Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

I fatti del giorno | Tutte le principali notizie di cronaca da Salerno e provincia

29/08/2020

L'IRRUZIONE

Carabinieri del Nas nell’ospedale “Martiri di Villa Malta” di Sarno. I militari del Comando provinciale di Salerno, giovedì mattina, hanno varcato l’uscio del nosocomio con un obiettivo molto chiaro: portare via delibere e incartamenti utili a fare luce su alcune consulenze tecniche ritenute sospette. Le bocche restano cucite ma le ipotesi appaiono accreditate. Consulenze, come dicevamo, per seguire lavori tecnici nonostante la presenza di dipendenti idonei a svolgere la funzione; contratti sotto la lente di ingrandimento per capire quali requisiti sono stati richiesti e riscontrati, oggettivamente, nel candidato o candidati ritenuti poi idonei. Senza tralasciare l’aspetto di concorsi per figure simili. Un lavoro non facile e ora al vaglio degli inquirenti che si muovono su delega della Procura. Continuano le visite dei carabinieri negli ospedali della Asl Salerno. Solo a fine luglio scorso, le forze dell’ordine varcarono la soglia di tre distinte sedi aziendali, tra capoluogo e provincia. Al setaccio, collegamenti ad una lettera firmata dal corvo di turno. Ma va da sè che un esercito tale non lo mobiliti per questo e non porti via i computer. Non si vedeva da tempo una simile mobilitazione e attenzione delle forze dell’ordine verso l’Asl Salerno.

L'OPERAZIONE

Grave infortunio sul lavoro per un 43enne nella giornata di mercoledì presso una azienda di Battipaglia, l’uomo ha riportando una frattura vertebrale da scoppio con disturbi della sensibilità agli arti inferiori. Nella giornata di ieri, dopo eccellente preparazione in reparto, è stato operato al San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona.
Intervento durato oltre 7 ore con tecnica innovativa e all’avanguardia, consistente in un tempo laterale, in cui si è reso necessario ricostruire completamente il corpo vertebrale, ed un tempo posteriore per stabilizzare la colonna. Tutto ciò è stato possibile grazie alla presenza di uno dei migliori chirurghi vertebrali d’Italia, il dottore Luigi Caruso che opera nella Divisione di OrtoTraumatologia diretta dal dottor Mauro Nese, il cui apporto in sala operatoria è stato fondamentale, unitamente allo strumentista Giovanni Attianese, e a Mario Silvestri, Giovanni De Chiara, Gennaro Ricco coordinati dall’anestesista Antonio Romanelli. L’equipe ha reso possibile un intervento di questo tipo in piena emergenza estiva. Il paziente sta benissimo e ha recuperato in pieno ogni funzionalità.

LA PRESA DI POSIZIONE

“In un momento nel quale chi amministra un Comune dovrebbe tenere la barra ben diritta e cercare per quanto di competenza di tenere la situazione sotto controllo e dare sicurezza alla cittadinanza al Comune di Mercato S. Severino assistiamo alla solita approssimazione nella gestione dell’emergenza. Ci riferiamo all’ assoluto mancato rispetto delle disposizioni di legge relative all’emergenza covid tanto che oggi gli uffici comunali sono diventati un posto pericoloso per chi ci lavora e per i cittadini che vi si recano”. Così Cosimo Salvati e Alfonso Zinno della Cisl del Comune di Mercato San Severino. “La situazione è peggiorata ed in un momento nel quale, come comunicato via social, abbiamo nella nostra comunità altri sei contagi gli uffici comunali continuano ad essere un porto di mare. Non vengono, se non in parte contingentati gli accessi, non viene misurata la temperatura corporea a chi accede agli uffici, i dispenser di gel igienizzante sono vuoti, non vi sono a sufficienza barriere parafato,e potremmo continuare all’infinito. Sarebbe anche difficile impedire l’accesso agli uffici a chi nn fosse eventualmente sprovvisto di mascherina. E le giuste rivendicazioni dei dipendenti anche nell’interesse della cittadinanza rimangono inascoltate. A chi giova tutto questo? Come può ben amministrare una comunità chi nn è capace di amministrare casa sua ( gli uffici comunali) . Non osiamo pensare cosa accadrà nella imminente tornata elettorale. Questa comunicazione fatta via social è un modo, e nn sarà il solo, per far comprendere alla cittadina le condizioni nelle quali i dipendenti del comune oggi lavorano anche per rendere noto a chi deve venire al comune quali sono le condizioni di sicurezza: pari a zero!”

