Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

Decreto Rilancio: gli articoli aggiornati dedicati agli incentivi per le ASD e i collaboratori sportivi

22/05/2020

Disposizioni in materia di lavoratori sportivi (art. 98)

Per i mesi di aprile e maggio 2020 è riconosciuta dalla “Sport e Salute SpA” un’indennità pari a 600,00 euro in favore dei lavoratori impiegati con rapporti di collaborazione presso il CONI,  il CIP le FSN, gli EPS, le Società e Associazioni Sportive Dilettantistiche di cui all’art. 67, comma 1, lett. m), del TUIR, già prevista per il mese di marzo 2020 dall’art. 96 del D.L. n.  18 del 17 marzo 2020. L’emolumento non concorre alla formazione del reddito. Le domande degli interessati, unitamente all’autocertificazione della preesistenza del rapporto di collaborazione e della mancata percezione di altro reddito da lavoro, sono presentate alla SpA Sport e Salute. Con Decreto del Ministero Economia e Finanze di concerto con l’Autorità delegata in materia di Sport, da adottare entro 7 giorni dalla data di entrata in vigore del Decreto, sono individuate le modalità di presentazione delle domande, i documenti richiesti e i casi di esclusione.

Ai soggetti già beneficiari per il mese di marzo 2020 dell’indennità di cui al citato art. 96, l’indennità stessa, per i mesi di aprile e maggio 2020, è erogata senza necessità di ulteriore domanda. Con il comma 7 dell’art. 98 è stato poi stabilito che i lavoratori dipendenti iscritti al Fondo Pensione Sportivi Professionisti con retribuzione annua lorda non superiore a 50.000,00 euro, possono accedere al trattamento di integrazione salariale limitatamente ad un periodo massimo di 9 settimane.

Accelerazione delle procedure di riparto del 5 per mille per l’esercizio finanziario 2019 (art. 156)

Al fine di anticipare al 2020 le procedure per l’erogazione del contributo del 5 per mille relativo all’esercizio finanziario 2019, nella ripartizione dello stesso non si tiene conto delle  dichiarazioni dei redditi presentate. Conseguentemente, l’Agenzia delle Entrate provvede alla pubblicazione sul proprio sito degli elenchi degli enti ammessi e di quelli esclusi entro il 31 luglio2020 e le amministrazioni competenti procedono all’erogazione del contributo entro il 31 ottobre 2020.

Disposizioni in tema di impianti sportivi (art. 216)

Con il comma 1, i termini di pagamento dei canoni di locazione e concessione relativi all’affidamento di impianti sportivi pubblici, già sospesi dal 17 marzo al 31 maggio 2020 per effetto dell’art. 95, comma 1, del D.L. n. 18/2020, sono ulteriormente sospesi fino al 30 giugno 2020. I versamenti andranno effettuati, anziché, come in precedenza previsto, entro il 30 giugno 2020, in unica soluzione entro il 31 luglio2020 o mediante rateizzazione fino ad un massimo di 4 rate mensili di pari importo a decorrere dal mese di luglio 2020.

Con il comma 2, in ragione della sospensione delle attività sportive, è previsto che i soggetti concessionari degli impianti sportivi pubblici possano sottoporre all’ente concedente una domanda di revisione dei rapporti concessori, in scadenza entro 31 luglio 2023, da attuare mediante la rideterminazione delle condizioni di equilibrio originariamente pattuite, anche attraverso l’allungamento del termine di durata del rapporto, in modo di favorire il graduale recupero dei proventi non incassati e l’ammortamento degli investimenti effettuati e programmati. In caso di mancato accordo, le parti possono recedere dal contratto e il concessionario avrà diritto al rimborso del valore delle opere realizzate più gli oneri accessori.

Il comma 4 prevede, stante la sospensione delle attività sportive, che, relativamente al contratto di locazione di palestre, piscine e impianti sportivi,possa essere dal conduttore richiesta, limitatamente alle cinque mensilità da marzo a luglio 2020, una corrispondente riduzione del canone locatizio che, salva prova contraria di un diverso ammontare a cura della parte interessata, si presume pari al cinquanta per cento del canone contrattualmente stabilito.

Infine, il comma 5 prevede che, a seguito della sospensione delle attività sportive, ricorre la sopravvenuta impossibilità della prestazione dovuta in relazione ai contratti di abbonamento per l’accesso ai servizi offerti da palestre, piscine e impianti sportivi di ogni tipo e, pertanto, i soggetti acquirenti possono presentare entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore della Legge di conversione del Decreto, istanza di rimborso del corrispettivo già versato per il periodo di sospensione dell’attività sportiva allegando il relativo titolo di acquisto o la prova del versamento effettuato. Il gestore dell’impianto sportivo, entro 30 giorni dalla presentazione dell’istanza, in alternativa al rimborso del corrispettivo, può rilasciare un voucher di pari valore incondizionatamente utilizzabile presso la stessa struttura entro un anno dalla data di cessazione delle misure di sospensione dell’attività, a decorrere dal mese di marzo 2020.

