Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

I fatti del giorno | Tutte le principali notizie di cronaca da Salerno e provincia

16/10/2020

LA COMMISSIONE

La Commissione Bilancio, presieduta dal presidente Fabio Polverino, su istanza dei Consiglieri Horace Di Carlo e Pietro Stasi ha approvato all’unanimità dei presenti la proposta da portare in Consiglio sul rinvio dei termini per la domanda di esenzione e riduzione della Tari 2020. Questa decisione va nella direzione di aiutare e sostenere le fasce più deboli che non sono riuscite a presentare la domanda entro 15 settembre, termine fissato inizialmente. Infine, la Commissione Bilancio ha ringraziato l’assessore al bilancio del Comune di Salerno, Luigi Carmelo Della Greca, per il suo incessante lavoro e per la risposta immediata ad una richiesta di ascolto delle persone più svantaggiate.

FINE RASSEGNA

La rassegna “Estate salernitana” ha offerto musica, teatro, cabaret, cinema, spettacoli per bambini, danza, laboratori, talent show, grandi festival e tanto altro dall’ 11 luglio al 1 ottobre presso l’Arena del Mare, l’Arena Barbuti e il Teatro Augusteo. Questo fitto programma è stato ideato, promosso e sostenuto dal Comune di Salerno per dare la possibilità ai tanti operatori culturali salernitani (e non solo) di ritrovare il proprio pubblico e proporre i propri spettacoli dopo il lungo periodo di stop dovuto dal Covid19. Questa mattina a Palazzo di Città si è svolta la rassegna stampa conclusiva della kermesse presieduta dal sindaco di Salerno Vincenzo Napoli, dall’assessore alla Cultura Antonia Willburger e dall’assessore al Commercio Dario Loffredo. “Questo evento ha avuto la capacità di trasformare una pandemia globale in una opportunità culturale ed economica” questa è stata l’opinione generale emersa questa mattina dall’incontro al Salone dei Marmi tra sindaco, assessori e tutte le associazioni culturali e gli operatori dello spettacolo che hanno partecipato ad “Estate salernitana”. Passando ai numeri e ai dati concreti, il Comune ha offerto con questa rassegna culturale: un protocollo unico per la sicurezza; palco, impianti tecnici di base e luci, tre location per gli spettacoli. Si sono esibiti 2300 artisti, 130 spettacoli di cui 88 a pagamento e 42 gratuiti. Gli spettatori degli spettacoli sono stati molto più di 23500. Il prezzo del biglietto in media è stato di 10 euro per gli spettacoli a pagamanto, con 160 mila euro di introiti per le associazioni in difficoltà a causa del lockdown. “La cultura non deve morire, non deve finire” chiosa l’assessore alla cultura Antonia Willburger, colei che per tutta l’estate si è occupata in prima persona della buona riuscita della kermesse. Insieme a lei, l’assessore Loffredo auspica la possibilità di continuare questa iniziativa e questo dialogo fitto tra Comune e operatori della cultura “perché la cultura deve fare da traino per l’economia”. Conclude la conferenza l’intervento del sindaco Napoli: “Abbiamo offerto tribune adatte per la cultura. Abbiamo dato una possibilità di remunerazione per gli operatori dello spettacolo e di contribuzione economica per le associazioni in difficoltà con una iniziativa aperta a tutti, con spettacoli di qualità e con prezzi accessibili per gli eventi a pagamento. Questa rassegna è il risultato del lavoro collettivo della Giunta comunale che ho l’onore di presiedere. Stiamo anche lavorando ad un portale della cultura unico, un luogo virtuale per tutti i momenti e i luoghi della cultura a Salerno”. Il messaggio del sindaco Napoli è chiaro: l’iniziativa “Estate salernitana” rappresenta la strada maestra da seguire per una città che mira a valorizzare davvero la risorsa cultura. (aSalerno.it)

CITTA' DELLA MEDICINA

Sabato 17 ottobre, alle ore 10.30, al Comune di Baronissi (Aula Consiliare Palazzo di Città) si terrà la conferenza stampa di presentazione della manifestazione di interesse per “Città della Medicina”, destinata a start up, aziende biomedicali, imprese connesse ad attività sanitarie e di supporto all’Università. Alla conferenza stampa parteciperanno il Sindaco di Baronissi Gianfranco Valiante, l’assessore comunale con delega alla Città della Medicina Alfonso Farina, il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Salerno, Vincenzo Loia. Conclusioni affidate all’Assessore all’internazionalizzazione, startup e innovazione della Regione Campania Valeria Frascione.

