Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

I fatti del giorno | Tutte le principali notizie di cronaca da Salerno e provincia

08/09/2020

LA RASSEGNA

La Cina è davvero «vicina»? La XXVIII edizione della rassegna letteraria “Positano Mare, Sole e Cultura” prosegue venerdì 11 settembre (ore 21 – Terrazza Hotel Le Agavi) con Giada Messetti, autrice de Nella testa del dragone (Mondadori) e Gennaro Sangiuliano, autore de Il nuovo mao (Mondadori), che indagheranno le contraddizioni di un paese le cui mosse sembrano sempre più decisive per gli equilibri mondiali. Interviene il Ministro per gli Affari Europei, Vincenzo Amendola. Nel 2018, la rivista «Forbes», che ogni anno stila la classifica dei settantacinque uomini più potenti del mondo, l’ha collocato al primo posto, davanti a Putin e Trump. Da quando una riforma costituzionale votata dall’Assemblea nazionale del popolo ha cancellato il limite massimo dei due mandati presidenziali, molti lo considerano il «nuovo Mao». Lui è Xi Jinping, presidente della Repubblica Popolare di Cina, segretario generale del Partito comunista cinese e, soprattutto, capo della Commissione militare centrale, il vero scettro del potere. Ma chi è l’uomo che regna come un monarca assoluto su oltre un miliardo e trecento milioni di individui? Cosa sappiamo dello stratega della «nuova via della seta», il colossale piano infrastrutturale e d’investimento che coinvolge Asia, Europa e Africa, ed è destinato a cambiare gli equilibri economici del commercio mondiale? Dal «Nuovo Mao» Xi Jinping alla sfida con gli Stati Uniti per la governance globale, dal Sogno cinese al progetto della Nuova via della seta, dalle incredibili innovazioni tecnologiche alle proteste di Hong Kong, fino allo scoppio dell’epidemia di coronavirus, gli autori ci accompagneranno in un viaggio appassionante attraverso la Cina di oggi, facendo chiarezza tra stereotipi e realtà, aiutandoci a comprendere il presente e il futuro di un paese sempre più decisivo sullo scacchiere globale. Nel rispetto delle norme di sicurezza per il contrasto e il contenimento della diffusione del Covid-19, sarà possibile assistere all’incontro solo ed esclusivamente previa prenotazione che potrà essere fatta attraverso i seguenti recapiti: info@maresolecultura.it / 366 6421650. Il posto potrà considerarsi prenotato solo dopo la ricezione di un’email di conferma da parte dell’Associazione Culturale Mare, Sole e Cultura.

VENDEMMIA E APERITIVO

Una 4 giorni durante la quale sarà possibile vivere in prima persona l’esperienza della raccolta dell’uva e trascorrere un weekend fra musica, cucina, escursioni e danza. Nella Valle del Calore, tra Castelcivita e Castel San Lorenzo, l’associazione Radici&Cultura ha infatti organizzato un evento che va da giovedì 17 a domenica 20 che, fra escursioni al fiume Calore e alle grotte di Castelcivita, DJ set, cucina a km 0, workshop di danza e partecipazione attiva dei partecipanti alla vendemmia, si concluderà con lo showcase della Krikka Reggae.

– Giovedì 17 settembre: aperiportello, incontro della cucina a km 0 con DJ set di Lampadread alla trattoria Portello, Castelcivita (SA);
– Venerdì 18 settembre: escursione al fiume Calore e grotte di Castelcivita (SA);
– Sabato 19 settembre: workshop di danza (afrobeat e heels) con cena jamaicana e DJ set afrobeat vibes, Castelcivita (SA);
– Domenica 20 settembre: vendemmia e macina de vino, con pranzo del contadino e Krikka Reggae in concerto, presso la cantina Chiara Morra a Castel San Lorenzo.

. Possibilità di campeggio
. Pet friendly
. Workshop di danza aperto a tutti.

