Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

I fatti del giorno | Tutte le principali notizie di cronaca da Salerno e provincia

26/08/2020

LA CONTESTAZIONE

Cori e fischi hanno accolto questa mattina il leader della Lega Matteo Salvini.Presente per l’inaugurazione del comitato provinciale in piazza XXIV maggio,il numero uno del Carroccio è stato contestato da un gruppo di cittadini Salernitani. “Salerno non si lega”, hanno gridato i contestatori. Dal canto suo, Salvini non si è particolarmente smosso e ha continuato a fare selfie con i simpatizzanti del partito.

APPALTI

Un’altra bufera giudiziaria potrebbe abbattersi nelle prossime ore sulla Regione Campania. La vicenda riguarda un altro appalto assegnato per la stampa delle schede elettorali del prossimo 20 e 21 settembre. Un appalto che nasce con parametri selettivi molto precisi: le tipografie che vogliono partecipare devono dimostrare un fatturato, legato a questo specifico lavoro, di 1 milione e 800mila euro. E con tutte le garanzie sui mezzi di stampa, lo storico degli anni passati. Questi i punti principali. La vittoria, secondo i denuncianti, è andata ad una tipografia che a loro dire non aveva raggiunto quei requisiti, anche perchè la vincente, che oggi lavora a Baronissi ma che proveniene da una lunga storia legata a Cava dei Tirreni. Tanto è vero che due tipografie, proprio per raggiungere il fatturato richiesto dal bando, si erano unite in Ati per rispondere appienno alle richieste. Invece a loro dire tutto ciò non sarebbe stato rispettato dalla commissione aggiudicatrice tanto da aver presentato un ricorso al tar e aftta una denuncia alla Procura della Repubblica. Anche perchè la loro offerta economica avrebbe fatto risparmiare alla Regione 400mila euro. Anche la seconda classificata, che però non rientrerebbe nel fatturato richiesto, tanto da aver presentato ricorso al Tar su altri punti che non sarebbero stati rispettati. Ora tra ricorsi e carte bollate è pronta un’altra guerra giudiziaria e i ricorrenti, espertti nel settore, vorrebbero vederci chiaro. “Alle nostre richieste non abbiamo ricevuto risposte dalla Regione e siamo stati costretti a rivolgerci alla magistratura. Oltre a rispondere ai requisiti tecnici del bando noi offrivamo anche un risparmio economico di non poco valore. Quindi non si riesce a capire il motivo di questa decisione, speriamo che i giudici facciamo chiarezza al più presto”. (Cronache)

A TARALLUCCI E VINO

Con lo stop imposto dal Governo è iniziata la stagione dei balli clandestini. Non importa che si chiamino “cena spettacolo” o “dj set sulla spiaggia”, il risultato è sempre lo stesso: ballare. A una settimana dallo stop per contenere i contagi sul fronte dell’emergenza Covid, infatti, nel Salernitano c’è una parte della movida che continua a pensare solo al business. Un fenomeno duro a morire, grazie anche alla complicità di controlli quasi inesistenti. Nessuno, infatti, nelle ore di punta si adopera per effettuare controlli nelle strutture dove la musica dovrebbe sì continuare a suonare, ma con il tassativo divieto di ballare per non creare assembramenti. Fatta la legge trovato l’inganno. Dopo lo scorso 16 agosto, giorno in cui è stato varato il provvedimento che ha bloccato le danze fino al 7 settembre prossimo, i gestori hanno iniziato a salvare tutto ciò che si poteva fare per questa stagione estiva. Così, se qualcuno ha pensato bene di rispettare le regole, dall’altra parte c’è chi continua a marciare sulla voglia di divertirsi dei propri clienti. Il caso emblematico arriva dalla Costa sud della provincia, che collega la città di Salerno alla Piana del Sele e al Cilento. Epicentro del divertimento resta Eboli, che con i suoi stabilimenti balneari continua ad attirare tanta gente anche dalle altre province della Campania.  Annullati i concerti con i grandi ospiti è venuta meno anche l’affluenza massiccia delle scorse settimane, questo anche a causa dell’impennata di casi nelle prime due settimane di questo mese, si prova dunque a fare di necessità virtù e a non chiudere anzitempo la stagione estiva. Così i dj set continuano. Certo, non mancano le raccomandazioni. “È severamente vietato ballare” si legge sui cartelli posizionati in diverse parti delle strutture balneari. Peccato poi che la situazione cambi alle 18, l’ora in cui parte il conto alla rovescia per il tramonto. A giornata quasi conclusa, in concomitanza delle ultime ore di sole, l’ordinanza del ministro della Salute, Roberto Speranza che sospende le attività di ballo, all’aperto e al chiuso, viene dimenticata. Si danza e gli assembramenti non si contano. Tutto è documentato da foto e video pubblicati come stories soprattutto su Instagram, il principale social network del momento. Qualcuno rimane a debita distanza e balla solo con i propri conoscenti, ma in tanti non lo fanno e dall’interno non ci sono controlli che possano impedire tutto ciò. Non parliamo poi dell’uso delle mascherine, che continua a essere indossata più sui gomiti che sui volti. Se in strada le forze dell’ordine sono impegnate a multare chi non rispetta le regole anti-Covid, nei locali regge ancora l’immunità sulle verifiche da parte di chi è deputato a farle. Nessuno entrava prima dell’ordinanza firmata dal ministro Roberto Speranza e nessuno continua a farlo ora. In questo modo, imprenditori e clienti restano impuniti. Si suona, si canta ma soprattutto si balla. Dovrebbe essere “severamente vietato”, come recitano i cartelli posizionati ben in vista nelle strutture balneari. Ma la voglia di godersi le ultime ore d’oro di questa estate tormentata è troppo forte. Anche se in gioco c’è la nostra salute. (La Città)

