Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

I fatti del giorno | Tutte le principali notizie di cronaca e attualità da Salerno e provincia

23/01/2021

PORTA OVEST

Un tavolo tecnico di coordinamento a supporto del progetto di elettrificazione di Porta Ovest, denominato “Progetto Espo – Progetto di Elettrificazione Salerno Porta Ovest”, finalizzato a individuare le soluzioni tecniche più idonee a soddisfare i fabbisogni elettrici attuali e previsti della comunità salernitana. Lo ha stabilito la giunta comunale di Salerno che ha approvato lo schema di protocollo di intesa tra il Comune di Salerno, l’autorità portuale del Mar Tirreno Centrale Napoli-Salerno, distribuzione Spa e il dipartimento di ingegneria industriale dell’Università degli studi di Salerno. (Cronache)

PARLA GIGI

“Non mi iscrivo al partito di quanti giudicano positiva la notizia che dal 1° febbraio tutte le scuole torneranno a svolgere le lezioni in presenza. In Campania ritengo necessario, indispensabile, viste le difficoltà non sono superate e l’inadeguatezza del trasporto pubblico, che gli istituti superiori continuino con la Didattica a Distanza. Logica vorrebbe che si riaprisse solo quando tutto il personale scolastico, docente e Ata, sia stato vaccinato contro il Covid”. Lo afferma l’onorevole Gigi Casciello, Deputato di Forza Italia, componente della Commissione Cultura alla Camera e tra i fondatori dell’Associazione Voce Libera. “Occorre, inoltre, modificare immediatamente il calendario scolastico per capire come quest’anno possa terminare, visto che dalla metà di ottobre gli studenti campani sono solo in DaD e i programmi previsti possono aver avuto delle modifiche. Gli insegnanti hanno fatto un grande gesto etico e di responsabilità, adeguandosi alla Didattica a Distanza, quanto gli studenti, ma non si può far finta di nulla – prosegue l’onorevole Casciello -. A tal proposito, presenteremo una mozione per aiutare in maniera massiccia le famiglie dal punto di vista economico, non soltanto chi già aveva situazioni difficili, ma anche professionisti, Partite Iva, tutti quelli che non possono contare su un reddito certo, perché in questi periodi le emergenze economiche familiari sono aumentate. Occorre continuare con la Didattica a Distanza in quegli istituti superiori, e sono tanti nel Mezzogiorno e in Campania, che non sono attrezzati per ripartire al 50% o al 70%, non si sa bene come, c’è tanta confusione, e a garantire la Dad”. L’onorevole Casciello poi conclude: “È illogico che su una materia così importante come la formazione, il prosieguo dell’anno scolastico, debba decidere il Tar. Questo sono scelte che spettano a chi governa, al Ministero, alla politica. Buttare tutto in un ricorso alla magistratura amministrativa è il segno di un degrado e dei tempi disadorni che stiamo vivendo”.

L'ARRESTO

Gli Agenti della Polizia di Stato hanno arrestato in flagranza di reato uno spacciatore salernitano, S.I., di anni 32. L’uomo, già noto alle forze dell'ordine per reati in materia di stupefacenti e contro il patrimonio, si è reso ieri responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente: gli agenti della Sezione Falchi della Squadra Mobile, durante i controlli di ieri,  è stato trovato in possesso di cocaina in viale Ernesto Bruno nel quartiere di Matierno. Inoltre, gli operatori della Polizia di Stato hanno effettuato una perquisizione nell’immediatezza a casa dello spacciatore e nell’armadio della sua stanza da letto hanno rinvenuto una busta contenente altra sostanza del tipo cocaina, per 31,50 grammi, un contenitore con considerevole quantità di sostanza in polvere cosiddetta “da taglio” (993 grammi) ed un bilancino elettronico di precisione e somme di denaro provento dell’attività di spaccio, per una somma complessiva di 460 euro, tutte in banconote di piccolo taglio. Pertanto, l’uomo è stato arrestato e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, che ne ha disposto la traduzione agli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del processo con rito direttissimo da svolgersi nella giornata odierna.