L'ARRESTO

Nella giornata di ieri, i militari del Comando Stazione Carabinieri di Postiglione e della Sezione Radiomobile della Compagnia di Eboli, traevano in arresto in flagranza di reato, E.C. 60enne, pregiudicato di Postiglione, il quale veniva sorpreso all’interno di una piantagione di marijuana, sita in località agro del medesimo comune, intento a compiere le varie operazioni di concimazione delle piante. Dopo aver bloccato il soggetto, che aveva cercato di darsi alla fuga, i militari hanno eseguito un’accurata perquisizione personale, estesa successivamente alla sua abitazione, al termine della quale sono stati rinvenuti diversi strumenti utili alla coltivazione dell’anzidetta piantagione. Tutto il materiale veniva sottoposto a sequestro, unitamente alle piante (di altezza circa 2,5mt e dal peso complessivo di 15kg). Il soggetto veniva tradotto presso la propria abitazione al regime degli arresti domiciliari. L’udienza svoltasi successivamente confermava e convalidava l’arresto e la misura adottata dell’Autorità Giudiziaria.

L'EVENTO

È iniziato il conto alla rovescia per l’evento denominato “MontecorVino in Musica”, che si terrà a Montecorvino Pugliano sabato 12 e domenica 13 settembre 2020. La manifestazione finanziata con 45 mila 500 euro, rientra nell’ambito del Programma Operativo Complementare 2014/2020 – Linea Strategica “Rigenerazione urbana, Politiche per il Turismo e Cultura” ed è stata concepita per rafforzare l’immagine turistica del territorio, valorizzando gli aspetti storici e culturali consolidati nel tempo. Sabato 12 settembre ore 18.30, presso la sede comunale si terrà inaugurazione della nuova terrazza con la successiva intitolazione alla memoria dell’ex sindaco Gianfranco Lamberti, seguirà un convegno dal titolo “Montecorvino Pugliano, tra cielo, mare e terra. Una terrazza sulle due Costiere”. Dalle ore 19 presso l’aula Consiliare “G. D’Ajutolo” sarà possibile visitare una mostra allestita dalla fotografa Claudia Corrado. Alle ore 20 l’evento entra nel vivo con un percorso enologico attraverso la degustazione di pregiati vini dei Colli Salernitani accompagnati da finger food a cura dell’associazione ISF “L’Acino d’Uva”. Il suggestivo chiostro dell’ex Convento Santa Maria della Misericordia ospiterà l’esposizione della mitica Vespa, curata dai club vespa di Salerno e Battipaglia, sarà inoltre possibile ascoltare buona musica con il duo ”International Songs” Ernesto Rodano (voce) e Gianpio Vetromile (pianoforte). Domenica 13 settembre, piazza Giovanni Paolo II, frazione di Bivio Pratole, serata di Gala. Alle ore 17 si terrà l’apertura degli stand enogastronomici, mentre alle ore 21, un attimo dopo i saluti del sindaco Alessandro Chiola, si terrà l’attesissima esibizione di Sal Da Vinci – “A due passi da te”, si tratta di uno spettacolo del popolare cantante napoletano che racconta una storia dove realtà e fantasia si confondono e dove si mescolano l’epica, l’arte e l’amore. Più che un concerto è un vero e proprio musical che è stato scritto dallo stesso Sal Da Vinci con Ciro Villano. Ad affiancare il cantante partenopeo un volto noto di Rai 2, Fatima Trotta.
«Nei limiti e nel rispetto delle norme anti Covid-19 – sottolinea il Primo Cittadino Alessandro Chiola – dobbiamo avere il coraggio di ripartire anche se a piccoli passi. Questa manifestazione vuole attrarre turismo di qualità, vuole far conoscere le nostre bellezze e naturalmente vuole far trascorrere qualche ora di tranquillità e serenità alle persone che vorranno visitare la nostra Montecorvino Pugliano». «Una manifestazione che racchiude l’eccellenza del nostro territorio: dalla tradizione culinaria in chiave moderna, alle migliori etichette di vini della provincia di Salerno, passando per mostre fotografiche e il mito della “Vespa”. Non mancherà naturalmente tanta buona musica» afferma l’Assessore alle Politiche Giovanili, Daniele De Matteis. Durante tutta la manifestazione saranno rispettate le norme anti Covid-19 con la verifica della capienza massima negli spazi, attraverso il distanziamento sociale e preventivo e tutti i partecipanti dovranno indossare la mascherina.