L'OPINIONE

«Tragedie come quella che si è consumata a Roccapiemonte ci fanno aprire gli occhi. Occorre un impegno ancora maggiore sui Piani di Zona e i servizi alle famiglie in difficoltà». Ad affermarlo è Mario Polichetti, ginecologo dell’ospedale Ruggi di Salerno e sindacalista Fials, che interviene sul caso della neonata ritrovata senza vita in una siepe in un condominio di Roccapiemonte. «Di fronte a tragedie di questo tipo si rimane senza parole, ma allo stesso tempo come medico mi sento di lanciare un appello alle istituzioni affinché si mettano al centro le esigenze delle famiglie bisognose. Da questo punto di vista la priorità è un potenziamento dei Piani di Zona: le risorse ci sono ma spesso vengono sprecate in consulenze e altre spese non di prima necessità. Mi riferisco in questo caso all’ambito S1, che comprende la stessa Roccapiemonte, Nocera Inferiore, Nocera Superiore e Castel San Giorgio. Chiedo ai sindaci di sedersi intorno a un tavolo per migliorare l’efficacia di uno strumento che può essere fondamentale per l’assistenza sul territorio e il monitoraggio delle situazioni più delicate».

SIGILLI

Carenze strutturali al dipartimento di salute mentale di Sarno e Pagani, scatta il sequestro. L’operazione è stata compiuta dal Nas di Salerno che ha provveduto ad accertare le carenze all’interno della struttura. Il sequestro è stato disposto dalla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore. Per ora sul registro degli indagati compaiono due persone dell’Asl di Salerno.

L'ARRESTO

Nei giorni scorsi è stata eseguita una misura cautelare personale del divieto di dimora nella provincia di Salerno nei confronti di un 58enne paganese, responsabile di spaccio di sostanze stupefacenti. Il provvedimento, emesso dal Gip Gustavo Danise, è stato eseguito dai Finanzieri della Compagnia di Nocera inferiore all’esito di un’articolata attività di indagine coordinata dalla Procura Davide Palmieri, che ha permesso di disvelare reiterate condotte illecite poste in essere dall’indagato, fornitore di crack e cocaina nel vasto territorio dell’Agro nocerino sarnese. I clienti, identificati dagli investigatori attraverso attività di osservazione e pedinamento, nonchè mediante l’analisi dei tabulati telefonici, hanno tutti confermato di essere consumatori abituali di droghe e di acquistarle direttamente dal pusher. Sono stati inoltre rinvenuti, presso il domicilio dell’indagato, dosi di sostanze psicotrope già confezionate e pronte per la vendita, strumentazione da taglio e per la preparazione della droga, nonchè denaro contante, verosimilmente provento dell’illecita attività.

FIAMME NO STOP

Si è sviluppato e si sta propagando sulle montagne di Maiori, un nuovo incendio in Costiera Amalfitana, dopo quelli già importanti avvenuti negli ultimi giorni sulle colline salernitane le fiamme si rivedono sui Monti Lattari, nello stesso punto in cui divampò l’incendio lo scorso fine settimana con la chiusura del Sentiero degli Dei. Una intensa nube di fumo è visibile anche da Salerno città, sul posto sono impegnati i volontari della Protezione Civile con i Vigili del Fuoco e potrebbe esserci bisogno ancora una volta dai canadair con acqua da dirottare sulla macchia di verde che sta letteralmente bruciando. (aSalerno.it)

