Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

I fatti del giorno | Tutte le principali notizie di cronaca e attualità da Salerno e provincia

14/01/2021

LA VERTENZA

«Entro 20 giorni sarà convocato un tavolo al Ministero dello Sviluppo Economico per discutere della vertenza dei lavoratori dello stabilimento Maccaferri di Bellizzi, da tempo impegnati nella battaglia per la salvaguardia dei posti di lavoro». Lo comunica Anna Bilotti, deputata del Movimento 5 Stelle, al termine di un incontro avuto con la sottosegretaria Alessandra Todde. «L’incontro con la sottosegretaria era stato programmato da alcune settimane ma è stato più volte rinviato per attendere l’evoluzione di alcune fasi della procedura in corso davanti al Tribunale Fallimentare, che vede coinvolto il gruppo imprenditoriale alle prese con un tentativo di risanamento – ricorda la parlamentare salernitana – Nel colloquio con la sottosegretaria Todde, che sta seguendo la vertenza, abbiamo condiviso l’idea di avere comunque in tempi brevi la convocazione del tavolo al Mise, dove, in attesa di ulteriori sviluppi, sarà possibile affrontare la problematica dei dipendenti dello stabilimento di Bellizzi, attualmente in cassa integrazione e fortemente preoccupati per il loro futuro occupazionale». La preoccupazione dei lavoratori è stata condivisa sin dall’inizio dalla deputata Bilotti, che ne ha fatto oggetto nei mesi scorsi di un’interrogazione al ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, evidenziando tra l’altro il ruolo strategico di un’azienda quale la Maccaferri, che realizza opere di ingegneria ambientale volte al contenimento del dissesto idrogeologico e dell’erosione costiera. «Parliamo di un asset fondamentale per un Paese come l’Italia, a maggior ragione in un momento in cui il Governo ha previsto contro il dissesto idrogeologico un piano da oltre 2 miliardi di euro» sottolinea Anna Bilotti. In seguito all’interrogazione, il ministro si è reso disponibile alla convocazione di un confronto tra le parti e sono state subito attivate le strutture tecniche per i necessari approfondimenti in vista del tavolo al Mise. «Ringrazio la sottosegretaria Todde e il Mise per l’impegno mostrato soprattutto in vista della convocazione del tavolo nei prossimi giorni», conclude la deputata.

VERSO LE COMUNALI

Mancano pochi mesi alla chiamata alle urne per il rinnovo delle cariche amministrative di Palazzo di Città, a Salerno, e già da qualche settimana, ha preso il via il classico “balletto” pre-elettorale. Ai tradizionali schieramenti di partito sembra di capire che si stia cercando di contrapporre un costituendo movimento civico, promosso da chi ha il desiderio di ritornare in campo con un progetto unico di coinvolgimento della società civile e facendo leva solo su alcune realtà associative. “Notiamo con non poco stupore, che tale ‘operazione politica’, non può essere etichettata come la classica spinta dal basso e neppure come la più evoluta idea di partecipazione allargata alla vita politica. In merito è particolarmente esplicito Massimo Staglioli, presidente dell’Associazione Salernitani Doc: “Siamo sempre stati attenti alle diverse dinamiche cittadine, non ci siamo mai nascosti, anzi siamo sempre stati solerti a sollecitare l’azione amministrativa, ponendoci come soggetto equidistante e capace di aggregare tra i nostri sostenitori diverse anime. Abbiamo criticato – continua – alcune scelte delle diverse Amministrazioni Civiche e sostenuto fermamente altre, abbiamo portato avanti la nostra opera senza elemosinare nulla in cambio. È questa l’occasione per ribadire, se qualcuno non se ne fosse ancora capacitato, che la concessione dei locali per la nostra sede, è arrivata dopo diversi anni, mentre per lungo tempo siamo stati ‘costretti’ a vedere altri, forse troppi, usufruire di spazi a loro concessi” – puntualizza Staglioli. “Ci siamo sempre spesi per mantenere viva la nostra comunità, aggrappati ai ricordi condivisi ed al profondo senso di appartenenza. Non abbiamo mai perso lo stimolo alla partecipazione, proponendo sempre una discussione costruttiva ma soprattutto mai persa la speranza nella qualità della nostra comunità. Riteniamo, ormai dopo anni di esperienza tra la gente e per la gente, di saper valutare, apprezzare, sostenere, coloro che si propongono a guida della cosa pubblica. Da sempre e da più parti, ci sono pervenuti inviti a partecipare ancora più attivamente alla vita amministrativa, ma fino ad ora abbiamo sempre declinato” – continua Staglioli. “Oggi, siccome occorre necessariamente porsi come obiettivo primario quello di ritrovare la strada che ci porti a sviluppare un processo di rinnovamento, di crescita democratica, sociale e culturale, ognuno di noi è chiamato a fare la propria parte. C’è bisogno di amministratori seri, disinteressati, capaci, in grado di creare e garantire le condizioni nelle quali il bene collettivo venga perseguito e affermato quotidianamente. Abbiamo un’identità, una dignità e portiamo avanti un progetto che interessa la collettività tutta” – conclude.