QUI NOCERA

Nel pomeriggio di ieri, 28 agosto, gli agenti della Polizia di Stato della Sezione di polizia giudiziaria del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Nocera Inferiore, hanno deferito all’Autorità Giudiziaria due giovani di 20 e 17 anni, responsabili di aver utilizzato in luogo pubblico due pistole giocattolo, repliche di armi di fuoco attualmente catalogate, esplodendo alcuni colpi in una zona residenziale collinare di Nocera Inferiore. Intorno alle ore 17, alcuni cittadini impauriti hanno segnalato gli spari al Commissariato ritenendo fosse in atto in zona un’azione criminosa da parte di ignoti. Prontamente i poliziotti si sono portati sul posto e, dopo un’attenta ricognizione dei luoghi, hanno individuato un gruppo di cinque giovanissimi intenti a maneggiare delle armi, rivelatesi successivamente delle repliche giocattolo idonee a sparare soltanto a salve. Gli agenti hanno bloccato i ragazzi per gli accertamenti di rito, trovandogli in possesso di una replica di una Beretta 9X21, sprovvista di tappo rosso, e di una replica di Glock 17, con tappo rosso, entrambe calibro 8 mm. Pertanto, dopo l’accertamento delle responsabilità di ciascuno, due di essi, effettivi proprietari delle armi ed autori degli spari, sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per l’utilizzo delle stesse in luogo pubblico.

QUI CAVA

Nel pomeriggio di ieri, 28 agosto, gli agenti della Polizia di Stato della Sezione di polizia giudiziaria del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de’ Tirreni, hanno dato esecuzione ad un mandato di arresto europeo, emesso dall’Autorità Giudiziaria della Romania, a carico di F.G, cavese di anni 51, con alcuni precedenti in materia di stupefacenti, a seguito di sentenza di condanna ad anni 4 e mesi 3 di reclusione, per reati commessi in quel Paese relativi alla produzione, vendita ed acquisto illecito di sostanze stupefacenti, del 29 luglio u.s.

QUI ASCEA

Si ferisce gravemente durante una gita in barca, turista romano finisce in ospedale. Il 40enne era a bordo di una imbarcazione quando è scivolato in acqua rimanedo però aggangiato ad una bitta con un ginocchio. Il gancio di ferro ha completamente lacerato la coscia dell'uomo fino al retro del ginocchio. Il taglio ha completamente esposto l'epidermide: l'intervento tempestivo deil 118 ha evitato conseguenze peggiori. Il turista è stato trasportato all'ospedale di Vallo della Lucania dove il personale medico ha impegato oltre due ore per suturare la spaventosa ferita.

