Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

24 Maggio 1999: per non dimenticare mai Simone, Ciro, Enzo e Peppe

24/05/2021

In quel nefasto lunedì mattina di 22 anni fa, quando le fiamme divamparono nel vagone numero cinque del convoglio che da Piacenza riportava a casa circa 1500 tifosi della Salernitana.

Salernitana: il ricordo di quel 24 Maggio 1999

La città si era appena risvegliata dal traumatico incubo della retrocessione in Serie B della squadra granata. Convinta di aver appena vissuto il giorno più triste e mesto della sua storia recente. Nessuno a Salerno dimenticherà mai quel maledettissimo giorno. Perché nessuno a Salerno può o vuol dimenticarlo per davvero.

Il 24 maggio 1999 è una data scolpita nella memoria comune di una città, che a distanza di 22 anni, ancora stenta a comprendere i reali motivi alla base di una tragedia senza senso, innescata dal gesto sconsiderato di uno o più folli, che provocò la morte di quattro tifosi della Salernitana.

24 Maggio 1999: Simone, Ciro, Enzo e Peppe

Il vagone numero cinque del treno ha preso fuoco nella lunga galleria che collega Salerno con Nocera Inferiore. Tra le 6 e le 7 di mattina. Il treno era stato fermato tre volte dopo aver passato la stazione di Nocera perchè era stato azionato più volte il freno d’emergenza, e sembra che un fumogeno lanciato da un treno antistante durante una di queste soste, attraverso un finestrino rotto o aperto, sia stata la causa dell’incendio.

Alcuni dei 1500 tifosi che si trovavano a bordo del treno speciale hanno abbandonato le carrozze lanciandosi fuori dai finestrini nella galleria, mentre il macchinista procedeva lentamente verso la stazione di Salerno dove sono stati soccorsi.

Nel rogo perdono la vita quattro giovani tifosi granata. Sul vagone persero la vita Ciro Alfieri, Peppe Diodato, Enzo Lioi, Simone Vitale, travolti dalle fiamme. Oggi è il giorno del dolore di una ferita sempre aperta. Oggi è anche il giorno del ricordo e della commozione. Salerno non ha dimenticato i suoi angeli granata.

Il giornale La Repubblica recitava cosi:

SALERNO – Tifosi scatenati tra le fiamme: potrebbe essere stato l’ennesimo atto vandalico degli ultras della Salernitana a provocare l’incendio e la morte di quattro giovani, sul treno speciale che riportava a casa 1.500 sostenitori, dopo l’ultimo incontro giocato ieri pomeriggio a Piacenza, che ha decretato la retrocessione della squadra campana in serie B.Un viaggio che si è concluso tragicamente. Solo nel pomeriggio sono stati identificati i corpi, carbonizzati nel rogo: due delle vittime avevavo appena quindici anni, Vincenzo Lioni e Ciro Alfieri. Gli altri due ragazzi sono Simone Vitale, 21 anni, giocatore della squadra di A2 di pallanuoto Rai Nantes Salerno, ex vigile del fuoco. Giuseppe Diodato, 23 anni, riconosciuto anche lui attraverso l’esame dei vestiti e delle scarpe. 

L’incendio, di cui ancora non si conoscono le cause, sarebbe stato provocato dagli stessi tifosi che viaggiavano sul treno speciale di ritorno partito ieri sera alle otto da Piacenza, in prossimità della stazione di Salerno, per evitare di essere identificati dalla polizia al loro arrivo. Il bilancio è purtroppo provvisorio: le fiamme sono divampate all’interno di una galleria, scatenando il panico tra i passeggeri che, probabilmente hanno tentato la fuga gettandosi dai finestrini mentre il treno era in corsa.

Il treno è uscito dalla galleria in condizioni disastrate, non solo per le fiamme. L’intero viaggio del treno speciale Piacenza-Salerno, con circa 1.500 tifosi a bordo, che sarebbe dovuto arrivare a destinazione alle sette di questa mattina, è stato infatti accompagnato da disordini dei fan della Salernitana, agitati per la retrocessione in serie B. Viaggiatori scatenati che hanno provocato ritardi nel tragitto, l’ultimo dei quali alla stazione di Nocera Inferiore, quando hanno tirato il freno e sono scesi dal convoglio, cercando invano ulteriori scontri con gli storici rivali della Nocerina.

Dalle testimonianze di alcuni tifosi e del personale delle Ferrovie in servizio a Nocera Inferiore emerge che gli atti di vandalismo sono avvenuti esclusivamente sul treno. Alcuni tifosi della Salernitana hanno divelto sediolini, rotto vetri e hanno scagliato pietre raccolte sulla massicciata anche contro un treno fermo sul terzo binario, in attesa di partire, e nel quale vi erano viaggiatori che si sono riparati all’interno del convoglio per evitare danni.

