Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

Inchiesta Covid Center, altri tre indagati

04/08/2020

Si allarga l’inchiesta sui Covid center della Campania. Oltre Verdoliva, sul registro degli indagati sono finiti anche Luca Cascone, consigliere regionale e presidente della commissione trasporti e il manager della Soresa. L’ipotesi di reato della Procura della Repubblica di Napoli è di turbativa d’asta e frode. Sotto la lente d’ingrandimento è finito il maxi appalto da 18 milione di euro necessario per la realizzazione dei Covid Hospital, compreso quello realizzato in un’area del “Ruggi d’Aragona” di Salerno. La Procura di Napoli, con il pm Mariella Di Mauro e il procuratore aggiunto Giuseppe Lucantonio, ha acceso i riflettori sulle decisioni di quei giorni, a metà dello scorso mese di marzo. Da qui l’acquisizione di atti e i primi indagati. A partire dal manager dell’Asl Napoli 1, Ciro Verdoliva, al quale e’ stato anche sequestrato il cellulare. Poi Luca Cascone e il presidente della Soresa, Corrado Cuccurullo. A Cuccurullo e’ stato sequestrato il computer di servizio in Soresa dai cui uffici sono stati prelevati anche altri pc. Per quanto riguarda Cascone il sequestro ha riguardato il pc ed il telefono. Perquisiti dai carabinieri, che hanno operato su delega della Procura, la sua abitazione e l’ufficio in Regione. Il salernitano Luca Cascone, con un post su Facebook, dopo l’acquisizione di documenti ha chiarito: «sarà questa l’occasione migliore per spiegare nell’unica sede competente i miei comportamenti in quei giorni cosi’ complicati per la Campania e l’Italia e anche per dimostrare il supporto fattivo offerto lontano dai riflettori. Fiducia assoluta che tutto si chiarira’ al piu’ presto: io sono una persona perbene».

Nuovi sviluppi sull’inchiesta sui Covid Center della Regione Campania. Si allunga la lista degli indagati. La Procura di Napoli ha infatti iscritto sul registro anche Roberta Santaniello, dirigente dell’ufficio di gabinetto della giunta regionale della Campania. Salgono a quattro, al momento, gli indagati nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Napoli (pm Mariella Di Mauro, procuratore aggiunto Giuseppe Lucantonio) sulla realizzazione degli ospedali Covid. Oltre la Santaniello, nei giorni scorsi, nel mirino degli inquirenti erano finiti: Ciro Verdoliva, dirigente dell’Asl Napoli 1, il consigliere regionale Luca Cascone e il presidente della Soresa, Claudio Cuccurullo. Il reato contestato è quello di turbativa d’asta. Nel corso degli ultimi giorni sono stati acquisiti documenti ma anche i cellulari e i pc degli indagati. Nel mirino c’è l’appalto di 18 milioni di euro per la realizzazione degli ospedali, tra cui quello allestito in un’area del Ruggi d’Aragona di Salerno.