VERSO LE COMUNALI/2

“L’Udc vuole recitare un ruolo da protagonista alle prossime elezioni amministrative che interesseranno vari Comuni della provincia di Salerno”. Il rilancio del partito sul territorio è stato affidato a Mario Polichetti, ginecologo di fama europea e direttore facente funzioni del reparto di Gravidanza a rischio dell’ospedale di Salerno. A coadiuvarlo i due vice segretari provinciali, Gerardo Baldi e Maria De Caro, quest’ultima consigliere comunale a Baronissi. “Ascolteremo i programmi di tutti e poi decideremo le strategie. Vogliamo ricostruire il centro che è prerogativa di questo partito”, ha detto Polichetti nella conferenza stampa organizzata oggi. Fari puntati soprattutto su Salerno, chiamata alle urne per eleggere sindaco e consiglio comunale. “Resta innegabile il potere che l’onorevole Vincenzo De Luca, anche da presidente della Regione, ha su questa città. La sua storia la conosciamo tutti, ma anche l’Udc ne ha una altrettanto importante. A chi mi chiede se sosterremo o meno Vincenzo Napoli, dico che non ci interessano i nomi ma vogliamo capire i programmi e riportare il pensiero politico al centro della scena. In piena pandemia non si possono più accettare le guerre di potere ed ecco perché per noi verranno prima i fatti e poi le parole. Salerno è una città importante e la nostra provincia, in termini di estensione, è tra le più ampie del Paese. Ecco perché l’Udc, con la supervisione dell’onorevole Lorenzo Cesa, crede molto in questo territorio e io sono onorato di far parte di questa squadra rinnovata”.

VERSO LE COMUNALI/3

Una piattaforma programmatica che coinvolga non solo il capoluogo ma anche le grandi città al voto, come Eboli e Battipaglia per mettere in campo strategie di sviluppo locale integrate finalizzate a migliorare un territorio vasto come la provincia di Salerno. E’ la proposta sostenuta da +Europa, attraverso Alessandra Senatore, vice presidente nazionale del partito, che sarà in campo alle prossime elezioni amministrative a sostegno della coalizione di centrosinistra. (Cronache)

DEEP

Un potere onnipotente, che io rifiuto a uno solo dei miei simili, non l’accorderei mai a parecchi”. Scriveva così Tocqueville nella prima metà dell’800, indicando una delle patologie della democrazia moderna: la dittatura della maggioranza. Il blocco di potere costituitosi a Salerno negli ultimi trent’anni ne costituisce un esempio: la delega in bianco, ottenuta in occasione delle elezioni amministrative attraverso discutibili tecniche e strategie di raccolta del consenso, è diventato lo strumento per legittimare l’accentramento dei processi decisionali, negando ruoli e funzioni non solo ai corpi intermedi, ma addirittura agli stessi Consiglieri comunali (addirittura di maggioranza!). I risultati sono: allontanamento soprattutto dei giovani dalla vita pubblica; distacco di esponenti del mondo delle professioni; conflitti durante la realizzazione dei progetti; indebolimento del sentimento di appartenenza ad un’unica comunità. Viceversa, in altre città da anni sono in corso esperienze di partecipazione popolare alle scelte politiche, di progettazione partecipata, di ricorso a strumenti consultivi, di affermazione di garanzie di trasparenza. La Salerno che vogliamo (europea nei fatti e non a parole) è soprattutto una città democratica, inclusiva, attenta alle esigenze di tutti. Su questi temi, giunge al secondo appuntamento con il pubblico il gruppo DEEP Democrazia e Partecipazione, costituitosi nel novembre scorso allo scopo di indicare proposte e confronti con buone pratiche per un diverso modo di amministrare la città. Dopo l’incontro sulla Salute e sulla mancanza di una medicina del territorio, sabato 16 gennaio alle ore 11.00 in diretta on line, si parla di buona amministrazione, quelle che mettono in comunicazione le scelte dei vertici politici con le esigenze dei cittadini. Curato e coordinato da Alfonso Conte, docente all’Università di Salerno, all’incontro partecipano Mita Marra, docente alla Federico II ed esperta di valutazione delle politiche pubbliche; il giornalista Massimiliano Amato, sulla comunicazione istituzionale; Giso Amendola, docente all’Università di Salerno; l’avvocato amministrativista Oreste Agosto; il consigliere Antonio D’Alessio; Maurizio del Bufalo per il Comitato Giù le mani da Piazza Alario e Salvatore Raimondi che parlerà delle consulte della salute. Per un confronto sulle “buone pratiche” interviene Alessandra Clemente, Assessore al patrimonio e ai giovani del Comune di Napoli.

