede affrescata dell’oratorio dell’Arciconfraternita in via S. Giovanni 13, l’associazione culturale La Congrega Letteraria di Vietri sul Mare proietterà una film-lecture a cura dei proff. Mariangela Palmieri e Hernan R. Vargas (Università degli Studi di Salerno), dal titolo: “PROFONDO SUD. Storia, documentario e Mezzogiorno”. Alle proiezioni seguirà un dialogo tra i professori, moderato dal giornalista Aniello Palumbo. Attraverso l’analisi di un ampio corpus di documentari sarà proposto un viaggio alla scoperta del Mezzogiorno tra secondo dopoguerra e miracolo economico. Un percorso che, sulla base di un patrimonio di filmati in buona parte sconosciuto, consente di esplorare un’area del Paese divisa tra resistenze culturali e importanti trasformazioni e, al contempo, di cogliere la rappresentazione del Mezzogiorno stratificata nell’immaginario collettivo. Il cinema documentario, infatti, partecipa alla definizione dell’immagine del Mezzogiorno come periferia dello spazio e della storia d’Italia. Un’immagine oggi ancora viva, che incide nel nostro modo di pensare e guardare al Sud.  Venerdì 23 luglio, ore 19:30 presso l’oratorio dell’Arciconfraternita, in via S. Giovanni 13 a Vietri sul Mare (SA); ingresso libero e gratuito fino ad esaurimento posti, con obbligo di mascherina. Gli eventi della Congrega Letteraria sono organizzati in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Vietri sul Mare e la Pro Loco di Vietri sul Mare. L’evento è inserito nella programmazione estiva degli Incontri di Cultura della Congrega Letteraria (ottava edizione). L’oratorio dell’Arciconfraternita SS. Annunziata – SS. Rosario in Vietri sul Mare (adiacente chiesa di S. Giovanni) è da diversi anni centro co-nevralgico della cultura vietrese, grazie alle numerose manifestazioni là tenute dall’associazione musicale “Estate Classica”, in anni scorsi dallo statunitense Amalfi Music & Arts Festival, dagli assessorati avvicendatisi durante le ultime consiliature, dalla Pro Loco, e dalla Congrega Letteraria, la quale vi ha sede ideale; gli affreschi settecenteschi, le cantorie lignee ottocentesche e i pavimenti in ceramica vietrese del 1864 offrono una rimarchevole cornice artistica a tanta iniziativa culturale vietrese.

IL TRIBUTO

Presso la cornice naturale dell’azienda vitivinicola Le Vigne di Raito di Vietri sul Mare, e frutto della collaborazione con e tra il Piccolo Teatro del Giullare di Salerno e l’associazione culturale La Congrega Letteraria, giovedì 22 luglio è previsto un tributo eno-teatrale al Poeta: “VOCI DALL’INFERNO”, concerto dantesco per voci narranti e musica dal vivo. Siamo al terzo appuntamento della serie di incontri estivi per celebrare lo storico connubio tra l’Arte drammatica e il Frutto della vite. Lo spettacolo, preceduto da una visita guidata attraverso i filari di viti di Aglianico e Piedirosso e succeduto da una degustazione guidata di vini DOC Costa d’Amalfi prodotti dall’azienda, darà voce alla “perduta gente” del “sacrato poema” ripercorrendone alcuni celeberrimi momenti. Voci narranti: Davide Curzio, Brunella Caputo, Caterina Micoloni; musiche dal vivo: Max Maffia; coreografie: Virna Prescenzo; immagini fotografiche: Cristina Santonicola. Un percorso con voci narranti, come se fosse un coro, nella cantica più nota e più teatrale della Divina Commedia. Un viaggio di voce tra le voci, che a volte è una lenta passeggiata altre una corsa a perfidiato. Una strana e insolita corsa nel cuore dell’Inferno a cercare per poi salvare “diverse lingue, orribili favelle, parole di dolore, accenti d’ira, voci alte e fioche”. Uno sfondo di originali immagini infernali sosterrà il racconto nel suo incedere pericoloso e affascinante verso la scoperta e la conoscenza de “lo ‘mperador del doloroso regno”. Un vento di salvezza finale trasformerà il buio in luce per sottolineare il fatto che c’è sempre un “pertugiò” da cui uscire a riveder le stelle. L’azienda è sita in via S. Vito 9, Raito di Vietri sul Mare (SA), e, nel rispetto della normativa vigente, la partecipazione agli eventi è esclusivamente su prenotazione e a numero limitato. L’inizio della visita è alle ore 18:30; lo spettacolo è alle 19:30 circa; a seguire, degustazione vino biologico dell’azienda. Per info, prenotazioni e prevendita, sono attivi i numeri: Salerno: 334 768 6331, Vietri sul Mare (solo WhatsApp): 347 907 4117. Ideazione e realizzazione a cura di Virna Prescenzo, direttore artistico del Piccolo Teatro del Giullare; Brunella Caputo, regista, attrice e scrittrice; Patrizia Malanga e Alessia Oricchio, titolari de Le Vigne di Raito; Alfonso Vincenzo Mauro, interprete e traduttore, co-direttore de La Congrega Letteraria di Vietri sul Mare, media partner della rassegna.

