Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

I fatti del giorno | Tutte le principali notizie di cronaca e attualità da Salerno e provincia

19/06/2021

VERSO LE COMUNALI

“Si fa appello a tutte le forze sane delle città, alle altre liste davvero civiche, non certo ai “diversamente deluchiani”, termine da noi inventato 9 anni fa, di sostenerci in questa nuova sfida che affronteremo insieme alla lista dell’avvocato Agosto”. Queste le parole che si leggono in un post dello storico gruppo “Figli delle Chiancarelle” a firma di Daniela De Vita, Mimmo Florio, Elvira Cavalli, Carla Cioffi, Vincenzo De Simone, Renato d’Anna, Aldo Campione. “Non vogliamo più essere pessimamente amministrati altri 5 anni dai figli di De Luca, tramite una loro controfigura, come è successo col facente finta dal 2016 ad oggi. Non possiamo più accettare passivamente – si legge – questo familismo amorale e famelico, questa sub cultura tardo medievale. Ringraziamo fin da ora i cittadini che hanno già dato la disponibilità a candidarsi nella lista Fdc. Dalla prossima settimana completeremo la rosa dei 32 candidati al consiglio comunale. Vi invitiamo ad unirvi a noi in questa battaglia di civiltà politica appena iniziata. Cambiamo Salerno, Insieme si può!”

PARLA PROVENZA

È importante che tutte le autorità e i soggetti coinvolti nella gestione dell’emergenza sappiano cosa non può e cosa non deve essere la campagna vaccinale. In primis le Regioni, per le quali occorre un’operazione di chiarezza: la campagna vaccinale non è una gara per farsi propaganda, per acquisire consenso o per dimostrare di essere i più bravi. Questo approccio alimenta solo una diffusa incertezza. Il comune obiettivo è la tutela dei soggetti a rischio”. Lo afferma Nicola Provenza, deputato del Movimento 5 Stelle e componente della commissione Affari Sociali e Sanità durante la sua interpellanza urgente al Ministero della Salute che si è svolta oggi in Aula a Montecitorio.“I rischi e i benefici delle vaccinazioni, – prosegue – le criticità correlate e le modalità per affrontarle devono essere comunicate dagli organi preposti alla governance del farmaco o dal ministero della salute, con parole chiare ed univoche. Ogni aspetto della campagna vaccinale va governato con onestà intellettuale e va contenuto nei termini di ragionevolezza e di precauzione anche quando non vi siano dati definitivi per una valutazione completa del rischio stesso. Ci sono ancora circa 3 milioni di over 60 non vaccinati ai quali non è stata somministrata nemmeno una dose e devono ancora sottoporsi alla seconda dose circa 4 milioni di over 60. E dunque, davanti a quelle che dovrebbero essere le priorità, appare ulteriormente inaccettabile la voce dissonante dei vari presidenti di regione, con l’esistenza di protocolli non uniformi nelle diverse regioni. Tutto ciò richiama alla necessità non più procrastinabile di un ruolo più incisivo da parte del Ministero della Salute, al fine di circoscrivere il rischio che le raccomandazioni possano dare seguito o addirittura avallare soluzioni regionali diversificate, e talvolta anche rischiose, come gli “open day vaccinali. Appare inoltre evidente che la Struttura commissariale debba necessariamente allinearsi, anche comunicativamente, con le circolari degli enti (EMA – AIFA – Ministero) preposti a pronunciarsi sulla salute e sulla somministrazione dei farmaci e a fornire le necessarie indicazioni alle Regioni e province autonome”, conclude.

PARLA ADINOLFI

“Dopo tanti mesi di difficoltà, stiamo tornando alla normalità. Ora la priorità è la ripresa economica e sociale. Il Recovery Plan è il primo grande passo verso la ripartenza, una grande opportunità per l’Italia e ancora di più per il Mezzogiorno”. A dirlo è l’europarlamentare salernitana di Forza Italia, Isabella Adinolfi, in vista del passaggio di quasi tutta l’Italia in zona bianca, la fascia di rischio più basso per la diffusione del Covid, a partire dal 21 giugno. “Anche la nostra Regione, con il miglioramento giorno dopo giorno della situazione epidemiologica, sarà da lunedì in zona bianca, riacquistando di fatto un altro pezzo di normalità con l’abolizione del coprifuoco – aggiunge l’eurodeputata – E’ importante per un territorio ad alta vocazione turistica, con attrattori unici come le isole, la Costiera Amalfitana, il Cilento, le grandi città, i siti archeologici e così via, poter offrire al turista una vacanza sicura, ma allo stesso tempo spensierata senza l’assillo di limitazioni troppo stringenti. Da qui, l’auspicio affinché la Regione Campania si attivi per ripristinare a pieno regime i collegamenti, soprattutto aerei, in modo tale da consentire la ripartenza anche del turismo straniero, che rappresenta una fetta importante per la nostra economia”. “E’ il momento di guardare fiduciosi al nostro futuro lasciandoci finalmente alle spalle questo periodo di gravi difficoltà” conclude l’europarlamentare.

PARLA BASSOLINO

“Alla Fondazione Ravello mi legano tanti rapporti istituzionali ed affettivi. La presidenza Scurati – nato a Napoli, grande scrittore, innamorato di Ravello- ha suscitato in me e in tante persone la speranza di un rilancio, di poter riprendere e rinnovare la bella esperienza di Domenico De Masi”. Queste le parole del candidato sindaco di Napoli, Bassolino, in merito al caos riguardante la Fondazione Ravello che tiene banco. “In queste ore si corre il grave rischio che tutto precipiti e vada perduto, dopo le dimissioni di Scurati in conseguenza della messa in discussione della sua autonomia e della sbagliata censura ad una personalità come Roberto Saviano. È dunque indispensabile un momento di chiarezza e di responsabilità. Respingere le dimissioni di Scurati è una saggia e doverosa scelta. È un atto che può consentire allo scrittore di rivedere la sua decisione e di portare avanti il suo impegno e le sue libere scelte culturali alla guida della Fondazione”.

SANITA'

“Il professore Stabile ignora la materia e la storia della Cardiochirurgia dell’Azienda ospedaliera universitaria “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno. Si può essere ignoranti, non conoscere quindi una vicenda, ma sarebbe buona prassi informarsi. Poi leggo che è consigliere comunale di Salerno nella lista ‘Progressisti per Salerno’, quindi vicino al presidente della Regione Campania, e capisco che si tratta di una difesa. Credo che il dottore sia l’unico sul pianeta terra a sostenere che due primari di reparti simili possano andare d’accordo”. Le dichiarazioni, decisamente chiare ed eloquenti, sono del professore Giuseppe Di Benedetto – fra i più conosciuti cardiochirurghi italiani, già primario e fondatore del Centro d’Eccellenza di Cardiochirurgia del capoluogo salernitano – rilasciate dopo le parole pronunciate da Eugenio Stabile – Professore Associato di Malattie dell’Apparato Cardiovascolare dell’Università degli Studi di Napoli Federico II e consigliere comunale di Salerno nella lista Progressisti per Salerno- sceso in campo per sostenere la estraneità della Regione sulla possibile decisione di Severino Iesu di lasciare Cardiochirurgia d’urgenza, che dirige. Medico da sempre considerato ‘delfino’ del professore e suo erede. Il possibile addio, pubblicato sulle pagine de Le Cronache, ha riacceso polemiche mai sopite attribuendo una scarsa attenzione a Iesu per ‘favorire’ il collega Enrico Coscioni, direttore della Cardiochirurgia d’elezione, e consigliere con delega alla sanità del governatore De Luca. In un recente passato, quando Iesu era sul procinto di andare via, si arrivò persino a raccogliere firme pur di evitarne l’addio. Una sommossa di colleghi e non che ebbe gran merito nel far desistere il professionista a optare per altri lidi. Stabile parla di ‘sdoppiamento’ del reparto non deciso dalla Regione ma dal precedente presidente, Stefano Caldoro, e dall’assessore alla sanità Calabrò. Parole che hanno fatto storcere garbatamente il naso al professore Di Benedetto tanto da bollare Stabile come ‘ignorante’ in materia.

