Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

I fatti del giorno | Tutte le principali notizie di cronaca e attualità da Salerno e provincia

16/06/2021

VERSO LE COMUNALI

Ora è ufficiale! Christian Santoro scende in campo alle prossime amministrative salernitane nelle fila dei socialisti capitanati da Enzo Maraio. Una scelta importante nata da una meditazione accurata e dalla voglia di dare il proprio contributo concreto al rinnovamento di Salerno. Santoro non nasce dal nulla, ha avuto molte esperienze politiche in passato spesso “dietro le quinte”, e per questo poco avvezzo alle manie di protagonismo. Uno che sa fare squadra, che intuisce le persone giuste al posto giusto, tanto da essersi meritato la carica di coordinatore cittadino per la Lega, sposando un progetto che all’inizio non era ben visto in città per i noti motivi nazionali ma che poi ha avuto i suoi frutti riuscendo egregiamente a far salire il partito a Salerno, a portare idee innovative ed ha raggiungere risultati politici molto soddisfacenti sbaragliando lo scetticismo della prima ora. Il bene per Salerno ha prevalso su tutto tanto che, quando sono subentrati personalismi e situazioni “poco democratiche”, Santoro ha deciso di passare la mano dimettendosi e dedicandosi per un buon periodo al suo lavoro primario, l’operatore sanitario che lo ha impegnato non poco, specialmente nel periodo della pandemia da Covid-19 dove ha dato tutto sé stesso per aiutare la struttura per cui lavora, per aiutare il prossimo e chi era in difficoltà. Con l’approssimarsi delle elezioni comunali, Santoro è stato contattato da tante realtà politiche locali. Dopo un periodo di riflessione ha scelto di legarsi al progetto del Partito Socialista: “Ho fatto questa scelta perché ho trovato in questo gruppo una vera e propria famiglia. Un gruppo leale, distensivo, dove vige la meritocrazia e dove si ha realmente voglia di lavorare per migliorare la propria città” – ha dichiarato. Il buon Christian è uno che vale e lo stesso segretario nazionale del PSI Enzo Maraio lo sa bene. Infatti nei prossimi giorni Santoro contribuirà con una serie di idee da poter inserire nel programma del partito. Per Santoro diventano fondamentali la sicurezza ed il miglioramento del monitoraggio sanitario in città, magari con delle strutture mobili sanitarie e di polizia municipale nei vari quartieri specialmente nelle zone collinari che spesso sembrano essere poco considerate. Nelle stesse zone diventerà importante anche migliorare il collegamento dei bus e su questi temi ci lavorerà per portare delle soluzioni concrete di concerto con tutto il gruppo del PSI. Nei prossimi giorni, Christian Santoro inizierà un proprio tour di monitoraggio in tutti i quartieri per toccare con mano tutte le problematiche relative agli stessi e portare avanti un altro progetto a lui caro: la scuola dei quartieri, già attivo a Milano. Servizi e progetti ideati dai cittadini per migliorare la vita dei quartieri. “Conoscere i quartieri della propria città vuol dire capire la propria città e lo si può fare solo con la creatività e l’intraprendenza degli abitanti che vivono nei quartieri. La Scuola dei Quartieri aiuterà le persone che vogliono fare qualcosa di utile, di nuovo e sostenibile per la città, un supporto per trasformare le loro idee in progetti concreti. Una vera città turistica nasce anche da queste basi”. (Cronache della Sera)

CAOS VACCINI

a riorganizzazione alla comunicazione del via libera alla vaccinazione “eterologa” è partita subito. La nota inviata dalla Regione Campania alla varie Aziende sanitarie ha spinto l’Asl Salerno a fare presto nel solco del mantra «immunizzare presto e tutti». Lo sprint è andato in onda pure in diretta tv: gli inviati di La7, ieri pomeriggio, si sono recati presso l’ambulatorio del Centro sociale di Pastena dove, da subito, settanta “under 60” che dovevano ricevere la seconda dose di AstraZeneca hanno invece completato il loro processo di immunizzazione con Pfizer. Una giornata di fuoco, dunque, negli uffici di via Nizza dove il manager Mario Iervolino e il responsabile dell’emergenza Covid, Arcangelo Saggese Tozzi, hanno dato un nuovo input a procedere al “riconteggio” delle dosi necessarie per garantire i richiami ai 50mila salernitani che dovranno sottoporsi - giocoforza - alla vaccinazione eterologa. (La Città)

“Il Governatore della Campania Vincenzo De Luca ha fatto la cosa giusta scegliendo di seguire le indicazioni della scienza e del Governo, in merito agli ultimi aggiornamenti della campagna vaccinale”. Lo afferma in una nota il sottosegretario alla Salute, ed esponente di Noi con l’Italia, Andrea Costa. “Ciò che ci chiedono i cittadini – sottolinea – è unita istituzionale e politica per uscire il prima possibile dalla pandemia. Certe prese di posizione non aiutano di certo a costruire un clima necessario di fiducia e anzi alimentano incertezza nella comunita’”. Oggi invece, secondo Costa, “bisogna veicolare messaggi positivi e di prospettiva. Sulle questioni sanitarie, insomma, non deve esserci libera interpretazione, le Regioni – conclude – devono seguire le indicazioni della comunità scientifica e del Governo senza fughe in avanti”. Nei giorni scorsi, infatti, le dichiarazioni del governatore De Luca che, di fatti, aveva bloccato, in Campania il mix di vaccini, ha suscitato non poche polemiche soprattutto da parte degli altri governatori italiani che chiedevano, invece, di seguire le indicazioni del governo nazionale per non confondere ulteriormente i cittadini.

ALLARME FURTI

E' stato bloccato nel pomeriggio di ieri, poco dopo le 18, in piazza Alario. Nel cuore di quel centro storico di Salerno che, nelle ultime settimane, è stato violato a ripetizione. L'ultima volta proprio la scorsa notte con una nuova "spaccata" in un luogo simbolo della città, piazza Portanova. Nel pomeriggio, poi, la svolta: gli agenti della Squadra mobile della questura di Salerno, guidati dal vicequestore Marcello Castello e dal suo vice Aniello Ingenito, hanno tratto in arresto un 32enne, ritenuto componente della gang che sta seminando il panico in città, colpendo nella notte le attività commerciali in centro così come in periferia. (La Città)

