Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

L'architettura ai tempi del Covid tra nuovi concept di spazio ed idee innovative: la mission di KIN Associati

04/06/2020

Dopo aver approfondito l'ambito legale e quello psicologico, tocca all'architettura. Proponiamo, di seguito, l'editoriale redatto dallo studio KIN Associati.

di arch. Gioacchino Carpinelli, arch. Pier Paolo Contente e arch. Serafina Milone 

Sul COVID-19 si è parlato tanto, noi K I N  Associati crediamo che, dopo la paura del contagio e il problema della “ripresa”, questo virus abbia spinto il mondo intero a riflettere sui tanti e diversi aspetti che  hanno accompagnato la nostra vita durante tutto il lockdown ovvero sui diversi modi di vivere forzatamente gli spazi, lo smart working, gli hobby e le passioni. Noi, come giovane studio di architettura da poco avviato, abbiamo sopperito all’emergenza con lo smart working; purtroppo, ed inevitabilmente, il lockdown ha causato anche a noi interruzioni di commesse e cantieri.

Questo momento di emergenza ci ha visti impegnati a rivalutare il concetto di benessere abitativo, abbiamo, quindi interpretato il virus come potenziale opportunità di rilancio e di cambiamento nel modo di vivere la quotidianità degli spazi, siano essi interni o esterni. Ci ha insegnato ad affrontare nuove progettazioni con maggiore e diversa sensibilità. Abbiamo vissuto una piccola-grande metamorfosi, durante la quale lo spazio pubblico è diventato vuoto e quello privato  si è riempito di quotidianità nel quale svolgere lavoro, istruzione, sport, svago.

Oggi avendo ripreso il nostro lavoro sul campo abbiamo maturato alcune riflessioni sull’ambiente-casa, che ora più che mai è considerato come uno spazio da vivere pienamente, non potendo più godere al 100% dello spazio pubblico esterno, quantomeno non come prima.

Durante il periodo di quarantena abbiamo maturato l’idea di quanto potrebbe essere utile fruire, in futuro, di  un’interfaccia funzionante ed efficiente anche dal punto di vista ”tecnologico” con gli uffici della pubblica amministrazione,  integrando gli elevati standard qualitativi attuali con una tecnologia che soddisfi i nuovi bisogni.

In tal modo il lavoro potrebbe proseguire regolarmente in modalità smart-working in maniera da limitare  spostamenti. L’auspicio è che i settori pubblici siano pronti a recepire i nuovi percorsi imposti dalla pandemia nel nostro modo di vivere e lavorare.

Costretti tutti in casa, l’emergenza sanitaria ha portato a rivalutare lo spazio domestico, considerando che è cambiata la sua considerazione e la sua fruibilità.

- Pensare ogni spazio come trasformabile, ad esempio utilizzando ampie porte scorrevoli o anche intere pareti scorrevoli che muovendosi cambiano totalmente la percezione, l’aspetto e la funzione dello spazio;

- L’attività fisica forzata in casa ha portato i committenti a richiedere spazi più ampi per l’attività motoria, possibilmente all’aperto  o semicoperti;

- Lo smart-working ha richiesto ambienti-lavoro più comodi e indipendenti, allo scopo di simulare veri e propri uffici con  piani-lavoro più ampi e funzionali;

- La richiesta di ulteriori servizi sanitari  o la scelta di  elementi di arredo come  divani o tavoli  più spaziosi e confortevoli;

- Dulcis in fundo la cucina come centro della  quotidianità. Ripensare lo spazio cucina è una sfida che ci ha intrigato, grazie anche a  commesse particolarmente attente a questo  ambiente, soprattutto post-COVID. Ci impegniamo a progettare uno spazio accogliente, funzionale e bello, spesso confrontandoci con cuochi (professionisti e non), figure che conoscono bene le esigenze e la spazialità.  Lo spunto, nato dal lockdown e il relativo confronto con la committenza, ci ha permesso di capire quanto l’ambiente cucina stia cambiando forse più di tutti gli altri ambienti della casa. Lì dove possibile, pensare a spazi più grandi, piani di lavoro più alti della media (100 cm a fronte dei soliti 90cm) per garantire più comodità di lavoro, coadiuvati dall’utilizzo di elettrodomestici sempre più tecnologici.

In conclusione, siamo consapevoli che la casa non potrà mai sostituire una palestra, un ufficio, un cinema o un ristorante ma riteniamo doveroso approcciarsi ad un nuovo progetto tenendo bene a mente che da qualche mese il modo di abitare è cambiato.

Inoltre la nostra speranza è che gli architetti vengano sempre più coinvolti in questa fase così drammatica della vita del nostro Paese, considerando che l’epilogo sarà la “ricostruzione di un modo di vivere diverso” tutto ciò potrebbe portare  noi tecnici a guardare al futuro in maniera più critica, rivalutando il concetto di casa, di quartiere, di lavoro digitale e di mobilità.

Chissà…magari potrebbe essere una grande opportunità quando, una volta usciti fuori dall’emergenza, si dovrà ricostruire il Paese in termini sociali ed economici, del resto il Decreto Rilancio sembra esserne una buona dimostrazione…Vedremo…

IL SITO UFFICIALE

KIN ASSOCIATI SU FACEBOOK

KIN ASSOCIATI SU INSTAGRAM

KIN ASSOCIATI SU LINKEDIN

 

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Traffico di anfetamine, il Porto di Salerno snodo cruciale per lo spaccio

Gioia Tauro è l’hub della cocaina in Italia, dove è arrivato il 50% di questo stupefacente; Salerno invece è la porta di ingresso di anfetamine da...

Salernitana, un compleanno in chiaroscuro

Si è stati “zitt” per troppo tempo che si attendeva davvero questa data per poter sprigionare ulteriormente quella gioia e quell’amore che solo i...

De Luca show contro i festival: "Darei due anni di carcere al creativo di Salerno Letteratura". E riscoppia la polemica con Saviano

E’ un De Luca molto critico quello che ieri ha concluso la diretta social del venerdì. Un De Luca critico soprattutto nei confronti dei festival e degli eventi...

Salerno, restyling per la spiaggia libera del lungomare Tafuri

Completati gli interventi di rimozione dei massi e di livellamento della sabbia sulla nuova spiaggia libera del lungomare Tafuri. Lo ha annunciato il sindaco di Salerno,...

Al via la seconda Giornata mondiale del Cinema italiano

Rimettere le ali al Cinema italiano attraverso i suoi giovani e migliori talenti, partendo dalla scena nazionale e proiettandoli nel panorama internazionale. Con questo...

Salerno Capitale Mediterranea della Moda, tornano gli Italian Fashion Talent Awards

È fissata per il 23 e 24 giugno 2021 la quinta edizione di Italian Fashion Talent Awards (Iftawards) il contest organizzato da IFTA (Independent Fashion Talent...

Pallavolo, la Salerno Guiscards ospita l'Accademia Benevento già certa di un posto in finale per la B2

In una stagione particolare e singolare, non poteva che arrivare in maniera altrettanto strana l’atteso e meritato verdetto. Grazie ai risultati maturati nel turno...

Rubato il defibrillatore dell’associazione La Panchina

Divelto, rubato, portato via. Non c’è più il defibrillatore ad Altavilla Silentina donato dall’associazione la Panchina di Albanella alla piccola...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?