IL CASO

Una lettera aperta la Soprintendenza archeologica,belle Arti e paesaggio di Salerno per impedire la demolizione di palazzo Alfani,sede dello storico ristorante Roxy a a Pontecagnano Faiano. A scrivere alla dottoressa Casule, Federico Arcangelo Marra che si batte da sempre per la tutela del patrimonio edilizio storico a Pontecagnano Faiano. In ballo. come è noto, c’è l’edificio che prenderà il posto di palazzo Mingo, la palazzina di via Budetti recentemente abbattuta. In quel caso, il problema era stato sollevato attraverso l’intervento di Italia Nostra a novembre 2019. “Mi è giunta voce e ripeto è giusto una voce (ma vox populi, vox dei) che ci sia l’intenzione di abbattere anche palazzo Alfani in via Tevere, meglio conosciuto come sede del ristorante-pizzeria Roxy, ora chiuso, che purtroppo non è presente nell’elenco degli edifici posti sotto tutela”,ha scritto nella lettera Marra che chiede alla soprintendenza di prevenire questa evenienza. “La cosa mi preoccupa non poco visto il precedente e visto che tale agenzia è legata all’omonimo politico che ha presentato una lista a sostegno del Presidente uscente della Regione Campania a cui l’attuale Amministrazione Comunale è particolarmente devota”, ha scritto ancora Marra. Già il sindaco Giuseppe Lanzara, nel corso del Consiglio comunale tenutosi lo scorso 11 agosto, si era schierato contro questa battimenti dicendo sì disponibile a tutelare coloro che volevano investire nell’edilizia a Pontecagnano Faiano anche a scapito di edifici storici ma non ancora coperti dal vincolo “lasciando chiaramente intendere di non avere alcun interesse alla tutela del patrimonio edilizio storico non ancora tutelato -ha poi scritto il coordinatore di Sinistra Italiana, sezione di Pontecagnano Faiano – La posizione del Primo Cittadino circa i vincoli paesaggistici è stata espressa già nel consiglio comunale precedente ed è totalmente condivisa anche dalla minoranza consiliare: tali vincoli sono stati e sono un freno allo sviluppo economico della nostra città”.da qui dunque la richiesta di un intervento urgente per “arginare questa deriva demolitoria, irrispettosa della memoria dei cittadini e dell’ambiente, vista anche l’intenzione di questa amministrazione di abbattere 33 alberi di alto fusto presenti nelle aree pubbliche”. (Cronache, er.nos.)