Dopo essere stato fermo per un’ora, il treno speciale è ripartito ma, mentre percorreva la lunghissima galleria di Santa Lucia, ha preso fuoco. L’incendio, secondo quanto è stato accertato, si è sviluppato per cause non ancora precisate, all’interno della carrozza numero cinque mentre il treno imboccava il tunnel, lungo una decina di chilometri.

Dalla carrozza sono stati estratti i quattro corpi completamente carbonizzati, mentre numerosi passeggeri si sono fatti assistere dai sanitari per intossicazioni e ferite varie riportate mentre cercavano di raggiungere l’uscita della galleria. Una ventina i feriti: sette tifosi e due agenti di polizia in servizio di scorta al convoglio sono ricoverati in ospedale, a Salerno. La maggior parte dei feriti presenta segni di intossicazione da ossido di carbonio, alcuni lesioni provocate dalla caduta dal treno dal quale si erano lanciati per sfuggire alle fiamme ed al fumo. Per due degli intossicati si è resa necessaria la terapia in camera iperbarica. Le condizioni di uno di loro sarebbero molto gravi.

Le fiamme, stando a quanto hanno raccontato alcuni testimoni, si sarebbero sviluppate proprio quando il convoglio ha imboccato la lunga galleria ferroviaria. Secondo alcuni testimoni, uno dei viaggiatori, che si trovava nella seconda carrozza, avrebbe azionato il segnale d’allarme e il macchinista, per evitare che il treno rimanesse bloccato tra le fiamme all’interno della galleria, avrebbe proseguito lentamente fino all’uscita del tunnel.

Una volta fuori dalla galleria si è riusciti a staccare la motrice con le prime carrozze dal resto del convoglio che, però, è rimasto all’interno. Il treno ha quasi tutti i finestrini rotti. Non si sa se per atti vandalici o se distrutti dai passeggeri in preda al panico che hanno tentato di raggiungere correndo, nel fumo intenso, l’uscita del tunnel. Alle scene di panico tra i viaggiatori si sono aggiunte, poi, quelle drammatiche della disperazione dei parenti dei tifosi giunti nella stazione di Salerno appena si è diffusa la notizia dell’incendio. Sul posto, oltre ai vigili del fuoco, si sono recati il Prefetto e il Questore.

Tag: ciro, peppe, simone, enzo, 24 maggio 1999
Francesco Di Pasquale - Cronaca , Sport - - Vai alla Home

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Pallanuoto, il Giappone diverte ma il Settebello dilaga d'autorità e doppia i nipponici: 200 caps in azzurro per Di Fulvio

Con la terza vittoria in quattro partite l'Italia, già qualificata ai Quarti di finale, resta al comando della classifca del gruppo A. Giappone battutto 16-8. Sul...

Pallanuoto, dall'emergenza vaccini alla piscina: la Battaglia vincente di Alessandra. "Amicizie vere, insegnamenti e sogni grazie a questo sport"

La vita è fatta di incontri che cambiano e migliorano il tuo modo di essere e pensare. Lo sport ne è una delle principali e lampanti testimonianze. Come quella di...

Pallanuoto, al via la marcia di avvicinamento agli Europei Under 17 femminile: 25 azzurrine in collegiale ad Avezzano

Al via la marcia di avvicinamento agli Europei Under 17 femminili, in programma a Sibenik in Croazia (in foto l'impianto ospitante) dal 22 al 29 agosto prossimi. A causa della...

Salerno, incidente su corso Garibaldi: un ferito

Poteva avere conseguenze ben più gravi l’incidente verificatosi ieri sera, poco prima della mezzanotte, lungo corso Garibaldi, altezza poste centrali. Stando a...

I fatti del giorno | Tutte le principali notizie di cronaca e attualità da Salerno e provincia

GREEN PASS
Sul tema del green pass che dal prossimo 6 agosto diventerà obbligatorio per tutti coloro che vorranno accedere a determinati servizi, mercoledì...

Sviluppo e investimento, una delegazione dell’Angola in visita a Salerno

Mattinata all’insegna della cooperazione, ieri mattina a Palazzo Sant’Agostino, dove, promosso dalla Camera di Commercio e dall’Africa Centrale si è...

I versi e la poetica di Franco126 emozionano il Giffoni Music Concept

Tra “lucida follia” dell’amore e “anime inquiete”, con la strada come sfondo: i versi e la poetica di Franco126 emozionano...

Alessandro Zan a Giffoni: "Battaglia dura ma legge sarà approvata, Paese molto più avanti del suo Parlamento"

C’è un Paese che è molto più avanti del suo Parlamento. Quel Paese è l’Italia. La questione è quella della tutela dei diritti...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?