Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

Nasce il Comitato nazionale per le De. Co

02/10/2020

Quattordici esperti lanciano un manifesto per il corretto utilizzo delle Denominazioni
Comunali, secondo i principi del fondatore Luigi Veronelli
Le Denominazioni Comunali tornano a far parlare grazie all'iniziativa di un gruppo di esperti
nel settore agroalimentare che hanno stilato e sottoscritto un manifesto in dieci punti per
favorire la corretta applicazione di questo strumento di valorizzazione. Le De.Co.
rappresentano infatti un’occasione per sviluppare il marketing territoriale in quei Comuni che
intendono legare il proprio nome a un prodotto identitario che caratterizza il lavoro e le
tradizio ni di una comunità. Fu Luigi Veronelli, giornalista e scrittore, ad intuire il valore di
questo strumento che avrebbe rafforzato la coscienza di ciò che merita salvare e rilanciare,
fra i prodotti, ma anche fra le ricette di un dato Comune, per consegnarli alle generazioni
future. Il manifesto, articolato in 10 punti, dà dunque l’avvio ad un’azione di sensibilizzazione
per dire una parola chiara sull’opportunità di procedere alla delibera comunale di adozione
della De.Co. Dopo la sottoscrizione del Manifest o da parte di Roberto Astuni, Milena
Cecchetto, Serenella Cicchellero, Roberto De Donno, Antonio Di Lorenzo, Gianfranco
Ferrigno, Angelo Irienti, Domenico Maraglino, Paolo Massobrio, Marina Moioli, Vladimiro
Riva, Gian Arturo Rota, Bruno Sganga, Nino Suter a, si attende ora l’adesione da parte dei
sindaci del vari Comuni d’Italia, ma anche di altre personalità del mondo politico, economico
e culturale per favorire la valorizzazione e quindi la salvaguardia di quella straordinaria
ricchezza agroalimentare del nostro Paese, declinata in migliaia di esempi, molto spesso
virtuosi e forse dimenticati.
MANIFESTO DE.CO.
1. Le De.Co. sono un agile strumento che consente ad ogni Sindaco di dare valore alla
forte identità territoriale e storica di specifici prodotti, p iatti - ricette o tradizioni del
proprio Comune.
2. Le De.Co. sono un censimento di origine con uno specifico valore storico e culturale,
in particolare per quei tanti prodotti agroalimentari che non rientrano, per motivi
diversi, in altre forme di valorizzazi one.
3. Le De.Co. rappresentano identità ed espressione di valori e tradizioni attestati
attraverso una semplice delibera comunale del Sindaco, che certifica la provenienza
specificatamente territoriale di ogni prodotto, piatto o sapere di quella peculiare terra.
4. Le De.Co. rendono lustro al Comune di appartenenza che le dichiara proprie e
specifiche del proprio territorio con effetto immediato dalla delibera del Sindaco e
dell’Amministrazione. Esse, in quanto appartenenti al territorio comunale non sono
pro prietà di singoli, in quanto sono un bene collettivo. In tal senso le De.Co.
contribuiscono a valorizzare specificità a confronto, con preponderante attenzione al
genius loci, al fine di suggellare suggestive operazioni di marketing territoriale con
eviden ti benefici economici, produttivi e turistici.?
5. Le De.Co . hanno un carattere eticamente rispettoso sia della natura, sia dei diritti dei
lavoratori artigianali e contadini, in quanto annoverano il prodotto alla propria terra,
ossia allo specifico Comune, in cui esso viene da sempre generato con quelle
peculiari tà. Il fattore propulsivo delle De.Co. si pone in grado di smuovere un certo
interesse economico - sociale intorno alla considerevole ricchezza e varietà di
elementi culturali, di usanze e tradizioni attualmente ancora in vigore negli oltre
8.000 Comuni ital iani.
6. È, dunque, chiara e determinata volontà del Comitato creare una fitta rete di sinergie
tra territori, al fine di incentivare al meglio l’istituzione delle De.Co. così da ottimizzare
un costante scambio d’informazioni, suggerimenti e proposte operati ve.
7. Il Comitato intende spronare i Comuni ad istituire le De.Co., promuovendo leggi
regionali in conformità coi principi delle De.Co. ed attivandosi per costituire un gruppo
trasversale di parlamentari disposti a farsi promotori della validità della prest igiosa
intuizione di Luigi Veronelli in quanto a promozione, sostenibilità e sviluppo identitario
dei luoghi.
8. Si ritiene utile estendere il progetto De.Co. a tutta la rete di ristoratori e produttori
locali che, individualmente o con specifiche associazio ni, usano prodotti De.Co. per
promuovere una specifica azione di sensibilizzazione e conoscenza rivolta al
consumatore finale.
9. Il Comitato si fa carico di individuare e promuovere contatti finalizzati col mondo
dell'informazione (stampa, web, social e tel evisioni pubbliche e private), istituendo
uno specifico gruppo operativo mirato a tale compito.
10. È inoltre precisa intenzione del Comitato ideare ed organizzare esclusive “Giornate
De.Co.” con la collaborazione di tutti i Comuni che le hanno designate, coinvolgendo
Istituzioni, Associazioni e vari protagonisti che ne hanno condiviso la promozione e
la valorizzazione.

Stefano Pignataro - Rassegna - - Vai alla Home

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

I fatti del giorno | Tutte le principali notizie di cronaca e attualità da Salerno e provincia

VERSO LE COMUNALI
“Sbagliare è un diritto delle persone, credo che i miei dissidenti abbiano sbagliato, la loro è una condizione incomprensibile”. A...

Bando 118 tra polemiche e ricorsi

Bando di gara Asl per l’assegnazione delle postazioni 118 in provincia di Salerno, polemiche e ricorsi. Il termine ultimo per la presentazione delle buste da parte dei...

Parroco vende ripetitore Tv: il vescovo Andrea Bellandi chiamato in Tribunale

Un sacerdote, don Francesco Rimauro, ha venduto il ripetitore costruito da TeleSpazio1 Informazioni nel 1989, a seguito dell’autorizzazione della Curia Arcivescovile di...

Cava de' Tirreni, Mediateca chiusa: salta il piano Metellia

Un lucchetto al cancello di uno degli edifici storici simbolo del Borgo Grande ricorda che da oltre un anno la Mediateca di Corso Umberto I è chiusa. Non si sa ancora...

Farmaci senza bandi: "Affidamenti diretti dal Cfi pure nel 2021"

Medicinali e altri prodotti farmaceutici per un totale di 18 milioni di euro acquistati attraverso degli affidamenti diretti a fornitori e aziende produttrici. È la...

Eboli, concorsi pilotati: parte civile anche una delle partecipanti

Concorsi pubblici pilotati ed autorizzazioni per amici e parenti ad Eboli e Cava de’ Tirreni: il comune di Eboli e di Cav de’Tirreni si costituiscono parte civile....

Caso Riba Sud, Capezzuto (CGIL): "In corso azione giudiziaria per stabilire e accertare danno subito dai lavoratori, siamo al loro fianco"

È passato ormai un anno dall'ultimo pagamento dello stipendio da parte della Progetto Service ai 14 lavoratori ex dipendenti dell'azienda battipagliese Riba Sud. I...

Salerno, occupano casa in centro per consumare droga

 Carabinieri della Stazione di Salerno Principale, sempre attivi all’interno del centro del capoluogo, conducono quotidianamente pattugliamenti automontati e...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?