L'AGGRESSIONE

Aggressione verbale nei confronti di personale medico a Salerno. Nella serata di ieri un uomo di 50 anni è morto nella sua abitazione a seguito di un malore. I familiari, nonostante i soccorsi prestati dal 118, hanno inveito contro il personale medico rendendo necessario l'intervento della sezione radiomobile dei carabinieri. L'Autorità giudiziaria, informata dai militari dell'Arma, ha disposto il trasferimento della salma all'ospedale Ruggi di Salerno e valuterà l'opportunità di ulteriori accertamenti.

GLI UNDER DELLA POLITICA

L’onda dei giovani under 30 si abbatte sulla tornata elettorale e conta di ritagliarsi un ruolo di primo piano nella geografia del prossimo consiglio comunale di Angri. L’esercito dei giovani annovera decine di militanti pronti a contendere i posti nel civico consesso ai più navigati candidati. L’età media dell’assise si è abbassata negli ultimi cinque anni con diversi consiglieri comunali poco più che 30enni che hanno avuto la possibilità di maturare un’esperienza amministrativa alla guida della città dell’Agro nocerino sarnese. La maggioranza dell’uscente Cosimo Ferraioli ha registrato la presenza della presidente del consiglio comunale Carmen Fattoruso, di Giuseppe Del Sorbo e Antonio Palumbo. Più “maturo” il gruppo di opposizione. Nella griglia di partenza i tanti giovani sono distribuiti equamente nelle varie coalizioni a supporto dei cinque candidati alla poltrona di primo cittadino e in tale contesto la palma del più giovane va al candidato del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Iozzino, alla sua prima esperienza politica in città. I “pentastellati” presentano in lista la giovanissima classe 2001, Rosita De Vivo. A prendere parte alla competizione elettorale ci saranno anche diversi esponenti del “Forum dei Giovani” con in testa il presidente Gerardo Montella, in squadra con Pasquale Mauri. L’ex sindaco ha allestito una lista, “Angri Rinasce”, in cui sono presenti diversi volti nuovi alla prima partecipazione ad una campagna elettorale ma che negli anni hanno avuto modo di militare anche nei gruppi giovanile dei partiti. È il caso di Roberto D’Antonio che ha militato nel Pd e si presenta nella compagine giovanile dell’area “mauriana”. Prima esperienza anche per il 26enne Sebastiano Imparato nella civica “Angri Nasce”. Nella coalizione di maggioranza spicca il nominativo di Christian Montella, esponente del “Forum dei Giovani” e da alcuni anni addetto stampa della locale compagine di basket. La presenza nella lista “Cosimo Ferraioli Sindaco” non passa inosservata in considerazione del suo impegno in molteplici comparti e l’appartenenza ad una delle famiglie più conosciute e numerose della città. Altra “new-entry” è presente nella lista “Noi con Cosimo” che annovera la classe 2000 Adele Desiderio, pure lei alla sua prima apparizione nello scenario politico angrese. Componente “verde” anche per l’aspirante primo cittadino Alberto Milo, che tra i suoi candidati di primo piano presenta Liberato Abate, già in campo nella passata competizione del 2015 a sostegno del candidato Pasquale Mauri, oltre all’esordiente Giovanni Longobardo, nato nel 2000, e Ludovico Lopez, del 2001. Nel gruppo “Grande Angri” si punta sulla giovane Francesca Orlando. Nella lista a supporto della candidatura del poliedrico Eugenio Lato ci sono Marta Tarallo, Francesco Stile, tutti nati a ridosso del nuovo secolo, e Aurora De Mattia del 2001. (La Città)

CARETTA CARETTA

Schiuse ben 42 uova domenica scorsa, sulla spiaggia di Palinuro. Poco prima della mezzanotte, tante tartarughine caretta caretta hanno potuto guadagnare la riva. Il nido era stato predisposto da mamma tartaruga il 13 luglio scorso nei pressi dell’hotel Saline e la schiusa era attesa per i prossimi giorni. Ma i piccoli sono nati prima. Un bello spettacolo della natura che ha attirato una grande folla di curiosi. Tanto che il sindaco Carmelo Stanziola a richiedere il supporto della Protezione civile, a coadiuvare i volontari dell’Enpa. Schiusa di uova anche ad Acciaroli di Pollica: 15 le tartarughine che hanno visto la luce. (La Città)