TURISMO

“Si torna finalmente a sentire qualche accento straniero nelle nostre città e questo è positivo. Rispetto allo zero dello scorso anno tornano i turisti stranieri, non tutti subito ma gradatamente arriveranno. In particolare le nuove regole del Green pass consentono di far tornare serenamente i cittadini europei, ma verranno estese anche agli americani. Questa è una cosa molto importante, perchè sappiamo quanto conti il mercato statunitense per la Costiera”. A dirlo il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, intervenuto ieri pomeriggio in Costiera Amalfitana a “Positano Racconta”. Nell’hotel Le Sirenuse di Positano ha incontrato alcune autorità locali, sindaci della costiera amalfitana e sorrentina assieme ed esponenti della Confindustria salernitana. Secondo il ministro, “la Campania è una delle regioni più importanti dal punto di vista turistico per cui c’e’ un’attenzione particolare. Inoltre oggi c’era un grande evento, era la prima fiera in presenza. Questa di Napoli è la prima fiera importante, tra l’altro proprio sul turismo, poi ci sara’ Firenze, la fiera del mobile a Milano. L’insieme delle fiere vale 40 miliardi di euro, non fare le fiere significa perdere 40 miliardi. L’importanza di una regola come questa che consente di far ripartire le fiere la dice lunga”. Il ministro ha incontrato i sindaci dei comuni costieri anche per parlare di ripartenza e turismo, con la Campania che, da lunedì, sarà ufficialmente in zona bianca. All’incontro hanno partecipato il sindaco di Positano, Giuseppe Guida che ha fatto gli onori di casa; Francesco De Sanctis, presidente Fondazione De Sanctis; Andrea Buonocore, sindaco Vico Equense; Lorenzo Balducelli, sindaco Massa Lubrense; Pier Giorgio Sagristani, sindaco Sant’Agnello; Daniele Milano, sindaco di Amalfi; Giovanni Milo, sindaco di Furore; Roberto della Monica, sindaco di Cetara; Antonio Ferraioli, presidente Confindustria Salerno; Alessandro Picardi, vice Presidente Tim; Andrea Ferraioli, presidente distretto turistico di Amalfi; Antonio Sersale, proprietario Le Sirenuse; Guido Fiorentino, proprietario del Sorrento Palace; Crescenzo Gargano, proprietario dell’hotel Santa Caterina. (Cronache)

“Sono stato a Positano due giorni fa, i numeri sono incoraggianti. In costiera amalfitana e nelle località del turismo di lusso penso che faremo numeri significativi e addirittura si prevedono dati superiori quelli del 2019. Se non intervengono paure che alterano questa situazione, la Campania può fare grandi cose”. Ne è convinto Felice Casucci, assessore al Turismo della Regione Campania, intervenuto all’inaugurazione della Bmt, Borsa Mediterranea del Turismo, in corso fino a domenica alla Mostra d’Oltremare di Napoli. “La fiera – aggiunge – è un grande abbraccio per il mercato turistico nazionale e internazionale. Il turismo a distanza non esiste: il pomodorino del piennolo non si mangia via internet e noi proprio su questo siamo molto performanti. Questa fiera è un successo perché è la prima che parte ma anche perché si fa a Napoli, un sistema turistico che offre grandi opportunità”. A breve, la Costiera Amalfitana dovrebbe poter godere anche della presenza di turisti stranieri dopo che, lo scorso anno, è stato necessario puntare tutto sul turismo di prossimità, con tutte le difficoltà del caso. (Cronache)

GLI INCENDI

Non chiamatela “terra dei fuochi” ma “terra del fuoco”. Perché i dati sono eclatanti. Inquietanti. Spaventosi. Emergono dal Piano triennale per la prevenzione degli incendi della Regione Campania che svela gli impegni di Palazzo Santa Lucia per combattere un fenomeno diffusissimo d’estate, a cui non si riesce proprio a dare una frenata. E che, soprattutto, rivela i dati degli ultimi anni sui roghi accertati in tutto il territorio che va da Sessa Aurunca a Sapri. Numeri che condannano la provincia di Salerno che, nel 2020 più che in passato, è stata letteralmente devastata dalle fiamme. Basta un dato del report per tutti per rappresentare la gravità di quanto accaduto: il 50% degli incendi boschivi dello scorso anno è avvenuto nel Salernitano. Uno su due. Numeri da paura. (La Città)

MARE SPORCO

“Diventerà la Rimini del Sud”. Un mantra da campagna elettorale, una rituale formuletta che è d’obbligo pronunciare per certificare la candidatura a sindaco di Battipaglia. Finché non si parla di “Rimini del Sud”, c’è sempre tempo per fare dietrofront prima della presentazione ufficiale delle liste. Chi promette Wonderland vista mare fa sul serio. E la leggenda narra che, assunto ai principi dell’estate, l’impegno valga pure qualche voto in più. È così da oltre un ventennio, all’ombra del Castelluccio: proclami ricorrenti sull’ampiezza dell’arenile, sui servizi (sic!) che “qui ci sono e lì no”, sulla geolocalizzazione strategica, nel cuore d’una distesa di terra che s’estende tra due delle coste più dorate d’Italia, la “Divina” ed il Cilento. E sulla decantata “incredibile somiglianza” - come nei post dei cultori del clickbait - tra l’orografia della Piana del Sele e quella della Riviera Romagnola. Tra il dire e il fare, però, c’è di mezzo il mare, letteralmente. Ed in quello che bagna la battigia di Battipaglia, due miglia e mezzo di sabbia, è apparsa un’enorme chiazza verde, del diametro di 500 metri. La fotocopia di quel che accadde poco più d’un anno fa a Baia Domizia, nel Casertano. L’ombra degli sversamenti d’un mese fa tra Licola e Castel Volturno, sempre in Campania. Ora è il turno della sedicente aspirante “Rimini del Sud”. (La Città)

IL CAMPUS

Un campo estivo multitematico diurno rivolto a soggetti fragili e svantaggiati, dedicato allo sport, ma anche a momenti ludico-ricreativi, laboratori musicali, teatrali e soprattutto al divertimento. È il progetto “R- Estate Insieme” promosso e sostenuto da Fondazione Carisal e Fondazione Banco di Napoli e diretto a 80 ragazzi under 15, provenienti dai Comuni di Napoli e di Salerno, presentato ieri sera presso il Saint Joseph Resort a Salerno. “E’ per noi una grande emozione e motivo di orgoglio-ha detto il Presidente della Carisal Domenico Credendino-ospitare questi ragazzi a cui proveremo a regalare qualche momento di gioia e spensieratezza dopo il lungo isolamento causato dalla pandemia. Il nostro è un esempio virtuoso di filiera istituzionale, siamo riusciti a mettere insieme le idee e realizzare questa iniziativa con i ragazzi.” Una vera e propria vacanza sportiva non agonistica, orientata al divertimento, all’attività di gruppo in una location prestigiosa sul mare, nella città di Salerno. Le settimane di attività (dal 14 giugno al 20 giugno e dal 25 giugno al 1 luglio 2021) sono strutturate in modo tale che i giovani, 40 a settimana, non abbiano mai dei momenti di inattività, ogni minuto della giornata è studiato affinché i partecipanti siano impegnati in un gioco, in una disciplina sportiva o in lezioni teorico-pratiche. L’ente attuatore è il CSI Salerno, alla luce della sua decennale esperienza, della sua attenzione nella lettura delle esigenze dei bambini e adolescenti, che si avvale di metodologie innovative ed efficaci al fine di favorire la crescita sportiva, personale e collettiva dei ragazzi. “E’ una iniziativa importante ha dichiarato l’on. Piero De Luca- meritevole di attenzione e sostegno perché unisce il mondo del sociale all’ impegno delle Fondazioni, in questo caso Carisal e Banco di Napoli. Il drammatico periodo di pandemia che abbiamo vissuto ha acuito le difficoltà di tante famiglie ed il sostegno delle Fondazioni in rete con le Istituzioni come in questo caso, risulta decisivo per dare un aiuto ulteriore a chi ne ha bisogno”. All’evento hanno partecipato, oltre ai ragazzi protagonisti delle attività, i partner sostenitori e attuatori del Progetto, la Fondazione Banco di Napoli, rappresentata dal Presidente Rossella Paliotto, il Presidente e il Direttore Tecnico del CSI Salerno, Teresa Falco e Giuseppe D’Andrea, il vicesindaco di Salerno e Assessore all’urbanistica e Mobilità, Domenico De Maio e Don Pietro Rescigno della Curia Salernitana.

