Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

Mancano le aule, il Liceo Alfano I proclama lo stato di agitazione

23/08/2020

da Cronache del 23 Agosto

Si preanuncia un fine estate davvero caldo per gli studenti ed i docenti del Liceo Alfano I di Salerno. Dopo la vicenda che li ha visti protagonisti insieme all’Istituto comprensivo “Alfano-Quasimodo” in merito alla restituzione di alcune aule date in prestito, ora tornano a far parlare di loro. A poche settimane dall’inizio del nuovo anno scolastico infatti, sembra che i docenti e gli studenti del Liceo salernitano, abbiamo intenzione, da martedì 25 agosto di proclamare lo stato di agitazione. La data non è casuale, perchè proprio martedì, l’ufficio edilizia scolastica della Provincia di Salerno, dovrebbe fare una nuova ricognizione di tutti gli istituti di istruzione secondaria per verificare la distribuzione degli spazi e se ci sono problematiche urgenti da dover risolvere. E le problematiche sugli spazi al Liceo Alfano I ci sono e sono anche troppe. La scuola già da prima del lockdown lamentava una mancanza di spazi rispetto al numero di alunni iscritti. Tant’è vero che negli anni hanno ottenuto dal Comune, proprietario dell’edificio che ospita non solo il Liceo, ma anche l’Istituto Comprensivo, il permesso di utilizzare proprio delle aule destinate all’ “Alfano-Quasimodo” ed ancora avevano ottenuto l’autorizzazione dal vicino Istituto Galileo di poter utilizzare sei delle loro aule per ospitare altrettante classi. Negli anni la dirigenza del Liceo aveva chieso alla Provincia nuovi spazi, ma la richiesta purtroppo non è mai stata accolta, ora con le nuove regole dettate dalla pandemia, la situazione è diventata ancora più grave. Infatti l’Istituto Comprensivo, si è ripreso le aule concesse negli anni addietro e dal Galilei non si sà quante aule potranno essere concesse, questo ovviamente creerà non pochi problemi per il ritorno a scuola dei ragazzi. Di qui la presa di posizione, prima dei docenti, ed ora degli stessi studenti, che vogliono proclamare lo stato di agitazione al fine di riuscire ad ottenere risposte certe sul loro futuro. Proprio in queste ore i rappresentati degli studenti stanno chiedendo alla Questura di Salerno le necessarie autorizzazioni per poter posizionare davanti al loro istituto un presidio stabile e mettere in atto una raccolta firma per riuscire ad ottenere nuovi spazi o quanto meno per riavere dall’Istituto Comprensivo “Alfano-Quasimodo” le aule che sono state tolte. La loro idea orginale era quella di organizzare un corteo di protesta, ma purtroppo a causa delle nuove regole anti Covid-19, non sarà possibile, così hanno deciso, di realizzare il presidio, coinvolgendo tutti coloro che in questi giorni passeranno davanti al loro istituto. Un presidio che servirà non solo per raccogliere le firme, ma anche per richiamare l’attenzione degli enti, provincia e comune, al fine di trovare una soluzione a questo problema. Soluzione che secondo docenti e studenti potrebbe essere solo la ripartizione in maniera più equa degli spazi tra loro e l’istituto comprensivo “Alfano -Quasimodo” che, come più volte hanno sottolineato ha molti meno iscritti rispetto a loro e quindi meno necessità.

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Pallanuoto, il sabato di A2 maschile sorride alle napoletane. Bogliasco e Catania in finale play-off

Sabato 12 giugno si sono disputate le partite di gara 3 delle Semifinali dei play-off e play-out del campionato di Serie A2 maschile di Pallanuoto.Finali sempre al meglio delle...

Marina d’Arechi è tra i primi approdi Covid Free: vaccinati tutti gli operatori

Marina d’Arechi tra i primi approdi turistici Covid Free. Lo ha annunciato Agostino Gallozzi, presidente di Marina d’Arechi SpA evidenziando che tutto il personale...

Odissea vaccinazioni nei Picentini: "Dateci un pullman"

Odissea per gli anziani dei Picentini. Il vaccino diventa un calvario per chi non può spostarsi in auto. E i sindaci reclamano bus. E centri più vicini. Garantire...

Norme anti Covid, su spiagge salernitane tornano i vigilantes ma città verso zona bianca

Spiagge libere ma, anche quest’anno, dovrebbero tornare i vigilantes per verificare il corretto rispetto delle norme anti Covid. Lo ha annunciato l’assessore...

Salerno, il sindaco: "Chiederemo alla Regione un collegamento con Procida"

“Sicuramente faremo presente alla Regione Campania, la necessità di attivare una tratta via mare Salerno -?Procida, in vista delle iniziative che si terranno...

Salerno, al via le selezioni di Sanremo Giovani

E’ già tempo di selezioni per Sanremo Giovani e il 30 giugno a partire dalle ore 19, presso la stazione marittima, tanti aspiranti professionisti si presenteranno...

Salerno, recuperati gli affreschi a Santa Maria de Lama

Una piccola chiesa, estremamente grande per la sua storia, restituisce ai salernitani una parte degli affreschi in essa contenuta. Gli affreschi che sono stati riportati alla...

Pontecagnano, ripascimento del litorale: Legambiente va in tribunale

Dopo l’aggiudica del maxi-appalto a Pontecagnano Faiano, si riaccende la protesta degli ambientalisti contro il grande progetto di difesa e ripascimento della fascia...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?