IL FOLLE INCIDENTE

Attimi di tensione ieri lungo l’A2 del Mediterraneo tra Padula e Sala Consilina. Un ragazzo di origini napoletane, infatti, dopo aver avuto un incidente a bordo della sua automobile che è andata a sbattere contro il guardrail, è sceso e, forse in preda al panico, ha tentato di lanciarsi sotto i veicoli che in quel momento erano in transito lungo l’autostrada, tra cui diversi camion. Fortunatamente in quel momento si sono trovati a passare due tecnici dell’Anas che si sono fermati per capire cosa stesse accadendo e con non poca difficoltà hanno fermato il ragazzo impedendogli di compiere l’estremo gesto. Sul posto sono intervenuti anche gli agenti della Sottosezione di Polizia Stradale di Sala Consilina, agli ordini dell’Ispettore Nicola Molinari, e i sanitari del 118 che hanno preso in cura il giovane protagonista del triste accaduto che in seguito è stato affidato ad una sorella. (Onda News)

IL CASO

Dispetti, litigi, minacce e addirittura azioni forti e violente e una ragazza (purtroppo) che sta pagando ancora il prezzo più alto: il suo viso sfregiato dall’acido. È quanto sta vivendo una famiglia di Positano da più di 10 anni da parte di alcuni vicini di casa, che senza motivi validi hanno preso di mira proprio alcuni residenti della cittadina costiera e una famiglia in particolare che sta vivendo letteralmente un incubo. Tante sono state le denunce presentate alle Forze dell’Ordine di Positano ma tante testimonianze e denunce tra le mani anche della Procura di Salerno. Entrambi ad oggi però non hanno preso provvedimenti e pare che tutto “l’inferno” vissuto da questa famiglia sia rimasto inascoltato visto che i “vicini” molesti continuano a minacciare essendo a piede libero. Dalle mani ai dispetti, fino all’acido che ha cambiato i connotati ad una ragazza che oggi ancora viene alimentata tramite dei tubicini, visto che non può farlo da sola. Gesti ripresi da alcune telecamere di videosorveglianza, ma anche da testimoni. Ed è proprio la cittadina di Positano a quanto pare ad essere sotto assedio di chi non conosce altro che violenza. La famiglia dopo aver subito per anni è – infatti – stanca. Proprio questa mattina l’ennesima denuncia che sperano possa arrivare a chi di dovere, soprattutto all’amministrazione del Comune costiero, che pare non aver (ancora) preso in considerazione la questione e gli appelli disperati di chi sta vivendo una situazione paradossale e “dolorosa” allo stesso tempo. Perché il silenzio e le urla “inascoltate” spesso fanno più male della violenza fisica. (L'Ora di Cronache - Brigida Vicinanza)

L'ATTO VANDALICO

“Desidero esprimere, a nome mio e di tutto il Coordinamento Provinciale Salerno di CAMBIAMO!, pieno sostegno e solidarieta’ all’amica SONIA SENATORE (Responsabile Regionale presso Centro Ascolto del Disagio) per il vile atto intimidatorio subito questa mattina che condanniamo fortemente”. Com queste parole i coordinatori provinciali e cittadino del movimento totiano Cristian Pontillo e Luigi Cerruti hanno espresso la propria solidarietà nei confronti di Sonia Senatore la cui automobile è stata oggetto nella notte scorsa di un atto di vandalismo la cui matrice è ancora tutta da accertare. “Conosco personalmente l’amore, l’abnegazione e la determinazione di Sonia e sono certo, siamo certi, che questo ignobile e vigliacco gesto dara’ ancora piu’ forza al suo prezioso lavoro e quello di tutti i suoi validi collaboratori”.