LA CASSAZIONE

L’indennizzo per l’assenza delle condizioni di detenzione non è compensabile con le spese di mantenimento in carcere. La Cassazione (Sesta sezione civile) accoglie il ricorso di un ex detenuto del carcere di Fuorni, L.D., 39 anni, di Salerno, finito dietro le sbarre per reati legati al mondo degli stupefacenti, che si era visto sfumare il risarcimento perché il giudice di primo grado del tribunale di Salerno, Giorgio Jachia, nel riconoscergli la somma di circa 2400 euro, aveva applicato il principio del “maggior credito” verso lo Stato. E così il salernitano, assistito dall’avvocato Michele Capano , invece di incassare la somma decisa in sentenza, si era ritrovato a dare di 600 euro. La differenza. La Cassazione ha ribaltato la sentenza, cassandola. Per gli ermellini, «il Ministero della giustizia, chiamato in causa per il risarcimento dei danni patiti per le condizioni non idonee della detenzione, non può opporre in compensazione il credito maturato verso il detenuto per le spese di mantenimento in carcere, fintanto che non sia consumata la facoltà dell’interessato di chiedere la remissione del debito». Su questo principio sancito dalla Cassazione, il Tribunale di Salerno è chiamato a ridiscutere il caso delle condizioni di detenzione del detenuto salernitano che, tra il mese di luglio del 2011 e quello di novembre di due anni dopo, si è ritrovato ristretto, per periodi diversi, insieme ad altri sette carcerati, facendo venire meno così il limite di tre metri quadrati stabilito dalla Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali. Il giudice di primo grado, nell’accogliere la domanda di riparazione del danno, ha quantificato in 299 i giorni trascorsi in “condizioni disumane”. il verdetto della cassazione rispecchia quello già deciso per altri casi di sovraffollamento nelle carceri italiane. (La Città)

LA VERTENZA

Il progetto Fronte del mare per la tutela della costa dall'erosione e di ripascimento del litorale cittadino finisce davanti ai giudici. Questa volta il Comune è citato in giudizio davanti al Tribunale civile di Salerno per il mancato pagamento «di compensi professionali relativi a incarichi di redazione della progettazione definitiva, esecutiva e del coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, dell'intervento “Fronte del Mare, area Piazza di Santa Teresa e area e Piazza della Concordia, nonché Direzione dei Lavori e coordinamento della Sicurezza in fase di esecuzione delle opere e delle forniture». Una determina firmata dal dirigente del settore Avvocatura, Aniello De Mauro stabilisce la nomina dell'avvocato Matteo Baldi, “valente ed esperto legale del Libero Foro in ambito civile-amministrativo, in considerazione della parziale comunanza di questione di fatto e di diritto con giudizio affidato al medesimo e pendente dinanzi al Tribunale di Salerno” come il professionista “a cui conferire incarico nell’interesse e per difendere le ragioni dell’Amministrazione Comunale in questa fase ed eventualmente in quelle successive, se necessario e ritenuto indispensabile”. Dal canto suo, “il legale, contattato in merito, anche per le vie brevi - si riferisce nella determina - ha dichiarato di accettare l'incarico” e ha trasmesso anche il preventivo della parcella che arriva a 28.447 euro. (La Città)

I CONTROLLI

Continua la campagna di controlli, tesi a reprimere fenomeni di abbandono di rifiuti nonché di illeciti sversamenti da parte di imprese operanti nelle aree del Bacino Idrologico del fiume Sarno, da parte dei Carabinieri del Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari. Nel mese di agosto sono stati sottoposti a controllo gli opifici industriali operanti lungo il corso del fiume Sarno, e i torrenti Solofrana e Cavaiola. Il fine dell'operazione era verificare l'eventuale presenza di scarichi abusivi nonché la regolarità di quelli censiti. I Carabinieri del gruppo per la Tutela ambientale di Napoli, con i dipendenti Noe di Napoli e Salerno e dei Gruppi Tutela forestale di Napoli, Salerno e Avellino, hanno sottoposto a verifica 27 aziende, deferito in stato di libertà 50 persone, tra le quali alcuni responsabili di laboratori di analisi che avrebbero redatto certificazioni analitiche false circa la pericolosità dei rifiuti prodotti dalle aziende, e proceduto al sequestro di 6 aree di stoccaggio rifiuti, elevando sanzioni amministrative per un importo di circa 82.000 euro. In particolare, i militari operanti hanno sottoposto a sequestro nelle province di Napoli, Salerno e Avellino: 1 capannone industriale di ca. 800 mq; 5 aree per un ammontare complessivo di 15.000 euro, utilizzati per lo stoccaggio abusivo di ingenti quantitativi di rifiuti speciali anche pericolosi. Nello stesso contesto veniva accertato che le acque di dilavamento dei piazzali ove erano stoccati i rifiuti confluivano, senza preventivo trattamento, mediante scarichi abusivi, all'interno dei corsi d'acqua. Nel complesso, dalla fine del lockdown, con riferimento al bacino idrografico del fiume Sarno e dei suoi tributari, l’Arma ha controllato 195 attività produttive, denunciato 117 persone, individuato 40 scarichi abusivi; sequestrato 6 aree di stoccaggio rifiuti; elevato 27 sanzioni amministrative per un importo pari a circa 120.000 euro.