L'INIZIATIVA

Conoscere la propria città, ma soprattutto conoscere il proprio quartiere e la storia della strada dove si vive. E’ stato questo lo scopo di un progetto messo in atto a Salerno e che si concluderà lunedì mattina presso l’Istituto Comprensivo “Matteo Mari” di Salerno quando saranno consegnati dalla Dirigente Scolastica Professoressa Flavia Petti e dal Console dei Maestri del Lavoro Giovanni Terranova, gli attestati di merito, agli alunni che hanno preso parte al progetto su citato e denominato “Il Territorio di Torrione, Pastena: la storia, i luoghi, le preesistenze, le persone”, proposto dal Consolato di Salerno, della Federazione Nazionale Maestri del Lavoro. Il progetto è stato ideato con lo scopo di indirizzare i ragazzi, tramite la ricerca, ad approfondire la conoscenza del luogo dove vivono. Inoltre, questo progetto realizzato nel corso dell’anno scolastico, si proponeva lo scopo di stimolare la cultura del lavoro, la tutela e valorizzazione del patrimonio storico, artistico, culturale, la salvaguardia dell’ambiente e del paesaggio, non solo per i residenti, ma anche ai ragazzi provenienti da terre lontane e accolti a Salerno e provincia (Integrazione nel territorio, anche attraverso l’apprendimento della storia). Un’iniziativa questa che ha visto la viva partecipazione dei piccoli allievi che grazie a questo singolare ma interessante progetto hanno potuto conoscere ed apprezzare di più i quartieri e le strade dove vivono, dove sono cresciuti i loro genitori ed anche per alcuni di loro i nonni. Un vivo ringraziamento da parte dei Maestri Giovanni Terranova e Giuseppe Nappo impegnati in questo progetto, alla Dottoressa Flavia Petti, alla Referente Professoressa Rosaria Carrano, ai docenti che hanno attivamente collaborato nel percorso formativo, al fine di saper cogliere i valori e indirizzare gli alunni alla ricerca “storica” dei rioni della zona orientale di Pastena e Torrione. I bambini hanno imparato ad esempio che Pastena confina a est con il quartiere Mercatello, a nord con il rione Santa Margherita e il rione Picarielli, a nord-est con il quartiere Europa, a ovest con il quartiere Torrione, mentre a sud è bagnato dalle acque del golfo di Salerno. E che il quartiere è diviso principalmente tra il Lungomare di Salerno (Trieste), Lungomare Colombo e Lungomare Marconi con le annesse via Trento e via Posidonia. Mentre Torrione è un quartiere di Salerno, facente parte della Circoscrizione Irno, confina a est con il quartiere Pastena, a nord con il rione Calcedonia, Torrione Alto e Sala Abbagnano, a ovest con la stazione ferroviaria e il centro di Salerno dalla quale è separata dal fiume Irno, mentre a sud è bagnato dalle acque del golfo di Salerno. In questo quartiere si trova il Forte La Carnale, piccola roccaforte edificata sulla costa, nei pressi della foce del fiume Irno, allo scopo di difendere la città dalle incursioni Saracene. Il quartiere di Torrione è attraversato dalle due arterie principali che sono il lungomare Marconi e via Posidonia. (Cronache)

AV

Lo scorso 7 aprile è stato presentato alle Commissioni parlamentari competenti il Documento di fattibilità delle alternative progettuali della nuova linea AV Salerno-Reggio Calabria, che prevede l’esclusione del territorio del Cilento. Tale scelta appare in contrasto con l’obiettivo fissato dal documento presentato dalla stessa Rete Ferroviaria Italiana: incrementare i livelli di accessibilità alla rete AV per zone a elevata valenza territoriale. A seguito della decisione di RFI ho promosso una mozione, sottoscritta da 20 Senatori, che impegna il Governo a finanziare la velocizzazione dell’attuale tirrenica e a prevedere nella nuova linea AV Salerno – Praja la deviazione verso la stazione di Sapri, a servizio del territorio cilentano, tenendo conto dell’alternativa di tracciato prevista nello stesso studio di fattibilità di RFI. Contestualmente alla presentazione della mozione in Senato ho provveduto a consegnarla personalmente, insieme alla collega Felicia Gaudiano, al sottosegretario al Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili Giancarlo Cancelleri, evidenziando la gravità e l’inopportunità della scelta di escludere il territorio cilentano dalla nuova linea AV e la necessità di prevedere interventi di ammodernamento e velocizzazione dell’attuale linea tirrenica (Battipaglia – Agropoli – Vallo della Lucania – Sapri).

RITO ABBREVIATO

Accordato il rito abbreviato per Vincenzo Ansalone, accusato del duplice omicidio commesso a Corticelle di Mercato San Severino nei confronti di Vincenzo Salvati e Aniello Califano per un debito di droga pari a 30mila euro. Dopo la richiesta di rinvio a giudizio presentata dal pm Angelo Rubano della Procura di Nocera Inferiore, a luglio si tratterà l’udienza preliminare a carico del 36enne di Baronissi (difeso da Michele Sarno) che ha scelto il rito alternativo a quello ordinario tentando così di evitare una condanna durissima: per lui l’accusa è di omicidio preterintenzionale e non volontario come chiesto dalla procura nocerina la quale, dopo la bocciatura al Riesame di Salerno, si è vista respingere il ricorso dalla Cassazione che lo ha giudicato “inammissibile”. Quindi, Ansalone sarà processato con lo stesso capo di imputazione stabilito dal gip nocerino in sede di convalida dell’arresto.La droga al centro della vicenda. Ansalone era creditore, nei confronti di Vincenzo Salvati, di una partita di stupefacente del valore di circa 30mila euro, a causa della quale i due avevano avuto un diverbio, degenerato in uno scontro fisico, cui era seguita, da parte di Ansalone, l’esplosione di alcuni colpi di pistola all’indirizzo delle palazzine in cui abitava il debitore. Più tardi, Aniello Califano e Vincenzo Salvati, con i quali aveva avuto una discussione, degenerata con l’esplosione, lo stesso Salvati sparò con una pistola a tamburo diretti alle gambe del 54enne che morì quasi subito. Ansalone aveva, poi, inseguito Califano, che cercava di scappare, esplodendo al suo indirizzo due colpi e dicendogli «chiattone che fai scappi… tu non le vuoi due». Califano poi morì in ospedale. “Era volontà di Ansalone era stata quella di gambizzare le due vittime e non di ucciderle, sicché doveva escludersi la qualificazione dei due omicidi come volontari”, scrive la Cassazione confermando la decisione del gip prima e Riesame poi. (Cronache)

AI DOMICILIARI

Resta ai domiciliari William Graziano, il dipenndente della banca di Credito Cooperativo di Buccino e dei Comuni Cilentani in servizio presso l’agenzia di Palomonte. L’uomo era stato arrestato con l’accusa di essere il mandanter della rapina presso l’agenzia dell’Istituto di credito in cui lavorava da qualche tempo. I giudici del Tribunale del Riesame hanno rigettato l’istanza presentata dal legale di William Graziano. Hanno invece, lasciato il carcere e ottenuto il beneficio degli arresti domiciliari Giovanni Liguori e Alain Paone difesi da Pierluigi Vicedomini. Il Riesame ha accolto il ricorso presentato dal difensore a carico dei due che erano rinchiusi nel carcere di Fuorni. Per il colpo messo a segno il 13 agosto del 2020 in quattro sono finiti nei guai (3 in carcere, 1 agli arresti domiciliari), indiziati, a vario titolo, di “rapina a mano armata e sequestro di persona in concorso tra loro”. Le ordinanze sono state eseguite, dai carabinieri della compagnia di Eboli lo scorso 26 maggio. La complessa e articolata attività investigativa, partita con l’acquisizione delle telecamere di videosorveglianza, gli accertamenti sul luogo e dopo aver ascoltato il Direttore dell’istituto di credito, sequestrato all’interno della banca e costretto a fornire la chiave della cassaforte e proseguita attraverso attività di intercettazione telefonica e servizi di osservazione e controllo del territorio, ha consentito di individuare i responsabili del grave delitto e il dipendente infedele e ideatore della rapina: William Graziano. Graziano, appena trasferito presso la filiale di Palomonte, avvalendosi della collaborazione del suo amico Pietro Smaldone aveva infatti reclutato i due esecutori materiali: Giovanni Liguori e Alain Paone. Secondo quanto riferito dalle forze dell’ordine, fin da subito la responsabilità di Graziano è emersa con chiarezza: egli, infatti, non solo sapeva che quel giorno non sarebbe stato presente il collega di sportello, in ferie, ma era anche l’unico a conoscere la circostanza che proprio nella data del 13.08.20, diversamente dal solito, in cassaforte era custodita un’ingente somma di denaro, oltre 110.000 euro, risultante dalla provvista necessaria all’approvvigionamento dello sportello ATM per la chiusura di Ferragosto e da un cospicuo versamento appena effettuato da un correntista, ma anche le abitudini dei dipendenti della banca. Riscontri decisivi all’ipotesi investigativa sono poi emersi grazie all’attività tecnica, telefonica ed ambientale, attivata fin dalle prime ore dopo l’evento, la quale ha consentito di cristallizzare le conversazioni tra Graziano e Smaldone, incentrate sulla necessità di recuperare la propria parte del bottino, ancora trattenuto interamente dai complici. (Cronache)