LA NUOVA LETTERA

Una nuova lettera aperta da parte del gruppo civico “Ali per la Città” indirizzata a tutti i consiglieri comunali di Salerno, alla Corte dei Conti di Napoli e al procuratore delle Repubblica di Salerno. ” Gentili Sigg.re e Sigg.ri – questo il contenuto della lettera – facciamo seguito alla precedente lettera del 02 ultimo per sottoporre alla Vs. attenzione una ulteriore richiesta di chiarimenti in ordine alla delibera di approvazione del Bilancio Consolidato 2019 del ‘Gruppo Amministrazione Pubblica” da Voi assunta nel corso del Consiglio di fine anno. Tra le altre società, l’area di consolidamento comprende la Salerno Energia Holding Spa nella veste di proprietaria al 56,85% della Salerno Energia Distribuzione – SED – Spa che, per il residuo 43,15%, appartiene alla Aquamet Spa, Gruppo Cons.Coop., per effetto dell’operazione di conferimento di ramo di azienda avvenuto nell’anno 2017 con collaterale aumento del Capitale Sociale. Al di là dei termini dell’accordo, qui non rilevanti, ma non per questo irrilevanti, l’ingresso della Cons.Coop., primaria azienda nazionale del settore, venne definito di alto valore strategico “non solo per la coerenza rispetto al ‘core business’ aziendale, ma anche per la possibilità da parte della società di conseguire, oltre a migliori margini economici, anche un maggior dimensionamento strategico in visione delle prossime gare d’ambito” (Verbale A.U. del 09/06/17). Risulta, ora, che, con accordo vincolante del 28/12/18, appena un anno dopo, e con successiva formalizzazione del 30/04/19, la Cons.Coop. ha svuotato la Aquamet di ogni attività operativa, con la cessione delle residue reti alla Italgas Reti Spa, del Gruppo Italgas, e ha giustificato la decrescita operativa dell’anno 2019 dichiarando, nella Relazione al Bilancio, che: “I decrementi (dell’attività) sono dovuti ai conferimenti di ramo d’azienda avvenuti con decorrenza 01/05/19, con i quali le società Aquamet e (omesso) hanno ceduto a Italgas Reti s.p.a. le proprie concessioni” (pag. 10) e, ancora, che: “Dal 30 aprile 2019, a seguito della cessione dei propri rami operativi, sia (omesso), sia Aquamet, hanno cessato di produrre ricavi (pag. 3). In sostanza, Aquamet sarebbe divenuta una scatola vuota alla quale la SED versa una quota del 43,15% dei propri utili. Per favore, ci spiegate dove sono i vantaggi attesi? C’è di più. Nel prospetto delle Società controllate, la Cons.Coop. non riporta la Aquamet e precisa che: “Le società controllate non menzionate sono in liquidazione o in procedura concorsuale ed inattive” (Relazione: pag. 55). Inoltre, sul sito aziendale Aquamet, non sappiamo a quando aggiornato, viene dichiarata la partecipazione in tre società attive nel settore della costruzione, manutenzione e gestione di reti gas metano e, tra esse, non è citata la SED. Infine, la Cons.Coop. consolida direttamente il Bilancio 2019 della SED riportando una quota di partecipazione nella misura del 31,39% (Relazione: pag 93). Ricordiamo che la nostra Holding, nella Relazione al Bilancio 2019, riporta una quota del 43,15% (pag. 12). Per favore, ci spiegate perchè c’è una differenza dell’11,76% e a chi appartiene? Per tutto quanto innanzi, nella veste di cittadini indirettamente proprietari del Gruppo che contribuite ad amministrare, ci appare necessario omprendere: quale sia l’utilità della presenza di Aquamet in Salerno Energia Distribuzione Spa; quale sia la sua posizione attuale nei confronti della SED; quale sia, oggi, la quota di partecipazione del Gruppo Cons.Coop.; chi sia, oggi, il titolare della quota di partecipazione dell’11,76%; se la Salerno Energia Holding Spa sia a conoscenza della variazione della compagine di una società di cui è proprietaria di maggioranza e perchè tale importante modifica sia sfuggita al controllo amministrativo e contabile nonchè allr verifiche del Collegio Sindacale e della Società di Revisione; a chi vengono corrisposti gli utili. Gentili Sigg.re e Sigg.ri, in considerazione della delibera da Voi assunta nella veste di rappresentanti di questa Comunità e di garanti del suoi interessi, riteniamo sia d’obbligo fornire ogni informazione su quanto rilevato e chiarire le motivazioni che, in presenza di apparenti anomalie, Vi hanno spinto ad approvare il Bilancio Consolidato di Gruppo. In attesa di auspicato riscontro, rappresentiamo che copia della presente viene inoltrata alla Sezione Regionale della Corte dei Conti, per le osservazioni contabili, e al Sig, Procuratore della Repubblica di Salerno con riferimento alle indagini avviate in data 15/11/18 dalla Procura di Forlì per presunte irregolarità nella fusione tra Aquamet e SED sulla quale mancano aggiornamenti, a nostra memoria e salvo errore. Invero, sorge il comprensibile dubbio che l’azzeramento della Aquamet da parte di Cons.Coop., a un mese di distanza da quelle indagini, possa essere collegata a tale azione giudiziaria. E’ doveroso precisare che, in assenza di validi elementi di conoscenza, questa osservazione esprime esclusivamente un desiderio di conoscenza nella veste di indiretti proprietari delle Società del ‘Gruppo Amministrazione Pubblica’ facente capo al Comune di Salerno”.