SCUOLA

Studenti e docenti di diverse scuole salernitane continuano a fare dad in strada anche nelle mattinate di giovedì 14 e venerdì 15 gennaio in altri luoghi della città: Largo Abate Conforti nel centro storico e il Parco di via Galloppo nel quartiere Torrione, per ricordare l’importanza della scuola in presenza, soprattutto dopo quasi un anno di didattica a distanza. Mentre in questi giorni nel nostro Paese gradualmente stanno ritornando in presenza a Scuola tutti gli studenti della secondaria di secondo grado, nella nostra Regione si discute ancora se e come far rientrare o meno gli alunni dalla terza primaria alla secondaria di primo grado in attesa di dati epidemiologici che come al solito non riguardano contagi avvenuti all’interno delle scuole!
Ricordiamo ancora una volta i tanti disagi sociali legati alla didattica a distanza che non può essere considerata una valida sostituzione della scuola in presenza. In una Regione già nota per un alto tasso di abbandono scolastico, tanti bambini e ragazzi quest’anno continuano ad avere disagi psicologici e formativi che, ormai in situazioni sociali e fragili, saranno irrecuperabili. E non dimentichiamoci di tanti alunni diversamente abili e/o autistici e con bisogni speciali che aspettano dal 16 ottobre soluzioni funzionali e inclusive e ingresso in presenza. Ci stanno pervenendo sempre più numerose le notizie di bambini e ragazzi che si rifiutano di fare dad perché stanchi e demotivati, in particolare gli studenti della prima secondaria di primo grado che hanno terminato lo scorso anno il ciclo della primaria in dad e stanno continuando l’anno scolastico in dad senza aver conosciuto bene i nuovi docenti e compagni di classe. In nome di tutti i genitori, docenti e studenti contrari alla chiusura indiscriminata delle scuole in presenza, ribadiamo di non aver mai sottovalutato il pericolo del Covid 19 ma sappiamo bene, e lo ricordiamo a tutti, quanto le scuole hanno lavorato per aprire in sicurezza il 28 settembre con tutti i protocolli di sicurezza! Peraltro ad oggi ancora non risultano focolai di contagio del virus in seguito all’apertura parziale, delle scuole dell’infanzia e delle prime e seconde classi della primaria, avuta nelle settimane antecedenti alla pausa natalizia! Come dichiarato tante volte da esperti della Comunità scientifica e dallo stesso Comitato tecnico scientifico nazionale, l’apertura delle Scuole in presenza non ha mai influito sull’aumento dei contagi così come ci dimostra l’esperienza della scuola in presenza nel resto del territorio nazionale. Allo stesso tempo è risaputo che in nessun luogo il rischio è zero ma rispetto ai tanti luoghi che sono rimasti aperti in questi mesi, crediamo che le scuole siano più importanti insieme agli ospedali, almeno così ci ricorda la Costituzione italiana! Pertanto chiediamo con forza che anche in Campania il Governo e le istituzioni locali assicurino subito e senza ulteriori indugi il rientro in aula anche degli Alunni dalla terza della primaria, fino alla secondaria di primo grado ed almeno il 50 % degli studenti degli studenti delle secondaria di secondo grado come nel resto d’Italia organizzando per questi ultimi un efficiente e sicuro sistema di traposto pubblico tanto annunciato e ancora non pervenuto nonostante i finanziamenti ministeriali. In caso di nuove proroghe di chiusura delle scuole a partire dal 18 gennaio, prevediamo presidi e mobilitazioni di protesta davanti gli Istituti comprensivi della città. La Campania è in Italia!