FOGLIE DI TEATRO

Giovedì 27 agosto 2020, in largo Santa Maria dei Barbuti, nel centro storico di Salerno, per la XXXV edizione del “Barbuti Festival”, per la parallela rassegna “Foglie di teatro”, va in scena “Vendetta” di Andrea Carraro (ore 21.00, 22.00, 23.00). Con Andrea Carraro, Amelia Imparato, Cinzia Ugatti e Mimma Virtuoso. Disegno luci e assistenza audio di Virna Prescenzo. Ingresso 10 euro (www.postoriservato.it).  “Foglie di teatro” è un progetto originale che mette insieme in un unico biglietto lo spettacolo teatrale e la passeggiata culturale “Salerno tra storia e leggenda” (coordinamento dell’associazione Erchemperto). Sia il primo che la seconda, in una stessa serata avranno tre ripetuti appuntamenti. “Foglie di teatro – spiega l’attore e regista Andrea Carraro – è una iniziativa partorita dalla fervida fantasia di Raffaele Sguazzo che spinge e si impegna per un teatro immediato, vario e conciso. Legandosi al tema della serata, lo spettatore viene calato nella atmosfera di una prova teatrale, con tutte le complicazioni e fatiche che comporta. Il teatro è frutto oltre che della genialità anche della tenacia e della perseveranza. A dare il via di ogni serata sarà una tarantella molto dissacrante che creerà la giusta armonia tra estro e tradizione. La serata del 27 agosto è dedicata al tema della Vendetta. Saranno proposte le soluzioni spesso violente e sanguinose di chi vuole procurarsi il risarcimento dei torti subiti. Protagonisti saranno Marguerite Yourcenar, William Shakespeare e Molière. Pillola finale sarà un inedito sul tema della vendetta del virus.  Durata: 45 minuti, dalle 21.00 alle 21.45, perché incombono gli spettatori delle 22.00. Lo stesso dicasi degli spettatori delle 23.00. Sì! Perché lo spettacolo si ripeterà per tre volte, nella stessa serata. Pubblico diverso per età e gusto, ma tutto accomunato dalla voglia di rispondere per le rime all’ “inopportuno” virus. Un pubblico, che, prima dello spettacolo, è stato condotto in una passeggiata nel centro storico”.

L'INIZIATIVA

Il Comune di Nocera Superiore ha visto approvato e finanziato con 18mila euro dal programma Erasmus+ il progetto ‘’Why Preserve History?’’ realizzato in collaborazione con Moby Dick ETS e con il coordinamento del consigliere Raffaele Satiro. L’iniziativa si terrà nei mesi di gennaio e marzo 2021 e vedrà ospiti 32 tra giovani ed esperti nel campo dell’archeologia provenienti da Croazia, Cipro, Romania ed Italia. L’obiettivo generale è quello di sensibilizzare lo spirito comunitario e di diventare cittadini responsabili ed europei capaci di interiorizzare che l’Europa si deve costruire costantemente sulle diversità locali rappresentate dalla conoscenza della propria storia e dalla promozione e valorizzazione dei beni culturali. I partecipanti condivideranno le loro conoscenze tradizionali, culturali e artistiche, imparando l’uno dall’altro il diverso modo di osservare e praticare l’arte. La comunità locale avrà l’occasione di confrontarsi con buone prassi europee per la promozione e la mesa in rete dei siti archeologici e i beni culturali in generale. Il progetto mira a iniziare un percorso di valorizzazione del patrimonio locale in ottica non solo regionale e nazionale, ma andando dritto alla promozione e condivisione a livello europeo. Le attività interesseranno l’intero territorio comunale ed in particolare il parco archeologico dove i partecipanti studieranno le migliori tecniche comunicative e realizzeranno video-documentari, condividendo il loro lavoro su piattaforme social e web di settore, sviluppando nel contempo le loro competenze digitali finalizzate ad elaborare un piano innovativo di marketing e comunicazione per Nocera Superiore.

