Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

Scandalo Unisa, il rebus “titoli falsi” pesa sui concorsi: verifiche dell’ateneo

01/04/2021

Rischia di diventare un vero e proprio rebus il futuro degli studenti che hanno conseguito il proprio titolo all’ateneo di Salerno grazie alla “collaborazione” dei dipendenti infedeli. Per conoscere il loro destino bisognerà attendere la fine del delicato iter giudiziario che seguirà all’operazione messa a segno dalla Guardia di Finanza di Salerno, con 42 persone (inclusi laureati e familiari degli stessi) iscritte al registro degli indagati, oltre ai due dipendenti arrestati e posti ai domiciliari. Il dato certo è che i vertici dell’Università confermano di trovarsi di fronte ad un «caso unico e senza precedenti», che richiederà un’attenta analisi. Bisognerà, in parole povere, prendere in mano il regolamento di ateneo e “spulciarlo” con estrema attenzione per chiarire le fattispecie di illecito in cui siano incorsi gli ormai ex iscritti a Unisa che hanno concluso il percorso di studio, nonché gli attuali studenti che hanno conseguito esami con la modalità descritta dagli inquirenti, per non parlare delle immatricolazioni a Medicina e dell’inserimento in una determinata fascia di reddito.

Una vicenda, quella portata alla luce dall’inchiesta, che quindi presenta ancora numerosi punti interrogativi, anche in ragione del fatto che i “titoli falsi” (da capire peraltro a quando risalgano e quanti di essi siano stati già emessi) non rappresentano semplici pezzi di carta. Potrebbero essere ad esempio sventolati dai “dottori” per partecipare a concorsi e avere accesso a determinate professioni, laddove ciò non sia già accaduto. Allo stato delle cose è ancora prematuro parlare di provvedimenti da parte dell’ateneo, almeno finché la posizione e l’eventuale ruolo degli studenti indagati (e delle rispettive famiglie, anch’esse nel mirino della Procura) non sarà alla luce del sole, ma gli accertamenti non mancheranno. Con lo stesso scrupolo che ha spinto, del resto, il rettore Vincenzo Loia e la dirigenza di Unisa, a segnalare le anomalie nel sistema informatico da cui è scaturito il lavoro della magistratura.

Una complessa attività investigativa che ha consentito di appurare come i “momenti chiave” delle carriere universitarie degli stessi siano stati condizionati da elementi tutt’altro che limpidi, il tutto a scapito dei colleghi dello stesso dipartimento che si sono laureati con il proverbiale sudore della fronte Nel frattempo, in riferimento all’ordinanza emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Salerno, conseguente proprio alle irregolarità amministrative rilevate, lo stesso rettore Enzo Loia ha voluto ringraziare la Procura di Salerno e la Guardia di Finanza, sottolineando: «Desidero esprimere alla Procura di Salerno, diretta dal dottor Giuseppe Borrelli, il nostro apprezzamento per il lavoro svolto. L’ateneo ha collaborato nella più completa trasparenza con la Magistratura e gli organi inquirenti per l’individuazione delle irregolarità oggetto delle indagini. Questa vicenda ha permesso all’ateneo di individuare adeguati correttivi e di irrobustire la piattaforma tecnologica ad ausilio di processi amministrativi sempre più rigorosi. L’Università di Salerno porrà sempre la massima attenzione a garanzia delle carriere e del futuro dei suoi studenti».

FONTE: La Città

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Pallanuoto, il sabato di A2 maschile sorride alle napoletane. Bogliasco e Catania in finale play-off

Sabato 12 giugno si sono disputate le partite di gara 3 delle Semifinali dei play-off e play-out del campionato di Serie A2 maschile di Pallanuoto.Finali sempre al meglio delle...

Marina d’Arechi è tra i primi approdi Covid Free: vaccinati tutti gli operatori

Marina d’Arechi tra i primi approdi turistici Covid Free. Lo ha annunciato Agostino Gallozzi, presidente di Marina d’Arechi SpA evidenziando che tutto il personale...

Odissea vaccinazioni nei Picentini: "Dateci un pullman"

Odissea per gli anziani dei Picentini. Il vaccino diventa un calvario per chi non può spostarsi in auto. E i sindaci reclamano bus. E centri più vicini. Garantire...

Norme anti Covid, su spiagge salernitane tornano i vigilantes ma città verso zona bianca

Spiagge libere ma, anche quest’anno, dovrebbero tornare i vigilantes per verificare il corretto rispetto delle norme anti Covid. Lo ha annunciato l’assessore...

Salerno, il sindaco: "Chiederemo alla Regione un collegamento con Procida"

“Sicuramente faremo presente alla Regione Campania, la necessità di attivare una tratta via mare Salerno -?Procida, in vista delle iniziative che si terranno...

Salerno, al via le selezioni di Sanremo Giovani

E’ già tempo di selezioni per Sanremo Giovani e il 30 giugno a partire dalle ore 19, presso la stazione marittima, tanti aspiranti professionisti si presenteranno...

Salerno, recuperati gli affreschi a Santa Maria de Lama

Una piccola chiesa, estremamente grande per la sua storia, restituisce ai salernitani una parte degli affreschi in essa contenuta. Gli affreschi che sono stati riportati alla...

Pontecagnano, ripascimento del litorale: Legambiente va in tribunale

Dopo l’aggiudica del maxi-appalto a Pontecagnano Faiano, si riaccende la protesta degli ambientalisti contro il grande progetto di difesa e ripascimento della fascia...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?