L'ARRESTO

Gli agenti della Polizia di Stato hanno deferito all’Autorità Giudiziaria, F.G., di anni 42, per furto con scasso, originario dell’agro-nocerino pregiudicato per reati contro il patrimonio. La Sezione Anticrimine del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de’ Tirreni, ha svolto una tempestiva attività d’indagine dopo che, nei giorni scorsi, si erano registrati episodi di furto alle casse di alcuni distributori automatici di cibi e bevande e di un sexy shop h24 a Cava de’ Tirreni, dislocati in vari punti della città. Per le modalità utilizzate e la collocazione oraria notturna dei furti, gli agenti, anche grazie alle immagini delle videocamere di sorveglianza degli esercizi presi di mira, sono risaliti all’identità del ladro seriale, benché lo stesso avesse tentato di rendersi irriconoscibile indossando un cappellino con visiera. Dopo il certosino lavoro degli operatori della Polizia Scientifica del Commissariato per l’elaborazione dei fotogrammi, in particolare di un tatuaggio sull’avambraccio dell’autore dei furti, i poliziotti hanno accertato l’identità dell’uomo individuato che è risultato essere lo stesso che aveva compiuto le diverse azioni criminose nel giro di pochi giorni in città. Sono ancora in corso attive indagini per individuare eventuali complici nei furti.

COLTIVAZIONE MODERNA

Gli Agenti della Polizia di Stato hanno arrestato uno spacciatore di Eboli, sorpreso ieri sera in possesso di stupefacente. In particolare, la Squadra Investigativa del Commissariato P.S. di Battipaglia, nell’ambito di un’attività d’indagine sullo spaccio di stupefacenti nel Comune di Eboli, ha sorpreso in flagranza di reato, in via San Giovanni, C.a. di anni 52, disoccupato, pregiudicato. Inoltre, a seguito di perquisizione domiciliare, gli Agenti della Polizia di Stato hanno rinvenuto sostanza stupefacente del tipo marijuana del peso di circa 100 grammi, un bilancino digitale ed una somma di denaro provento dello spaccio. In una camera dell’abitazione è stato ritrovato un moderno sistema di coltivazione composto da una tenda termica, da una lampada ad ultravioletti e da un trasformatore di energia, il tutto utilizzato per la crescita e la conservazione delle piante di marijuana da porre in vendita. Il pusher è stato tratto in arresto dagli Agenti del Commissariato di Battipaglia per detenzione di stupefacente finalizzata allo spaccio. L’uomo, dopo le formalità di rito, è stato accompagnato presso un’altra abitazione per ivi rimanervi in regime precautelare degli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa della convalida che si terrà dinanzi al Tribunale di Salerno.

L'OPERAZIONE

Al termine di un’indagine per il contrasto degli illeciti in materia di spesa pubblica, i Finanzieri del Comando Provinciale di Salerno hanno denunciato tre imprenditori agricoli per aver indebitamente percepito fondi europei per un importo che supera i 500 mila euro. Per ottenere gli incentivi, gli indagati, operanti nel salernitano, avevano infatti dichiarato alla Regione Campania, ente responsabile della concessione dei benefici, di aver sostenuto le spese per il rifacimento di vecchi casolari di campagna, che avrebbero, a loro detta, adibito ad alloggi e sale ristorative con cui diversificare ed ampliare l’oggetto delle proprie imprese agricole. I contributi, stanziati a fondo perduto dall’U.E. per il rilancio dell’agricoltura nell’entroterra, erano appunto destinati alla ristrutturazione di fabbricati rurali, per agevolare l’avvio e l’esercizio di attività agrituristiche, in grado di attirare una maggiore clientela e di portare ad un incremento del fatturato aziendale. Dalla documentazione acquisita e dal confronto con i progetti presentati è subito saltato all’occhio degli investigatori, però, il disallineamento tra quanto attestato dai richiedenti per aggiudicarsi i sussidi e il reale stato di avanzamento dei lavori. I sopralluoghi delle Fiamme Gialle presso le strutture hanno poi confermato che gli imprenditori – peraltro sprovvisti dei requisiti di “coltivatori diretti”, necessari per l’accesso alle agevolazioni – non avevano rispettato l’impegno assunto di avviare nuovi agriturismi, essendosi limitati a ristrutturare i vecchi ruderi di proprietà per scopi privati (sostanzialmente, sistemare la casa di villeggiatura). E’ scattata così, dopo le indagini del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Salerno, la segnalazione alla locale Procura della Repubblica per l’indebita percezione degli aiuti comunitari e la truffa perpetrata ai danni del bilancio dell’Unione Europea. Accanto al procedimento penale, corre parallelo quello amministrativo, che comporta l’obbligo di restituire le somme illecitamente intascate, con in più una pesante sanzione amministrativa. Il tutto, per un ammontare complessivo che raggiunge il milione di euro.

