Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

Pallanuoto, Recco e Brescia confermano la leadership. Vittorie di platino per Palermo e Quinto: Vlahovic e Inaba da sballo

27/03/2021

Entra nel vivo il campionato di A1 maschile di Pallanuoto, condizionato come sempre dai rinvii causa Covid. Questa settimana il menù è stato privato del derby della Capitale tra Roma e Lazio che sarà recuperato al "Foro Italico" in una data storica: il 21 aprile, infatti, ricorre il 2774esimo anno della fondazione della città. In vasca le emozioni non mancano già dal venerdì con il vittorioso exploit esterno della RN Savona che piega (7-12) la RN Salerno (CLICCA QUI per la cronaca). Nello stesso girone del Preliminary Round Scudetto (F), l'AN Brescia smaltisce le scorie della quarantena e nonostante l'assenza di Vlachopoulos piega d'autorita un'Ortigia lontana dalla grande squadra ammirata ad inizio stagione. Pesano e non poco le assenze di Mirarchi, Condemi ed Abela per coach Piccardo che vede i suoi reggere alla grande nei primi 8' per poi cedere inevitabilmente all'infinità qualità dei ragazzi di Bovo. In gran spolvero Vincenzo Dolce con una doppietta ed un palo a propiziare la successiva rete di Presciutti, anch'esso autore di due reti insieme a Jokovic. Nel 5-11 finale sul tabellino dei marcatori, con score positivo in extraplayer, finiscono anche Cannella, Lazic, Alesiani e Di Somma per la Leonessa mentre tra le fila aretusee in evidenza gli ex di turno Napolitano e Rossi, entrambi a bersaglio insieme a doppio Di Luciano (l'ultimo ad arrendersi) e Vidovic. S'infiamma così la corsa al secondo posto con il Savona che legittima dopo questo turno le proprie velleità.

Nel girone E la Pallanuoto Trieste conferma la propria crescita psicofisica e tiene testa all'invincibile Pro Recco. Liguri con qualche novità di formazione con i baby Perrone e Marini (classe 2005) tra i 13 a disposizione di Hernandez. C'è gara fino al terzo periodo quando gli alabardati di Bettini si tengono a debita distanza dalla corazzata recchelina grazie alla vena realizzativa di Mladossich (doppietta), Petronio, Milakovic, Vico, Mezzarobba e Buljubasic sprecando anche un penalty con il debuttante Rigoni (classe 2002). Prima dello sprint del quarto tempo (parziale di 0-5) con il bis di Velotto la seconda rete di Echenique, Presciutti ed il primo hurrà tra i grandi di Emanuele Marini; i pluri campioni d'Italia gestiscono senza forzare la mano e cullandosi sugli allori grazie al cinismo in superiorità numerica. Mattatore il solito Mandic con un poker d'assi, seguito a ruota da Figlioli (3), Younger (2) e l'immancabile sigillo di Di Fulvio. Alla "Bianchi" finisce 7-16.

Come ormai da canovaccio, quando scende in acqua il Posillipo le palpitazioni sono assicurate. Vivacissimo confronto quello di Palermo tra il TeLiMar ed i rossoverdi con finale da brividi non senza polemiche per la contestata direzione arbitrale (espulsi nel finale Marziali, Baraldi e Bertoli). A fare la differenza nel 10-9 finale le 6 reti (come il numero della calottina) dello scatenato Vlahovic, implacabile dai 5 metri con tre realizzazioni. Il confronto vive di continui capovolgimenti di fronte e lo spettacolo risente di qualche fischio di troppo da parte della direzione di gara. Nel primo periodo è Mattiello a tenere in vita i partenopei con una doppietta mentre nel secondo ci pensano Baraldi, Bertoli e Silvestri a rispondere colpo su colpo alle bordate del numero 6 croato cui sono seguite anche le reti di Damonte (neutralizzato da Spinelli dai 5 metri), Marziali e Giliberti. Al cambio vasca il Sette di Gu Baldineti allunga con Lo Cascio poi si "siede" e presta il fianco alla rabbiosa reazione ospite concretizzata da capitan Saccoia e dal bis di Bertoli. Nel momento clou, Brancaccio perde Lanfranco e Saccoia per raggiunti limiti di falli e successivamente Bertoli e Baraldi per proteste: il TeLiMar non perdona e con due rigori di Vlahovic mette in ghiaccio la partita e assicura una seria ipoteca sulla seconda piazza che vuol dire Final Four. Nonostante le defezioni il Posillipo si conferma mai domo e segna ancora con Massimo Di Martire che trasforma il quinto rigore della sfida e sfiora il pari con Mattiello neutralizzato provvidenzialmente da Nicosia. 