IN PREFETTURA

Il Prefetto di Salerno, Francesco Russo, ha presieduto nella mattinata odierna, presso il Palazzo del Governo, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, al fine di affrontare la problematica dell’abusivismo edilizio e della presenza di cittadini stranieri sul territorio del comune di Eboli. Hanno preso parte all’incontro il Commissario Straordinario del comune di Eboli, accompagnato dal Comandante della Polizia Municipale, i vertici provinciali delle Forze di Polizia e il Comandante della Capitaneria di Porto. Nel corso della riunione è stata esaminata la situazione della sicurezza e dell’ordine pubblico nel territorio del comune di Eboli connessa anche a fenomeni di degrado urbano e di abusivismo, nonché delle condizioni igienico-sanitarie precarie e degradate delle abitazioni occupate. I presenti hanno fornito importanti contributi in ordine alle azioni da mettere in campo in maniera congiunta per arginare il problema dell’edilizia abusiva, con l’obiettivo, anche di assicurare condizioni di vita più dignitose ai numerosi cittadini stranieri presenti nel comune di Eboli. Il Prefetto di Salerno, nel segnalare l’importanza dell’odierno incontro per le problematiche affrontate, ha evidenziato la necessità che l’attività di monitoraggio e di programmazione degli interventi delle Forze dell’Ordine sia tempestiva e capillare. Nel corso della riunione sono state esaminate, altresì, le problematiche di sicurezza pubblica rappresentate dai sindaci dei comuni di San Marzano sul Sarno e di Pagani, i quali hanno manifestato preoccupazione per il recente incremento dei reati predatori, delle attività di spaccio di sostanze stupefacenti, nonché per la presenza di cittadini stranieri irregolari. Il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Salerno ha ribadito il massimo impegno a presidiare il territorio con azioni mirate ed ha ricordato i recenti interventi che hanno contribuito ad assicurare alla giustizia molti degli autori dei reati. In conclusione dell’incontro, il Prefetto di Salerno ha espresso apprezzamento per i risultati raggiunti, ribadendo la necessità che il ripristino della legalità avvenga in maniera tempestiva ed i sindaci dei comuni di San Marzano sul Sarno e di Pagani hanno ringraziato pubblicamente il Prefetto per la vicinanza dello Stato e l’efficacia degli interventi. 

L'INCONTRO

La problematica della sosta selvaggia in piazza Plebiscito ha attirato l’attenzione dell’amministrazione comunale. A farsi carico delle richieste incessanti dei residenti della zona, la consigliera comunale Sara Petrone che – con il comitato territoriale Salerno Mia – ha organizzato per il prossimo 22 giugno, alle 19, presso la chiesa dei Morticelli, un incontro con l’assessore all’Urbanistica e alla Mobilità Mimmo De Maio. Al confronto-dibattito parteciperà anche il collettivo Blam e una rappresentanza di cittadini che esporranno le loro problematiche relative alla sosta selvaggia e, di concerto con l’amministrazione comunale, cercheranno le soluzioni più idonee. Il comitato territoriale Salerno Mia, in questi giorni, continua a segnalare anche le situazioni di degrado che si registrano in diversi punti del centro storico cittadino, sollecitando anche un intervento da parte degli operatori ecologici di Salerno Pulita. (Cronache)

IL MEETING

Nuovo appuntamento firmato Confindustria Salerno quello in programma questa mattina, a partire dalle 9, presso la stazione Marittima di Salerno. Ad aprire i lavori per i saluti istituzionali, Antonio Ferraioli, presidente di Confindustria Salerno; il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli; Cesare Pianese, delegato alla Terza Missione Università degli Studi di Salerno; Giuseppe Gallo, vice Presidente Camera di Commercio di Salerno. A partire dalle 10, invece, la sessione relativa alla presentazione dei progetti che saranno coordinati da Francesco Serravalle, presidente Gruppo Servizi Innovativi e Tecnologici Confindustria Salerno. Alle 11.15, invece, la tavola rotonda “Finanza per l’innovazione” con Susanna Zuccarini che si occuperò di Incentivi e Innovazione Invitalia; Fausto Salvati, direttore Generale Banca Campania Centro; Francesco Chianese, Chief Lending Officer Banca di Credito Popolare; Pierluigi Pastore, vice presidente delegato al Credito Confindustria Salerno. Alle 12.15, invece, partirà la sessione “Il meglio dell’imprenditorialità per far crescere la Pa”, con Vincenzo Di Nicola, responsabile trasformazione digitale Inps con un’intervista a cura di Raffaella Venerando, giornalista di CostoZero. Altro appuntamento è invece in programma alle 14.30 con Marco Gambardella, presidente Gruppo Giovani Imprenditori Confindustria Salerno; Andrea Marangione, vice presidente Giovani Imprenditori Confindustria; Cesare Pianese, delegato alla Terza Missione – Università degli Studi di Salerno. La seconda sessione, coordinata da Alfonso Annunziata, consigliere e Gruppo Servizi Innovativi e Tecnologici Confindustria Salerno, inizierà alle 15.15 mentre alle 16.30 la tavola rotonda “Innovazioni per la valorizzazione della cultura”. Ne discutono: Francesco Sirano, direttore generale Parco Archeologico di Ercolano; Massimo De Santo, Centro ICT Università degli Studi di Salerno; Mario Casillo, consigliere Regione Campania, delegato alla digitalizzazione e Ict; modera Raffaella Venerando, Giornalista Costozero. Terza sessione al via, invece, alle 17.30, coordinata da Giovannantonio Puopolo, presidente Gruppo Turismo Alberghi e Tempo Libero Confindustria Salerno in programma, invece, giovedì alle ore 9 con Lina Piccolo, presidente Comitato Piccola Industria Confindustria Salerno; Carlo Robiglio, presidente Piccola Industria Confindustria; Vittoria Carli, vice presidente con delega alla Trasformazione digitale e all’Internazionalizzazione dei servizi. Alle 10.45, invece, la tavola rotonda “Il ruolo degli ecosistemi d’innovazione nei modelli Open Innovation” con Attilio Somma, Communication, Events & Vertical Solutions Noovle; Laura Fineo, responsabile Marketing Banca Sella; Ruggero Recchioni, responsabile Open Innovation Terna SpA; Edoardo Imperiale, direttore Generale Campania DIH; Roberto Parente, referente Student enterpreneuship – Università degli Studi di Salerno. Modera Francesco Serravalle, presidente Gruppo Servizi Innovativi e Tecnologici Confindustria Salerno. Alle 14.30 invece la tavolta rotonda “Investire in digitale. Le strategie delle imprese per creare valore” con Marco Gambardella, vice Presidente Confindustria Salerno con delega alle Start up e al Digitale; Marco Gay, vice presidente Confindustria Digitale; Francesca Perrone, responsabile WEU Start Lab & Development Programs Unicredit; Paola Olivares,direttrice Osservatorio Digital B2b Osservatori Digital Innovation- Politecnico di Milano; Giuseppe Rinaldi, AD Isolkappa. Alle ore 16:30 Tavola rotonda “Agrotech: le tecnologie a servizio dello sviluppo del settore”. Ne discutono: Alex Giordano, direttore scientifico PIDMed; Chiara Corbo, direttrice Osservatorio Smart Agrifood Osservatori Digital Innovation Politecnico di Milano; Alvise Biffi, presidente Piccola Industria Confindustria Lombardia mentre alle 17.15 si terrà “Verso la Campania del futuro. Sostenibile, innovativa, aperta” con Valeria Fascione, assessore Ricerca, Innovazione e Start up – Regione Campania con l’ntervista a cura di Raffaella Venerando Giornalista Costozero mentre alle 18 premiazione e menzione dei partner con Antonio Ferraioli, presidente Confindustria Salerno; Andrea Prete, presidente Camera di Commercio di Salerno; Francesco Serravalle, presidente Gruppo Servizi Innovativi e Tecnologici Confindustria Salerno.