LA TRAGEDIA

“Una tragedia immane ha sconvolto la comunità di Camerota. Nancy, adorabile ragazza di 22 anni, è venuta a mancare nella notte in seguito ad un arresto cardiaco. Un dolore improvviso che ha stravolto tutti. Il sindaco, Mario Salvatore Scarpitta, e tutta l’amministrazione comunale, si stringono attorno alla famiglia Chirichiello. Lutto cittadino e bandiere a mezz’asta per due giorni. I funerali si svolgeranno domani, venerdì 16 ottobre, alle ore 10.00″. Questo il messaggio che arriva dal Comune di Camerota per una tragedia che ha sconvolto tutti a Licusati e non solo, lì dove viveva Nancy che nella notta è stata stroncata da da un arresto cardiaco. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 ma non c’è stato nulla da fare, hanno potuto solo constatare il decesso della giovane. Dolore, come detto, per tutta la comunità di Camerota che ora si stringe in un abbraccio alla famiglia Chirichiello.

ABBATTIMENTO

Ha preso il via da qualche giorno l’abbattimento di 64 alberature a rischio in via Aldo Moro. A seguito dei crolli dei giorni scorsi, l’amministrazione comunale ha commissionato un’indagine di stabilità strumentale sulle alberature presenti in via Aldo Moro, via Cutinelli e via Berlinguer. Gli studi condotti hanno evidenziato come in circa il 25% delle piante vi siano evidenti malformazioni dell’apparato con rischio “estremo” di cedimento. Le alberature – di specie Celtis Australis – furono piantate negli anni 2000 in concomitanza con la realizzazione dell’asse viario. Un impianto sbagliato – come emerge dall’indagine – con un apparato radicale anomalo determinato dal terreno costipato e l’eccessiva cementificazione. L’anomalia più preoccupante è quella delle radici “strozzanti” che avvolgendosi intorno alla base del fusto impediscono il normale accrescimento del tronco favorendo il decadimento del legno. Le alberature interessate da questa problematica non risolvono la loro criticità strutturale con la riduzione delle chiome perché ormai è compromessa la condizione di stabilità stessa. E’ stato dunque disposto il taglio delle 64 piante inserite in classe “D” per i quali esiste un “estremo rischio” di schianto. ?E’ una scelta dolorosa ma necessaria, dettata dalla salvaguardia della pubblica incolumità. Nei prossimi mesi si procederà alla ripiantumazione delle alberature, nel più ampio progetto di realizzazione di Città della Medicina. Sarà completata anche la riqualificazione dei marciapiedi e della sede stradale.

LA DAMA DEL CRACK

I Finanzieri del Comando Provinciale di Salerno, su disposizione del GIP del Tribunale di Nocera Inferiore, hanno eseguito un provvedimento di natura cautelare nei confronti di tre pluripregiudicati, indagati per i reati di detenzione e traffico di sostanze stupefacenti. L’intervento delle Fiamme Gialle della Compagnia di Scafati ha avuto luogo dopo un anno di indagini coordinate da questa Procura, che hanno consentito di disvelare il sodalizio criminale, al vertice del quale si trovava una donna che, con la collaborazione degli altri due, curava lo spaccio della droga in diversi Comuni dell’Agro nocerino-sarnese. Nota nell’ambiente come “la dama del crack”, come riscontrato dagli inquirenti nel corso delle intercettazioni telefoniche, impartiva istruzioni ben precise ai due “luogotenenti” di fiducia, incaricati di gestire fornitori e clienti, coordinando dall’alto le attività e i movimenti degli spacciatori alle dipendenze. Particolari le modalità di consegna dello stupefacente, che non avveniva in “piazza”, ma presso l’abitazione della donna o degli stessi consumatori, previa “prenotazione” telefonica, specie durante il periodo di lockdown, quando peraltro i pusher, in caso di controllo delle Forze dell’ordine, fingevano di recarsi in farmacia, piuttosto che al supermercato, talvolta facendosi accompagnare da minori, certi di non destare in questo modo alcun sospetto. Alla luce delle risultanze delle attività investigative (tra le altre, servizi di appostamento e pedinamento) e dei numerosi sequestri operati (una cinquantina, benché per quantitativi modici), i Finanzieri hanno appurato il carattere sistematico e continuativo delle cessioni, alla base delle esigenze cautelari del provvedimento eseguito. Per arrestarne il giro d’affari, alla donna e ai due collaboratori è stato notificato il divieto di dimora nella provincia di Salerno. In più, essendo risultati tutti e tre percettori del reddito di cittadinanza, è stata disposta nei loro confronti anche la sospensione del beneficio, con contestuale segnalazione al competente ufficio dell’INPS, per il recupero delle somme sinora erogate.