Costituzione del “Fondo per il rilancio del sistema sportivo nazionale” (art. 217)

Per far fronte alla crisi economica dei soggetti operanti nel settore sportivo, determinatasi in ragione delle misure adottate a causa del COVID 19, è previsto che una quota della raccolta delle scommesse sportive venga destinata sino al 31 dicembre 2021 alla costituzione del “Fondo per il rilancio del settore sportivo nazionale”. Le risorse sono destinate a misure di sostegno e ripresa del movimento sportivo. Dalla data di entrata in vigore del Decreto (19 maggio 2020) e fino al 31 dicembre 2021, il livello di finanziamento del Fondo è stabilito nella misura dello0,5 per cento sul totale della raccolta da scommesse relative ad eventi sportivi di ogni genere, comunque in misura non inferiore a 40 milioni di euro per l’anno 2020 e a 50 milioni di euro per l’anno 2021, salvo riduzioni qualora l’ammontare delle scommesse fosse inferiore alle somme iscritte al Fondo.

Disposizioni processuali eccezionali per i provvedimenti relativi all’annullamento, alla prosecuzione e alla conclusione delle competizioni e dei campionati, professionistici e dilettantistici (art. 218)

In previsione dell’ingente mole di controversie che potrebbero scaturire dalle decisioni che le Federazioni Sportive Nazionali saranno presumibilmente costrette ad adottare, a causa del lockdown, in materia di prosecuzione e conclusione delle competizioni e dei campionati professionistici e dilettantistici, onde evitare la paralisi dell’ordinamento previsto, è stabilito che la competenza degli Organi di giustizia sportiva è concentrata, in unico grado e con cognizione estesa al merito, nel Collegio di Garanzia dello Sportdel C.O.N.I. che decide in via definitiva sui ricorsi, omessa ogni formalità non essenziale al contradditorio, entro il termine perentorio di 15 giorni dal deposito, decorso il quale il ricorso si ha per respinto. La decisione è impugnabile presso il Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio, sede di Roma, ed in appello presso il Consiglio di Stato.

Redazione Sport - Sport - - Vai alla Home

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Coronavirus, nuovi casi e vittime nel salernitano: esplode la polemica per la tombolata contagiosa

Continuano i decessi legati all’infezione: al “Loreto Mare” di Napoli, infatti, si è spento un uomo di 68 anni di Battipaglia, un autotrasportatore...

Pallanuoto, strepitosa rimonta dell'Arechi sull'Unime. Alla Canottieri il derby di Napoli

Inizio scoppiettante per il girone Sud del rinnovato campionato di A2 maschile di Pallanuoto. Una strepitosa rimonta dell'Arechi, sotto di tre gol, negli ultimi quattro...

I fatti del giorno | Tutte le principali notizie di cronaca e attualità da Salerno e provincia

LA PROTESTA
Si è propagata in tutta Italia e anche a Salerno la campagna #ioapro portata avanti e sposata da tanti ristoratori e titolari di attività commerciali...

Pastena, il caso | Donna vive nell'androne di un palazzo per un groviglio burocratico

 È un groviglio fatto di marginalità e impotenza, di incomprensibili scogli burocratici e di falle nel sistema di accoglienza quello che si sta stringendo...

Pallanuoto, sconfitta dolceamara per la RN Salerno: vince il Quinto ma la salvezza è giallorossa

Anno nuovo, palpitazioni vecchie. Al termine di un confronto tiratissimo e ricco di capovolgimenti di fronte in quel di Sori, la RN Salerno può brindare alla permanenza...

Salerno, mostrava i genitali ai bimbi nel parco e a Lungomare: arrestato 46enne

I Carabinieri della Stazione di Salerno Mercatello hanno tratto in arresto un 46enne, già protagonista di atti persecutori nel passato, per corruzione di minori....

Pastena a lutto per la scomparsa della signora Giovanna, moglie dell'immarcescibile Mister Ciacione

Lutto a Pastena per la scomparsa della Signora Giovanna. Come riporta Salerno Notizie, la donna era molto conosciuta in città e soprattutto nel noto quartiere...

Primavera, il Crotone sbanca il "Volpe": rientro amaro per la Salernitana

Dopo tre mesi di inattività forzata torna in campo il campionato Primavera 2. Un rientro amaro per la Salernitana che prima s'illude poi si scioglie come neve al sole e...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?