CENTRO AGROALIMENTARE

Il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli, l’assessore al Commercio Dario Loffredo ed il direttore del Centro Agro-Alimentare di Salerno Maurizio Durante, hanno incontrato ieri mattina, presso la Direzione della struttura mercatale di Via Mecio Gracco, gli operatori, per discutere delle problematiche del Centro, evidenziate nel corso dell’incontro, avvenuto quindici giorni fa a Palazzo di Città. Innovazione, ristrutturazione, nuova gestione e nuovo regolamento, sono stati questi i temi di confronto sui quali il sindaco Napoli ha pienamente concordato con i Commissionari condividendo le impellenti necessità di riammodernamento della struttura ed una nuova logistica che porti il Centro alla pari con le identiche realtà del Centro Sud. Particolarmente soddisfatto il presidente del Consorzio Q.S. Qualità Salerno Sabato Pecoraro che ha illustrato durante il suo intervento, i temi posti sul tavolo affinché sia possibile continuare una proficua collaborazione con l’Amministrazione Comunale. L’assessore Loffredo ha annunciato, che presto sarà istituita una Commissione composta da rappresentanti delle Cooperative di Facchinaggio e dagli Operatori Commissionari, al fine di affrontare e risolvere le problematiche urgenti che investono quotidianamente il lavoro all’intero dell’area mercatale. Il sindaco Vincenzo Napoli, ha rimarcato l’impellente necessità di un cambio di gestione, il cui studio di fattibilità sarà prossimamente affidato a professionisti del Settore. “Nella nuova gestione – ha dichiarato il sindaco Napoli – il Comune avrà il solo ruolo di controllo, mentre, agli Operatori e agli altri partecipanti del nuovo sodalizio, sarà affidato il compito di assolvere a tutte le altre necessità”. In conclusione le parti hanno espresso viva soddisfazione per i contenuti e le risultanti del confronto con l’Amministrazione, che si è svolto in un clima di ottimismo e cordialità, con buone prospettive di sviluppo della struttura mercatale che la renda competitiva a livello italiano ed europeo. Proprio 15 giorni fa si era tenuto un primo incontro tra l’amministrazione comunale, il presidente del Consorzio Sabato Pecoraro, il suo vice Dario Plaitano e Mario Arciuolo, segretario generale della Fenailp – Federazione Nazionale Autonoma Imprenditori e Liberi Professionisti per aprire un tavolo sulle problematiche relative alla logistica e alla revisione del regolamento ormai obsoleto ed inadeguato del mercato agroalimentare di Via Mecio Gracco. In quell’occasione, il presidente Pecorato aveva evidenziato che il mercato presenta carenze che sono state ulteriormente aggravate dalle conseguenze della pandemia da Covid 19 e che fra mille difficoltà, nel periodo di emergenza, gli operatori e tutti gli addetti hanno garantito comunque, la distribuzione e l’approvvigionamento dei generi alimentari”. Proprio il sindaco Napoli si era assunto l’impegno a trovare “una soluzione in tempi brevi con l’aiuto di una commissione che dovrà essere composta da rappresentati del Consorzio del Centro Agro- Alimentare, dai rappresentanti delle cooperative di facchinaggio e da rappresentanti dell’amministrazione comunale, per affrontare le problematiche urgenti”. (Cronache)

STUDIO SPES

Un tavolo regionale per approfondire le analisi dello studio Spes e concertare una strategia condivisa con enti, autorità preposte, associazioni e forze sociali. È la richiesta avanzata da Anci Campania e da Legambiente Campania, indirizzata all’assessore all’Ambiente della Regione Campania Fulvio Bonavitacola, e a Vincenzo Alaia e Giovanni Zannini, presidenti – rispettivamente – della quinta commissione Sanità e sicurezza e della settima Commissione Consiliare permanente, dopo la presentazione dei risultati dell’indagine Spes, lo studio di biomonitoraggio avviato nel 2016 e condotto dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno sulla popolazione esposta all’inquinamento ambientale. Si tratta di passare dalle parole ai fatti. «Ora dobbiamo mettere in correlazione gli esiti di questo monitoraggio con le ricerche dello stesso tipo già effettuate sul territorio regionale. A partire dai risultati dall’indagine commissionata dalla Procura di Napoli Nord nel perimetro della Terra dei Fuochi, passando per l’atlante di mortalità realizzato dall’Asl Na3 e lo Studio Sentieri, ma anche valutando le criticità riscontrate in altre aree sensibili della regione come quella di Avellino Est, Valle del Sabato, Valle dell’Irno e in alcuni Comuni del confine Napoli Nord/Caserta», dice il Presidente di Anci Campania, Carlo Marino. Certamente non si parte da zero perché oltre a Spes sono già in campo progetti come «Qr Code Campania» e «Campania Trasparente». Ma occorre un nuovo scatto. «È necessario – suggerisce la presidente di Legambiente Campania, Maria Teresa Imparato – avviare ‘Patti territoriali per la transizione ecologica’ partendo dai luoghi che aspettano da tempo bonifiche ambientali, dai siti contaminati o dai siti industriali inquinanti. Ferite aperte dove tuttora si continuano a causare danni all’ambiente, alla salute dei cittadini e all’economia sana». I residenti nelle aree più a rischio non possono più aspettare, è necessaria una condivisione immediata delle problematiche sollevate dallo studio Spes. «Serve soprattutto – dichiara Francesco Morra, responsabile delle Politiche Ambientali di Anci Campania e sindaco di Pellezzano – che gli enti preposti assumano una decisione nel merito di questa delicata vicenda facendo proseguire l’attività di studio per certificare le correlazioni dell’inquinamento. Soprattutto, come previsto dai vari protocolli d’intesa sui singoli cluster potrebbe essere istituito un board scientifico di lavoro composto da esperti per studiare e valutare i risultati. Il puro dato attuale sicuramente non è esaustivo, senza i paragoni e senza gli approfondimenti potrebbe essere solo una interpretazione arbitraria che non ha nessuna utilità». (Cronache)