Il fronte Play-Out vede, come detto, la disputa di un solo incontro nonostante i timori della vigilia per la positività di un tesserato del Quinto (foto da Facebook). Si gioca regolarmente ed i biancorossi sembrano per nulla risentire della tensione pre-partita, sfornando una prestazione convincente, autoritaria in difesa e brillante in attacco come dimostrano le buone percentuali in superiorità numerica. I ragazzi del toscano Luccianti (espulso durante il match) hanno la meglio sulla RN Florentia del ligure Minetti (13-9). Protagonista assoluto dell'incontro il giapponese Inaba che delizia il pubblico (ovviamente da casa) con quattro reti di pregevole fattura. Non da meno Nora con un tris di prepotenza e Gitto che si esalta con una deliziosa palomba ed una saetta su rigore. Due reti anche per Panerai mentre a completare l'opera ci pensano l'ottimo Fracas e Mugnaini. Eppure le cose per i gigliati non si erano messe male con il prorompente avvio coronato dai guizzi di Ganic (4 goal anche per lui alla fine), Di Fulvio e Astarita. A far da spartiacque il parziale di 5-2 al cambio vasca dopo il goal di Carnesecchi. Di Benvenuti e Dani le altre due marcature ospiti che dimostrano comunque di esserci a pieno titolo nella corsa alla salvezza. 

Davide Maddaluno - Sport - - Vai alla Home

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Pallanuoto, il sabato di A2 maschile sorride alle napoletane. Bogliasco e Catania in finale play-off

Sabato 12 giugno si sono disputate le partite di gara 3 delle Semifinali dei play-off e play-out del campionato di Serie A2 maschile di Pallanuoto.Finali sempre al meglio delle...

Marina d’Arechi è tra i primi approdi Covid Free: vaccinati tutti gli operatori

Marina d’Arechi tra i primi approdi turistici Covid Free. Lo ha annunciato Agostino Gallozzi, presidente di Marina d’Arechi SpA evidenziando che tutto il personale...

Odissea vaccinazioni nei Picentini: "Dateci un pullman"

Odissea per gli anziani dei Picentini. Il vaccino diventa un calvario per chi non può spostarsi in auto. E i sindaci reclamano bus. E centri più vicini. Garantire...

Norme anti Covid, su spiagge salernitane tornano i vigilantes ma città verso zona bianca

Spiagge libere ma, anche quest’anno, dovrebbero tornare i vigilantes per verificare il corretto rispetto delle norme anti Covid. Lo ha annunciato l’assessore...

Salerno, il sindaco: "Chiederemo alla Regione un collegamento con Procida"

“Sicuramente faremo presente alla Regione Campania, la necessità di attivare una tratta via mare Salerno -?Procida, in vista delle iniziative che si terranno...

Salerno, al via le selezioni di Sanremo Giovani

E’ già tempo di selezioni per Sanremo Giovani e il 30 giugno a partire dalle ore 19, presso la stazione marittima, tanti aspiranti professionisti si presenteranno...

Salerno, recuperati gli affreschi a Santa Maria de Lama

Una piccola chiesa, estremamente grande per la sua storia, restituisce ai salernitani una parte degli affreschi in essa contenuta. Gli affreschi che sono stati riportati alla...

Pontecagnano, ripascimento del litorale: Legambiente va in tribunale

Dopo l’aggiudica del maxi-appalto a Pontecagnano Faiano, si riaccende la protesta degli ambientalisti contro il grande progetto di difesa e ripascimento della fascia...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?