LA GANG

Per gli inquirenti fanno parte della “banda” dei furti di auto utilitarie, soprattutto i modelli Panda della Fiat. In sette, riuniti in un’associazione per delinquere, fungevano da procacciatori di autodemolitori dell’hinterland Napoletano. Gli fornivano la materia prima per il commercio dei pezzi di ricambio. Materia prima che rubavano a Salerno città e nei principali centri della Piana del Sele, Battipaglia e Bellizzi. Gli indagati sono tutti residenti nell’Agro nocerino e vantano un invidiabile pedigree delinquenziale. L’indagine è partita dalle denunce di furto di auto in serie, sempre dello stesso modello e nella stessa zona. Ad individuare i ladri sono arrivati i carabinieri della compagnia di Battipaglia, indagando sui colpi registrati tra le fine del 2018 e il 2019. Quello dei ladri di auto del nuovo millennio è un “mestiere” che richiede una basilare preparazione elettronica. Le auto, infatti, non si rubano più solo con i grimaldelli forzando le portiere. E non basta collegare i fili del cruscotto per avviare il motore e poi fuggire a tutto gas. Gli indagati erano esperti nel maneggiare le centraline appositamente modificate. Grazie alle quali prendevano i comandi dell’auto da rubare, controllavano chiusure centralizzate e l’avviamento del motore. Un’azione all’apparenza difficile per gli inesperti e chi è a digiuno di comandi elettronici. I sette denunciati erano particolarmente abili, rubavano le auto quasi in pochi minuti. Agivano come una squadra di tecnici durante un “pit stop” di Formula 1: ognuno aveva il suo compito e tutto si risolveva in nel tempo di pochi giri di lancette di orologio. Nel mirino dei militari della sezione operativa della compagnia dei carabinieri della Piana del Sele sono finiti 20 furti di autovetture, nove dei quali sono stati imputati alla banda. All’individuazione dei ladri si è arrivati grazie ad un attento lavoro investigativo supportato da prove quali pedinamenti, tabulati dei telefoni cellulari e perquisizioni personali e domiciliari. Soprattutto i militari dell’Arma hanno monitorato i transiti degli indagati attraverso i sistemi di videosorveglianza comunali. Se erano bravi a rubare le auto in pochi secondi, nulla hanno potuto davanti agli occhi indiscreti delle telecamere. Le indagini hanno accertato che i sette denunciati farebbero parte di una catena di montaggio che si concludeva nelle officine degli sfascia carrozza. Le auto rubate restavano integre il tempo di portarle dal luogo del furto nel Napoletano. Appena varcavano i cancelli, sempre in stile “pit stop” c’era un’altra squadra che le riduceva in pezzi da ricambi. Prodotti che venivano ricettati anche attraverso la vendita on line con prezzi specchietto, concorrenziali rispetto a quello di listino. Sul quale si fiondavano gli acquirenti, sia privati sia meccanici e carrozzieri. Quello dei furti di automobili è un mercato redditizio per la criminalità organizzata. La Campania detiene il primato, seguita dal Lazio e dalla Puglia. E la provincia di Salerno nella spiacevole statistica è nei primi posti nella classifica delle aree più tartassate. Quello dei furti di auto è uno dei reati contro il patrimonio tra i più odiati dagli italiani.

L'ADDIO

Finì contro un furgone con lo scooter: 17enne muore dopo due giorni di agonia L’impatto è avvenuto nel tardo pomeriggio di giovedì, ad Acqua dei Pioppi, nell’agro ebolitano. Il ragazzo a bordo del ciclomotore era finito a terra, privo di sensi, con diverse fratture. I soccorritori della Misericordia lo hanno trasferito in ambulanza per poi correre in direzione dell’ospedale. All’arrivo al pronto soccorso, il minore è stato adagiato subito in sala operatoria dove è intervenuta un’equipe di chirurghi e rianimatori. I sanitari hanno tamponato le ferite più gravi. Il paziente è stato poi trasferito in sala tac dove sono apparse evidenti le molteplici fratture e le emorragie agli organi interni. Le gravi condizioni hanno poi convito lo staff sanitario a trasferire il paziente all'ospedale San Leonardo di Salerno, dove è morto dopo pochi giorni. I carabinieri di Eboli giunti in via Acqua dei Pioppi hanno raccolta la testimonianza del conducente del furgone. I due veicoli sono stati sequestrati e trasferiti in un deposito giudiziario. I militari hanno lavorato a lungo per ricostruire la dinamica dell’incidente. Di sicuro lo scooterista o il conducente del furgone hanno invaso la corsia di marcia dell’altro veicolo, provocando l’impatto. (La Città)

LA DISCARICA ABUSIVA

Le Guardie Ecozoofile Anpana di Cava de' Tirreni, ieri verso le ore 17,00, nel corso di predisposti servizi ambientali, a seguito di richieste di alcuni cittadini, hanno eseguito un sopralluogo a Montecorvino Pugliano, in via Benificenza e precisamente nei pressi delle antiche terme borboniche, dove erano accumulate una notevole quantità di lastre di amianto, di cui molte sfaldate. Il materiale danneggiato avrebbe potuto rilasciare polveri altamente cancerogene. Le guardie ambientali hanno quindi segnalato la grave situazione all’autorità giudiziaria e al sindaco, affinché il pericoloso materiale possa essere rimosso in sicurezza ed il prima possibile. 