SPACCIO

I poliziotti del commissariato di Battipaglia hanno arrestato due spacciatori sul territorio comunale di Eboli. Si tratta di E.M.M., marocchino del 1987, risultato irregolare in Italia, e D.B. V., battipagliese del 1993. In particolare, i poliziotti hanno notato sulla litoranea di Campolongo alcune persone sospette: un giovane italiano in compagnia di uno straniero. Alla vista degli agenti, uno dei dye ha provato a disfarsi della droga, lanciandola nel terreno adiacente, che è stata poi recuperata dalle forze dell'ordine ed entrambi i soggetti sono stati fermati e controllati dagli stessi poliziotti. La quantità di hashish recuperato è di circa 300 grammi e, inoltre, la perquisizione domiciliare eseguita dai poliziotti ha permesso di recuperare ulteriori dosi di droga, per un peso complessivo di circa 673 grammi. Per questo motivo, i due giovani, già noti alla magistratura, sono stati arrestati. Ora sono in corso ulteriori accertamenti per risalire alla lista dei clienti degli spacciatori. Entrambi, adesso, si trovano ai domiciliari in attesa della convalida dell’arresto. (La Città)

LA TRUFFA

Sconti truffa sul web, altro processo fissato per il prossimo 15 settembre a carico di un 34enne nocerino. La vicenda riguarda un nuovo caso collegato al sistema truffaldino escogitato nella rivendita truccata di articoli elettronici. Avrebbe posto fittiziamente in vendita prodotti elettronici scontati fino al settanta per cento. Alcuni acquisti effettuati da clienti ignari, attratti dai super sconti, si rivelavano una truffa. Si tratta di procedimenti ricollegati a diverse denunce sporte dagli acquirenti, che pagavano bonifici per centinaia di euro senza ricevere nulla. L’uomo finì al centro di una operazione investigativa scattata all’inizio del 2019 nei confronti di un gruppo di persone impegnate nei raggiri on-line organizzati sistematicamente, con base a Nocera Inferiore e Roccapiemonte. A Bergamo, in un ulteriore procedimento, lo stesso risponde di aver avviato la compravendita di un telefono cellulare, facendosi accreditare 399 euro previo bonifico bancario sul conto di una società, con altri 658 euro pagati dallo stesso acquirente su una postapay intestata ad un’altra persona, senza consegnare il prodotto. Successivamente, dopo l’avvio della trattativa web, il telefono non fu inviato al legittimo acquirente, con l’inadempienza degli obblighi e l’ingiusto profitto: lo stesso copione della maxi indagine principale, in linea con quanto contestato ora e per il quale si va a dibattimento a settembre. (Cronache)

QUI NOCERA INFERIORE

Pubblicato il Bando per il completamento delle assegnazioni dei lotti disponibili in diritto di proprietà all’ interno dell’ area P.I.P di Casarzano. Scadenza 6.08.2021. Il Comune di Nocera Inferiore in data 15.06.2021 ha pubblicato il bando di completamento per la assegnazione di lotti disponibili in diritto di proprietà ricadenti all’ interno del piano insediamenti produttivi in località Casarzano. L’ Amministrazione comunale intende procedere ad assegnare in diritto di proprietà ai soggetti che ne faranno richiesta e rispondenti ai requisiti previsti dal Bando, i lotti edificabili compresi nel PIP di Casarzano. Le istanze di partecipazione dovranno pervenire all’ Ufficio Protocollo del Comune di Nocera Inferiore entro le ore 12.00 del giorno 06.08.2021. Lo schema di domanda è allegato al Bando Pubblico presente sull’ Albo Pretorio. Riguardo alle aree PIP, questa mattina il sindaco Manlio Torquato ha presieduto una riunione operativa con gli uffici tecnici, il Suap, gli Assessori di riferimento e l’ avv. Amato. Il sindaco Manlio Torquato: “Per l’area Pip di Casarzano si sta lavorando per garantire in tempi rapidi la piena operatività”. (Cronache)

Seminano il panico lungo le strade di Nocera Inferiore, pieno centro cittadino, compiendo atti vandalici contro auto e qualsiasi cosa gli capiti davanti. Sono una trentina, tutti minorenni, ragazze e ragazzi, identificati grazie alle telecamere di videosorveglianza del Comune nocerino. Hanno distrutto nei pressi di un’area parcheggio ogni cosa trovata davanti alla loro strada. Hanno divelto un parcometro, smantellandolo e tentando di portare via il denaro che si trova all’interno, ignari di essere spiati dalla videosorveglianza hanno agito indisturbati. Qualche sera prima avrebbero danneggiato la rampa per disabili del sottopasso di via Martinez y Cabrera. Ma secondo le denunce di alcuni cittadini gli episodi delinquenziali non sarebbero solo questi. Molti dei componenti della banda sarebbero stati identificati dai carabinieri nocerini e potrebbero essere raggiunti da provvedimenti delle forze dell’ordine e di conseguenza molte famiglie di Nocera e dell’agro potrebbero essere coinvolte per le bravate dei loro figli. Numerosi i casi segnalati in città che afferiscono alla microcriminalità. Una coppia di Nocera Superiore è stata denunciata a piede libero dagli agenti del commissariato di polizia nocerino per alcuni scippi verificatisi nei giorni scorsi. In particolare ad una donna era stata strappata una catenina, che aveva un grande valore affettivo perché apparteneva al figlio morto di recente. Le segnalazioni e le descrizioni dei cittadini hanno contribuito all’identificazione della coppia che è stata rintracciata dai poliziotti e denunciata. Parte della refurtiva racimolata dai due sarebbe anche stata restituita ai legittimi proprietari. “Questi atti non resteranno impuniti- dice il vice sindaco e assessore alle politiche giovanili Federica Fortino- purtroppo abbiamo a che fare con persone che per quanto sta accadendo mi sembra che non abbiano a cuore le sorti della propria città. Noi, comunque, con l’aiuto delle telecamere siamo riusciti a risalire ai loro volti e aggiungo che non resteranno impuniti”. (Cronache)

QUI PAGANI

Si respira aria di novità dal gruppo dirigenziale della Cisl FP Salerno del presidio ospedaliero “A.Tortora” di Pagani. Tra i membri recentemente eletti rientra Gianfranco Maiorino, segretario aziendale del gruppo. Gianfranco guarda con grande ottimismo il suo gruppo e con esso manifesta la volontà di cambiare in positivo il presidio ospedaliero. Partiamo dal principio. Quando è nata questa confidenza con la Cisl FP Salerno del presidio ospedaliero “A.Tortora” di Pagani? «I primi contatti con la Cisl, in realtà, sono iniziati quando ero ancora in servizio all’Asl Napoli 2 Nord, poi sono stati consolidati su Pagani quando ho conosciuto il segretario generale Pietro Antonacchio, un vero leader in questo settore». Ha svolto altri incarichi oltre a quello recente di segretario aziendale? «Prima della nomina, ero un semplice iscritto e simpatizzante della Cisl, ma era già in corso una collaborazione con la segreteria provinciale che mi ha consentito di arricchire le mie conoscenze in materia». Come si è comportato, secondo lei, il precedente gruppo dirigenziale? «Il precedente gruppo dirigenziale ha fatto un ottimo lavoro e ne approfitto per ringraziarlo per i risultati ottenuti. Continueremo a lavorare per tutelare i lavoratori e provare a far crescere il Presidio ospedaliero di Pagani affinché ogni singolo cittadino possa ricevere la migliore assistenza sanitaria possibile». Circola sul web un comunicato stampa che la riguarda, ebbene si legge che ha le idee chiare in merito allo sviluppo dell’ospedale “A. Tortora” di Pagani. Come mai siffatte idee non sono state precedentemente messe in pratica da chi l’ha preceduto? «Sono a Pagani solo da 1 anno, periodo in cui non solo ho visto solo il presidio ospedaliero, ma anche l’intero Sistema sanitario nazionale che sono molto impegnati a dover contrastare quel nemico invisibile chiamato Covid – 19. Oggi ci sono tutti i presupposti, in collaborazione con i dirigenti dell’Asl Salerno e con le istituzioni, per poter voltare definitivamente pagina e lavorare all’unisono per poter regalare tante soddisfazioni all’intera comunità locale e non». Quale sarà la prima attività che svolgerà nelle vesti di segretario aziendale? «Abbiamo dato vita ad un nuovo direttivo, composto da persone eccezionali sia sotto l’aspetto umano che professionale. Lavoreremo per individuare le prime criticità da sottoporre all’attenzione dei dirigenti dell’Asl. Avvieremo colloqui con i dirigenti di ogni singola unità operativa». Cosa auspica per l’ospedale “A.Tortora”? «Auspico che ognuno, in base alle proprie competenze, faccia la sua parte. C’è un Polo Oncologico da consolidare, da far crescere. Occorre lavorare per consentire alle nostre eccellenze di essere il punto di riferimento per l’intero panorama regionale e nazionale». (Cronache)

