Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

Il quartiere Mariconda abbandonato dal sindaco Napoli e soci: il caso di Villa Bracciante

06/07/2020

da Cronache del 6 Luglio

Nei pensieri dell’amministrazione De Luca, Villa Bracciante, in via Villafranca, doveva costituire il polmone verde del quartiere Mariconda, popoloso rione della zona orientale della città. Come si legge sul sito del Comune, “rappresenta il fiore all’occhiello di un più complesso intervento di risanamento urbanistico condotto negli anni Novanta dall'Amministrazione comunale in tutto il quartiere, con la realizzazione di nuove piazze, parcheggi, viali alberati, pubblica illuminazione” La villa è intitolata a un giovane residente della zona, appunto Ciro Bracciante, deceduto immaturamente in tragiche circostanze. Non pochi gli interventi negli ultimi anni per recuperare la Villa che, ormai, versa in stato di abbandono. Complice la vicinanza con il Parco del Mercatello, in molti preferiscono allungarsi di qualche passo. Eppure, basterebbe poco per recuperare la struttura, le giostrine per i bambini ormai in disuso. Certo, c’è una persona che, quotidianamente, presta la propria opera nel parco di Mariconda, andando già ben oltre le sue competenze. Nei limiti cerca di mantenere tutto pulito, mantenendo aperta Villa Bracciante per qualche ora che va ben oltre il suo orario di lavoro. Ma certo, non può aggiustare le giostrine e nemmeno effettuare una potatura degli alberi. Lavori che, tra l’altro, non sono di sua competenza. Villa “Ciro Bracciante”, in potenza un delizioso fazzoletto di verde ricreato tra i più alti palazzi del popoloso quartiere della zona orientale della città, versa in condizioni disastrose, nonostante solo pochi anni fa il Comune procedette alla riqualificazione dell’area dotandola di attrezzature ludiche per i bambini e d’impiantistica. Non è tanto lo stato delle aiuole a destare scalpore – sono pulite e l’erba e le siepi sembrano abbastanza curate – quanto piuttosto le panchine, le giostrine per i bimbi. Segno del tempo, ma anche di qualche vandalo notturno che, di questi tempi, non mancano mai. Per i giovani del posto è l’ennesimo spazio loro dedicato che versa in condizioni di degrado con erba alta, panchine di legno distrutte e giostrine rotte, per non parlare dei muri imbrattati, ad opera di qualche incivile. Diverse le lamentele da parte degli abituali frequentatori del parco giochi che chiedono un intervento immediato da parte dell’amministrazione comunale affinché proceda almeno alla totale rimozione dei rami che hanno letteralmente invaso una parte della villetta, mettendo a rischio l’incolumità dei bambini che, cadendo, potrebbero seriamente farsi male.

La situazione in cui versa Villa Bracciante non può che fargli male, ma molto. Non fosse altro che, ancora una volta, vede dimenticare suo Fratello Ciro. Scomparso in maniera tragica e immatura non senza qualche imperizia di chi avrebbe dovuto salvargli la vita. «Fa male vedere lo stato di Villa Bracciante. – afferma Antonio Bracciante – Basterebbe poco per recuperarla e renderla funzionale per la gente del posto. Il quartiere ha le sue peculiarità e un centro di aggregazione non può che far bene. E penso anche alle persone anziane che avrebbero la possibilità di qualche ora di fresco, se potessero accedervi tranquillamente e senza pericoli». Da qualche tempo c’è un operaio che cerca di mantenere tutto in ordine, anche oltre le proprie competenze. «E lo ringrazio di cuore. – riprende Bracciante – Va ben oltre quanto gli spetterebbe fare. Ma certamente non è compito suo aggiustare le giostrine per i bambini o rimettere in sesto le panchine. Tanto meno rendere più sicura la pavimentazione, quella degli scalini che rappresentano un vero e proprio pericolo. Per quello che sta facendo già va ringraziato, perché va ben oltre quanto gli compete e lo fa con puro spirito di abnegazione. Ma di certo non potrà mai potare alberi che, forse, non lo sono stati mai e altro ancora». Bisogna trovare una soluzione, visto che Villa Bracciante, periodicamente, si ritrova in uno stato di degrado. Con la riqualificazione del vicino Parco del Mercatello, parte dei fondi con finanziamenti Pon potrebbero essere destinati proprio a Villa Bracciante, con il recupero della struttura magari con costruzione di una piccola struttura sportiva. Magari da dare affidamento ad associazioni del quartiere, impegnate nel sociale. «Magari ci fosse un’eventualità del genere. – risponde Bracciante – Ce ne occuperemmo ben volentieri e soprattutto a costi zero. Come tutti i progetti che porto avanti nella mia associazione sportiva Ciro Bracciante. Saremmo pronti a collaborare fattivamente, come sempre fatto. Anche perché sarebbe una valvola di sfogo non di poco conto per i giovani della zona. Il quartiere è particolare e c’è bisogno di attenzione. E di certo Villa Bracciante potrebbe ritornare ai fasti degni del passato, quando in assenza del Parco del Mercatello era un punto di ritrovo e di aggregazione per i cittadini di Mariconda».

 

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Calcio a 5, ufficializzati i gironi dei campionati nazionali

Il Consiglio Direttivo della Divisione Calcio a 5, riunito questa mattina a Roma, ha definito l’organico della Serie A maschile 2020-2021 in 14 (quattordici)...

Il Comicon torna a Salerno nel segno del mito di Tex Willer

Torna il Comicon a Salerno…e lo fa in grande stile, con una mostra sul personaggio più famoso dei fumetti: Tex. Dopo il successo delle mostre...

Salerno, indicazioni anti Covid esposte solo in italiano: bar chiuso per due giorni

Chiuso perchè le indicazioni esposte erano solo in lingua italiana, è quanto si apprende dalla pagina Facebook del noto bar salernitano Caffè e Cafè...

Prima Categoria, secondo innesto difensivo per la Pol. Baronissi: dal Sei Casali arriva Mastellone

Nuovo colpo del ds Roberto De Chiara che mette a disposizione di mister Avellino un pezzo grosso nel reparto difensivo della Polisportiva Baronissi. Dopo aver formalizzato il...

Coronavirus, due fidanzati positivi a Pontecagnano. Nuovo caso a Salerno e un morto nel Cilento

L'emergenza Coronavirus non è ancora superata. E i due nuovi contagi registrati nella giornata di oggi nel Salernitano lo confermano. In mattinata era risultata positiva...

Prima Categoria, l'Atletico San Gregorio sogna in grande: Minguzzi l'ultimo botto di una serie di grandi colpi

Fresco di promozione d'ufficio, l'Atletico San Gregorio mette subito le cose in chiaro anticipando la concorrenza con un mercato faraonico. Affidata la panchina all'esperienza...

I fatti del giorno | Tutte le principali notizie di cronaca e spettacolo da Salerno e provincia

POSITANO
I confini, ha scritto il sociologo e filosofo Zygmunt Bauman, non sono pure e semplici barriere, ma anche interfacce tra i luoghi che separano, e in quanto tali, fonti...

Traversata dello Stretto di Messina, sul podio Michelangelo Manzo della Guardia Costiera di Salerno

Si è svolta domenica 2 agosto la 56^ edizione della tanto attesa classica competizione del nuoto di fondo. La storica Traversata dello Stretto di Messina ha visto tra gli...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?