IL CONCORSO 

Si chiama Chiara D’Aquino, il prossimo 23 agosto festeggerà il suo 16esimo compleanno. Dovrà frequentare, da settembre, il 3 anno al Liceo Classico Torquato Tasso di Salerno, sezione E dell’indirizzo Calliope e nel frattempo, però, si sta godendo la meritata vittoria del concorso fotografico dell’Università di Salerno, dipartimento di ingegneria civile, per la sezione “Da Ricordare”. Chiara, si è dunque classificata al primo posto, la sua fotografia, un bellissimo scatto della scalinata dei Giardini della Minerva, è stata scelta tra decine di fotografie giunte alla giuria del concorso. Per lei un bel premio di 500 euro… “Sto pensando cosa fare con questi soldi, forse mi farò un regalo, non lo so ancora” racconta timidamente Chiara, pochi giorni dopo aver ricevuto la notizia che la sua foto si è meritata il primo posto… “Ho scelto di partecipare al concorso perchè sono sempre stata affascinata dalla fotografia. Una passione che forse è nata con me, sin da piccola, amavo scattare foto e anche essere fotografata. La mia prima macchina fotografica mi è stata regalata quando frequentavo le elementari”. Chiara come la maggior parte delle 16enni è una ragazza solare, piena di vita e di voglia di scoprire il mondo, ma soprattutto di realizzare i suoi sogni… “Ho sempre avuto una vena artistica, anche se però ho scelto di coltivarla più come hobby. Ecco perchè ad un indirizzo di studio artistico ho preferito quello classico. Ho scelto però al Tasso l’indirizzo Calliope perchè sono sempre stata affascinata dalla scrittura, dalla comunicazione e dal giornalismo, oltre che dal cinema e dalla recitazione”. Il cinema, appunto, altra grande passione di Chiara. Passione nata frequentando il Giffoni Film Festival… “Ho fatto parte della giuria del festival per quasi 10 anni, un’esperienza bellissima. Poi per diversi anni ho frequentato dei corsi di cinematografia ed anche la scuola di cinema a Napoli. Ecco mi piacerebbe continuare a studiare cinema e recitazione”. Ma non solo, le passioni di Chiara sono anche altre… “Mi piace lo sport, per otto anni ho giocato a pallavolo nell’Indomita Salerno, poi ho smesso, ora mi dedico molto di più allo studio”. E alla fotografia, è il caso di dire, passione questa che sta trasmettendo anche a Martina… “La mia sorellina di 10 anni, che spesso mi fa da modella”. Tornando al concorso fotografico dell’Università di Salerno, dipartimento di ingegneria civile Chiara ha partecipato presentando ben tre fotografie… “Il concorso era diviso in tre sezioni. La prima “Da ricordare” dove si doveva presentare una foto di un qualcosa di architettura da ricordare per il valore storico, e per questa sezione, come detto ho presentato la foto della scalinata del Giardino della Minerva che è uno dei luoghi di Salerno che preferisco. Per la seconda sezione chiamata “Da dimenticare” bisognava presentare una fotografia riguardante gli errori edilizi, gli sbagli fatti da non ripetere mai più, ed in questo caso la mia fotografia rappresentava l’Ufo Bar che si trova nei pressi della zona industriale e che oramai è una struttura in completo stato di abbandono”. L’ultima sezione era “Per il futuro” e in questo caso ho scelto di fotografare un’opera di architettura che si trova nella salita di Montevergine sempre nel centro storico della città. E’ un bel punto di ritrovo anche per i giovani adesso curato dall’Associazione Blam”. (Cronache)