QUI CAPACCIO PAESTUM

Nuovo lungomare alla Laura di Capaccio Paestum e parcheggi. A margine della cerimonia di consegna delle Bandiere Blu 2021, il consigliere comunale di maggioranza Antonio Di Filippo (nella foto) fa chiarezza al riguardo: “L’anno scorso ci eravamo lasciati con una promessa: vi stupiremo con effetti speciali… Promessa mantenuta: il lungomare è un’opera straordinaria che sarà completata ulteriormente, migliorando anche la mobilità la fruibilità della nostra costa”. “Dobbiamo partire dal presupposto e dal principio che è un’opera per la gente: si cammina a piedi, si respira aria pulita davanti al mare – spiega Di Filippo – per questo motivo abbiamo attrezzato per i parcheggi delle aree a monte della fascia pinetata. Sono a pagamento, ma solo nelle zone turistiche: lungomare alla Laura, area archeologica di Paestum, Vico delle Tavernelle. Nei centri urbani commerciali al Capoluogo e a Capaccio Scalo, ad esempio, sono totalmente gratuiti. Per lo più, anche sul litorale abbiamo un’area di sosta gratuita a Varolato, e nelle aree con le strisce blu lungo Via Poseidonia, come da Codice della Strada, sono presenti anche degli stalli bianchi. “Si parte da 1 euro all’ora per un massimo di 5 euro per tutta la giornata; sono previsti anche abbonamenti settimanali da 15 euro, quindicinali da 30 euro e mensili da 60 euro, per una media quindi di soli 2 euro al giorno. Per i residenti, previsti anche abbonamenti mensili a 30 euro – conclude – In questo modo, siamo venuti incontro a turisti e capaccesi: l’importante, però, è capire che dobbiamo puntare ad un turismo che comporti una serie di servizi che una città come la nostra ha l’obbligo di offrire per essere coerenti e conformi con quella che è la grande opera del lungomare”. (Cronache)

QUI MONTECORVINO PUGLIANO

Con delibera di Consiglio comunale numero 20 dello scorso 14 giugno, l’Amministrazione comunale di Montecorvino Pugliano ha dichiarato la decadenza della società “Iacp Futura” dalla convenzione urbanistica numero 380/2000, con conseguente estinzione del diritto di superficie. Dopo un ventennio dall’ultimo atto significativo, questo atto consentirà alle 48 famiglie, assegnatarie degli alloggi, di definire il trasferimento del diritto di superficie e legittimare definitivamente il proprio titolo di proprietà. La società “Iacp Futura” era subentrata all’Istituto Autonomo Case Popolari della Provincia di Salerno nei diritti ed obblighi derivanti dalla convenzione urbanistica sottoscritta con il Comune di Montecorvino Pugliano, per l’acquisizione, mediante esproprio, delle aree oggetto di intervento e la realizzazione del programma edificatorio dei 48 alloggi in località Bivio Pratole. Il suddetto concessionario, dopo aver completato le opere, non ha perfezionato per lungo tempo le formalità successive all’esproprio delle aree, con trascrizione a sé della proprietà superficiaria e della nuda proprietà al Comune di Montecorvino Pugliano, con conseguenze negative in primis di ordine fiscale per i proprietari originari dell’area e con effetti negativi per gli assegnatari degli alloggi; il fallimento successivo di Iacp Futura, soggetto attuatore, ha fatto poi venir meno i requisiti di idoneità oggettiva e soggettiva a porre in essere le predette formalità. «Con soddisfazione motivata – afferma il sindaco Alessandro Chiola, che ha seguito in prima persona ogni singolo passaggio – posso dunque affermare che questa Amministrazione si è sostituita nelle forme di legge alla Iacp Futura per procedere celermente al completamento di tutti gli adempimenti rimasti sospesi. La pronuncia consiliare di decadenza dalla convenzione urbanistica numero 380/2000 ha determinato infatti l’estinzione del diritto di superficie in capo al concessionario e la devoluzione degli immobili realizzati al patrimonio indisponibile del Comune. Inoltre, – spiega il Primo Cittadino Chiola, – è in ogni caso intenzione di questa Amministrazione fare salvi i diritti delle famiglie assegnatarie degli alloggi, autorizzando fin da ora la regolarizzazione in via definitiva in capo alle medesime del diritto incondizionato di superficie, su richiesta del singolo assegnatario mediante apposito atto integrativo. Si chiude dunque – conclude il Sindaco – positivamente una vicenda che vede questa Amministrazione farsi carico di adempimenti e responsabilità tese unicamente alla risoluzione di una vertenza che ha segnato per troppo tempo la vita di tante famiglie il cui diritto ed interesse trova, ancora una volta, identità unica nell’interesse generale da sempre tutelato e perseguito da questa amministrazione perché, come promesso, non mi stancherò mai di ricordare che nessuno resterà indietro».

ENOGASTRONOMIA

L’uva Sanginella prodotto De.Co. Un lavoro frutto della collaborazione della Claai Salerno, con il presidente Gianfranco Ferrigno, e Coldiretti Salerno, grazie al lavoro di Enzo Galdi, presentato ieri mattina, presso la Libreria Indipendente Libramente, alla presenza del sindaco Vincenzo Napoli, l’assessore al Commercio Dario Loffredo, il presidente dell’associazione degli artigiani Ferrigno e il presidente della Coldiretti Salerno, Vincenzo Galdi. “E’ una bella iniziativa di Claai e Coldiretti che pare stia andando avanti con sufficiente velocità e con grande senso del fine che tende a proteggere e certificare le nostre eccellenze enogastronomiche – ha dichiarato il sindaco Vincenzo Napoli – L’uva Sanginella è un vitigno autoctono delle nostre zone, va curato e sostenuto perché corre il rischio di andarsi disperdendo ed è un’uva particolare. Ora, i maestri gelatai salernitani sono impegnati ad immaginare un gelato di uva Sanginella. Altre eccellenze del territorio delle quali andare fieri sono la milza che profuma – nel periodo di San Matteo – i nostri vicoli, facendoci andare indietro con il pensiero ad epoche care; il profumo della Sanginella così persistente credo sia evocativo a sua volta. Sono delle cose che contribuiscono a costruire la nostra identità delle quali siamo fieri”. Intanto, come confermato dall’assessore Loffredo, l’amministrazione comunale sta lavorando ad una bozza di regolamento, dopo aver portato in giunta la delibra. La città capoluogo dovrebbe infatti puntare sul turismo enogastronomico: “Nel giro di qualche settimana avremo pronta la De.Co ma io dico di più: questa intuizione di Coldiretti e Claaai sarà da volano per un turismo che dovrà sempre più essere enogastronomico – ha dichiarato l’assessore Dario Loffredo – Noi pensiamo a dei percorsi, visitare le colline dove ci sono tracce di uva Sanginella, il nostro bellissimo Giardino della Minerva e questa intuizione di farne un gelato o dei panettoni mi sembra una cosa importante. Questa della Sanginella sarà solo la prima, ne seguiranno altri, come la milza, e credo ancora di più che oggi il legame dei prodotti con la nostra terra siamo un volano per la città che oggi ha una identificazione verso il turismo”. Quella della denominazione culturale altro non è che il recupero del marchio identitario di un prodotto territoriale: “Il nuovo turismo si muoverà molto su questo tipo di ricerca: l’emozione, l’unicità, tutto ciò che è elemento ed evento unico è trainante per circa il 25% del turismo, di prossimità e nazionale, maggiormente attento a tutto il fenomeno enogastronomico – ha dichiarato il presidente della Claai, Ferrigno – È uno strumento di marketing territoriale che il Comune utilizzerà al meglio, nel modo più certificato possibile. Il recupero di questo vigneto ha un padre nobile che ebbe la cura di conservare e preservare il ceppo originale: Alfredo Galdi. Il recupero è legato anche ai nomi, ai personaggi, a quella cultura concreta e reale che un territorio esprime”. Uno strumento che mira anche a valorizzare l’inclusione sociale, contrastando il fenomeno dello spopolamento dei borghi. “Sono strumenti che vanno ben calibrati e ben utilizzati, è uno strumento, un marchio di identificazione di un territorio”, ha aggiunto Ferrigno. La Claai ha anche organizzato due giorni di degustazioni presso i banchi di alcuni mastri gelatieri della provincia che si sono cimentati nella creazione di un nuovo gusto. Sarà possibile assaggiare il gelato alla Sanginella il 19 e il 20 giugno presso il Bar Centrale Iacuzzo di Pontecagnano Faiano, il Bar Europa di Colliano, il Bar delle Sirene di Salerno, L’isola del Gelato di Campagna e il Bar Primavera di Pontecagnano Faiano. (Cronache)

LA PILLOLA DELLE TRE

La Casa di Cura Tortorella presenta “La pillola delle tre”, un focus a carattere scientifico pensato per sensibilizzare ed educare la comunità sui ruoli della prevenzione e della corretta diagnosi delle patologie. La pillola delle tre è la rubrica della salute della Casa di Cura Tortorella. Un focus a carattere scientifico, che coinvolge i professionisti della Struttura, pensato per fornire un’informazione completa e attendibile a tutta la comunità. La terza settimana di ogni mese, alle tre del pomeriggio, vengono pubblicate, sulle pagine Facebook e Instagram della Clinica, infografiche e video interviste in merito a patologie o ricorrenze in campo sanitario. L’obiettivo è di sensibilizzare l’utenza sui ruoli della prevenzione e della corretta diagnosi clinica, evitando la diffusione di false informazioni e analisi “fai da te”. Dopo un primo anno di rodaggio attraverso la pubblicazione di infografiche su diversi temi, da maggio 2021 si è passati alla realizzazione di video interviste ai professionisti della Casa di Cura, per rendere la comunicazione ancora più efficace. I temi affrontati sino a ora sono: allergie, disturbi alimentari, malattie dell’apparato digerente, articolazioni (spalla, anca e ginocchio), importanza dei vaccini. A inaugurare il formato video è stato il Dott. Vincenzo Villari, responsabile del servizio di radiologia interventistica, che ha introdotto il varicocele. Questo mese (dal 21 giugno), invece, sarà la volta del Dott. Martino Aquaro, argomento: l’anestesia e il ruolo dell’anestesista-rianimatore nelle pratiche mediche.