GLI SVILUPPI

Mentre Luana Rainone agonizzante giaceva sul letto insanguinato, lui fumava una sigaretta e poi al rientro nella camera ha atteso che morisse per avvolgere il corpo in un lenzuolo, chiuderlo in un sacco e gettarlo in una vasca delle acque nere. Emergono nuovi particolari agghiaccianti sulla morte della 31enne sarnese, residente a San Valentino Torio, uccisa dal reo confesso Nicola Del Sorbo, 34enne di Sant’Egidio del Monte Albino. Ieri, assistito dal suo legale di fiducia, Luigi Senatore, Del Sorbo è stato ascoltato dal gip Gustavo Danise nell’udienza di convalida per l’omicidio di Luana Rainone. 

LE FIAMME

Incendio ad Angri in località Chianiello. La zona dove sono scoppiate le fiamme nella tarda mattinata si trova in linea d’aria a circa due km dal rogo scoppiato nella notte a Corbara. Solo qualche settimana fa, località Chianiello è stata scenario di un blitz dei Carabinieri che vi scoprirono anche delle piantagioni di marijuana.

Ancora incendi in Costiera Amalfitana. Nella tarda serata di ieri ha preso fuoco il versante montano del Valico di Chiunzi, nel comune di Corbara, sul sentiero di Giustino Fortunato. Le lingue di fuoco sovrastanti la strada provinciale 2, al chilometro 14, hanno raggiunto il crinale andando oltre il fronte montano che si affaccia su Tramonti. Sul posto i Vigili del Fuoco e la Protezione Civile. Distrutti ettari di vegetazione. Il sindaco di Corbara, Pentangelo, ha disposto la chiusura temporanea della Strada provinciale 2, nel tratto interessato. Un altro incendio ieri pomeriggio anche sulle colline sovrastanti il centro abitato di Amalfi in località Palaia e in località Punta d’Aglio nel comune di Scala. Per spegnere le fiamme anche un elicottero e un canadair. (Radio Alfa)

L'ARCHEOTRENO

Domenica 6 settembre torna l’appuntamento con Archeotreno Campania (il primo dopo l’emergenza covid), il servizio in treno d’epoca che consente di viaggiare dal cuore di Napoli fino ai parchi archeologici di Pompei, Paestum, ed Elea-Velia. Dalla stazione di Napoli, alle ore 9.45 partirà il convoglio composto da carrozze Centoporte e locomotiva elettrica in livrea d’epoca. I viaggiatori avranno l’opportunità di visitare le aree archeologiche di Pompei (10.33) o Paestum (11.36), dichiarate dall’UNESCO patrimoni mondiali dell’umanità. In alternativa, sarà possibile proseguire verso Ascea (12.06) e Sapri (12.40). Il treno di ritorno partirà da Sapri 16.30 e fermerà ad Ascea (17.04), Paestum (17.35), Pompei (18.41) con arrivo a Napoli alle 19.35.