IL FESTIVAL

Nella splendida Minori il 21 luglio avrà inizio la quinta edizione del Simposio Masterclass “Mediterraneo Horn Meeting” e si concluderà la sera del 25 luglio. Evento artistico culturale organizzato dall’Associazione Musikanten in collaborazione con l’Accademia Mediterranea del Corno che richiama i più importanti cornisti provenienti dai principali teatri nazionali ed internazionali. Tale incontro è ormai considerato, dal mondo artistico e dalle testate giornalistiche, uno degli eventi più importanti del sud. Anche quest’anno sarà presente, come ospite d’onore, l’illustre Maestro Guido Corti che insieme ai colleghi M° Katia Foschi, M° Carmine Pinto, M° Loris Antiga, M° Giovanni Hoffer, M° Roberto Miele e con la direzione artistica del M° Antonio Proto, ideatore dell’evento, svolgeranno lezioni individuali, collettive e prove di concerti ai giovani artisti promettenti nel mondo della musica provenienti da tutta Europa. Saranno 5 giorni di musica e di arte. La sera del 24 luglio ci sarà la finale del Concorso a premi divisa in tre categorie in base all’età. I ragazzi saranno accompagnati dal trio Musikanten nella splendida e suggestiva Piazzetta Largo Solaio dei Pastai. Maestri ed allievi si esibiranno il giorno 25 luglio in “Navigando tra i suoni del mare”: un concerto sul traghetto che partirà dal molo di Maiori e arriverà al molo di Minori: evento è reso possibile grazie alla Società Travelmar che ha messo a disposizione il traghetto e l’equipaggio. Sempre il giorno 25 luglio il Maestro Giovanni Hoffer si esibirà in un concerto jazz con il Maestri Gaspare Di Lieto, Marco Apicella e Carlo Ferrigno. “Ringraziamenti speciali vanno al sindaco Andrea Reale e all’intera Amministrazione Comunale che da sempre è presente in queste iniziative artistico-culturali, ai nostri sponsor che per il quinto anno ci sostengono e ci supportano in questo progetto”, dicono dall’organizzazione.

TEATRO

Il Positano Teatro Festival Premio Annibale Ruccello, la rassegna ideata e diretta da Gerardo D’Andrea, che “offre uno sguardo sulla drammaturgia contemporanea, italiana e straniera”, quest’anno celebra la sua diciottesima Edizione ma sono ventuno gli anni della sua storia. Nel corso della conferenza che si terrà venerdì 30 luglio 2021, ore 11,30 presso il Nuovo Teatro Sancarluccio di Napoli Via San Pasquale, 49, sarà annunciato l’assegnazione del Premio Annibale Ruccello 2021 e il Premio Pistrice – Città di Positano. Quest’anno l’autore dell’opera Premio Annibale Ruccello è l’artista Gaetano Di Riso. Saranno presenti alla Conferenza Stampa: la presidente dell’Associazione Positano per il Teatro Bianca de Tommasis e il sindaco Guida. (Cronache)

L'APP

Si terrà venerdì 23 luglio alle ore 18:30, presso il Palazzo Forcella a Buccino, la presentazione dell’APP CHORA. L’evento è organizzato dalla Fondazione Luigi Gaeta – Centro Studi Carlo Levi nell’ambito del progetto: “Mezzogiorno: strategie e azioni per un cambiamento eco-sostenibile”. Interverranno: Rosaria Gaeta, Presidente Fondazione Luigi Gaeta – Centro Studi Carlo Levi; Nicola Parisi, Sindaco di Buccino; Erasmo Venosi, Fisico e Direttore Comitato Scientifico Fondazione Luigi Gaeta – Centro Studi Carlo Levi; Giuseppe Fresolone, Ricercatore storia dell’industria e visiting – Professore Università di Madrid; Carlo Cuomo, docente ed esperto di edutainment e di nuove tecnologie applicate a contesti culturali ed aziendali. Chora è un’App turistica, realizzata dalla Prism Consulting, che propone numerosi itinerari per approfondire, conoscere ed esplorare, alcuni dei luoghi tra i più belli del mondo. All’interno dell’App CHORA è presente l’itinerario “Buccino tra Archeologia e Letteratura”. Il percorso segue una traccia che porta nel cuore del centro storico di Buccino. Dal vecchio Convento degli Eremitani di S. Agostino, ora Museo Archeologico Nazionale, il percorso si snoda passando dal Museo Carlo Levi e della Questione Meridionale che, partendo dal noto scrittore, narra le percezioni del meridione d’Italia negli immaginari pubblici, artistici e politici. Si passa poi per il centro storico fino ad arrivare al Castello Normanno Angioino che sovrasta Buccino con il suo particolare parco archeologico “urbano”.