ARIA PULITA

L’Associazione Salute e Vita sostiene la campagna di raccolta firme lanciata da un gruppo di genitori di Salerno e della Valle dell’Irno che chiedono alle Istituzioni la chiusura delle Fonderie Pisano e la pubblicazione dello studio SPES. “Riteniamo che la mobilitazione di una componente così importante della società civile non possa non far riflettere i destinatari della petizione che si apre con un’accorata lettera di una mamma preoccupata per la salute del proprio bambino – si legge nella nota – È il racconto di una mattina come tante in cui ci si sveglia avvolti dall’odore acre, nauseabondo, ferroso proveniente dalle Fonderie che pervade la città di Salerno e i comuni di Baronissi e Pellezzano e che accompagna i bambini fino all’ingresso di scuola. Il grido di allarme è per loro che nelle ore in cui le Fonderie rilasciano i loro miasmi escono per andare a scuola. A sottoscrivere la lettera sono tanti genitori che hanno i figli in scuole di ogni ordine e grado nei tre comuni interessati (Salerno, Baronissi e Pellezzano), il che fa riflettere ancora una volta sulla vastità dell’area su cui le Fonderie hanno impatto. La situazione è ancora più allarmante ora in emergenza covid-19, perché come abbiamo avuto modo di scrivere più volte le polveri sottili fungono da efficaci vettori per il virus”. “In poco più di 48 ore la petizione è vicina all’importante traguardo delle 500 firme. L’Associazione s’impegna a promuoverla e a diffonderla il più possibile, in modo da poter raggiungere numeri molto più importanti, costringendo chi di competenza a prendere provvedimenti”.

LUBEC

La soprintendenza di Salerno e Avellino protagonista al Lubec di Lucca. Durante la XVI edizione la soprintendente Francesca Casule con il prof. Giacomo Pardini, rappresentante della Fondazione Nazionale delle Comunicazioni, ha ritirato il premio per la vittoria nel concorso Art Bonus 2019 conseguita con il progetto di restauro “Le Monete di Elea Velia”. Alla cerimonia ha presenziato anche il direttore generale del Mibact Massimo Osanna. Il restauro “Le monete di Elea Velia”, promosso dalla Soprintendenza in collaborazione con il Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale dell’Università degli Studi Salerno – Cattedra di Numismatica greca e romana e sostenuto dalla Fondazione Nazionale delle Comunicazioni, ha ricevuto il maggior numero di voti 3.245 su un totale di 31.250 – raccolti sui canali social e sul sito concorsoartbonus.it

COLDIRETTI ALZA LA VOCE

“La burocrazia è nemica dell’agricoltura e soffoca famiglie, progetti, idee, posti di lavoro. Occorre dare risposte e tempi certi per l’erogazione dei contributi e sullo scorrimento delle graduatorie delle misure infrastrutturali 4.1.1. , 4.1.2 e sul “pacchetto giovani” dei bandi psr 2014-2020 anche attivando misure di trascinamento e ingegneria finanziaria”. Il presidente di Coldiretti Salerno Vito Busillo lancia un preciso messaggio al neo Assessore all’agricoltura della Regione Campania Nicola Caputo; “non bisogna tradire le speranze di tante imprese agricole e di tanti ragazzi che rischiano di perdere le risorse del primo insediamento minando la ripresa economica, l’occupazione e la sostenibilità ambientale, nella provincia salernitana dove l’unico dato economico positivo è legato all’agricoltura”. La commissione agricoltura della Regione Campania con una apposita risoluzione a firma Picarone e Petracca ha già impegnato la Giunta a reperire ulteriori risorse per finanziare tutti i progetti idonei, comunque validi ed importanti giacenti nelle graduatorie per migliorare la competitività dell’intero comparto agroalimentare regionale, sia dalla riprogrammazione delle risorse non utilizzate che dal trascinamento sul nuovo programma, nonché da altri programmi di spesa o da altri fondi che hanno risorse non ancora impegnate. Inoltre occorre valutare bene i costi – benefici di un organismo pagatore. Molto spesso un organismo pagatore intermedio è un mero duplicato di competenze che raddoppia solo i costi, molte regioni che avevano in passato un organismo pagatore proprio sono ritornate nel sistema Agea. Condividiamo invece l’impegno di Caputo nell’opera di sburocratizzazione della macchina regionale”.