«Siamo per la delocalizzazione delle Fonderie Pisano ma lo stabilimento di Fratte non è l’unico fattore inquinante nella Valle dell’Irno». Ribadisce il suo pensiero il sindaco di Baronissi, Gianfranco Valiante, in merito ai risultati dello studio Spes, che hanno evidenziato una presenza anomala di mercurio e diossine nei soggetti che vi si sono sottoposti, tutti residenti in un’area nel raggio di pochi chilometri dall’insediamento industriale tra Pellezzano e Salerno. L’amministrazione di Baronissi, intanto, annuncia l’appoggio alla manifestazione indetta da Legambiente, che si terrà sabato nella cittadina dell’Irno, e il sindaco stesso si prepara a un nuovo confronto con il comitato “Salute e vita”. «È necessario avere una mappatura chiara e completa dei fattori di inquinamento e gli unici organi deputati a chiarire questi dati sono la Regione e l’Istituto Zooprofilattico del Mezzogiorno - ribadisce Valiante - Quando avremo il quadro chiaro potremo fare le opportune valutazioni e verificare le soluzioni più idonee». Il sindaco, una volta ufficializzati gli esiti dello Spes, ha chiesto un incontro alla Regione Campania, insieme ad altri cinque sindaci (Mercato San Severino, Fisciano, Calvanico, Bracigliano, Siano). «La nostra posizione è chiara. I dati generano perplessità e dubbi sugli effettivi territori inquinati e sulle cause inquinanti essendo risultata eccessiva la presenza di materiali e metalli che possono essere ricondotti a pluralità di causa. Non tutti sarebbero riconducibili al fattore “Fonderia Pisano” che resta un problema ma che verosimilmente, purtroppo, non è l’unico fattore gravemente inquinante. L’amministrazione di Baronissi conferma ancora la necessità di urgente e non procrastinabile delocalizzazione e ricorda che il Comune di Baronissi e’ parte civile nel processo penale in corso a carico della proprietà Pisano. Nel frattempo Anci Campania, investita della questione dal sindaco, e Legambiente Campania, hanno chiesto all’assessore regionale all’Ambiente, Fulvio Bonavitacola , e ai presidenti della Quinta (Sanità e sicurezza, Vincenzo Alaia ) e Settima Commissione Consiliare permanente (Ambiente, Giovanni Zannini ), l’istituzione di un tavolo regionale per approfondimenti sullo Spes. L’assessore all’Ambiente del Comune di Baronissi, Alfonso Farina, conferma che l’audizione in Regione è stata sollecitata per chiarire i dubbi e «le più urgenti azioni da intraprendere per ridurre ed eliminare le cause inquinanti e restituire al territorio un ambiente sano». Sabato una delegazione del Comune parteciperà alla manifestazione di Legambiente organizzata proprio a Baronissi, in cui verranno sviscerate le varie tematiche legate all’inquinamento. Prende inoltre il via il confronto con il presidente Lorenzo Forte del comitato “Salute e Vita”, invitato a Palazzo di Città nell’ottica di intraprendere un percorso comune. (La Città)

I CONTRIBUTI

Contributi a fondo perduto alle micro, piccole e medie imprese salernitane del turismo e di altri settori, per l’attivazione di sistemi di eCommerce verso i consumatori finali (B2C) e verso altre imprese (B2B), attraverso l’adesione a marketplace italiani, europei ed internazionali. È quanto prevede il bando B2C E B2B della Camera di Commercio di Salerno che ha lo scopo di promuovere l’attivazione di uno spazio/negozio virtuale per vendere prodotti o servizi on line, il miglioramento della visibilità digitale delle imprese e l’implementazione delle vetrine virtuali. Le risorse complessivamente stanziate dalla Camera di commercio a disposizione dei beneficiari ammontano a 200.000 euro. Il contributo a fondo perduto è dell’80% delle spese ammissibili, per una massimo di 5.000 euro. Le domande potranno essere presentate dal 23 giugno e fino al 23 luglio prossimi. L’importante misura a sostengo delle piccole imprese salernitane è resa nota dalla presidente di Si imprese Confesercenti Vallo di Diano, Maria Antonietta Aquino. “Abbiamo già individuato dei fornitori che possano aiutare le imprese ad avviare progetti di piattaforme digitali e marketplace”, ha spiegato la presidente Aquino, ricordando che Confesercenti Vallo di Diano è al fianco delle aziende anche per l’invio, il monitoraggio e la rendicontazione della misura stessa. Lo sportello, con sede in via San Sebastiano a Sala Consilina, è raggiungibile telefonicamente al numero 0975 52. 72. 77, inviando una email a vallodidiano@impresealcentro.it e visitando il sito internet www.impresealcentro.it. 

RIFIUTI

I militari della stazione Carabinieri forestale di Buccino hanno deferito all'autorità giudiziaria la titolare di un'azienda di lavorazione di tessuti per il reato di deposito incontrollato di rifiuti nei confronti della quale è stata elevata anche sanzione amministrativa un importo pari ad 10mila euro. I militari, a seguito di controlli mirati per la tutela del territorio nella zona industriale del comune di Buccino, hanno scoperto dei cumuli di rifiuti nei dintorni della ditta. I militari hanno riscontrato che nei pressi dell'azienda vi erano rifiuti pericolosi e non, costituiti da contenitori in plastica contenenti in origine sostanze pericolose e non, sacchetti in tessuto contenenti involucri di materiale plastico, cassette in plastica, basi in legno, carta, cartone, altro materiale plastico, materiale ferroso, residui della lavorazione del tessuto, contenitori contenenti sostanze coloranti non diversamente classificabili, polistirolo, un cassone in ferro contenente i residui della lavorazione del tessuto, contenitori in metallo ossidati contenenti in origine sostanze pericolose, isolante bituminoso a rotoli, laterizi e calcinacci, contenitori in plastica di colore blu contenenti materiale pietroso e tessuti. Il tutto per un quantitativo totale di circa 370 mc. I militari hanno provveduto a porre sotto sequestro l'area e i rifiuti speciali depositati in maniera illegale. 

DROGA

Gli agenti della Polizia di Stato hanno arresto R.S., salernitano 22enne, residente a Bellizzi. I poliziotti della Squadra Investigativa del Commissariato di Battipaglia, nell’ambito di un’attività investigativa contro lo spaccio di stupefacenti, hanno notato un pusher aggirarsi nel centro di Bellizzi e parlare con alcune persone, probabilmente in attesa di un “cliente”. L’uomo si è accorto della presenza dei poliziotti ed ha provato a far perdere le proprie tracce ma è stato subito bloccato e controllato. Gli agenti hanno trovato nel suo appartamento, all’interno dell’armadio posto nella sua camera da letto, circa 35 grammi di hashish, un bilancino elettronico e un coltello utilizzato per il confezionamento delle dosi. Gli Agenti del Commissariato di Battipaglia hanno quindi arrestato lo spacciatore, già gravato da pregiudizi di polizia in materia di stupefacenti e patrimonio e l’hanno posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che ne ha ordinato la collocazione agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, in attesa della convalida dell’arresto. 

QUI NOCERA INFERIORE

Allarme sicurezza a Fosso Imperatore. Imperversano i furti nella zona industriale di Nocera Inferiore. Gli imprenditori sono stati costretti a sottoscrivere un contratto con un istituto di vigilanza privata per il controllo h24 del territorio. La decisione è stata assunta dal Coifim, il consorzio delle imprese di Fosso Imperatore, all’indomani dell’ennesimo furto che ha interessato uno degli opifici più importanti e rinomati della zona industriale, impegnato nella produzione agroalimentare. Un danno di diverse decine di migliaia di euro. Un colpo che in tempo di crisi economica e sanitaria si fa sentire ancora di più. Ma questo è solo l’ultimo di una serie di episodi nefasti che hanno interessato Fosso Imperatore, che rischia di diventare terra di nessuno. Un problema che il presidente del Coifim, Gaetano Gambardella, ha spesso sollevato. Un tema che rientra nella discussione per la convenzione con il Comune per la gestione dell’area. (La Città)