AL MUSEO

Mercoledì 21 luglio 2021 alle ore 19.30, presso la Terrazza degli Aranci del Museo FRaC Baronissi, prosegue il ciclo di lezioni-dialogo, in occasione della mostra “UGO CORDASCO. Places Waiting”, attualmente allestita nelle sale espositive della Galleria dei Frati. Quarto appuntamento della rassegna “Dialoghi con l’arte”, la lectio si concentrerà sulla musica, in particolare sulla figura del compositore “JOHANN SEBASTIAN BACH. Creatore del suono atemporale” a cura del Maestro Ciro Raimo, didatta del pianoforte e già docente del Conservatorio “Martucci” di Salerno. Ad introdurre il dialogo pubblico l’attore Andrea Avagliano. “Johann Sebastian Bach è il custode del pensiero musicale europeo. Anzi, è arte d’impronta universale quella di Bach: conformemente ad una fervida eredità confessionale, essa accoglie tutte le tradizionali tecnico-compositive, filtrandole attraverso la spiritualità e la vigoria d’ingegno di un uomo religiosissimo, per saldarsi alla concezione enciclopedica del patrimonio musicale del mondo occidentale – sottolinea il maestro Ciro Raimo – Di fatto, nella storia della creazione artistica, tutta l’opera bachiana risplende di un’ideologia sempre identica a sé stessa, tutelando una propria ‘unità di pensiero, nella molteplicità omologa delle idee”. In particolare le composizioni tastieristiche bachiane, ancora oggi, appartengono ai principî essenziali dell’esecuzione tanto pianistica quanto delle cosiddette ‘tastiere antiche’ (clavicordo, clavicembalo). «‘Acqua per ogni bicchiere’, ogni esecutore, dilettante o professionista, può ‘inventarle’ al momento – insiste Raimo – J. Sebastian Bach, conformemente alla ‘rappresentazione delle passioni’ dell’estetica musicale settecentesca, compone le sue opere per strumenti a tasto nel tempo in cui l’Ars musicae, come organizzazione dialettica dei suoni, era calata nella emozionalità spirituale di esecutori e ascoltatori. Quella stessa che sarà gradualmente annullata nei suoi ‘primevi’ effetti sonori, fonetico-espressivi ed emozionali, dall’identità tutta tastieristica equabilità = inespressività, e dunque dai moderni pianoforti forniti del temperamento (teoricamente!) equabile». I contenuti etici, estetici e pedagogici, foneticoespressivi ed emozionali, la ‘grande magia della musica’ e la scrittura dotta saranno alcune temi attraversati dalla lezione al MUSEO FRaC Baronissi. Quel ‘qualcosa’ che travalica i tempi, per cui “Bach è sempre Bach”. In definitiva, Raimo indica un Bach che crede fermamente che si può entrare nel mondo della musica, in cui l’intelligenza diventa nobile, a prescindere da qualsivoglia cultura dottrinale, in virtù di una ricchezza autonoma dello spirito. In contemporanea sarà possibile visitare la mostra “UGO CORDASCO. Places Waiting” propone quaranta sculture realizzate dal giovane artista campano in quest’ultimo decennio. Si tratta di sculture in ferro dall’articolata struttura geometrica, cariche di tensioni e al tempo stesso di dinamismo.  “È importante – osserva Gianfranco Valiante sindaco di Baronissi – che unitamente alla cura dei cittadini, al sostegno e al rilancio dell’economia, vi sia attenzione alla cultura. La mostra dedicata ad Ugo Cordasco, questa volta in presenza, testimonia la ferma volontà dell’Amministrazione comunale di non derogare all’impegno preso con quanto avviene, sul piano culturale, nella nostra realtà. Dopo lo straordinario successo di presenze registrato dalla mostra dedicata a Daniel Spoerri, che ha inaugurato la nuova stagione espositiva del nostro Museo, proseguire adesso con la mostra di un giovane artista è il segno di una speranza che noi tutti sentiamo forte”. “Il dato preminente, che caratterizza le esperienze condotte da Ugo Cordasco in questi ultimi anni – rileva Massimo Bignardi nel testo al catalogo pubblicato da Gutenberg Editore – è la necessità di far emergere dalla scultura un dettato costruttivo che tiene insieme sia la composizione e il suo articolarsi nella dimensione spaziale, sia il suo spingersi nell’anima dei luoghi, nel vitalismo della realtà. Parafrasando quanto scriveva Pavel Florenskij, a proposito della costruzione e della composizione, possiamo osservare che la prima è per il giovane artista campano “ciò che la realtà vuole dall’opera” e la seconda ciò che egli vuole “dalla sua opera”. In fondo, il procedere per piani saldati tra loro, seguendo un reticolo geometrico, lascia intendere quanto il progetto abbia la priorità nel suo operare da faber, da creativo, che della saldatura ad arco ne ha fatto un linguaggio personale, senza cedere alla suggestione dell’assemblare oggetti con il valore di ‘corpi’ posti nel registro di un segno astratto”.  Le attività del Museo FRaC Baronissi sono ad Ingresso Gratuito.