LEGGI ANCHE Torre Angellara, l’appello di Ali: «Proteggerla, valorizzarla e salvaguardarla»

L'ANALISI

“Questa crisi è una Vergogna! Famiglie e imprese non meritano la crisi; Meriterebbero un governo risoluto, assennato,che invece di perdere tempo a trovare soluzioni precarie e rafforzate, si impegnasse a portare il paese fuori dalla peggiore crisi della storia. Piano vaccini, ritardi e situazione Sanitaria, economia al collasso, lavoro ai minimi termini, Recovery plan in alto mare”. Questa l’analisi del periodo che stiamo vivendo fatta da Claudio Pisapia Segretario Nazionale e fondatore di Federcomtur. Un’analisi che punta il dito contro il governo e contro le soluzioni che ad oggi non sono state trovate per aziende e famiglie.

PARCO ARCHEOLOGICO

Scaduto il mandato del primo Consiglio di Amministrazione, nominato dopo il conferimento dell’autonomia al Parco archeologico di Paestum, si è insediato il nuovo organo, rinnovato con decreto del Ministro della Cultura, Dario Franceschini. Ne fanno parte, oltre al direttore del Parco, Gabriel Zuchtriegel, che lo presiede, la direttrice della Direzione Regionale Musei Campania, dott.ssa Marta Ragozzino, componente di diritto quale Direttore Regionale Musei della Campania; il dott. Giovanni Garofalo giornalista, esperto in comunicazione e rapporti istituzionali; il prof. Enzo Maria Marenghi, Ordinario di Diritto Amministrativo all’Università di Salerno; e, confermato per il secondo mandato, il dott. Alfonso Andria, già Presidente della Provincia di Salerno ed ex Parlamentare, Presidente del Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali (Ravello). Nel relazionare sulle attività svolte, il direttore ha ringraziato i precedenti componenti, chiamati ad altri incarichi: il prof. Emanuele Greco, Presidente della Fondazione Paestum e già Direttore della Scuola Italiana di Archeologia ad Atene, di recente nominato membro del Comitato Scientifico del Parco Archeologico Campi Flegrei, e il prof. Pasquale Stanzione, già Ordinario di Diritto Privato presso l’Ateneo salernitano, da qualche mese Presidente dell’Autorità Garante della Privacy. Tra le priorità da affrontare, il Consiglio ha individuato il coinvolgimento di sponsor e donatori attraverso il portale Artbonus e la progettualità del sistema museale di Elea-Velia, il sito archeologico che nel 2020 è stato accorpato all’autonomia di Paestum e che necessita di spazi adeguati per la conservazione e la musealizzazione delle sue importanti collezioni. Inoltre il Direttore Zuchtriegel ha illustrato le iniziative in atto per il recupero della ex Fabbrica Cirio impiegando l’apposito finanziamento MiBACT: il manufatto verrà adibito a spazio polifunzionale (sale convegni, mostre temporanee, didattica, esposizione e degustazione prodotti tipici dell’alimentazione mediterranea). Mentre la prima riunione del nuovo consiglio si è svolta in collegamento telematico per rispetto delle normative anti-Covid, si prevede di tenere una prossima seduta proprio a Velia, legandola a un sopralluogo in merito alla progettualità del museo e di un masterplan per la fruizione e l’accessibilità dell’area dove aveva sede la famosa scuola eleatica fondata da Parmenide.