«A livello di sicurezza territoriale il potenziamento di impianti di videosorveglianza è un tutela per la cittadinanza». Con questa premessa, Fratelli d’Italia, il gruppo di opposizione in consiglio comunale di Nocera Inferiore, Giuseppe Fabbricatore, Franco Pagano, e Carmine Amato, hanno presentato un’interpellanza alla Giunta Comunale, e al Comandante della Polizia Locale, per chiedere:” L’installazione di videosorveglianza per la sicurezza urbana”. L’opposizione spiega che:”Nella nostra qualità di Consiglieri Comunali, ci facciamo portavoce di un estremo disagio di tantissimi cittadini che lamentano “la scarsa sicurezza della Piazzetta Filauro con la relativa area di parcheggio Ffss E’ ormai da tempo che i residenti della zona, sono vittime di continui atti vandalici e furti alle autovetture in sosta. Inoltre l’area di parcheggio FF. SS. è diventata meta di abbandono dei rifiuti e ricettacolo di siringhe ed altro. Nelle ore serali, poi, è sempre più complicato e pericoloso attraversare l’area, anche per i viaggiatori che usufruiscono del treno, per la presenza ormai stabile di alcuni individui, che tra l’altro, si cimentano in continui schiamazzi. Si legge nella proposta del gruppo consiliarei di Fratelli d’Italia: “Al fine di garantire la sicurezza e la tutela urbana, l’installazione di un sistema di videosorveglianza sull’area interessata, tenuto conto che trattasi solo di ampliamento di un sistema già esistente nei paraggi”. (Cronache)

QUI PAGANI

Vertenza Iacp Futura, continua il calvario delle 50 famiglie di Pagani. Non ce l’ha fatta l’amministrazione comunale del sindaco Lello De Prisco a scongiurare il rischio asta per le abitazioni. Pubblicato venerdì scorso, infatti, sul sito del ministero della Giustizia, l’avviso di vendita dei lotti di via De Gasperi e di quelli di via Leopardi. Inizierà a settembre, infatti, l’iter delle compravendite all’asta degli oltre 50 lotti con un base a partire da 71 mila euro. Una vicenda paradossale, che ora ha raggiunto il culmine. Le famiglie dovranno riacquistare le proprie case, nonostante siano già state versate le somme per i mutui, alcuni quasi estinti. Attualmente le abitazioni in cui vivono sono considerate abusive, perché intanto è scaduta anche la concessione edilizia e risulterebbero, inoltre, non agibili. Ai residenti, però, sarà riconosciuto il diritto di prelazione durante l’asta. Un’ancora di salvezza, che tuttavia non salvaguarderà e non garantirà l’acquisto delle abitazioni alle famiglie paganesi. Le vendite inizieranno il 7 settembre e termineranno il 6 ottobre. (La Città)

QUI SCAFATI

Il parroco della chiesa di San Francesco di Paola, don Peppino De Luca, ieri mayttina, ha benedetto le due nuove pattuglie in dotazione al reparto della Polizia local, attrezzate con specifiche funzioni per agevolare il lavoro degli agenti del comandante Salvatore Dionisio nelle quotidiane attività per il controllo del territorio. Le auto sono state acquistate utilizzando parte dei proventi contravvenzionali relativi all’anno 2020. “La disponibilità – ha dichiarato il sindaco Cristoforo Salvati – di queste nuove auto, acquistate utilizzando i proventi contravvenzionali dell’anno 2020, consentirà ai nostri agenti di potenziare il servizio di pattugliamento sul territorio. Si tratta di due Fiat Panda, con performance maggiori rispetto a quelle che erano in dotazione al reparto. Verranno, pertanto, impiegate soprattutto nelle azioni di pronto intervento. L’obiettivo che ci poniamo è aumentare ulteriormente l’efficacia delle azioni di controllo, a tutela dei cittadini. I nostri agenti, coordinati dal comandante Dionisio, stanno facendo già un ottimo lavoro. Il cittadino avverte la loro presenza sul territorio, a garanzia di una maggiore percezione di protezione. Vogliamo proseguire in tale direzione, nella convinzione che chi vive in questa città debba sentirsi al sicuro”. “ Le specifiche caratteristiche – ha aggiunto l’Assessore alla Polizia locale, Pasquale Vitiello – delle auto acquistate, scelte sulla base delle proposte fatte attraverso le piattaforme elettroniche della pubblica amministrazione, sono funzionali a garantire una maggiore e più incisiva attività di controllo sul territorio e a fronteggiare le svariate emergenze quotidiane. Per l’anno in corso abbiamo già impegnato altre somme per il potenziamento delle attività di controllo e di accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale, attraverso l’acquisto di automezzi, mezzi e attrezzature. Ribadisco il mio grazie ai nostri agenti per il lavoro che svolgono quotidianamente. Il resoconto degli incassi garantiti negli ultimi sei mesi, grazie ai proventi delle sanzioni elevate, sono la testimonianza di un impegno costante e fruttuoso. Ammontano ad oltre 160mila euro le somme incassate complessivamente al 31 maggio, di cui 125.932 per verbali elevati per violazioni al Codice della strada, 25.555 per verbali Covid, 3.593 per rilascio copie rapporti incidenti ed ulteriori 12.590 per spese di notifica e varie”. (Cronache)

QUI SAN MARZANO SUL SARNO

Dopo le segnalazioni del gruppo “Noi#sempretra Voi”, il cimitero di San Marzano sul Sarno torna ad essere funzionale. L’amministrazione comunale, infatti, ha ripristinato il precedente orario settimanale, con l’apertura pomeridiana di mercoledì e sabato, e con la sola chiusura del lunedì. Riparati anche i bagni che, da qualche tempo, non potevano essere usati da chi si recava nella struttura per fare visita ai propri cari. “Siamo soddisfatti che l’amministrazione comunale abbia preso in carico le nostre segnalazioni, arrivate dai cittadini, e abbia ristabilito il decoro di un luogo importante per la memoria di tutta la comunità. Continueremo a essere portavoce dei cittadini segnalando le criticità e ciò che non va, senza fare strumentalizzazioni. Vogliamo che San Marzano sul Sarno sia efficiente sotto tutti i punti di vista e continueremo a fare opposizione in maniera seria e costruttiva. Poter rivedere il cimitero in condizioni ottimali è una vittoria di tutti, non solo nostra. Ora ci auguriamo che l’Ente risolva gli altri problemi già segnalati nelle scorse settimane”, hanno detto i consiglieri comunali Colomba Farina, Vincenzo Marrazzo e Maria Calenda. (Cronache)