IL SONDAGGIO

I Promotori del Progetto civico salernitano a partire da giovedì 14 gennaio e fino alle ore 20:00 di domenica 17 gennaio 2021 lanciano on-line un breve sondaggio per chiedere ai cittadini salernitani alcuni pareri fondamentali per avviare un percorso politico e civico in vista delle prossime elezioni amministrative salernitane. Scopo dell’iniziativa è rendere partecipe il cittadino di ogni scelta, a partire dal nome della lista con cui si correrà poi alle elezioni per governare la nostra città, e ancor più importante raccogliere pareri sulle caratteristiche che dovrebbe avere il candidato sindaco ideale infine il nome di un candidato sindaco. “È nostra intenzione mettere a disposizione le esperienze di cittadinanza attiva, maturate in anni di attivismo dei suoi promotori, affinché si possa dare finalmente voce a quella parte di città che fino ad oggi non ha mai potuto trovare ascolto al proprio disagio da parte dei consiglieri eletti. Il successo di un progetto politico partecipato può essere tale solo se le numerose iniziative civiche cittadine saranno in grado di dimostrare una maturità politica da consentire una polarizzazione delle liste da contrapporre ad un ormai vecchio modello di gestione della res publica. Riteniamo che sia giunto il momento di diventare protagonisti politici per il bene di Salerno; per questo chiediamo ai salernitani, anche se residenti in altre città italiane o estere, di rispondere alle domande del form a questo indirizzo web: https://forms.gle/ymJTa5k46BUZkDGn7 Chiunque vorrà rendersi interprete, insieme a noi, di un cambiamento di rotta nella gestione amministrativa di Salerno, potrà compilare il form e lasciarci l’indirizzo di posta elettronica; così avremo la possibilità di condividere la bozza del programma elettorale da costruire insieme”.

IL DOSSIER

Salernitani particolarmente attivi nelle truffe online e nei reati contro la persona compiuti sempre attraverso la “rete”. È quanto emerge dall’esame dei dati del compartimento di polizia delle comunicazioni della Campania. Un raffronto eseguito paragonando il numero dei reati commessi in percentuale nella provincia più meridionale della regione con il numero dei suoi abitati rispetto ai dati di tutta la Campania. In provincia di Salerno abitano 1.081.181 abitanti, pari al 18,8% di quelli che vivono in Regione. (La Città)

IL SALVATAGGIO

Rintracciato e recuperato con l'elicottero dei vigili del fuoco il giovane che era disperso sul monte Finestra al confine tra Tramonti e Cava de' Tirreni. Le operazioni si sono conclude poco dopo le 17 quando il giovane è stato agganciato con il verricello dell'elicottero dei caschi rossi e portato in salvo. L'allarme era stato lanciato intorno alle 14 dallo stesso giovane che ha cercato di raggiungere l'altura senza successo. Il giovane è in buone condizioni di salute.

IL FURTO

Nel corso della scorsa notte ignoti sono riusciti a sottrarre 1.500 litri di gasolio dal serbatoio del palazzo Russo a Vallo della Lucania. Un risveglio al freddo quello di questa mattina per i condomini che hanno fatto scattare l’allarme quando non sono partiti i termosifoni. Prima si è pensato a un guasto, poi l'amara scoperta che il gasolio era stato rubato. Il colpo è stato messo a segno presumibilmente dopo le 22 quando l’impianto si è fermato automaticamente dopo il normale funzionamento. Alle 5 di questa mattina sarebbe dovuto ripartire. I malviventi hanno forzato il catenaccio, hanno aperto il serbatoio ed hanno rubato il gasolio. Indagano i carabinieri della compagnia di Vallo della Lucania agli ordini del capitano Annarita D’Ambrosio. (La Città)

TURISMO - LA PROROGA

Su proposta dell’Assessore alla Semplificazione e al Turismo, Felice Casucci, la Giunta Regionale ha stabilito che la classificazione delle strutture ricettive alberghiere produce effetti fino alla cessazione dello stato di emergenza da Covid-19. Pertanto, in applicazione della legge 24 aprile 2020, n. 27, i provvedimenti di autorizzazione in scadenza possono considerarsi validi sino fino alla cessazione dello stato di emergenza da Covid-19. Sulla base delle nuove disposizioni in materia di emergenza, la Giunta valuterà l’adozione di ulteriori misure.  “La nostra intenzione – ha dichiarato l’Assessore Casucci – è di semplificare le procedure e gli oneri a carico degli operatori del settore e delle amministrazioni comunali, senza per questo venire meno alla esigenza di garantire un’offerta ricettiva qualificata. Al di là di misure di carattere contingente, necessarie per fronteggiare l’evoluzione dello stato di emergenza, stiamo lavorando per rafforzare l’azione di programmazione regionale e di semplificazione normativa e per definire le azioni volte al rafforzamento, alla crescita e al rilancio del sistema turistico regionale”. Questo tempo di proroga sarà destinato alla concertazione con le categorie e gli enti locali per aggiornare la normativa di riferimento e  per giungere ad un sistema di classificazione delle strutture alberghiere e all’aria aperta che sia attualizzato e soprattutto finalizzato ad affiancare il territorio nella predisposizione di strumenti di verifica e controllo di attività che costituiscono oggi più che mai il biglietto di presentazione della regione Campania dal punto di vista della sicurezza  e della qualità del sistema di accoglienza dell’intero comparto.