AREE ARCHEOLOGICHE

“Quindici milioni del Pnrr saranno destinati agli snodi ferroviari nel Sud Italia: un primo risultato e uno spiraglio di luce per la Stazione Alta Velocità Vesuvio Est” Grazie all’emendamento approvato nel Fondone 2021 (AS2207), frutto del lavoro sinergico della senatrice Felicia Gaudiano e della Deputata Virginia Villani, la Stazione Alta Velocità Vesuvio Est può diventare realtà. Tra le altre novità per la Provincia di Salerno e l’Agro Nocerino Sarnese, vi è l’impegno formale per il Governo con l’ok in Aula di due “Ordini del Giorno” per l’ampliamento della Buffer zone di Pompei fino a Nocera superiore e per inserire i lavori per la viabilità delle aree archeologiche di Sarno e Nocera nel Pnrr e nel Piano Nazionale delle opere complementari. La Valorizzazione dei siti archeologici passa per la creazione di collegamenti agevoli e moderni. “Si tratta di una svolta importante per l’inserimento all’interno della buffer zone di Pompei di tutta l’area che arriva fino a Nocera Superiore. Un’estensione possibile grazie ai fondi del PNRR e del Piano Nazionale delle opere complementari. È un’occasione molto importante per intercettare finanziamenti e far crescere da un punto di vista turistico quella zona. Non solo, con il mio secondo ordine del giorno approvato in Aula, abbiamo anche impegnato il Governo a migliorare la viabilità e la sosta nei siti archeologici dell’Agro. Abbiamo infatti chiesto di mettere in campo i finanziamenti previsti nell’ambito del PNC per garantire la riqualificazione dell’accessibilità stradale e il miglioramento delle aree di sosta al complesso Area Archeologica e teatro Ellenistico di Foce Sarno-Parco Naturalistico Cinque Sensi di Sarno e per le zone di sosta alle aree archeologiche di Nocera Inferiore. Lo annunciano in una nota congiunta la Deputata Virginia Villani e la Senatrice Felicia Gaudiano. “Si tratta di provvedimenti molto importanti che potrebbero cambiare il volto e la fruizione dei siti archeologici dell’Agro Nocerino e in generale, di tutta la Provincia di Salerno, creando una sinergia fruttuosa anche con le aree di interesse di Paestum e di della Costa d’Amalfi – dichiara la Senatrice Gaudiano – Inoltre, nel Fondone2021 abbiamo anche approvato l’emendamento che inserisce delle risorse del Pnrr, 15 milioni totali (cinque per il 2022 e dieci per ciascuno degli anni 2023 e 2024) degli interventi di potenziamento dei nodi e collegamenti ferroviari nel Sud Italia, valorizzando i siti di interesse storico, turistico ed archeologico. Anche in questo caso, è una grande battaglia che dobbiamo continuare a portare avanti anche per l’Agro con la realizzazione della Stazione Vesuvio Est, un intervento cruciale per il nostro territorio”. “Sono molto soddisfatta del lavoro di squadra che ci ha portato all’approvazione degli ordini del giorno sul patrimonio culturale dell’Agro e dell’emendamento al Fondone2021 al Senato. Per ora abbiamo compiuto un primo passo per inserire la Stazione Vesuvio Est all’interno delle risorse per il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, ma molto ancora c’è da fare. La vera partita per il rilancio turistico e lo sviluppo del nostro territorio si gioca proprio sugli investimenti negli snodi di collegamento, la viabilità e gli accessi che renderebbero molto più facile la fruizione dei siti dell’Agro Nocerino. Noi continueremo la nostra battaglia ed anche il pressing sul Governo affinché i nostri territori siano valorizzati da un punto di vista archeologico e turistico, sfruttando la vicinanza con Pompei e con Paestum” conclude la Deputata Virginia Villani.

VIETRI IN SCENA

Anteprima di Vietri in Scena, domani (domenica 20 giugno) nella Villa Comunale di Vietri sul Mare. Si apre ufficialmente la stagione musicale, culturale e turistica promossa dall’assessorato alla cultura, spettacolo e turismo, retto da Antonello Capozzolo. Alle ore 21,00 il Concerto dell’Orchestra del Teatro Goldoni di Livorno, diretto dal Maestro Eric Lederhandler. Il programma prevede il doppio concerto in A min opera 102 per violino e violoncello di Brahms e la Sinfonia numero 3 in La minore per orchestra “Scozzese” di Felix Mendelssohn – Barholdy. La serata sarà presentata da Guido Mastroianni. La rassegna “Vietri in Scena”, organizzata dall’amministrazione comunale, sotto la direzione artistica del maestro Luigi Avallone, è patrocinata dalla Regione Campania e dalla Provincia di Salerno. Durante le manifestazioni saranno rispettate le norme previste dall’emergenza Covid. (Ora Notizie)

FESTA DELLA MUSICA

A Ravello, nel Duomo, la presentazione della seconda edizione del concorso internazionale che valorizza i cori professionali e amatoriali. Lunedì 21 giugno dalle ore 19. La soddisfazione del direttore, il maestro Colomba Capriglione: “Premiati il nostro impegno e la ricerca continua nel valorizzare il canto corale e per promuovere la direzione e composizione corale”. Sarà il millenario Duomo di Ravello, la location scelta della Festa della Musica e che ospiterà la presentazione della II edizione del Premio Schola Cantorurm L’organizzazione è a cura dell’associazione Diabolus in Musica con il patrocinio del Comune di Ravello. Tra gli ospiti attesi, il maestro Silvana Noschese, direttore del coro delle voci bianche del Teatro Verdi Salerno e del Coro Calicanto già vincitore della prima edizione e che si esibirà durante la serata. Altri importanti sorprese e novità sono previste durante il primo evento post pandemia dell’anno a Ravello. Con la direzione dello stesso maestro Colomba Capriglione, docente di direzione e composizione corale al Conservatorio di Frosinone saranno eseguiti madrigali composti dal maestro ed interpretati dai solisti dell’ensemble Diabolus in Musica, con i solisti: il soprano Monia Salvati, il contralto Tonia Lucariello, il tenore Alessio Salvati, la voce recitante Lorenzo Costantini e la pianista Rossella Marcone. Il Maestro concertatore è Federico Mileo, il collaboratore è Franco Paluzzi. Ad arricchire l’evento anche i volteggi di danzatori provetti, diretti dal maestro ballerino Luigi Fortunato Tra gli ospiti d’onore c’è il Maestro Elsa Evangelista, presidente della giuria tecnica e già direttore del Conservatorio San Pietro Majella di Napoli, che annuncerà il bando internazionale della prossima edizione del Premio Schola Cantorum e che coinvolgerà cori professionali e amatoriali anche provenienti dall’estero.