QUI AGROPOLI

Questa mattina inizierà la piantumazione degli alberi lungo la suggestiva passeggiata degli scaloni che conducono alla porta bizantina, la quale costituisce l’ingresso all’antico borgo. Verranno collocate piante e fiori e migliorato l’intero decoro in tutta l’area. Questa mattina gli operai si sono occupati del taglio della vegetazione, che ha interessato anche la discesa a mare del Fortino, oltre alla pulizia dei vari vicoletti e stradine del borgo. A seguito di una riunione con i residenti del luogo, il sindaco Adamo Coppola e il vicesindaco Eugenio Benevento, hanno convenuto previo accordo con i responsabili di Sarim e Agropoli Cilento Servizi, di destinare due operatori ecologici e un addetto della società in house i quali saranno dedicati solo a quell’area. Questo al fine di dare la giusta attenzione ad una delle aree di maggiore pregio della Città. Gli operai su descritti si uniscono agli altri due già designati per il centro cittadino. Tale azione rientra in un piano di organizzazione della società che sta disponendo operai ad hoc in zone di più ampia frequentazione, che richiedono impegno ed attenzioni maggiori. «Approfittiamo dell’arrivo dell’estate – affermano il sindaco Adamo Coppola e il vicesindaco Eugenio Benevento – per ridare lustro al nostro borgo antico. Raccogliendo anche le istanze dei cittadini, è stato disposto l’acquisto di alberi, piante e tutto quanto necessario per ridare nuova dignità ad una delle aree delle nostra Città, tanto amata dai turisti. Sarà presto una esplosione di colori a vestire i suoi vicoli ed angoli per donare un bel colpo d’occhio all’intero contesto. Implementiamo anche la forza lavoro con un gruppo apposito che dedicherà tutta l’attenzione ad uno dei nostri gioielli più belli». (Cronache)

QUI CAPACCIO PAESTUM

Doppio appuntamento domani, venerdì 18 giugno, a Capaccio Paestum. Alle ore 18.00, in piazza Santini, si terrà l’inaugurazione della Biblioteca Erica. Alle ore 20.00, nell’area archeologica di Paestum, è prevista la serata di presentazione dei cinque finalisti del Premio Strega 2021. Gli eventi si svolgeranno nel rispetto delle norme anti Covid-19. Con il taglio del nastro, l’amministrazione comunale di Capaccio Paestum, retta dal sindaco Franco Alfieri, mette a disposizione dei cittadini la nuova biblioteca comunale. Oltre al restyling degli ambienti, il progetto, che si è avvalso della direzione dei lavori da parte dell’architetto Carmine Voza e dell’ingegnere Giovanni Sacco, consegna alla Città una nuova idea di biblioteca, ripensata come uno spazio continuo per la conservazione dei volumi e per la lettura, acquistando così un valore sociale. Non solo sono stati ampliati gli spazi destinati alla biblioteca ma sono anche stati separati dalla sala per riunioni pubbliche. La biblioteca è stata anche dotata di nuovi arredi e di una nuova illuminazione con led adatta alla lettura. Non solo: all’interno della biblioteca è previsto anche il prossimo allestimento di uno spazio espositivo che accoglierà le opere dell’artista Sergio Vecchio e della sua collezione. «In pochi mesi, grazie a un lavoro intenso e appassionato, abbiamo rinnovato, adeguandola alle moderne esigenze, la biblioteca Erica – dichiara il sindaco Franco Alfieri – In questo modo abbiamo finalmente dotato la Città di un luogo per la cultura dove tutti possano trovare nuovi stimoli alla loro crescita. Biblioteca Erica è uno spazio accogliente, aperto a chiunque abbia voglia di partecipare, capire, crescere, cambiare. Perché la lettura, l’educazione, l’istruzione sono gli strumenti che, più di ogni altra cosa, offrono a ogni individuo l’opportunità di una vita più consapevole e di un futuro migliore». Alle 20.00, all’interno dell’area archeologica di Paestum, il Premio Strega farà tappa nella Città con i suoi cinque finalisti: Emanuele Trevi, Due Vite (Neri Pozza); Edith Bruck, Il pane perduto (La Nave di Teseo); Donatella Di Pietrantonio, Borgo sud (Einaudi); Giulia Caminito, L’acqua del lago non è mai dolce (Bompiani); Andrea Bajani, Il libro delle case (Feltrinelli). La serata di presentazione della cinquina finale dell’edizione 2021 sarà introdotta da Anna Maria Vitale, responsabile del progetto Biblioteca digitale. Dopo i saluti del sindaco Alfieri e del consigliere di amministrazione del Parco archeologico di Paestum e Velia, Alfonso Andria, interverrà Stefano Petrocchi, direttore della Fondazione Bellonci. Le interviste agli autori saranno a cura di Laura Pugno, dirigente culturale del Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale. «Capaccio Paestum ha ottenuto per il biennio 2020-2021 il riconoscimento di “Città che legge” e ha all’attivo una convenzione con la Fondazione Maria e Goffredo Bellonci per ospitare tappe del Premio Strega – dichiara l’assessore alla Cultura, Maria Antonietta Di Filippo – Anche quest’anno abbiamo voluto ospitare la cinquina dei finalisti del prestigioso riconoscimento, organizzando una serata ad hoc nello straordinario scenario del Parco archeologico di Paestum. Insieme a tutto quanto stiamo mettendo in campo in ambito culturale, a iniziare dalla nuova biblioteca comunale, ci sembra un ulteriore modo per promuovere la lettura».

QUI PADULA - IL PREMIO

Primo posto a livello nazionale nella sezione “Europa = Noi”, primo posto tra le scuole della provincia di Salerno, quarto posto in Campania, 11esimo posto nella classifica generale su ben 214 team iscritti in tutta Italia. Sono i risultati incredibili ottenuti, per l’anno scolastico 2021-2021, dal Liceo Scientifico “Pisacane” di Padula nell’ambito della partecipazione al progetto di monitoraggio civico “A Scuola di Open Coesione” realizzato dalla classe 2Q – indirizzo Quadriennale (team “i Certosini”). Il Liceo “Pisacane” di Padula ha vinto, quindi, per il secondo anno consecutivo, nella sezione “Europa = Noi” e quest’anno ha addirittura migliorato la propria posizione nella graduatoria generale attestandosi tra le scuole d’eccellenza a livello nazionale per il monitoraggio civico.La premiazione del team “I Certosini” è avvenuta nel corso del Pisacane’s Got Talent, l’appuntamento che, come da tradizione, chiude l’anno scolastico al Pisacane di Padula, alla presenza della dirigente scolastica Maria D’Alessio che ha espresso parole di elogio per i risultati ottenuti.Il progetto monitorato “Il grande attrattore culturale Certosa di San Lorenzo” rientrava nel Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (Programmazione 2007-2013) e prevedeva il recupero e la riqualificazione delle aree circostanti il monumento Patrimonio Unesco per aumentarne l’attrattività turistica e promuovere nuove forme di sviluppo economico sostenibile. Particolare attenzione è stata rivolta alla realizzazione della pista ciclabile che da Padula Scalo conduce alla Certosa e all’antico ponte venuto alla luce nel corso dei lavori. Guidati dai docenti Annarita Pezzella e Pierpaolo Fasano, le ragazze e i ragazzi del team “i Certosini” hanno realizzato e prodotto, nel corso dell’anno scolastico, interviste, infografiche, filmati, sondaggi interattivi per capire in quale misura i lavori eseguiti alla Certosa abbiano avuto ricadute sui flussi turistici del territorio.In particolare la classe 2Q si è distinta nella sezione “Europa=Noi”, del Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri in collaborazione con la Commissione Europea, il Parlamento Europeo e il Ministero dell’Istruzione: un vero e proprio percorso di scoperta della storia, dei valori, delle istituzioni e dei programmi europei, con particolare attenzione ai diritti e doveri connessi alla cittadinanza e ai trattati che hanno consentito, nel tempo, la costituzione e lo sviluppo dell’Unione Europea. (Cronache)