LINEA D'OMBRA

Linea d’Ombra Festival 2020, XXV edizione, dal 24 al 31 ottobre, oltre 100 opere cinematografiche in concorso, scelte tra 7800 film iscritti, provenienti da 40 paesi. Sarà un festival ibrido, una parte in streaming, ma soprattutto con un programma dal vivo, tre location che si connettono in maniera profonda con il territorio. A partire dalla Sala Pier Paolo Pasolini, luogo che il festival ha voluto fortemente inaugurare nel 2016 e non ha più lasciato, che oltre alle proiezioni “tradizionali” sarà quest’anno sede del programma di Virtual Reality. A questa si affiancano la Casa del Combattente, dove ha sede la Fondazione Menna – Centro Studi d’Arte Contemporanea, e Il Giardino della Minerva, quest’ultima location di un progetto che unirà formazione culturale e promozione del territorio. Il programma live seguirà rigorosamente le procedure anti Covid previste dalla Regione Campania, permettendo così al pubblico di poter partecipare in totale sicurezza. Tutte azioni pensate e pianificate per superare la “Crisi”, tema centrale di quest’anno, scelta ben spiegata dai direttori artistici Giuseppe D’Antonio e Boris Sollazzo. Crisi ovvero «separazione, scelta giudizio, ma il termine può essere inteso anche come un “accadere rivelatore”, un’apertura, un varco verso qualcosa di cui ancora ignoriamo i contorni. Di fronte a questo spazio insondato si rende necessario operare delle scelte». Era importante dare a questo concetto la giusta forma, forse anche più d’una. Ci ha pensato, e lo spiega bene, Roberto Policastro, art director dell’agenzia di comunicazione DoppiaVu Design e del Napoli Comicon, che ha usato in questo caso un “testimonial” d’eccezione.

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Calcio a 5, due club costieri si ritirano dalla C2. La Coppa di D parte a ranghi ridotti

La scure del Covid si abbatte pesantemente sul già complesso mondo del Calcio a 5 in provincia di Salerno. Nel campionato di C2 che aveva già perso in partenza...

Eccellenza, clamoroso colpo della Scafatese: preso Fabio Orlando

Colpaccio della Scafatese Calcio 1922 che, grazie a una sapiente operazione di mercato condotta dal Direttore Ramon Taglianetti, comunica di aver chiuso l'accordo per il...

Giovanili, l'elenco delle richieste d'iscrizione ai campionati Under 18, Under 16 e Under 14

Il CR Campania ha provveduto a comunicare l'elenco delle società che nei tempi hanno provveduto a completare le domande di iscrizione ai campionati giovanili regionali...

Pallanuoto, varata la nuova formula ed il calendario: gironcino di ferro per la RN Salerno

Il campionato di Pallanuoto maschile di serie A1 inizierà il 7 novembre. Confermata la formula condivisa da federazione e società nel corso delle riunioni che si...

Copriifuoco alle 23, rientro in casa entro le 23.30: il testo integrale della nuova ordinanza firmata VDL

D’intesa con il Ministro della Salute, il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha firmato l’Ordinanza n. 83 che contiene ulteriori misure di...

Coronavirus, salgono a 90 i casi nel salernitano: aumento progressivo nel capoluogo

Sono 90 i nuovi casi di positivita’ al COVID-19 registrati ieri in provincia di Salerno. I nuovi casi sono emersi da 954 tamponi processati nei laboratori...

Prima Categoria, la stagione della Pol. Baronissi inizia con due pareggi in campionato e Coppa

Inizia con due 1-1 consecutivi la stagione ufficiale della Pol.Baronissi. Nella prima giornata di campionato (girone F), i ragazzi di mister Avellino impattano con l'F3 Nuceria...

Screening gratuito per il controllo della vista ad opera del Lions Club "Hippocratica Civitas"

Giornata dedicata alla prevenzione con i Lions “Salerno Hippocratica Civitas”, di cui è presidente la prof. Rosalba Agresti. Il service si svolto presso la...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?