Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

Scandalo Unisa, il rebus “titoli falsi” pesa sui concorsi: verifiche dell’ateneo

01/04/2021

Rischia di diventare un vero e proprio rebus il futuro degli studenti che hanno conseguito il proprio titolo all’ateneo di Salerno grazie alla “collaborazione” dei dipendenti infedeli. Per conoscere il loro destino bisognerà attendere la fine del delicato iter giudiziario che seguirà all’operazione messa a segno dalla Guardia di Finanza di Salerno, con 42 persone (inclusi laureati e familiari degli stessi) iscritte al registro degli indagati, oltre ai due dipendenti arrestati e posti ai domiciliari. Il dato certo è che i vertici dell’Università confermano di trovarsi di fronte ad un «caso unico e senza precedenti», che richiederà un’attenta analisi. Bisognerà, in parole povere, prendere in mano il regolamento di ateneo e “spulciarlo” con estrema attenzione per chiarire le fattispecie di illecito in cui siano incorsi gli ormai ex iscritti a Unisa che hanno concluso il percorso di studio, nonché gli attuali studenti che hanno conseguito esami con la modalità descritta dagli inquirenti, per non parlare delle immatricolazioni a Medicina e dell’inserimento in una determinata fascia di reddito.

Una vicenda, quella portata alla luce dall’inchiesta, che quindi presenta ancora numerosi punti interrogativi, anche in ragione del fatto che i “titoli falsi” (da capire peraltro a quando risalgano e quanti di essi siano stati già emessi) non rappresentano semplici pezzi di carta. Potrebbero essere ad esempio sventolati dai “dottori” per partecipare a concorsi e avere accesso a determinate professioni, laddove ciò non sia già accaduto. Allo stato delle cose è ancora prematuro parlare di provvedimenti da parte dell’ateneo, almeno finché la posizione e l’eventuale ruolo degli studenti indagati (e delle rispettive famiglie, anch’esse nel mirino della Procura) non sarà alla luce del sole, ma gli accertamenti non mancheranno. Con lo stesso scrupolo che ha spinto, del resto, il rettore Vincenzo Loia e la dirigenza di Unisa, a segnalare le anomalie nel sistema informatico da cui è scaturito il lavoro della magistratura.

Una complessa attività investigativa che ha consentito di appurare come i “momenti chiave” delle carriere universitarie degli stessi siano stati condizionati da elementi tutt’altro che limpidi, il tutto a scapito dei colleghi dello stesso dipartimento che si sono laureati con il proverbiale sudore della fronte Nel frattempo, in riferimento all’ordinanza emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Salerno, conseguente proprio alle irregolarità amministrative rilevate, lo stesso rettore Enzo Loia ha voluto ringraziare la Procura di Salerno e la Guardia di Finanza, sottolineando: «Desidero esprimere alla Procura di Salerno, diretta dal dottor Giuseppe Borrelli, il nostro apprezzamento per il lavoro svolto. L’ateneo ha collaborato nella più completa trasparenza con la Magistratura e gli organi inquirenti per l’individuazione delle irregolarità oggetto delle indagini. Questa vicenda ha permesso all’ateneo di individuare adeguati correttivi e di irrobustire la piattaforma tecnologica ad ausilio di processi amministrativi sempre più rigorosi. L’Università di Salerno porrà sempre la massima attenzione a garanzia delle carriere e del futuro dei suoi studenti».

FONTE: La Città

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Basket, Power Salerno sconfitta in Calabria dopo il successo infrasettimanale con Mondragone

La Power Basket lotta con il cuore, ma alla lunga cede nella trasferta del PalaSparti di Lamezia al cospetto di una squadra rinnovata e molto competitiva....

Salerno, bimba con problemi renali salvata al "Ruggi"

È stata dimessa da qualche giorno, dal reparto di Chirurgia Pediatrica dell'Aou San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona di Salerno, diretto dal dottore Umberto Ferrentino,...

Cetara, finisce in una cunetta: centauro salernitano in ospedale

Nuovo incidente stradale questo pomeriggio lungo la strada Amalfitana: finisce in ospedale un centauro. L'uomo, un salernitano di 45 anni, per cause ancora da chiarire ha perso...

Salerno, furti in appartamento: arrestato straniero irregolare

Sorpreso a rubare a rubare in un appartamento, arrestato giovane straniero. Gli agenti della sezione Volanti di Salerno hanno fatto scattare l manette ai polsi di W.K.I,...

Salerno All Stars Cup, continua il duello tra 4Burger e Banzai in attesa dello scontro diretto

di Chiara Napoli
Continua il torneo Salerno All Stars Cup ormai giunto alla sedicesima giornata, che si è aperta mercoledì sera con l’Ottica 3D Salerno e...

Polisportiva Baronissi, patron Siniscalco: "Vittoria fondamentale per infondere fiducia all'intero ambiente"

Ritorno alla vittoria per la Polisportiva Baronissi che nella terza giornata di ritorno del girone G di Prima Categoria batte di misura il Montoro e recupera punti preziosi per...

Tragedia a Campagna, 22enne muore travolto dalla legna

Travolto dalla legna caduta dal retro del camion, muore dopo pochi minuti di agonia. L’incidente sul lavoro è avvenuto ieri pomeriggio a Campagna, in...

Salerno, spaccio di hashish: arrestato 20enne

La Polizia di Stato ha arrestato un giovane spacciatore nel centro di Salerno. Nella serata di sabato, nella zona della Lungo Irno, gli Agenti della Polizia di Stato della...
Contatti - Privacy Policy

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?