IL COMODATO D'USO

Ieri mattina, presso la sede di Banca Campania Centro a Battipaglia, è stato sottoscritto il contratto di comodato d’uso gratuito tra la Provincia di Basilicata Salerno dei Frati Minori Cappuccini, nella persona del legale rappresentante Padre Massimo Poppiti, e la Fondazione Cassa Rurale Battipaglia presieduta da Federico Del Grosso, per il recupero e la gestione del convento “Santa Maria degli Angeli” di Montecorvino Rovella, uno dei luoghi di culto e complessi culturali più significativi della provincia di Salerno. Il comodato non riguarderà la Chiesa. In virtù di tale accordo, in conformità con la Costituzione dei Frati Minori Cappuccini, la Fondazione Cassa Rurale Battipaglia si impegna alla realizzazione di iniziative finalizzate a promuovere lo sviluppo civile, culturale, sociale, ambientale ed economico, sulla base del principio di sussidiarietà, volto a rafforzare i legami solidaristici e a far crescere le responsabilità sociale delle imprese. “L’accordo di comodato oggi sottoscritto rappresenta una tappa importante della storia della Fondazione Cassa Rurale Battipaglia, in linea con la visione del presidente di Banca Campania Centro Camillo Catarozzo e del direttore generale Fausto Salvati – sottolinea Federico Del Grosso, presidente della Fondazione – Il nostro intervento si focalizzerà su due aspetti: da un lato, il recupero e la valorizzazione architettonica della struttura e dei suoi spazi interni oltre alla manutenzione ordinaria e straordinaria dell’immobile, dall’altro, l’attuazione di un progetto di animazione sociale e culturale che tenga conto delle peculiarità di Montecorvino Rovella e dei suoi principali stakeholder e che possa portare ricadute positive sulla nascita di nuove imprese, la valorizzazione del capitale umano, e in ultimo lo sviluppo del territorio e della provincia Sud di Salerno”. “Con questa firma prende il via un progetto ambizioso sposato da Banca Campania Centro e che affonda le sue radici proprio nello spirito cooperativo e di coesione sociale della Cassa Rurale – afferma il presidente di Banca Campania Centro Camillo Catarozzo – Siamo certi che l’intervento della Fondazione possa dare il giusto risalto ad una struttura religiosa e culturale di riferimento per il nostro territorio. Il piano di iniziative collegate a questo accordo non potrà che portare benefici a Montecorvino Rovella e all’area dei Picentini, consentendo a tanti giovani di usufruire di opportunità di conoscenza e condivisione”. 

FONDAZIONE RAVELLO

Con la prima seduta del Consiglio di Indirizzo di ieri pomeriggio (14 giugno), è iniziato ufficialmente il nuovo corso della Fondazione Ravello che per i prossimi tre anni sarà presieduta dal professor Antonio Scurati. Durante la riunione l’avv. Almerina Bove ha presentato al consiglio una relazione di fine mandato con la quale si conclude il periodo di gestione commissariale. In video conferenza i neo consiglieri, l’avv. Lorenzo Lentini (Presidente), il prof. Luigi Buonocore, l’avv. Salvatore Di Martino, il M° Stefano Giuliano, l’avv. Valerio Pescatore e l’ing. Michele Strianese hanno ringraziato l’avv. Bove per il lavoro svolto che ha portato alla stesura e all’approvazione del nuovo statuto e al successo di pubblico e di critica dell’ultima edizione del Ravello Festival segnata dall’emergenza sanitaria. Da oggi l’avvocato Bove, come da designazione regionale, continuerà a far parte del consiglio stesso. Piena sintonia dei consiglieri sulla necessità di un’apertura forte al territorio e alle sue esigenze soprattutto in un periodo così delicato per la ripartenza delle attività economiche e culturali. Parte del cartellone del Festival, con appuntamenti di musica da camera e di jazz, si terranno in Piazza Duomo e nei Giardini del Monsignore. Quasi certa l’installazione di un maxischermo per poter seguire alcuni degli eventi in programmazione anche lontano dal Belvedere di Villa Rufolo o dall’Auditorium Oscar Niemeyer. Al consiglio sono state presentate per l’approvazione le linee programmatiche delle prossime attività della Fondazione e il cartellone della 69 esima edizione del Ravello Festival firmato dal direttore artistico Alessio Vlad. Dopo la seduta del Consiglio di Indirizzo si è celebrata la prima riunione del Consiglio di Amministrazione, presieduto come da Statuto, dal professor Antonio Scurati con componenti il notaio Diomede Falconio e l’avv. Paolo Imperato. La 69esima edizione del Ravello Festival verrà presentata durante una conferenza stampa giovedì 17 giugno alle ore 12 in Regione Campania alla presenza del Presidente Vincenzo De Luca. I nuovi organi statutari della Fondazione Ravello Presidente: Antonio Scurati Consiglio di indirizzo Lorenzo Lentini (Presidente) Almerina Bove Luigi Buonocore Salvatore Di Martino Stefano Giuliano Valerio Pescatore Michele Strianese Consiglio di amministrazione Antonio Scurati (Presidente), Diomede Falconio, Paolo Imperato Direttore generale Maurizio Pietrantonio. Direttore artistico 2021 Alessio Vlad.

IL PROGETTO

E’ partito da Salerno il nuovo progetto multidisciplinare ideato dal Coni che ha visto la partecipazione attiva dell’Automobile Club Salerno per l’organizzazione complessiva dell’iniziativa. Dopo diversi appuntamenti presso il Circuito del Sele di Battipaglia in cui i ragazzi hanno potuto apprendere gli elementi della guida in sicurezza ed effettuare i primi giri in pista con i gokart, si è svolta presso il Pattinodromo Comunale di Salerno, gestito dal Comitato Provinciale Csi la conferenza di presentazione del progetto e l’analisi dei primi risultati di una idea innovativa che prevede lo scambio di esperienze tra atleti di diverse discipline sportive. A fare da anfitrione il Presidente dell’Automobile Club Salerno Vincenzo Demasi, il quale ha accolto per l’intera giornata di domenica 13 giugno 2021 i numerosi piccoli allievi desiderosi di poter guidare un vero go kart elettrico sulla pista del pattinodromo, dopo aver appreso gli elementi teorici di guida e di sicurezza della circolazione stradale. 