GRAND HOTEL

La fontana monumentale del Grand Hotel Salerno, in piazza Salerno Capitale, è sempre stata, almeno nella teoria, un progetto di rilievo architettonico disegnato dall’architetto internazionale Oriol Bohigas per dare un nuovo volto ad un’area sul mare da sempre occupata dalle ciminiere di uno storico cementificio. La grande fontana vicino alla struttura alberghiera doveva essere il simbolo di una Salerno che rinasceva attraverso la trasformazione urbana, una città pronta a rifarsi il look per sentirsi più vicina alle grandi realtà europee e capace di sviluppare al meglio la propria vocazione turistica. Questo era il sogno, ma la realtà è ben diversa. Quella fontana monumentale è da sempre solo una vasca vuota e sporca. L’acqua non zampilla più, vi è solo l’acqua piovana stagnante. L’intera area oramai è simbolo del degrado, dell’incuria, di una città che troppo spesso non riesce a prendersi cura di se stessa, un grande ricettacolo a cielo aperto di immondizia e di tanti sversamenti illegali, rifugio di tossicodipendenti e senzatetto in una città che troppo spesso dimentica i più deboli e i più fragili. Le mattonelle della strada sono spesso rotte o mancanti, le lastre di copertura della fontana cadono a pezzi, vi sono buche e avvallamenti del manto stradale, i dissuasori di forma sferica e tanti elementi dell’arredo urbano sono diventanti un ostacolo per il passaggio e un pericolo per l’incolumità degli avventori. In quest’area di degrado è fiorito un collettivo giovanile, Salerno Skateboarding (su Instagram @salerno.sb) che ogni giorno si prende cura dell’area ripulendola dai rifiuti e da tutti gli elementi pericolosi presenti sulla piazza e nella fontana.
Allo stesso tempo i ragazzi ogni giorno usano quegli spazi da loro stessi risistemati per praticare la loro passione, lo skateboarding. In questo modo l’intero piazzale diventa luogo di aggregazione per tutti gli appassionati di skate e luogo di ritrovo culturale per tanti ragazzi salernitani. La città, purtroppo, non è a misura di skate, nel senso che non ha spazi idonei e attrezzati per questo sport che avanza sempre più soprattutto nella fascia giovanile. I ragazzi del collettivo Salerno Skateboarding ogni giorno si danno da fare, a loro rischio e pericolo, per rendere piazza Salerno Capitale un luogo più pulito e meno pericolo, vivacizzandola con la cultura e la passione per lo skate. Non mancano, a volte, delle critiche ingiustificate da parte di cittadini o di taluni mezzi di informazione che con troppa superficialità confondono dei ragazzi che cercano di valorizzare il piazzale per dei vandali. Infatti, il collettivo Salerno Skateboarding ci tiene ad informare che “L’area è degradata da sempre, siamo noi ragazzi che lavoriamo per renderla pulita e fruibile, sia per i passanti che per coloro che praticano lo skateboarding. Siamo noi a raccogliere la spazzatura di ogni genere nella fontana e siamo sempre noi a recuperare oggetti pericolosi come vetri, mattonelle rotte o altri oggetti che sarebbero un pericolo per la cittadinanza. Noi ci prendiamo cura della piazza e non accettiamo assolutamente che qualcuno poco informato ci scambi per vandali” . La migliore chiosa per questa realtà giovanile ce la fornisce il cantautore Fabrizio De André: “Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior”. (aSalerno.it - Gianni Fiorito)

LA CONDANNA

“In Italia stiamo assistendo al moltiplicarsi di vili aggressioni di matrice razzista e neonazista, rafforzate, spesso, da un senso di impunità che si sta diffondendo pericolosamente. In un momento difficile e doloroso per tutti noi, giunge la notizia della intimidazione, di stampo antisemita, alla scrittrice Lia Tagliacozzo mentre era in onda la presentazione del suo libro”. Si legge nella nota dell’Anpi Comitato Provinciale. Esprimiamo il nostro sostegno e la nostra solidarietà a Lia Tagliacozzo vittima di una violenza gratuita. Condanniamo tutti gli episodi di aggressioni, fisiche e verbali, di intolleranza e di razzismo nei confronti di chi vive e lavora affinché sia possibile per tutti un futuro libero ed uguale senza distinzioni di lingua, razza e/o religione. L’ ANPI continuerà a spendersi per costruire un Paese che sia solidale e accogliente, invitando tutti alla tutela della memoria storica dell’orrore dei campi di sterminio celebrando adeguatamente il prossimo 27 gennaio il “Giorno della Memoria”.