QUI SARNO

«Chiedere sicurezza per i miei concittadini non significhera? mai essere razzisti, nemmeno in un periodo delicato come quello che oggi stiamo vivendo. Significhera, sola- ? mente, come sempre, voler convivere in pace». A sostenerlo è Walter Giordano, segretario cittadino della Sezione di Sarno della Lega dal 2018 e consigliere Comunale dal 2019. «Grazie ai colleghi di opposizione che mi hanno individuato, ho anche l’onore di ricoprire il ruolo di presidente della Commissione Coordinamento e Trasparenza del Comune di Sarno. (Cronache)

QUI CAVA

La Giunta comunale, presieduta dal Sindaco Servalli e composta dal vicesindaco Nunzio Senatore e dagli Assessori, Annetta Altobello e Antonella Garofalo, Lorena Iuliano, Armando Lamberti, Germano Baldi, Giovanni Del Vecchio, ha approvato il Piano annuale e triennale delle Opere Pubbliche. Sono 35 le opere pubbliche che sono state inserite nel piano annuale e che prenderanno il via nel 2021, per un importo complessivo di euro 48.611.866,35. Le progettualità più importanti riguardano il Contratto di Quartiere di Pregiato e il Programma Integrato Città Sostenibili, (Pics), finanziato con i fondi P.O. Fesr 2014- 2020.

Il gruppo consiliare “Siamo Cavesi” esprime la sua contrarietà alla modifica delle regole che disciplinano l’attribuzione degli incarichi di posizione organizzativa ai dipendenti comunali. “La proposta formulata dal Sindaco di Cava Vincenzo Servalli – scrivono i consiglieri di ‘Siamo Cavesi’, Marcello Murolo, Raffaele Giordano e Vincenzo Passa – prevede infatti che, a differenza di quanto accade oggi, tali incarichi, che attribuiscono funzioni e responsabilità quasi dirigenziali, possano essere affidati anche a personale non in forza al Comune di Cava, e quindi chiamato dall’esterno in regime di comando e distacco”. “Si tratta – proseguono – di una scelta priva di logica organizzativa, perché non si comprende per quale motivo incarichi di alta responsabilità e delicatezza, come quelli in questione, possano essere dati a personale che, provenendo da altre amministrazioni, non conosce la realtà amministrativa di Cava e le esigenze del territorio. La proposta suona inoltre come una umiliazione per gli impiegati apicali di ruolo del Comune di Cava, perché ne frustra le legittime aspirazioni e si risolve, implicitamente, in un giudizio negativo sulle loro capacità, nonostante il fatto che questa medesima amministrazione, in sede di valutazione annuale, abbia sempre espresso giudizi lusinghieri sull’operato dei medesimi impiegati. Si tratta insomma di una ipotesi insensata, che ha già provocato una dura reazione da parte dei sindacati e che si presta a manovre strumentali se non clientelari”. “Il gruppo consiliare “Siamo Cavesi” invita quindi il Sindaco a desistere dal proprio progetto e a porre piuttosto mano a un serio programma di qualificazione delle professionalità esistenti”, concludono.

QUI VIETRI

Il comune di Vietri sul Mare ha emanato un bando per la formazione di una graduatoria per la figura professionale di istruttore di vigilanza categoria C, posizione economica C1 del contratto collettivo nazionale del lavoro del comparto funzioni locali per le esigenze stagionali. La selezione pubblica è per titoli e colloquio. Il contratto è a tempo determinato parziale al 50%. Selezione rapida.

Mancano solo due giorni alla chiusura delle iscrizioni alle prime classi degli istituti di struzione superiore di secondo grado. "Ricordiamo a tutte le famiglie - si legge sulla pagina Facebook dell'Istituto Superiore Marini Gioia - che è possibile iscriversi dal portale ministeriale (https://www.istruzione.it/iscrizionionline) oppure semplicemente telefonando allo 089872609 o al 3283205083".