LA LITE

Episodio di violenza tra minori nel comune di Mercato San Severino, dove un ragazzino di dodici anni è stato preso a pugni da un coetaneo all’interno della villa comunale “Luigi Cacciatore”. La vittima, colpita anche alla testa, è caduta a terra stordita e dolorante. A chiamare il 118 è stata la madre. Sul posto, in pochi minuti, è giunta un’ambulanza che ha trasportato il piccolo all’azienda ospedaliera universitaria “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno dov’è stato tenuto in osservazione. Ma le sue condizioni di salute sono buone. Su quanto accaduto indagano gli agenti della Polizia Municipale, che hanno acquisito i filmati registrati dalle telecamere di videosorveglianza per provare a risalire all’identità del giovane aggressore. (Salerno Today)

IL FURTO

Furto ad Angri: ladri in azione nella chiesetta in via Madonna delle Grazie: trafugate la croce in ferro battuto e la campana. Sono stati i residenti a fare l’amara scoperta ieri mattina, 24 agosto. I residenti del quartiere, dopo aver scoperto del furto, hanno allertato le forze dell’ordine. Indagini in corso per risalire all’identità dei malviventi. È dal 2013, che gli abitanti del quartiere denunciano lo stato di degrado nel quale versa la struttura e hanno lanciato una petizione, che ha riscosso oltre cento adesioni, per chiedere il recupero della chiesa. (Il Mattino)

IL RICONOSCIMENTO

Festa grande al lido Nettuno: conferiti gli encomi dal Comune di Capaccio Paestum ai tre bagnini-eroi Amedeo Milite, Davide Mirarchi e Stefania Itri che, il 18 agosto scorso, salvarono la vita ad un bimbo di 12 anni, colto da malore mentre giocava in acqua e rianimato a riva. A consegnarli è stato direttamente il sindaco, Franco Alfieri, che si è congratulato con i tre bagnini per il grande coraggio dimostrato, aggiungendo di aver contestualmente proposto, alla Prefettura di Salerno, il conferimento di ricompensa al Valor Civile. Sempre presso il noto stabilimento balneare sul litorale della Laura gestito dalla titolare Monica Capo, gli amici del lido Nettuno hanno consegnato, all’esperto bagnino Davide Mirarchi, autore del massaggio salvavita al piccolo turista, anche una targa al merito per testimoniare la loro sincera riconoscenza nei confronti del 65enne, da anni al servizio di bagnanti e turisti, durante i quali si è reso protagonista di numerosi salvataggi in mare mentre vigilava sulla spiaggia. (Stile Tv)

 

 

 

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Conte chiarisce i dubbi degli sportivi: "Allenamenti consentiti solo in forma individuale all'aperto"

Gli allenamenti individuali presso le strutture delle società si potranno fare, purché all'aperto ed evitando contatti. A chiarire un dubbio sorto sull'ultimo Dpcm...

Giovanili, altro colpo di scena: la Lega Pro sospende il campionato Primavera 3

Con il comunicato odierno la Lega Pro dispone la sospensione delle gare in programma dal 31 ottobre p.v. al 24 novembre p.v. del Campionato Primavera 3 2020-2021 –...

Salerno, no alle messe nei cimiteri il 1 e il 2 novembre

Carissimi, in previsione delle prossime ricorrenze del 1 Novembre – solennità di Tutti i Santi – e del 2 Novembre – Commemorazione dei fedeli defunti...

Coronavirus, un morto a Pontecagnano. Situazione critica nella Valle dell'Irno

Il Coronavirus miete una nuova vittima a Pontecagnano. La notizia è stata resa nota dal primo cittadino Giuseppe Lanzara: «Questa non è certo la notizia che...

Giovanili, la Figc sospende tutti i campionati nazionali giovanili tranne la Primavera

Colpo di scena anche per quanto concerne i campionati giovanili nazionali. Visto il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 24 ottobre 2020;
- considerate le...

CSI, pubblicato l'elenco delle manifestazioni sportive d'interesse nazionale

Attraverso un apposito comunicato, il Centro Sportivo Italiano ha comunicato l'elenco delle manifestazioni sportive d'interesse nazionale. Al contempo viene specificato che le...

Salernitana a testa alta a "Marassi", Castori soddisfatto: "Prestazione positiva al di là del ko"

“Al di là del risultato, la prestazione di oggi è stata molto positiva. Abbiamo tenuto molto bene il campo a livello tattico, giocando senza timori...

Sport di squadra non professionistici, l'elenco dei campionati e le categorie che possono disputarsi

A seguito dell'ultimo DPCM che ha ulteriormente posto limitazioni al mondo dello sport, urge fare alcune precisazioni su quali sport appartenenti a leghe non professionistiche e...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?