LECTIO MAGISTRALIS

Oggi alle ore 18,00 nel Salone dei Marmi di Palazzo di Città, la Lectio Magistralis del Prof.James Cavallaro dal titolo “Qui, Ovunque. Come, dove, perché lottare per i diritti umani”. Con questo evento la città di Salerno sarà al centro di un’azione internazionale, interaccademica e interdisciplinare sul tema dei diritti umani. Da luglio 2021 a giugno 2022, ogni due mesi, arriveranno in città prestigiosi protagonisti della lotta per i diritti e la giustizia nel mondo che interagiranno con l’Osservatorio Internazionale dei Diritti di recente insediatosi a Salerno, da Amartya Sen a Philip Alston, da Mireille Fanon, Juan Mendez e Samuel Myon, a Martha C. Nussbaum, Vandana Shiva e James Cavallaro. Il primo ospite sarà James Cavallaro, professore di diritto e fondatore e direttore della International Human Rights and Conflict Resolution Clinic presso la Mills Legal Clinic della Standford Law School negli Stati Uniti. Nel 2018 Cavallaro assieme ad altri nomi prestigiosi hanno fondato l’University Network for Human Rights, un’organizzazione che si impegna nel coinvolgere studenti universitari e laureati e le loro università nel lavoro sui diritti umani negli Stati Uniti e in tutto il mondo. Cavallaro è stato commissario (2014-2017) e presidente (2016-2017) della Commissione interamericana per i diritti umani. L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Salerno, è organizzata da tre organismi multidisciplinari territoriali e internazionali che si occupano di sostenere lo sviluppo umano e collaborano con il Prof. Cavallaro: Consiglio Europeo Sviluppo Umano, SlideWorld e Iusta Mundi. James Cavallaro sarà accompagnato da Jania Saldanha, professore emerito di diritto costituzionale all’Università federale del Rio Grande do Sul e membro di Giusta Mundi.