DISSERVIZI POSTALI

Il Sindaco di Roccapiemonte Carmine Pagano e' tra gli 85 primi cittadini della Regione Campania ad aver condiviso e firmato una nota inviata alle Poste Italiane per i disservizi acuitisi negli ultimi mesi condizionati dall'emergenza sanitaria per il Covid-19 e che hanno causato non pochi problemi agli utenti. "Chiusure di uffici minori, orari ridotti, personale carente, che sono soltanto alcune delle problematiche cui vanno aggiunti i disservizi gia' esistenti, specie quelli relativi al ritardo della consegna della posta ai cittadini. Sono questi i temi principali che abbiamo contestato a Poste Italiane come Sindaci della Campania e dell'Anci. Un servizio essenziale, come quello che viene espletato dalle Poste, non puo' determinare cosi' tanti disagi alla popolazione. Speriamo di ricevere una risposta al piu' presto e soprattutto che vengano eliminati i disservizi prima elencati" ha dichiarato il Sindaco Carmine Pagano.

SOLIDARIETA'

L’Amministrazione Comunale di Amalfi guidata dal Sindaco Daniele Milano ha aderito al progetto “Condividere i bisogni per condividere il senso della vita” promosso dal Banco Alimentare Campania Onlus. Il progetto consiste nella distribuzione mensile di derrate alimentari a cento famiglie, residenti nel Comune di Amalfi, individuate dai Servizi Sociali attraverso un avviso pubblico, per la durata di un anno, da dicembre 2020 a dicembre 2021 (agosto escluso). La distribuzione delle derrate avverrà mensilmente, in date prestabilite, ad opera dei volontari della P.A. Millenium, che avrà il compito di organizzare il trasporto dei pacchi alimentari e la relativa distribuzione. E' possibile scaricare l’avviso pubblico sul sito del Comune al link https://bit.ly/3soBY40. Destinatarie del progetto sono le famiglie, residenti ad Amalfi, che versano in una condizione economica disagiata e che non percepiscono assistenza alimentare da parte di altri Organismi che forniscono aiuti alimentari nel territorio. Nel caso in cui dovessero pervenire più di 100 richieste, l’Ufficio provvederà a formulare apposito elenco, escludendo i richiedenti che presentino un valore ISEE più elevato. Le istanze dovranno essere presentate esclusivamente online collegandosi al seguente link https://www.amalfi.gov.it/richiesta-banco-alimentare entro il giorno 12/02/2021, allegando carta d'identità e attestazione ISEE in corso di validità. «Oltre al Banco Alimentare – dichiara il primo cittadino, Daniele Milano – la Giunta ha già deliberato ulteriori forme di sostegno in favore delle famiglie e dei lavoratori, confermando la grande attenzione da sempre rivolta verso il sociale. Nel corso dei prossimi giorni renderemo note le modalità per aderire alle varie misure».

LA PROTESTA

Rabbia e proteste a Nocera Inferiore, è stata avviata una petizione dai commercianti e i residenti, di via Matteotti, via Citarella e via Fucilari, per manifestare il proprio malcontento in seguito all’ordinanza emessa dal comando della polizia locale. L’ordinanza, firmata dal comandante Carmine Bucciero, entrata in vigore dall’11 gennaio all’11 febbraio 2021, nello specifico, sono le nuove norme per la circolazione, dove è stato allestito il cantiere per la costruzione delle fognature a Nocera Inferiore. In via Matteotti, è stato apposto il divieto di transito veicolare e il divieto di sosta con rimozione forzata, e consentito il solo transito a passo d’ uomo delle autovetture in uso ai residenti. (Cronache)

