Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

Speciale Pallanuoto, Martina De Bisogno: "La pausa alimenta voglia di ricominciare. Lo scudetto da portafortuna il ricordo più bello"

01/06/2020

In attesa della completa riapertura delle piscine, s'intravedono spiragli di luce per la regolare ripresa degli sport acquatici. Almeno per riprendere contatto, che sia mare o cloro, con l'elemento vitale: l'acqua. Per l'attività agonistica il tempo sarà indubbiamente più esteso ma con pazienza e resilienza verrà anche il fatidico giorno, anche e soprattutto per la Pallanuoto. Ospite della dodicesima e penultima puntata di questa prima edizione del nostro Speciale, la giovane e promettente atleta partenopea Martina De Bisogno, in forza all'Acquachiara.

"Mio fratello giocava a Pallanuoto, un giorno andai a vedere una sua partita e da qual momento ho capito che sarebbe stato il mio sport - racconta ai nostri microfoni - Il bello del campionato è la continuità, finire una partita e pensare subito a quella di dopo, orientare gli allenamenti della settimana pensando alla domenica e con tutte queste pause si è persa questa continuità che è fondamentale per mantenere alta la concentrazione e la motivazione. Ma con l'insorgenza della pandemia credo sia stato molto coscienzioso interrompere tutto per salvaguardare la salute, per quanto brutto possa essere rinunciare ai mesi di allenamenti e sacrifici proprio ora che stavamo entrando nel vivo del campionato. Riusciamo a tenerci allenate per quanto possibile grazie alla nostra allenatrice Barbara (Damiani, ndr) che ha organizzato delle sedute di palestra live. Fortunatamente l’emergenza è rientrata per cui già dallo scorso week-end è stato possibile riprendere gradualmente gli allenamenti in vasca".

Un campionato, come detto da molte colleghe, interrotto sul più bello anche per Martina: "Nonostante i cambiamenti che ci sono stati in squadra causati dall’assenza di alcune veterane, e quindi la squadra è formata da giocatrici giovanissime quindi con poca esperienza, ci sentivamo motivate e sicure di affrontare le altre squadre". Ma se il torneo fosse ripreso in estate con l'allentamento delle misure?: "Detto sinceramente no, non ero favorevole a chiudere i campionati d'estate all'aperto per vari motivi. Innanzitutto perché ancora non siamo usciti dalla situazione virus del tutto e quindi risulterebbe difficile organizzare la ripresa imminente del campionato in estate, anche economicamente parlando. Ma un altro motivo è che per noi giovani che pratichiamo questo sport per pura passione e non per lavoro o per una retribuzione, l'estate rappresenta l'unico periodo in cui staccare un po' la spina dalla vita fatta di allenamenti, lavoro e studio, e credo che anche questo sia un aspetto importante per evitare che gli atleti, soprattutto i più giovani non si stressino e abbiano una motivazione ancora più forte nel riprendere a settembre".

Un lockdown che ha aggravato la situazione in quel di Napoli: "Sicuramente la paura da parte degli utenti di potersi infettare ha messo in crisi un po’ tutto il mondo dello sport, e per quanto riguarda i circoli napoletani, posso dire che è doloroso vederli pian piano svanire e portarsi dietro problemi già esistenti, hanno scritto loro la storia della pallanuoto qui a Napoli", la considerazione dell'Ach Girl originaria di Bologna che indossa la calottina numero 12. 

Un tuffo nel passato è d'obbligo: "Indubbiamente la vittoria dello scudetto nel 2013 resterà per sempre scolpita nella mia mente e nel mio cuore, fu una vittoria inaspettate perché non eravamo tra le favorite. Era il mio primo anno, e ricordo che Barbara mi considerò all’epoca un portafortuna.  Il rimpianto è sicuramente la partita persa in finale con il Trieste l’anno scorso che non ci ha permesso di salire in A1. Forse se ci avessimo creduto di più e avessimo evitato degli errori ce l’avremmo potuta fare, ma ci si rialza sempre, e sono sicura che non smetteremo mai di crederci".

Così come uno sguardo al futuro: "Spero di riuscire sempre a conciliare la Pallanuoto con l’università e il lavoro. Il mio sogno è quello di rivivere insieme alle mie compagne di squadra ancora tantissime gioie e dolori e di continuare ancora per molto questo sport che adoro e di cui non saprei fare a meno".

Davide Maddaluno - Sport - - Vai alla Home

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Covid, privati pagati senza offrire prestazioni: indaga la Corte dei Conti

C’è una inchiesta della Corte dei Conti sulle prestazioni fornite dalle strutture sanitarie private durante l’emergenza Covid in Campania. Sotto la lente...

Parchi chiusi per il Covid ma coop regolarmente pagate

Parchi e ville comunali chiuse durante l’emergenza Covid a Salerno ma cooperative liquidate comunque. Capita a Salerno e la determina di liquidazione è del settore...

Santoro presenta Piano per i Giovani con la Lega Salerno: "Grande apertura e partecipazione giovanile"

Dante Santoro accetta l’invito di Nicholas Esposito, segretario provinciale della Lega di Salerno e consegna il suo piano di contenimento della fuga dei giovani e delle...

Prima Categoria, il Macchia affida la propria panchina a Spirineo

Antonio Spirineo è il nuovo allenatore del Gs Macchia. Storica guida tecnica della Temeraria San Mango, dove in passato ha avuto in rosa l'attuale ds del club...

I fatti del giorno | Tutte le principali notizie di attualità e cronaca da Salerno e provincia

FISCIANO SOLIDALE
La Bioplast di Fisciano ha donato 1 milione di shoppers ecosostenibili al Banco Alimentare Campania Onlus: i sacchetti saranno utilizzati per distribuire...

Scuola, in Campania le aule riapriranno il 24 settembre

In Campania la scuola inizierà il 24 settembre. Una scelta anticipata da tempo dall'assessore regionale all'Istruzione, politiche sociali e giovanili Lucia Fortini, ma...

Il bar Black and White riparte più forte di prima. Plaitano: "Stiamo recuperando e intanto mi tuffo nel calcio con Belmonte"

C'è voglia di ripartenza piena nel mondo dei bar salernitani. Uno di questi esempi è il Black and White di via Sabato Robertelli a Torrione: "E' stato un periodo...

Su Rai 3 il documentario sulle carceri femminili tra Pozzuoli e Fuorni

Nuovo appuntamento con “Doc 3”, i grandi documentari d’autore, andato in onda su Rai3 venerdì 3 luglio alle 23.55, con Caine di Amalia De Simone e Assia...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?