IL TOUR VIRTUALE

La Villa Marittima Romana di Minori sarà riportata all'antico splendore in videomapping 3D durante il Gustaminori 2020. Nel week-end dall'11 al 13 settembre tre eventi serali offriranno l'opportunità di ammirare la Villa del I secolo d.C. nella sua architettura originaria attraverso la ricostruzione virtuale di luci. Lo spettacolo "Drama De Antiquis" 5.0, che dà il nome all'edizione 2020, è ideato da Gerardo Buonocore per la regia Lucia Amato, sotto l'egida di Scabec, Regione Campania e con il patrocinio del Comune di Minori. L'evento sarà presentato alla stampa venerdì 11 settembre, alle ore 20. Per la prima volta all'interno della Villa Romana accadrà qualcosa di unico: attori dal vivo faranno rivivere in costumi dell'antica Roma esattamente quell'epoca mentre all'interno sempre del sito archeologico il videomapping offrirà l'opportunità di ammirare la villa così com'era nell'antichità. Sarà un videomapping in costante movimento che mostrerà la Villa dopo la sua edificazione, la storia, quasi interloquire con i personaggi che l'hanno abitata, conoscerne il proprietario, vedere poi in 3D l'eruzione del Vesuvio e la sua distruzione. In contemporanea gli ambienti interni ospiteranno la narrazione dal vivo di storie e dialoghi di allora. «La Villa Romana rivivrà come era. Attori che in costumi dell'antica Roma accoglieranno gli spettatori, dialoghi, narrazione e anche il 3D. Non mancheranno le Vie del Palato con la visita al Sentiero dei Limoni», spiega il direttore di produzione del Gusta Minori, Antonio Porpora. «Per la prima volta presenteremo alla stampa ed al pubblico un videomapping in 3 D nella location della Villa Romana di Minori risalente al I Secolo d.C. ed ecco che vedremo la creazione di questa meravigliosa villa, come era, ma anche i personaggi che parleranno e passeggeranno all’interno degli ambienti in 3 D, gli incontri, gli eventi ludici, poi l’eruzione del Vesuvio, la sua distruzione. Vivremo tutto in versione notturna e come se fossimo fisicamente presenti nel I Secolo d.C. con effetti speciali che sorprenderanno. Il tutto all’interno della stessa Villa Romana di Minori. Il pubblico, seguendo le norme anti Covid, verrà accolto da attori e personaggi in costumi di allora», annuncia Gerardo Buonocore, Direttore Artistico di Gustaminori. L'accesso al pubblico sarà consentito in un numero contingentato con prenotazione obbligatoria nominativa da effettuarsi su gustaminori.eventbrite.it. L'elenco nominativo sarà conservato per 15 giorni, come da vigente normativa, e si accederà alla villa dall'ingresso sito in via Capo di Piazza e si guadagnerà l'uscita attraverso l'accesso di via Santa Maria Vetrana. Per l'accesso, si è previsto un incolonnamento contingentato con transenne con misurazione della temperatura, verifica del nominativo biglietto (se necessario anche con documento). Sarà obbligatorio l'uso della mascherina. «Gustaminori, dunque si farà. La Ventiquattresima edizione si svolgerà a Minori dall'11 al 13 Settembre perché non vogliamo interrompere una tradizione ben consolidata nel tempo - ha annunciato il sindaco Andrea Reale -. Siamo in presenza di una kermesse in grado di valorizzare le molteplici forme artistiche: musica, teatro, scenografia, coreografia, cucina locale. E' un ulteriore segno di vitalità della Costiera Amalfitana che comunque ha vissuto un'Estate oltre ogni rosea aspettativa. Non abbiamo avuto casi di Coronavirus, non ci sono stati assembramenti grazie al buon comportamento di tutti. Ed anche per Gustaminori sono stati previsti tutti i sistemi per la sicurezza sanitaria». (Amalfi News)

IL LUTTO

Angri perde Santolo Coppola, ingegnere stimato su tutto il territorio, nonché Sindaco agli inizi degli anni ‘90. Fu primo cittadino per circa un anno tra il 1991 e il 1992, guidando un monocolore DC, intermezzo tra Chiavazzo e D’Antonio. Un uomo dall’altissimo profilo professionale e intellettuale, così lo ricordano in tanti in queste ore.