QUI EBOLI

Quadro frammentato nell’area politica del centrosinistra (ex Cariello) ad Eboli, in vista delle prossime elezioni amministrative. Trattative in corso all’interno e tra i partiti del centrosinistra che dovranno riorganizzarsi all’indomani dell’arresto di Massimo Cariello e del conseguente commissariamento di Palazzo di Città in attesa delle urne. Il Pd e il Movimento 5 Stelle tentano l’intesa: Luca Sgroia (vicesindaco uscente, esponente del Pd) e il parlamentare pentastellato Cosimo Adelizzi da settimane tentano di costruire una valida coalizione, con lo stesso Sgroia che punta alla poltrona più alta. Cosimo Pio Di Benedetto, invece, scenderà in campo autonomamente, così come l’avvocato Fausto Vecchio che guiderà una lista civica. Corsa solitaria, al momento, anche per i socialisti di Enzo Maraio con Giancarlo Presutto che ha già scaldato i motori. Federico Conte ha calato sul tavolo il nome di Mario Conte (cugino del parlamentare in carica) che dalla sua avrebbe già il sostegno di due liste. Da chiarire, invece, la collocazione dell’area dell’ex sindaco Gerardo Rosania che potrebbe compattare l’area della sinistra più estrema. A proposito di ex, calano fortemente le quotazioni di Martino Melchionda. Il centrodestra virerebbe compatto verso l’avvocato Damiano Cardiello, leader dell’opposizione degli ultimi anni. Cardiello ha già il via libera di Fratelli d’Italia e del nuovo Psi di Stefano Caldoro mentre Forza Italia attenderebbe solo il via libera della segreteria provinciale e la Lega, invece, la nomina del nuovo coordinatore provinciale che dovrà gestire la fase elettorale. Ma sul territorio a quanto pare l’intesa si Cardiello sarebbe stata già sancita. (Andrea Pellegrino)

QUI ANGRI - PERICOLO ALCOL

Un coro unanime per denunciare l’azione di alcuni esercenti ad Angri, che senza scrupoli e in barba alle leggi, vendono alcol ai minorenni. Il campanello d’allarme era già scattato nelle festività natalizie con le segnalazioni di alcuni genitori ma il fenomeno continua a far registrare gravi episodi. «È assurdo che possano capitare cose del genere, mi rendo conto che a volte è difficile distinguere un 13enne da un 18enne, è complicato per un gestore di attività, ma ricordo che è un reato somministrare bevande alcoliche a minori di 16 anni spiega Aldo Severino , presidente cittadino della Confesercenti - . Chi infrange tale divieto può essere punito con l’arresto fino a un anno, per il titolare di un esercizio commerciale vige l’ obbligo di chiedere un documento d’identità ai ragazzi che vogliano acquistare o consumare alcolici, per accertare l’età, e ricordo anche che negli esercizi commerciali vi è l’obbligo di esporre il simbolo di divieto di somministrazione degli alcolici e anche la tabella alcolemica, che specifica le quantità di alcol che si possono ingerire per poter guidare». (La Città)

L'APPELLO

Un appello alle isitituzioni per rendere più semplice la vita lavorativa di un dipendente del comune di Bellizzi. Antonio Sica, 60 anni, ha inviato un messggio ai media e allle istituzioni: “Sono un cittadino diversamente abile di Fisciano. Da 18 anni lavoro presso il comune di Bellizzi. Ogni giorno parto dalla frazione Gaiano di Fisciano alle 6 di mattina per rientrare nel tardo pomeriggio oppure, con i rientri pomeridiani, in tarda serata. Le mie condizioni di salute risultano sempre più pesanti per affrontare questa vita. Mi rivolgo per questo alle istituzioni del territorio, ai comuni della Valle del’Irno, alla Comunità Montana, all’università di Fisciano affinchè accolgano questo mio pressante appello e possano valutare la possibilità di un trasferimento dal comune di Bellizzi, che mi accolto e mi accoglie sempre in modo affettuoso, in un ente più facilmente raggiungibile per me. Rivolgo inoltre un appello ai giornali, ale rdio e alle televisioni affinca mi supportino in questa iniziativa e mi aiutino a sensibilizzare le istituzioni della Valle dell’Irno e della città di Salerno”. (L'Ora di Cronache)

LA MULTA

Un coppia senza mascherina è stata multata per violazione delle norme anti-Covid all’interno di un supermercato di Baronissi. La Campania vive giorni di parziale tregua con l’ingresso in Zona Gialla ma l’attenzione per il rispetto delle norme anti-Covid resta ai massimi livelli. La prova arriva da Baronissi dove, come riporta “Salerno Today”, una coppia è stata multata dopo essere stata scoperta senza mascherina all’interno di un supermercato. “C’è ancora qualcuno che non capisce” è il commento del Sindaco di Baronissi Gianfranco Valiante.