LA PROPOSTA

Il Museo FRaC del Comune di Baronissi si complimenta per l’iniziativa del Comune di Salerno di dar vita ad una rete dei musei attivi nell’area salernitana. Una iniziativa che apre nuove possibili convergenze e, al tempo stesso, amplifica l’informazione e la promozione di quanto accade nella nostra realtà. “Auspichiamo, anzi, che la rete si allarghi a tutte le istituzioni museali provinciali, realizzando un network ampio e dinamico, per stimolare il dibattito sull’arte e sulla cultura, partendo dalle best practices e dalle singole peculiarità di ogni realtà – sottolinea il professore Massimo Bignardi, Direttore del Museo Frac – Implementare, così, un sistema di cooperazione e sinergia che possa valorizzare le singole vocazioni, con ricadute positive per lo sviluppo di tutto il territorio, in termini anche turistici oltre che culturali. Ci auguriamo che la nostra proposta possa essere accolta con favore”. Il Museo FRaC-Fondo Regionale d’Arte Contemporanea Baronissi è un’istituzione riconosciuta dalla Regione Campania e che opera dal 2002, con un significativo riscontro. L’attività di ricerca ed espositiva ha concentrato l’attenzione sulle vicende dell’arte contemporanea in Campania, dando vita, nel tempo, ad una considerevole collezione di opere d’arte contemporanea (poco meno di seicento tra dipinti, disegni, grafiche e sculture), oggi di proprietà del Comune di Baronissi. Contestualmente ha realizzato mostre di rilievo nazionale: per citare solo alcune si segnalano le retrospettive dedicate a Ugo Marano, a Guido Biasi, alla grafica italiana degli anni Novanta, a Pino Pascali e, di recente, a Daniel Spoerri. L’attività espositiva e di ricerca è stata affiancata da una produzione editoriale che oggi, tra monografie e cataloghi di mostre collettive e rassegne, registra oltre settanta titoli.

LA SCOSSA

La terra trema a Lagonegro, scosse percepite anche nel Salernitano. Un terremoto di magnitudo ML 3.2 è avvenuto a 6 km Nord Est di Lagonegro (PZ). L'evento sismico si è verificato intorno alle 13. le scosse si sono avvertite anche in provincia di Salerno: a Casalbuono, Montesano sulla Marcellana e Casaletto Spartano. Non si registrano danni a cose e persone.

VIABILITA'

Prenderanno il via lunedì i lavori di realizzazione di una rotatoria sulla ex SS 267 tra località Marrota e la via del Mare, nei pressi del presidio ospedaliero di Agropoli. Si tratta di un’arteria che registra quotidianamente un notevole numero di veicoli di passaggio, perché di collegamento con le principali strade cittadine e a poca distanza dallo svincolo Agropoli sud. L’intervento, messo in campo dall’Amministrazione Coppola, nasce allo scopo di facilitare l’inserimento sulla viabilità principale dei mezzi provenienti da e verso il centro città, attualmente caratterizzata da un incrocio canalizzato a elevato grado di pericolosità, per la scarsa visibilità, le ridotte dimensioni delle carreggiate e la promiscua direttiva di traffico in ingresso/uscita, unita ad un traffico veicolare sostenuto, anche dai mezzi pesanti diretti verso l’area portuale e il centro cittadino.

NOCERA - IL LUTTO

L'improvvisa scomparsa, a soli 52 anni, di Onofrio Coppola ci sconvolge, va via una persona buona e onesta, una persona che ogni giorno incontravamo più volte in zona Piazza Zanardelli e dintorni. L'Ingegneria informatica, la fisica, la curiosità per ogni tipo di sapere scientifico lo caratterizzavano assieme alla sconfinata umiltà, alla sigaretta e alle tante passeggiate in compagnia del suo amico speciale Marzio Benevento. (Agro Today)

IL CALENDARIO

Torna anche quest’anno l’ormai storico appuntamento con il Calendario edito dalla casa editrice salernitana Gutenberg Edizioni, specializzata nel settore dell’Arte Contemporanea.
Dopo l’edizione 2020, che ha coinvolto oltre 700 artisti provenienti da tutte le regioni d’Italia e culminata con la presentazione a Palazzo Venezia di Napoli, la casa editrice ha deciso di portare avanti il progetto e l’idea di un Calendario che accompagnasse appassionati – e non solo – del mondo dell’Arte in questi nuovi e speranzosi 365 giorni del 2021. Il Tema scelto quest’anno riguarda la piaga sempre più preoccupante della Violenza sulle donne, che la casa editrice ha così tradotto nel progetto: “Novantuno ferite impossibili da rimarginare. Novantuno fragorosi ed assordanti rumori. Novantuno, come le vittime di femminicidio registrate solo in questo 2020. Eliana Petrizzi, Francesca Poto, Mary Cinque e Angela Rapio sono le 4 Artiste scelte dal professore e critico d’arte Massimo Bignardi per trasmettere, attraverso le loro opere, uno spettro di sensazioni e sentimenti contrastanti. 