JAZZ

In occasione del suo 50° anniversario, l’Hotel Margherita di Praiano si veste di jazz con una rassegna musicale che vedrà esibirsi musicisti riconosciuti nel panorama italiano e internazionale. Nell’incantevole terrazza dell’Hotel Margherita, sospesa sul mare nell’abbraccio dei Monti Lattari, cinque appuntamenti all’insegna del ritmo oscillante e sincopato della musica jazz per celebrare la storia di un hotel dove l’ospitalità è di casa e la vita ha un sapore dolce e antico, al riparo dalla frenesia quotidiana. Sin dai suoi esordi negli anni Settanta, l’Hotel Margherita ha da sempre rappresentato un punto di riferimento per la comunità praianese, dove sentirsi accolti come in famiglia, in un’atmosfera genuina e rilassata. Furono Giuseppe e Margherita di ritorno dall’America a restaurare la casa di famiglia e a dar vita all’albergo. Oggi sono la figlia Suela e il marito Andrea Ferraioli a continuare questa storia di famiglia, fatta di saperi e tradizioni antiche, mentre Margherita continua a prendersi cura dei suoi ospiti, condividendo con loro quel sapere gastronomico di lunga tradizione. La rassegna Hotel Margherita in Jazz partita giovedì 24 giugno con il magistrale duo pugliese No Strings Attached prosegue il 24 luglio sarà la volta dei Midtown Hammond Trio, nati a Roma nel 2017 dall’incontro di alcuni dei migliori giovani e giovanissimi musicisti del panorama jazz europeo; il 22 agosto vedrà l’esibizione del gruppo ternano B.A.D. Trio feat Lorenzo Bisogno. Il quarto appuntamento con il jazz è il 29 agosto con Alessandro Florio Trio che incontra la tromba superlativa di Giovanni Amato. La rassegna si concluderà martedì 21 settembre con il sound caldo e atemporale del Federica Carmen Santoro Trio. La rassegna Hotel Margherita in Jazz è curata da Imma Tralli e Roberto Pontecorvo. L’ingresso ai concerti è interamente gratuito. L’inizio del primo concerto (24 giugno) è alle 19.00, è consigliabile prendere posto alle 18.45. Se si desidera prolungare il piacere della serata, dopo la performance musicale l’Hotel Margherita aprirà le danze del Ristorante M’ama. Cena con Menù Degustazione e Vini della Costa d’Amalfi abbinati. Il 24 giugno sarà il vignaiolo Gaetano Bove delle Cantine San Francesco a raccontare e far degustare i suoi vini agli ospiti. Per i futuri appuntamenti ci saranno i vignaioli Raffaele Palma (24 luglio), Patrizia Malanga (22 agosto), Luigi Reale (29 agosto) e Marisa Cuomo (21 settembre). Cena al costo fisso di 50,00€. È obbligatoria la prenotazione sia al concerto, sia al concerto + cena. Posti limitati.

LEGGI ANCHE G8 20 anni dopo: la testimonianza di un carabiniere salernitano

LEGGI ANCHE Il primo evento in presenza post pandemia: Saperi & Sapori presenta un viaggio emozionale presso il caseificio Unica

LEGGI ANCHE Battipaglia, Michele Buonomo (Legambiente) taglia il nastro di Biostorie

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Pallanuoto, il Giappone diverte ma il Settebello dilaga d'autorità e doppia i nipponici: 200 caps in azzurro per Di Fulvio

Con la terza vittoria in quattro partite l'Italia, già qualificata ai Quarti di finale, resta al comando della classifca del gruppo A. Giappone battutto 16-8. Sul...

Pallanuoto, dall'emergenza vaccini alla piscina: la Battaglia vincente di Alessandra. "Amicizie vere, insegnamenti e sogni grazie a questo sport"

La vita è fatta di incontri che cambiano e migliorano il tuo modo di essere e pensare. Lo sport ne è una delle principali e lampanti testimonianze. Come quella di...

Pallanuoto, al via la marcia di avvicinamento agli Europei Under 17 femminile: 25 azzurrine in collegiale ad Avezzano

Al via la marcia di avvicinamento agli Europei Under 17 femminili, in programma a Sibenik in Croazia (in foto l'impianto ospitante) dal 22 al 29 agosto prossimi. A causa della...

Salerno, incidente su corso Garibaldi: un ferito

Poteva avere conseguenze ben più gravi l’incidente verificatosi ieri sera, poco prima della mezzanotte, lungo corso Garibaldi, altezza poste centrali. Stando a...

I fatti del giorno | Tutte le principali notizie di cronaca e attualità da Salerno e provincia

GREEN PASS
Sul tema del green pass che dal prossimo 6 agosto diventerà obbligatorio per tutti coloro che vorranno accedere a determinati servizi, mercoledì...

Sviluppo e investimento, una delegazione dell’Angola in visita a Salerno

Mattinata all’insegna della cooperazione, ieri mattina a Palazzo Sant’Agostino, dove, promosso dalla Camera di Commercio e dall’Africa Centrale si è...

I versi e la poetica di Franco126 emozionano il Giffoni Music Concept

Tra “lucida follia” dell’amore e “anime inquiete”, con la strada come sfondo: i versi e la poetica di Franco126 emozionano...

Alessandro Zan a Giffoni: "Battaglia dura ma legge sarà approvata, Paese molto più avanti del suo Parlamento"

C’è un Paese che è molto più avanti del suo Parlamento. Quel Paese è l’Italia. La questione è quella della tutela dei diritti...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?