LA CONFERENZA

Martedì 26 gennaio, alle ore 11.00, presso la Caffetteria ‘Al Portico’ in viale Gramsci 81/83 (Lungoirno di Salerno), l’associazione Salute e Vita indice una conferenza stampa per rendere pubblico una serie di notizie in merito allo Studio SPES (Studio di Esposizione nella Popolazione Suscettibile – Fonderie Pisano), alla sua inspiegabile mancata pubblicazione ed alla sua gestione piena di ombre ed azioni inquinanti che meritano e necessitano chiarimenti. Le notizie che renderemo pubbliche in questa conferenza stampa sono informazioni che abbiamo scoperto nelle ultime settimane e che ci sconcertano profondamente, data la gravità del loro contenuto. Siamo convinti che rendere pubblico il contenuto delle stesse possa essere l’unica strada utile per ottenere chiarezza, per restituire trasparenza ed impedire che si continui a giocare con la vita di migliaia di cittadini della Valle dell’Irno.

Interverranno:

Lorenzo Forte – Presidente associazione Salute e Vita;

Francesco Morra – Sindaco di Pellezzano;

Franco Massimo Lanocita – Avvocato amministrativista;

Paolo Fierro – Vice Presidente Nazionale Associazione Medicina Democratica;

Carla Cirillo – Vice Presidente associazione Salute e Vita, in rappresentanza dei cittadini sottoposti allo Studio SPES.

VERSO PROCIDA 2022

Procida ce l’ha fatta! L’Isola di Arturo sarà Capitale italiana della Cultura per il 2022. Un grande augurio dalla città di Baronissi ai procidani, alla gente di mare, alle case colorate, al mare azzurro che tinge di smeraldo le insenature, alle isole del nostro magico arcipelago. “Da giorni lavoriamo ad un programma di manifestazioni, mostre e incontri che affiancheranno le iniziative che ci porteranno al 2022 quando, nel golfo incantato di Napoli, brillerà in alto la stella di Procida”, sottolinea il critico d’arte e direttore del Museo FRaC, Massimo Bignardi. “Abbiamo sostenuto e salutato con orgoglio la scelta di Procida a Capitale italiana della Cultura per l’anno 2022 – sottolinea il sindaco di Baronissi, Gianfranco Valiante – Sicuramente un’occasione importante per il rilancio turistico di tutti i territori della Campania. Baronissi celebrerà questo traguardo con una serie di eventi al Museo FRaC e iniziative in collaborazione con Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e altri territori in piena sinergia istituzionale”. “Il trionfo di Procida ha portato all’ideazione di progettualità preziose per il nostro Museo grazie all’impegno del direttore artistico, Massimo Bignardi, che ringraziamo per la consueta sensibilità e passione – evidenzia l’assessore alla Cultura, Anna Petta – E’ un lavoro che impegnerà il FRaC per tutto il 2021 con proposte artistico-culturali di grande spessore e coinvolgerà la città in importanti iniziative”. Parafrasando i versi del cantautore Francesco Guccini, nasce la rassegna dal titolo immaginifico “L’isola non trovata non è più una splendida utopia”, perché, come sottolinea anche il progetto “Procida 2022” nel suo stesso claim “la cultura non isola”, proprio dall’esperienza culturale possono ripartire il Mezzogiorno e la Campania, spinti verso una grande fase di rilancio soprattutto dopo le gravi emergenze sociali ed economiche post pandemiche. “La cultura, quindi, non è più una lontana utopia, ma una realtà concreta – continua il professore Massimo Bignardi – Un conferimento, quello di Procida a Capitale italiana, che apre nuovi orizzonti di speranza e fiducia nel futuro, divenendo ispirazione per innovative progettualità ed esperienze artistiche. L’arte, nella sua costruzione dell’avvenire, si apre a nuove dimensioni di senso e si rivolge ad una platea ampia attraverso un dialogo sempre più intenso ed interattivo, inserendosi tra le iniziative promosse dal Museo FRaC in modalità online”. Il cartellone, che si snoderà fino al prossimo giugno 2021, si aprirà il 6 febbraio alle ore 18.00, sui canali digitali del Museo-FRaC Baronissi, con l’inaugurazione della mostra “Libero De Cunzo. PROCIDA, IL GIARDINO SEGRETO”, 30 fotografie realizzate tra il 2007 e il 2008 e pubblicate nel 2009, dedicate all’incanto dei giardini che modellano il territorio procidano, vestendolo di colori: dal giallo dei limoni alla gamma del verde che ritaglia spicchi di cielo e di mare. Interverrà, con l’artista, Elisabetta Montaldo, autrice di scritti e di saggi dedicati alla sua amata isola. Il 2 aprile, in occasione del Venerdì Santo, è previsto il vernissage de “LA PROCESSIONE DEI CELESTINI”, mostra fotografica dedicata ai riti pasquali dell’isola di Procida, con una selezione di scatti realizzati negli anni ottanta. Interverrà il professore di Antropologia Paolo Apolito. Non solo online, ma anche in presenza, “CESARE BRANDI: LO SGUARDO DELL’ARTE”. Serata dedicata al grande storico dell’arte che ha vissuto a Procida dal 1954-1984, prevista per fine aprile. Abbiamo rivolto l’invito a Vittorio Brandi Rubiu per una intervista online, sulla collezione donata da Brandi al Comune di Procida. Tra gli interventi in programma anche Fabrizio Perrone. A metà maggio “PROCIDA NELLA LETTERATURA”, serata online e in presenza nelle splendide sale storiche del Museo Frac. Una selezione di brani di scrittori e poeti, dedicati all’isola, curata dall’Associazione Tutti Suonati: dal poeta francese Alphonse de Lamartine a Carlo Collodi, a Elsa Morante, Cesare Brandi, Vasco Pratolini, Alberto Moravia eccetera. Concluderà la prima fase dell’omaggio a Procida 2022 la mostra “Pio Peruzzini, UPPER DECK NUMBER FIVE/Ponte Di Coperta numero cinque. 26 immagini per una traversata breve”. Una mostra online, in programma nella seconda settimana di giugno, dedicata ad una ricerca che il fotografo Pio Peruzzini ha realizzato nel 2017. In scena le azioni, i gesti, le pose sul vaporetto che da Napoli porta a Procida. Interventi di: Massimo Bignardi, Pasquale Ruocco, Marcella Ferro, Erminia Pellecchia.