YOGA

Il 21 dicembre 2018, nel Solstizio d’inverno, giorno tradizionalmente simbolico di nuova nascita, ha visto la “luce” il Centro Sati Yoga Mindfulness e Discipline olistiche di Anna Gaito, insegnante yoga certificata YANI e Y. A. Y. S. YANTRA ACTIVITY YOGA school. Insegnante certificata Yoga in gravidanza 200 ore ALLIANCE. HARI OM. Un centro gravitazionale di energie positive, un “luogo del cuore” per i tanti allievi che lo frequentano, catalizzatore di equilibrio, pace interiore e nuove prospettive. Professionalmente Anna Gaito è anche Operatrice e counselor olistica, esperta nella relazione di aiuto e “aiuta l’altro ad aiutarsi” sia con la pratica dello yoga sia con la meditazione e vari trattamenti olistici. Lo Yoga non è una moda, non è una ginnastica e neppure una semplice disciplina. Lo Yoga è un modo di pensare, di sentire, di prendersi cura di sè stessi e degli altri, è la Consapevolezza di Essere. La lezione di Hatha yoga stimola non solo il corretto funzionamento del corpo, con le varie asana, ma anche il rilassamento e la concentrazione. Favorisce l’armonia del corpo e della mente con lo scioglimento delle tensioni grazie anche ad una completa respirazione. Focalizzarsi sul respiro riporta l’attenzione al momento presente, al qui e ora, evitando che la mente venga travolta dai condizionamenti passati o dalle aspettative future che creano una destabilizzazione del proprio centro, causando ansie e angosce. La vera pratica dello Yoga ti insegna ad accogliere i cambiamenti in maniera flessibile ed elastica come un giunco, che si piega al vento della vita, seguendone il flusso senza spezzarsi, o come un albero che nella sua fermezza affronta le avversità ben radicato. Ti insegna il non giudizio e la non violenza verso ciò che nella tua vita crea attrito, ma soprattutto verso se stessi, portando fin da subito a riconoscere i nostri limiti e a superarli. Solo quando accettiamo e riconosciamo i nostri limiti – dal punto di vista fisico e non solo – possiamo iniziare a lavorare su noi stessi per migliorarci e, se vogliamo, per superarci. Il Te migliore di Te è l’obiettivo da raggiungere, quella determinazione e distacco dalle abitudini e dai pensieri negativi che condizionano il nostro essere e creano dei muri invisibili. Come Counselor, Anna non cura l’altro ma lo allena quotidianamente a sfruttare le proprie eccellenze al fine diventare lui stesso protagonista della sua vita. Se vivi un momento di disagio, che sia fisico, relazionale, di lavoro, Anna ti aiuta a trovare le risorse in te per tornare in armonia, ti rimette su un percorso di vita che sia coincidente al massimo con il tuo benessere e la tua energia vitale. In aggiunta allo yoga e alla meditazione, vengono poi proposti vari trattamenti olistici, in particolare quello per il riequilibrio energetico delle articolazioni che garantisce una ripresa a livello energetico e psicofisico che rigenera il sistema corporeo, eliminando le tossine e le tensioni che causano infiammazioni. Tra gli altri trattamenti vi sono il Reiki, il massaggio ayurvedico, il massaggio sonoro con campane tibetane, produzione e uso di fiori di Bach, conoscenza e uso delle antiche tradizioni curative legate agli angeli, cabala e pratiche sciamaniche. Ogni trattamento è individuale e mirato alla cura del sé e al superamento della situazione di disagio fisico e psicologico. In aggiunta alle discipline olistiche, al Centro Sati Yoga è possibile usufruire di massaggi e trattamenti mirati decontratturanti e rilassanti, visite nutrizionistiche e psicologiche, tecniche e trattamenti per il benessere a 360° grazie al supporto di altri professionisti del settore che ricevono su appuntamento. Molto spazio viene dedicato anche ai bambini e al loro primo approccio alla disciplina dello Yoga, da soli o in compagnia delle mamme. Un momento di particolare simbiosi psico-fisico ed emotiva che coinvolge i bimbi in nuove esperienze corporee, a partire da quando sono nel grembo materno. Numerose le attività che il Centro svolge all’esterno, in collaborazione con enti, associazioni e strutture private, e che in questo periodo di riapertura vedrà la presenza delle maestre Sati Yoga in diverse località. Nuove opportunità di approccio a questa disciplina saranno, infatti, possibili vicino al mare per due serate di giugno (12 e 26) e di luglio (17 e 31) nella splendida location di Marina d’Arechi o sulla spiaggia, dove lo yoga si praticherà al tramonto presso il lido Scoglio 24 di Salerno. Lo yoga sarà praticato anche nel “verde”. Nel Parco del Ciliegio a Baronissi, per il quarto anno consecutivo si organizzerà “Yoga in parco” organizzato dal Comune di Baronissi ogni domenica mattina di giugno e luglio, mentre ogni mercoledì le lezioni si terranno sul prato presso il nuovo caseificio biologico Unica, a pochi chilometri da Salerno. Un cartellone ricco di appuntamenti dopo mesi di chiusura, per ritornare in armonia con sè stessi e il mondo. Il centro Sati Yoga si trova a Pastena in via Santa Margherita 65. (Cronache della Sera)

LEGGI ANCHE Willburger: “Archivio Comunale: manca personale ma non ci sono i problemi di infiltrazione”

LEGGI ANCHE Un Conservatorio contro lo spopolamento

LEGGI ANCHE In compagnia di quei giganti con la faccia storta

Redazione Sport - Cronaca , Attualità - - Vai alla Home

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Pallanuoto, il Giappone diverte ma il Settebello dilaga d'autorità e doppia i nipponici: 200 caps in azzurro per Di Fulvio

Con la terza vittoria in quattro partite l'Italia, già qualificata ai Quarti di finale, resta al comando della classifca del gruppo A. Giappone battutto 16-8. Sul...

Pallanuoto, dall'emergenza vaccini alla piscina: la Battaglia vincente di Alessandra. "Amicizie vere, insegnamenti e sogni grazie a questo sport"

La vita è fatta di incontri che cambiano e migliorano il tuo modo di essere e pensare. Lo sport ne è una delle principali e lampanti testimonianze. Come quella di...

Pallanuoto, al via la marcia di avvicinamento agli Europei Under 17 femminile: 25 azzurrine in collegiale ad Avezzano

Al via la marcia di avvicinamento agli Europei Under 17 femminili, in programma a Sibenik in Croazia (in foto l'impianto ospitante) dal 22 al 29 agosto prossimi. A causa della...

Salerno, incidente su corso Garibaldi: un ferito

Poteva avere conseguenze ben più gravi l’incidente verificatosi ieri sera, poco prima della mezzanotte, lungo corso Garibaldi, altezza poste centrali. Stando a...

I fatti del giorno | Tutte le principali notizie di cronaca e attualità da Salerno e provincia

GREEN PASS
Sul tema del green pass che dal prossimo 6 agosto diventerà obbligatorio per tutti coloro che vorranno accedere a determinati servizi, mercoledì...

Sviluppo e investimento, una delegazione dell’Angola in visita a Salerno

Mattinata all’insegna della cooperazione, ieri mattina a Palazzo Sant’Agostino, dove, promosso dalla Camera di Commercio e dall’Africa Centrale si è...

I versi e la poetica di Franco126 emozionano il Giffoni Music Concept

Tra “lucida follia” dell’amore e “anime inquiete”, con la strada come sfondo: i versi e la poetica di Franco126 emozionano...

Alessandro Zan a Giffoni: "Battaglia dura ma legge sarà approvata, Paese molto più avanti del suo Parlamento"

C’è un Paese che è molto più avanti del suo Parlamento. Quel Paese è l’Italia. La questione è quella della tutela dei diritti...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?