LA COMMEMORAZIONE

Questa mattina, a Salerno, con inizio alle ore 10.00, in Piazza Vittime del Terrorismo, nel rispetto delle misure di contenimento previste dalla normativa COVID – 19, alla presenza del Prefetto della Provincia di Salerno, dott. Francesco Russo e del Questore della Provincia di Salerno, dott. Maurizio Ficarra, si è tenuta una breve cerimonia di deposizione di tre corone di alloro (una della Polizia di Stato, una dell’Esercito Italiano e una del Comune di Salerno), presso il monumento eretto, per ricordare il barbaro attentato terroristico che provocò, in data 26 agosto 1982, in via Parisi (ora Piazza Vittime del Terrorismo – Quartiere Torrione), la morte dell’Agente della Polizia di Stato Antonio Bandiera, dell’Agente Scelto della Polizia di Stato Mario De Marco e del Caporale dell’Esercito Italiano Antonio Palumbo. Alla commemorazione, a partecipazione necessariamente limitata in considerazione della contingente situazione sanitaria a rischio epidemiologico, sono intervenuti il Sindaco del Comune di Salerno, dr. Vincenzo Napoli, il Ten. Col. Gianpiero D’Urso del reggimento Cavalleggeri Guide 19° di Salerno e rappresentanti dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato. La breve cerimonia è proseguita subito dopo con un minuto di raccoglimento – durante il quale la vedova dell’Agente De Marco ha adagiato un fascio di fiori ai piedi del monumento – e con la benedizione da parte del Cappellano Provinciale della Polizia di Stato. La Polizia di Stato, commemorando il sacrificio dei suoi caduti, ha inteso conservare non solo il ricordo delle giovani vite spezzate che appartengono al patrimonio morale del nostro paese, ma soprattutto la speranza di un impegno coerente di tutti per difendere ed affermare la civile convivenza degli uomini ed i valori democratici della libertà e della giustizia.

L'EVENTO

Sarà il Ministro della Salute, Roberto Speranza, a partecipare, a nome del Governo italiano, agli eventi che si terranno a Scala in occasione del IX centenario della morte del Beato Gerardo Sasso. Il 3 settembre alle 10.15 il Ministro prenderà parte alla solenne Celebrazione Eucaristica presieduta dal Cardinale Angelo Maria Becciu nel Duomo di San Lorenzo, al termine della messa pronuncerà il saluto ufficiale. Il comune di Scala, paese più antico della Costiera Amalfitana, farà memoria del suo figlio illustre, fondatore dell’Ordine degli Ospitalieri di San Giovanni di Gerusalemme, divenuto poi Sovrano Ordine Militare dei Cavalieri di Malta, con una tre giorni di incontri e dibattiti sui temi cari al Beato Gerardo Sasso: dialogo interreligioso, solidarietà e fratellanza tra i popoli. La commemorazione verrà aperta il primo settembre alle 19 con un convegno dal titolo “Incontri e confronti: l’incontro con i Musulmani”; a seguire il 2 settembre “Gerardo e Francesco due Italiani e l’oriente” un dialogo tra Padre Enzo Fortunato, Domenico De Masi, Antonio Scurati e lo scultore Jago. Il 3 settembre alle 10.00, nel Duomo di San Lorenzo, si terrà la solenne celebrazione Eucaristica presieduta dal Delegato Speciale della Santa Sede presso il Sovrano Ordine di Malta, Card. Angelo Becciu, in diretta su TV2000. Alla solenne commemorazione parteciperanno tra gli altri: il Ministro della Salute, Roberto Speranza, il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, il Sindaco di Scala, Luigi Mansi, e il Luogotenente interinale dell’Ordine dei Cavalieri di Malta, Fra’ Ruy Gonçalo do Valle Peixoto de Villas Boas.  Alle 17 si terrà la presentazione dei due francobolli celebrativi di Poste Italiane: uno realizzato dall’artista Mimmo Paladino, l’altro sulla bozza di un disegno di Dario Fo, ospite a Scala nel 2009, che ritrae la facciata del Duomo di San Lorenzo. Due immagini che rappresentano due opere d’arte contemporanea. Gli eventi in onore del Beato Gerardo Sasso si concluderanno alle 19 con un concerto gratuito del violinista Uto Ughi. Parteciperanno all’evento la presidente di Poste Italiane, Maria Bianca Farina, e l’Amministratore Delegato di Alitalia, Fabio Lazzerini.