La musica è di nuovo protagonista al Parco Archeologico di Paestum e Velia per il terzo anno consecutivo con la 27° edizione della “Festa della Musica”, organizzata dal MiC, dedicata al tema “Squilli di musica e di vita!” L’appuntamento è per il 21 giugno 2021 nelle due aree archeologiche di Paestum e di Velia con in programma concerti e rappresentazioni teatrali per celebrare un momento significativo di ripresa della vita sociale e delle attività culturali. A Paestum, in programma nel pomeriggio la Rassegna Cinematografica “Viaggiando con il cinema” e a seguire l’evento “La musica fa cinema – colonne sonore” che rientra nel progetto “Musica di InsiemI”. Protagonisti degli eventi studenti che hanno preso parte ai progetti scolastici promossi da MIiur E MiC. Nell’area archeologica di Velia in programma un affascinante spettacolo dal titolo: “Atmospherae. Musica&Parole nell’antichità”: un suggestivo viaggio attraverso le parole di Platone, Aristofane, Euripide, Omero e Parmenide che raccontano feste, preghiere e riti, sulle note della musica di Johann Sebastian Bach.La partecipazione agli eventi è inclusa nel biglietto di ingresso al Parco di Paestum e Velia, nella card Adotta un blocco e nell’abbonamento Paestum&Velia. Area archeologica di Paestum A partire dalle ore 15:00 e fino alle ore 18:00 si terrà nell’area archeologica di Paestum, nei pressi della cd. Basilica, l’evento conclusivo della Rassegna Cinematografica “Viaggiando con il cinema”, organizzato dall’Istituto Comprensivo CoMVass, capofila della Rete “Cinema InsiemI”, in collaborazione con Associazione Culturale School Movie, Università degli Studi di Salerno DISPAC, Parco Archeologico di Paestum e Velia, Scuola secondaria di I grado “Galvani Opromolla” di Angri (SA), IC Visconti di Ogliastro Cilento (SA), Villa Ravaschieri, Comune di Roccapiemonte (SA), nell’ambito del “Piano Nazionale cinema per la scuola” promosso da Miur E MiC. . Successivamente, dalle ore 18:00 e fino alle ore 20:30 seguirà l’evento “La musica fa cinema – colonne sonore” che rientra nel progetto “Musica di InsiemI”, organizzato sempre dall’Istituto Comprensivo CoMVass ad indirizzo musicale, l’USR Campania in collaborazione con il Conservatorio di Salerno G. Martucci, il Parco Archeologico di Paestum e Velia, Villa Ravaschieri, Comune di Roccapiemonte (SA), Villa Arbusto Comun e di Lacco Ameno (NA), il Liceo Musicale A. Galizia, l’IC V. Mennella nell’ambito del Piano triennale delle arti. In programma la proiezione dei video dell’Orchestra vincitrice della Rassegna e dell’Orchestra Musica d’InsiemI. La serata si concluderà con l’esibizione dell’Orchestra e Corpo di Ballo del Liceo Musicale “A. Galizia” e Dancestudio di Nocera Inferiore (SA), sulle note del Valzer Dei Fiori da “Lo Schiaccianoci” P.I. Tchaikovsky (Arr. G. Borriello) e con le coreografie di Anna Romano e Gaetano Petrosino. L’orchestra del liceo Musicale A. Galizia vedrà la partecipazione straordinaria degli studenti dell’IC Mons. M. Vassalluzzo Comvass di Roccapiemonte. Area Archeologica di Velia A partire dalle ore 18:00 lo spettacolo: “Atmospherae. Musica&Parole nell’antichità” con Gaetano Stella, Elena Parmense e alla viola il Maestro Pasquale Calabene. Un suggestivo viaggio attraverso le parole di Platone, Aristofane, Euripide, Omero e Parmenide che raccontano feste, preghiere e riti, sulle note della musica di Johann Sebastian Bach.

LA PRESENTAZIONE

E’ in programma venerdì 25 giugno alle ore 19.30, la presentazione del libro “Percorsi” – Itinerari turistici, storici, culturali, ambientali ed enogastronomici nel Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano ed Alburni, di Chiara Di Nardo. Nell’affascinante location del Castello Angioino Aragonese, la giovane autrice agropolese presenterà il testo, edito da Albatros. E’ la sua tesi di laurea in Beni Enogastronomici, ma in versione ampliata. Porteranno i saluti dell’Amministrazione comunale, il sindaco della Città di Agropoli Adamo Coppola e il consigliere delegato alla Cultura, Franco Crispino. La presentazione sarà a cura del prof. Raffaele Palumbo; moderatore Carmine Pecoraro. Oltre all’autrice, sarà presente l’editore Lucia De Cristofaro. Il libro è strutturato in tre percorsi, creati per altrettante diverse tipologie di turisti: culturale-archeologico, speleologico-ambientale e costiero, tutti abbinati a punti di interesse enogastronomico all’interno del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Sono state inserite, inoltre, insieme alla descrizione del prodotto/piatto tipico abbinato al percorso, le ricette tradizionali della zona. Per alcuni prodotti è presente anche una “Ricetta dello chef”, di chef e pasticcieri della zona. L’autrice ha voluto far conoscere anche loro, le attività/ristoranti, oltre ad un buon numero di sagre che si tengono sul territorio. «L’idea di trasformare la mia tesi di laurea in un libro – commenta l’autrice Chiara Di Nardo – è nata dal fatto che il format della mia tesi di laurea mi imponeva un limite stringente di pagine (che io ho comunque sforato) per cui è stato davvero difficile raccogliere e organizzare le informazioni per rientrare più o meno in questo limite. Ho pensato – conclude – che era davvero un peccato escludere tanti prodotti e luoghi e che quindi una volta laureata avrei voluto rimettermi a lavoro per completarla, e prendere contatti con una casa editrice sperando che fosse interessata a pubblicarla, per offrire queste informazioni agli utenti, dato che l’idea cardine è che questi itinerari fossero a disposizione dei turisti, al fine di venire realmente percorsi».

SALOTTI LETTERARI

Nuovo appuntamento con i Salotti letterari della XV edizione di ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo sabato 19 giugno, ore 19.30, ad Atrani in Piazza Umberto I: protagonisti Maria Sole Limodio con “La Canzone Napoletana” (Newton Compton), e Stefano Conti con “Seguimi se vuoi” (Affinità Elettive). In collaborazione con il Comune e il Forum dei Giovani di Atrani, i libri concorrono all’assegnazione del Premio costadamalfilibri. Con lo stesso tono popolare e appassionato tipico delle canzoni di cui tratta, “La Canzone Napoletana” di Maria Sole Limodio racconta uno dei panorami musicali più vivi e peculiari dell’Italia di ieri e di oggi. Un’analisi che non si limita a concentrarsi sui testi e sugli aneddoti che li circondano, ma che si infila nei vicoli dove la musica viene ascoltata, in un percorso avvincente in cui il lettore è guidato e sedotto. Napoli non è solo una città ma una Sirena, Partenope, che canta sé stessa al mondo e a chi la vive. Dai salotti di Posillipo ai pescivendoli dei quartieri, dalle signore ingioiellate del Vomero ai femminielli della stazione, la canzone è ciò che unisce da sempre tutti i napoletani, e in questo libro l’autrice ripercorre la storia e le evoluzioni di questo legame, restituendo un pezzo importante dell’identità culturale partenopea e italiana.

DESTINAZIONE SKOPJE

Destinazione Skopje è il progetto promosso dalla Fondazione Giffoni – che vede come soci fondatori il Comune di Giffoni Valle Piana e l’Ente Autonomo Giffoni Experience – in cofinanziamento con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione – Direzione Generale per la promozione del sistema Paese, con la collaborazione dell’Associazione Planet M. Il progetto rientra tra le attività del bando Scambi Giovanili 2021 ed avrà una durata compresa tra il 21 luglio ed il 25 ottobre 2021. Giffoni – Skopje, andata e ritorno: questo il format del progetto che nasce con l’obiettivo di contribuire a promuovere scambi sociali e culturali tra i giovani di due Paesi, partendo dalla scuola per diffondere i valori dell’inclusione e dell’integrazione. Responsabile del progetto è la professoressa Antonia Grimaldi. Si inizia il 21 luglio in occasione di #Giffoni50Plus, l’edizione 2021 di Giffoni Film Festival. Si prosegue a fine ottobre a Skopje per la seconda tappa del progetto che prevede la presenza dei Giffoner in Macedonia del Nord che avranno così la possibilità di scoprire un nuovo Paese utilizzando gli strumenti del cinema, del teatro, delle arti come veicoli di conoscenza del genius loci. Far conoscere altri popoli, altre culture, nuovi suoni e nuove visioni sono da sempre obiettivi strutturali di Giffoni. In questo senso il progetto Destinazione Skopje è perfettamente in linea con questa impostazione promuovendo, come fa, l’educazione alla multicultura e alla solidarietà. Si possono, infatti, comprendere i cambiamenti sociali solo attraverso un’esperienza diretta. Destinazione Skopje rende possibile questo contatto attraverso il linguaggio della cultura e dell’arte. Il progetto è rivolto ed indirizzato ai ragazzi tra i 14 ed i 28 anni con il coinvolgimento di quindici giovani italiani e quindici ragazzi macedoni che si conosceranno anche grazie alla reciprocità dello scambio. In una logica di coesione tra generazioni diverse, è previsto il coinvolgimento anche delle famiglie. Gli incontri contribuiranno alla promozione delle competenze e delle conoscenze dei giovani in cerca di lavoro nel mondo dei media e delle arti visive. Valorizzare l’inclusione sociale attraverso la scoperta di mondi diversi è l’obiettivo generale del progetto che si declina in tre finalità: sostenere la formazione nel mondo delle arti, del cinema e della comunicazione, valorizzare i rispettivi patrimoni culturali ed ambientali, diffondere la conoscenza della vita sociale e politica dei rispettivi Paesi in ambito comunitario. Tutte le azioni del progetto guardano a questi obiettivi nella convinzione che solo attraverso la cultura della coesione è possibile lavorare per un’Europa migliore, per un mondo migliore.