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Mieloma multiplo, scoperto un “difetto” che consente di rallentare progressione della malattia

I pazienti con mieloma multiplo sono tra i più fragili nei confronti del Covid-19. Non solo perché se contagiati hanno un maggior rischio di andare incontro a...

Salernitana, Castori: "Cremonese avversario insidioso, in campo la miglior formazione possibile". I convocati

“Siamo molto concentrati per la gara di domani, la squadra ha grande determinazione. Abbiamo grande rispetto per la Cremonese, sono una formazione di livello superiore...

Accompagnatori in ospedale per pazienti disabili, con il nuovo Dpcm si può

Il Garante dei diritti delle persone con disabilità della Regione Campania, l’avv. Paolo Colombo, rende noto che l’art. 11 c. 5 del nuovo Dpcm del 2 marzo...

Il venerdì di De Luca tra zona rossa ed elezioni

"Come era ampiamente prevedibile ormai siamo in zona rossa perche' questo livello di contagio non si puo' piu' reggere". Cosi' Vincenzo De Luca, presidente della Regione...

Vaccini, quattro strutture a Salerno. A Baronissi pronto il Pala Irno

Sono quattro le strutture individuate in città dal sindaco Enzo Napoli e dalla giunta per la campagna di vaccinazione. Ogni struttura ospiterà quattro punti...

Covid, accordo Regione Campania – cliniche private: danno erariale da 18 milioni di euro

E’ di oltre 18 milioni di euro il danno erariale causato dal pagamento di somme indebite da parte delle Asl campane alle cliniche convenzionate per prestazioni Covid...

Covid Hospital, la Corte dei Conti indaga e nomina consulenti tecnici

La Procura regionale della Corte dei Conti della Campania ha nominato esperti consulenti tecnici nell’ambito di un’indagine sulla costruzione dei Covid Hospital a...

FIGC, determine e nuovi incarichi dopo il Consiglio Federale: Dal Pino e Calcagno eletti vice presidenti

La cerimonia di intitolazione della Sala del Consiglio a Paolo Rossi ha preceduto la riunione del Consiglio Federale, la prima dopo la rielezione di Gabriele Gravina alla...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?