LA BOMBA

Nocera Inferiore: ieri mattina, 25 agosto, in località Piedimonte è stata rinvenuta una bomba carta inesplosa vicino all’ingresso del deposito di una ditta di onoranze funebri. L’area è stata messa in sicurezza e l’ordigno prelevato. (Il Mattino)

A Battipaglia vernice nera sui botteghini appena rifatti del "Pastena" e caccia al bucatore seriale di gomme d'auto.

L'INDAGINE

Dirigente dell’Arpac indagata per i controlli presso le fonderie Pisano, candidata al consiglio regionale della Campania, in una lista a sostegno del presidente uscente Vincenzo De Luca. A segnalarlo Lorenzo Forte, presidente del comitato Salute e Vita che ha inviato una lettera aperta ai candidati alla carica di presidente di Palazzo Santa Lucia Stefano Caldoro, Valeria Ciarambino, Giuliano Granato, Luca Saltalamacchia, Sergio Angrisano e Giuseppe Cirillo. La dirigente, candidata nella lista Noi Campani di Clemente Mastella è stata rinviata a giudizio nel processo ancora in corso assieme ad altri suoi colleghi per falso ideologico e abuso d’ufficio per i controlli effettuati presso le fonderie Pisano. All’epoca dei reati contestati era dirigente Aria e Agenti Fisici del Dipartimento di Salerno, successivamente è stata trasferita in autotutela dall’ente presso altra sede. I fatti si riferiscono al report dell’ispezione ordinaria AIA del 22 luglio 2013 e i verbali dei sopralluoghi di ottobre e dicembre dello stesso anno: secondo le accuse in quei documenti ci sarebbero dichiarazioni contrarie al vero. In particolare, gli imputati, non evidenziavano nelle relazioni le norme ambientali violate (sforamenti nelle emissioni dei camini, scarichi delle acque non conformi, gestione illecita di rifiuti), né impartivano prescrizioni per obbligare i titolari ad adeguarsi alle normative. Inoltre, non risultano effettuate le ispezioni ordinarie alla fonderia negli anni 2014 e 2015. (Cronache)

L'ASSALTO SVENTATO

Questa mattina alle 9,30 e’ arrivato l’allarme ai carabinieri quando la centrale operativa di Nocera inferiore ha segnalato la fuga di due fuoristrada ad un posto di controllo organizzato a Sarno da una volante della polizia. La centrale operativa ha cosi’ diramato le ricerche su tutto il territorio partenopeo. Ed e’ stata proprio una pattuglia di militari dell’Arma della stazione di Striano che in via Palma, intorno alle ore 10.30, ha intercettato i due fuoristrada. Uno dei due veicoli, con una manovra azzardata, e’ riuscito a sfuggire alla cattura. Il secondo, invece, per evitare la pattuglia, ha invaso la corsia di marcia opposta, colpito la fiancata destra di un’utilitaria al cui interno vi erano due bambini e i loro genitori, poi un muro e un palo della luce. Nonostante il forte impatto, solo la madre dei piccoli ha subito lievi escoriazioni alle ginocchia. Col veicolo in panne, impossibilitato a proseguire la sua corsa, il fuggitivo ha provato a dileguarsi a piedi. Tuttavia ‘uomo e’ stato bloccato e arrestato: a finire in manette per resistenza Luigi Ferro, 51enne di San Marco in Lamis (Caserta) gia’ noto per reati contro il patrimonio. Poco lontano dall’incidente, i carabinieri della sezione radiomobile di Torre Annunziata hanno rinvenuto e sequestrato un furgone al cui interno vi erano numerosi chiodi a tre punte, generalmente utilizzati per creare bande chiodate e facilitare le rapine ai portavalori. (Agro Today)

LA PAURA

Attimi di paura questa mattina in località Spinazzo a Capaccio Paestum, dove ha preso fuoco la cucina di un’abitazione in Via del Contado. A causare l’incendio è stata un’improvvisa fuga di gas che ha innescato una violenta deflagrazione causando danni in tutte le stanze dell’appartamento al piano terra. Allertati dai vicini, sul posto sono giunti i vigili del fuoco e un’ambulanza che ha trasportato all’ospedale di Eboli il proprietario dell’immobile, un 83enne che ha riportato ustioni varie su tutto il corpo. I caschi rossi hanno impiegato circa mezzora per domare il rogo che ha causato non pochi danni, e mettere in sicurezza l’abitazione: secondo i primi rilievi, l’uomo si era appena alzato dal letto e si stava preparando il caffè accendendo il fuoco sui fornelli, quando è stato improvvisamente investito dallo scoppio. (Radio Alfa)