QUI SCAFATI

“Scafati torna ad essere invasa dai rifiuti. Cumuli di immondizia sui marciapiedi, strade non spazzate, micro discariche che si accumulano in ogni dove, anche e soprattutto fuori quelle attività commerciali che da questo subiscono un duplice danno. Con l’incedere della stagione estiva, poi, la situazione rischia di peggiorare, con l’aumento dei miasmi e del pericolo igienico sanitario. Già oggi insetti, blatte e zanzare invadono strade e case in ogni quartiere”. Ad alzare la voce è Michele Grimaldi, capogruppo democratici e progressisti di Scafati. Sotto acccusa, finiscce il primo cittadino e l’amministtraziione comunale. “E il sindaco che fa? Presenta in Consiglio comunale un atto di indirizzo per ripristinare il Consiglio di Amministrazione dell’Accse, e cioè per distribuire nuovi incarichi a spese dei cittadini. Dopo l’esternalizzazione dei tributi, una nuova inversione ad U rispetto a quanto deciso dalla Commissione straordinaria. Nel frattempo, il Sindaco propone anche di affidare alla controllata Acse nuovi servizi. Ma non chiarisce con quali mezzi, risorse ed operatori. Si pensa di continuare con il lavoro precario ed i sorteggi? All’Acse servirebbe invece un Piano industriale che ne segnasse la strategia di rilancio, un piano di assunzioni che sopperisca all’evidente carenza di organico, una strategia coordinata con l’Ente di sensibilizzazione sulla raccolta differenziata. E di repressione verso chi conferisce in maniera errata e illegale. Ma di tutto questo non c’è traccia, così come non c’è traccia del 50% dei tributi Tari che il Comune non riesce ad incassare. Questo perché si è volutamente smantellato l’ufficio tributi per favorirne la privatizzazione.E perché non si è voluta rimodulare la tassazione – così come noi avevamo proposto in Consiglio – a favore delle fasce deboli: facendo si che di fianco al necessario contrasto all’evasione da “furbizia”, si sarebbe invece potuto tendere una mano a quei cittadini in difficoltà che vorrebbero pagare ma non possono. E invece no. Si continua sulla strada delle privatizzazioni (dopo che in campagna elettorale avevano detto “Mai più una nuova Geset”) e sulla proliferazione degli incarichi da distribuire pur di placare gli appetiti insaziabili delle mille anime della maggioranza. Sarebbe tra l’altro il caso che prima o poi il sindaco, come in suo potere, e come previsto dallo Statuto, chiedesse all’Amministratore Unico dell’Acse di relazionare al Consiglio e dunque alla città su criticità, modalità di funzionamento e prospettive della società che guida. Non per altro – oltre che alle dovute spiegazioni su piano industriale, personale ed assunzioni, consulenze ed appalti sopra e sotto soglia – sarebbe curioso sapere che fine ha fatto il Progetto dell’Eco Baratto, annunciato con tanto di 6×3, e poi scomparso nella nebbia, come molti degli annunci di questa amministrazione. Oppure capire anche che fine ha fatto il piano parcheggi, che ha addirittura un consigliere comunale delegato, ma anch’esso, più volte annunciato, è poi più volte scomparso”. (Cronache)

IL CONTEST

Per il settimo anno consecutivo lo staff del “Dorothy Dream Day” indìce un contest fotografico legato al ricordo della giovane artista di Policastro Bussentino, Maria Dorotea Di Sia, morta tragicamente il 13 maggio del 2014. Il tema di quest’anno è “La fotografia può fissare l’eternità per un attimo”. Il denominatore comune di tutte le foto è il tempo. Il tempo che scivola via tra le dita, tra gli occhi. Il tempo delle cose, della gente. Il tempo delle luci e delle emozioni. Un tempo che non sarà mai più lo stesso. I partecipanti dovranno raccontare, attraverso la fotografia, ciò che questo tema ispira. La partecipazione al contest è gratuita, aperta a tutti gli amanti della fotografia, non professionisti e senza limiti d’età. Ciascun partecipante potrà inviare, entro le ore 12 di giovedì 8 luglio 2021, una sola immagine corredata da nome e cognome e contatto telefonico dell’autore/autrice, sia tramite email all’indirizzo doroty-dream@hotmail.com che in posta privata nella pagina Facebook del “Dorothy Dream”. La premiazione dei vincitori del contest si terrà sabato 10 luglio 2021 a Casa Stella (San Giovanni a Piro) nel corso del Dorothy 2021.

AL MUSEO

Lunedì 21 giugno dalle ore 20.00, presso la Terrazza degli Aranci del Museo FRaC di Baronissi, si terrà il finissage della mostra “Spoerri & gli amici del Nouveau Réalisme. Opere della Collezione Caporrella”, promossa in occasione del novantesimo compleanno dell’artista e il sessantesimo anniversario del manifesto del Nouveau Réalisme. La compagnia Sobremesa, nell’ambito della rassegna “Dialoghi con l’arte” curata dall’Associazione Culturale “Tutti Suonati”, presenta “Sobbollire. Lezione-spettacolo su Daniel Spoerri” a cura di Andrea Avagliano. Prendendo spunto dall’Ultima Cena di Daniel Spoerri rappresentata nel 1970, la tavola diventerà il palcoscenico di una lezione-spettacolo sulla vita dell’artista e del Nouveau Réalisme, attraverso l’utilizzo di diverse espressioni artistiche che richiamano il vissuto di Spoerri. Una breve lezione di Massimo Bignardi, direttore artistico del Museo FRaC, dedicata alla serata conclusiva del movimento del Nouveau Réalisme, tenutasi a Milano nel 1970, ed un collage di musiche di cantautorato italiano eseguite da Vito Palazzo e Manuela Tipoldi, pezzi teatrali tratti dal Teatro dell’assurdo di Eugène Ionesco e testi autobiografici di Daniel Spoerri interpretati da Andrea Avagliano, Francesco Casaburi, Claudio Fidia ed Emanuela Tondini caratterizzeranno la serata dalla “Terrazza degli Aranci” del Museo FRaC di Baronissi. Si consiglia, per la partecipazione all’evento, la prenotazione online sul seguente link: https://www.tuttisuonati.com/prenota-frac.html

LEGGI ANCHE 40 milioni di euro per l’Aeroporto Salerno Costa d’Amalfi

LEGGI ANCHE Sergio Vecchio, “Ritorno ad Itaca”

Redazione Sport - Cronaca , Attualità - - Vai alla Home

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Pallanuoto, il Giappone diverte ma il Settebello dilaga d'autorità e doppia i nipponici: 200 caps in azzurro per Di Fulvio

Con la terza vittoria in quattro partite l'Italia, già qualificata ai Quarti di finale, resta al comando della classifca del gruppo A. Giappone battutto 16-8. Sul...

Pallanuoto, dall'emergenza vaccini alla piscina: la Battaglia vincente di Alessandra. "Amicizie vere, insegnamenti e sogni grazie a questo sport"

La vita è fatta di incontri che cambiano e migliorano il tuo modo di essere e pensare. Lo sport ne è una delle principali e lampanti testimonianze. Come quella di...

Pallanuoto, al via la marcia di avvicinamento agli Europei Under 17 femminile: 25 azzurrine in collegiale ad Avezzano

Al via la marcia di avvicinamento agli Europei Under 17 femminili, in programma a Sibenik in Croazia (in foto l'impianto ospitante) dal 22 al 29 agosto prossimi. A causa della...

Salerno, incidente su corso Garibaldi: un ferito

Poteva avere conseguenze ben più gravi l’incidente verificatosi ieri sera, poco prima della mezzanotte, lungo corso Garibaldi, altezza poste centrali. Stando a...

I fatti del giorno | Tutte le principali notizie di cronaca e attualità da Salerno e provincia

GREEN PASS
Sul tema del green pass che dal prossimo 6 agosto diventerà obbligatorio per tutti coloro che vorranno accedere a determinati servizi, mercoledì...

Sviluppo e investimento, una delegazione dell’Angola in visita a Salerno

Mattinata all’insegna della cooperazione, ieri mattina a Palazzo Sant’Agostino, dove, promosso dalla Camera di Commercio e dall’Africa Centrale si è...

I versi e la poetica di Franco126 emozionano il Giffoni Music Concept

Tra “lucida follia” dell’amore e “anime inquiete”, con la strada come sfondo: i versi e la poetica di Franco126 emozionano...

Alessandro Zan a Giffoni: "Battaglia dura ma legge sarà approvata, Paese molto più avanti del suo Parlamento"

C’è un Paese che è molto più avanti del suo Parlamento. Quel Paese è l’Italia. La questione è quella della tutela dei diritti...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?