RIPIANTIAMO IL NATALE

Quarta edizione dell’ iniziativa “Ripiantiamo il Natale”, promossa da: Progetto Diecimetri, Rete Volontari Cava, Primaurora, Club Alpino Italiano, Terramia Diecimare, Casamia onlus, Genitori Insieme, Scout CNGEI, Legambiente Terra Metelliana, in collaborazione con l’Assessorato all’Ambiente.Appuntamento domenica prossima 17 gennaio, alle ore 10.30, presso il parcheggio di viale Gramsci, dove potranno essere consegnati (anche in caso di pioggia) gli alberi che non sono stati recisi, e che saranno ripiantati negli spazi verdi cittadini.“È una iniziativa bellissima – afferma l’Assessore all’Ambiente Nunzio Senatore – di grande sensibilità ambientale, per la quale ringrazio le tante associazioni che vi partecipano e anche i cittadini che vorranno donare il proprio albero di natale. Mi auguro che siano tanti coloro che hanno comprato un albero con le radici e non reciso, magari per utilizzarlo anche per i prossimi anni, ma in ogni caso, se vogliono, possono donarlo e vederlo crescere con i propri figli o nipotini, in uno spazio verde comunale”.

OPEN DAY

Domani pomeriggio (venerdì 15 gennaio 2021), dalle ore 16 alle 20, appuntamento con l’Open Day del liceo scientifico “Andrea Genoino” di Cava de’ Tirreni. L’iniziativa ha l’obiettivo di dare informazioni a famiglie e studenti sull’offerta formativa del liceo. Alcuni docenti illustreranno i diversi percorsi di studio che preparano all’università ed i progetti già avviati o in via di realizzazione nell’immediato futuro. L’Open Day ai tempi del Coronavirus si svolgerà online. Nel corso dell’incontro genitori e studenti che frequentano le scuole medie di Cava e dei Comuni limitrofi incontreranno la dirigente Stefania Lombardi, lo staff di orientamento – composto dai docenti Susy Sabini, Monia Mantovani e Isabella Berretti –, i professori in rappresentanza dei vari dipartimenti e gli studenti del liceo che saranno pronti a rispondere alle domande sull’istituto e sulle attività che vengono portate avanti. Oltre all’offerta formativa saranno presentate anche le strutture didattiche attraverso un filmato che mostrerà gli ambienti del liceo: le aule, i laboratori, la palestra. Verranno illustrati, inoltre, i lavori strutturali effettuati nel corso dell’ultimo anno. Per partecipare all’Open Day occorre collegarsi attraverso gli account inviati dall’istituto “Genoino” ai referenti per l’orientamento delle scuole medie.
Informazioni possono essere reperite anche nella sezione dedicata all’orientamento, che si può trovare sul sito web del liceo Genoino (www.liceogenoino.edu.it).

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Atti persecutori dall'ex marito, donna valdianese ottiene storica condanna e risarcimento spese processuali

Un risultato molto importante è quello ottenuto da una donna del Vallo di Diano nel procedimento penale a carico dell’ex marito per il reato di atti persecutori,...

Coronavirus, altre vittime nel salernitano. Positivo un bimbo di 3 anni ad Eboli

Il Coronavirus porta ancora lutto sul nostro territorio: tre decessi ieri a Salerno, Bracigliano e Buccino. Va in ospedale per essere curato e invece contrae il Covid....

Scuola, gli aggiornamenti in base all'ultimo DPCM

È stato firmato il nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri con le nuove misure per il contenimento della diffusione del Covid-19 e tra queste c'è...

Battipaglia, morì dopo il parto: sanitari condannati

Nove anni. Tanto è passato dal giorno del decesso di Samanta Pillot , che esalò l’ultimo respiro al “Ruggi” di Salerno dopo aver dato alla luce...

I fatti del giorno | Tutte le principali notizie di cronaca e attualità da Salerno e provincia

LA PROPOSTA
Affidare il centro agroalimentare ad un privato. È la proposta avanzata dal consigliere comunale d’opposizione Giuseppe Zitarosa che punta...

Agropoli, abusi sulla nipote: zio rinviato a giudizio

Abusi sulla nipote minorenne. E' stato fissato per l’11 febbraio, presso il tribunale di Vallo della Lucania, l'inizio del dibattimento a carico di G. M.....

Ritorna il bonus per l’acquisto di bici e monopattini

A partire dal 14 gennaio 2021 e fino al 15 febbraio 2021 chi ha effettuato acquisti di beni e servizi incentivati ??dal Programma Sperimentale Buono...

A Nocera Inferiore il delivery lo fa... il Comune

In quest’ultimo anno molti ristoranti, negozi d’abbigliamento e gioiellerie hanno dovuto reinventarsi: dall’attrarre clienti nei loro locali al raggiungerli...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?