IL FURTO

Furto ai danni di una villeggiante a Palinuro. E’ successo ieri sera alle ore 22 in piazza Virgilio, in pieno centro. Una giovane turista consumava un trancio di pizza seduta su una delle panchine della piazzetta quando si è sentita sfilare qualcosa dalla borsa. Subito si è resa conto che mancava il portafogli. Ha allertato un agente della polizia locale prestante servizio sul luogo il quale l’ha invitata a verificare se lo avesse smarrito. (Info Cilento)

IL LUTTO

E’ morto ieri mattina all’ospedale di Oliveto Citra il 65enne di Campagna, Donato Vece. Ieri, mentre guidava il trattore nella zona collinare di Puglietta, l’uomo è caduto dal mezzo venendo schiacciato dalle ruote. Soccorso dai medici del 118 è stato trasportato d’urgenza in ospedale poi ricoverato in Rianmazione senza mai riprendere conoscenza. Sulla dinamica indagano i carabinieri. La salma è stata sequestrata. (Radio Alfa)

L'INCIDENTE

Incidente nel primo pomeriggio di oggi sulla via del mare che da Perdifumo conduce a Castellabate. Il sinistro è avvenuto in località San Pietro e ha visto protagonisti un automobilista e un motociclista. Ad avere la peggio è stato il centauro che è finito a terra rovinosamente. Soccorso dai sanitari del 118 è stato trasferito in ospedale. Le sue condizioni non sarebbero gravi. Ai carabinieri è toccata la ricostruzione dell'accaduto. Il traffico è andato naturalmente in tilt.

LEGGI ANCHE: Scuola: le reggenze in Cilento, Diano e Alburni

 

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Conte chiarisce i dubbi degli sportivi: "Allenamenti consentiti solo in forma individuale all'aperto"

Gli allenamenti individuali presso le strutture delle società si potranno fare, purché all'aperto ed evitando contatti. A chiarire un dubbio sorto sull'ultimo Dpcm...

Giovanili, altro colpo di scena: la Lega Pro sospende il campionato Primavera 3

Con il comunicato odierno la Lega Pro dispone la sospensione delle gare in programma dal 31 ottobre p.v. al 24 novembre p.v. del Campionato Primavera 3 2020-2021 –...

Salerno, no alle messe nei cimiteri il 1 e il 2 novembre

Carissimi, in previsione delle prossime ricorrenze del 1 Novembre – solennità di Tutti i Santi – e del 2 Novembre – Commemorazione dei fedeli defunti...

Coronavirus, un morto a Pontecagnano. Situazione critica nella Valle dell'Irno

Il Coronavirus miete una nuova vittima a Pontecagnano. La notizia è stata resa nota dal primo cittadino Giuseppe Lanzara: «Questa non è certo la notizia che...

Giovanili, la Figc sospende tutti i campionati nazionali giovanili tranne la Primavera

Colpo di scena anche per quanto concerne i campionati giovanili nazionali. Visto il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 24 ottobre 2020;
- considerate le...

CSI, pubblicato l'elenco delle manifestazioni sportive d'interesse nazionale

Attraverso un apposito comunicato, il Centro Sportivo Italiano ha comunicato l'elenco delle manifestazioni sportive d'interesse nazionale. Al contempo viene specificato che le...

Salernitana a testa alta a "Marassi", Castori soddisfatto: "Prestazione positiva al di là del ko"

“Al di là del risultato, la prestazione di oggi è stata molto positiva. Abbiamo tenuto molto bene il campo a livello tattico, giocando senza timori...

Sport di squadra non professionistici, l'elenco dei campionati e le categorie che possono disputarsi

A seguito dell'ultimo DPCM che ha ulteriormente posto limitazioni al mondo dello sport, urge fare alcune precisazioni su quali sport appartenenti a leghe non professionistiche e...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?