FONTE: L'Ora di Cronache

AGG. Si allarga l’indagine della Procura di Napoli che sta cercando di fare luce sulla realizzazione degli ospedali modulari anticovid in Campania, un appalto da 18 milioni di euro: quattro sarebbero le persone indagate anche se non si esclude che gli avvisi di garanzia possano interessare anche altre persone. L’ultimo emerso riguarda Roberta Santaniello, dirigente dell’ufficio di gabinetto della Giunta regionale della Campania. Precedentemente l’attenzione degli inquirenti si era concentrata sul dirigente dell’Asl Napoli 1 Ciro Verdoliva, sul consigliere regionale Luca Cascone e sul presidente della Soresa, la centrale per gli acquisti per enti sanitari, societa’ partecipate, enti strumentali e altre PA della Regione Campania, Claudio Cuccurullo. A tutti gli inquirenti della sezione reati contro la Pubblica Amministrazione (sostituti procuratori Mariella De Mauro e Simone de Roxas) coordinata dal procuratore aggiunto Giuseppe Lucantonio contestano a vario titolo il reato di turbativa turbativa d’asta e frode in pubbliche forniture. Alla gara per le realizzazione degli ospedali modulari che riguardavano le citta’ di Napoli (Ospedale del Mare), Caserta e Salerno, vinta da una impresa di Padova, presero parte sette ditte. Sono ora in corso accertamenti da parte degli investigatori su tablet, cellulari e personal computer sequestrati agli indagati con l’obiettivo di scandagliare conversazioni, mail e altro materiale informativo che i magistrati potrebbero avere a disposizione tra una decina di giorni. Tutto a sostegno delle ipotesi accusatorie che almeno per ora restano tali. Da Torre del Greco il governatore della Campania Vincenzo De Luca ha sottolineato il lavoro “straordinario” fatto “grazie alla collaborazione dei cittadini e del personale medico e sanitario. Abbiamo evitato una ecatombe”, ha detto il presidente, quando, “a livello nazionale aspettavano un disastro in regione Campania. Abbiamo invece dato prova di corretta attivita’ amministrativa e di ordine”. In un post pubblicato sul suo profilo Fb da Roberta Santaniello, la dirigente regionale esprime fiducia nel lavoro della magistratura: “In quei giorni una delle cose a cui pensavo sempre era quando avrei rivisto la mia famiglia, i miei nipoti”, si legge nel post, “le mie giornate cominciavano alle 7 finivano alle 23 per assolvere al compito affidatomi. Tutto, rischiando la salute, mentre il mondo era chiuso, per aiutare a superare la piu’ grande emergenza dei nostri tempi e per dare ai cittadini cio’ di cui avevano bisogno nel piu’ breve tempo possibile. Oggi la magistratura indaga e ho piena fiducia nel loro lavoro. Tutto si chiarira’ come dovuto, sono serena, tranquilla e continuo a lavorare a testa bassa come sempre”. Anche il consigliere regionale Luca Cascone, prima che il suo nome venisse alla ribalta, e anche dopo, attraverso i social aveva sottolineato la correttezza del suo operato.

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Salerno, accese le Luci d'Artista. De Luca rimprovera ragazzina senza mascherina

Accese le Luci natalizie a Salerno. Alle ore 16.30 il via all'edizione 2021 della kermesse che ormai è divenuta tradizione per la città capoluogo. Un'inaugurazione...

De Luca torna nel mirino dei no-vax: "Bruciategli casa"

Vincenzo De Luca finisce di nuovo nel mirino dei “no vax”: anche ieri, infatti, su alcuni gruppi su web e social dove si “organizza la rivoluzione”,...

Antonio Caso, il futuro dell’influencer si tinge di cinema?

Antonio Caso punta in alto. Il giovanissimo influencer italiano ha diversi progetti, aspirazioni, ambizioni ma le idee sono chiare: alzare l’asticella fissando...

Domani inaugura Alchimia - Pizza & Fritti Concept in zona Arechi

C’è un nuovo viaggio sensoriale in città. Un nuovo gusto da comprendere e assaporare. Un nuovo viaggio tra terra, acqua, aria e fuoco. Mettetevi comodi e...

VI appuntamento con Salerno Classica SONATA DANTIS sabato 4 dicembre 2021

Salerno, sabato 4 dicembre, chiesa di San Giorgio, ore 20,30. Il concerto ha un tagliando d’ingresso che varia dai 7 agli otto euro, con biglietti ridotti per gli studenti...

Torna dal 17 al 30 dicembre 2021 CAFÈ CHANTANT CRAZY EDITION di e con Lara Sansone al teatro Sannazaro

Dal 17 al 30 dicembre 2021 al Teatro Sannazaro torna il mitico Cafè chantant di e con Lara Sansone, Corrado Ardone, Massimo Peluso, Mario Aterrano, Mario...

Pallanuoto, rinviate altre due partite de L'Ekipe Orizzonte: salgono a 4 le gare da recuperare in A1 femminile

Salgono a 4 le partite rinviate nel campionato di A1 femminile. Dopo la sfida tra Pallanuoto Trieste e Bogliasco (per casi di positività nel gruppo squadra alabardato) e...

Pallanuoto, VetroCar Css Verona alle Monte Bianco con Trieste. Sparano: "Evitare pericolosi cali di concentrazione"

È vigilia di settimo turno di campionato, in cui la VetroCar Css Verona ospita alle Monte Bianco la Pallanuoto Trieste. Le gialloblù di Paolo Zizza hanno un unico...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?