IL LUTTO/2

Mercato San Severino piange monsignor Marzio Napoli, storico parroco della frazione Sant’Eustachio. Don Napoli si è spento sabato sera all’età di 89 anni. Studiò nel vecchio seminario salernitano e fu ordinato sacerdote il 29 giugno 1955. Poi, per tre anni, fu docente di Lettere presso la scuola media inferiore del seminario. Ricevette l’incarico di parroco di Sant’Eustachio, dove è rimasto per tutta la vita. Per l’interessamento dell’Arcivescovo emerito di Salerno, monsignor Gerardo Pierro, don Marzio ricevette l’onorificenza di cappellano di sua Santità e di monsignore, una ventina di anni fa, dal Papa San Giovanni Paolo II. E don Marzio celava nel suo cuore, con affetto, l’incontro che ebbe col grande Papa polacco. (Il Mattino)

IL VOLONTARIATO

Il comitato di C.R.I. di Sarno attualmente è in Commissariamento. A prendere le redini delle sedi territoriali di Sarno, Scafati e San Valentino Torio, in questo periodo di transizione per le prossime elezioni a Presidente e Direttivo, la volontaria di Tramonti Marianna Ferrara. Eletta vicepresidente del comitato della Campania lo scorso aprile, Marianna fa parte del Comitato Costa Amalfitana, dove ha iniziato 11 anni fa la sua attività di volontariato. Sotto la sua guida e supervisione, i volontari di Sarno continuano, così, a lavorare e a garantire ai cittadini: - l'assistenza professionale necessaria per il trasporto Infermi per dimissioni ospedaliere, Fisioterapia, Radioterapia, Chemioterapia, Dialisi, Esami medici, ecc.; - l'assistenza ai servizi sanitari preventivi alle gare sportive, concerti, piccole e grandi manifestazioni; - le attività di inclusione sociale, dal pronto farmaci al pacco alimentare.

LO STRANO INCIDENTE

Investe e uccide un cinghiale sulla carreggiata. Incidente stradale ieri sera sulla Cilentana, nei pressi dello svincolo di Perito, dove un’auto che viaggiava in direzione sud, si è schiantata contro l’ungulato che attraversava improvvisamente la trafficata arteria stradale. Il cinghiale è morto sul colpo, mentre l’auto la vettura dell’automobilista ha riportato notevoli danni, in particolare nella parte anteriore. Nel violento impatto, il conducente è rimasto illeso. (Stile Tv)

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Calcio a 5, due club costieri si ritirano dalla C2. La Coppa di D parte a ranghi ridotti

La scure del Covid si abbatte pesantemente sul già complesso mondo del Calcio a 5 in provincia di Salerno. Nel campionato di C2 che aveva già perso in partenza...

Eccellenza, clamoroso colpo della Scafatese: preso Fabio Orlando

Colpaccio della Scafatese Calcio 1922 che, grazie a una sapiente operazione di mercato condotta dal Direttore Ramon Taglianetti, comunica di aver chiuso l'accordo per il...

Giovanili, l'elenco delle richieste d'iscrizione ai campionati Under 18, Under 16 e Under 14

Il CR Campania ha provveduto a comunicare l'elenco delle società che nei tempi hanno provveduto a completare le domande di iscrizione ai campionati giovanili regionali...

Pallanuoto, varata la nuova formula ed il calendario: gironcino di ferro per la RN Salerno

Il campionato di Pallanuoto maschile di serie A1 inizierà il 7 novembre. Confermata la formula condivisa da federazione e società nel corso delle riunioni che si...

Copriifuoco alle 23, rientro in casa entro le 23.30: il testo integrale della nuova ordinanza firmata VDL

D’intesa con il Ministro della Salute, il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha firmato l’Ordinanza n. 83 che contiene ulteriori misure di...

Coronavirus, salgono a 90 i casi nel salernitano: aumento progressivo nel capoluogo

Sono 90 i nuovi casi di positivita’ al COVID-19 registrati ieri in provincia di Salerno. I nuovi casi sono emersi da 954 tamponi processati nei laboratori...

Prima Categoria, la stagione della Pol. Baronissi inizia con due pareggi in campionato e Coppa

Inizia con due 1-1 consecutivi la stagione ufficiale della Pol.Baronissi. Nella prima giornata di campionato (girone F), i ragazzi di mister Avellino impattano con l'F3 Nuceria...

Screening gratuito per il controllo della vista ad opera del Lions Club "Hippocratica Civitas"

Giornata dedicata alla prevenzione con i Lions “Salerno Hippocratica Civitas”, di cui è presidente la prof. Rosalba Agresti. Il service si svolto presso la...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?