Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

Pallanuoto, parla Campopiano: "A Savona ambiente giusto per continuare a crescere. Ricordi indelebili alla Canottieri"

21/05/2020

Non vede l'ora di tornare in acqua Eduardo Campopiano. L'attaccante salernitano, reduce da un ottimo torneo disputato con la calottina della RN Savona, ha lasciato in tempo la Liguria per passare la quarantena con i suoi familiari in Campania ma ha tutte le intenzioni di riprendere quanto prima il discorso interrotto lo scorso marzo: "Ci siamo fermati sul più bello - spiega ai nostri microfoni - Ho due anni di contratto e aspetto solo il crisma dell'ufficialità ma sono ben lieto di proseguire la mia avventura a Savona anche il prossimo campionato. Mi sono ambientato benissimo in una squadra di livello che mette i giovani al centro del suo progetto, la società è solida e ben strutturata ed il mister Angelini è una garanzia. Al momento della conclusione eravamo in costante crescita, pronti ad affrontare al meglio la parte conclusiva di stagione. Vorrà dire che riprenderemo da dove ci siamo fermati per raggiungere il miglior piazzamento possibile. Recco a parte, il campionato è piuttosto livellato e lo sarà anche il prossimo anno anche se, vista la difficoltà di qualche team, è plausibile che si verranno a formare 3 gruppetti".

Con il medesimo format: "Avrei accolto favorevolmente l'allargamento della A1 a 16 squadre - continua Campopiano - Per un discorso di competitività innanzitutto, visto che il movimento sarebbe stato rafforzato dalla presenza di squadre come Metanopoli, Anzio o Catania a discapito di società in dissesto finanziario con budget ridottissimi e squadre colme di giovanissimi che magari sarebbero potute ripartire dalla A2 anzichè dalla Promozione in caso di mancata iscrizione. Ma al contempo accetto consapevolmente la scelta, alla fine non c'è un lato totalmente negativo o totalmente positivo: si è sempliciemente perso un anno e questo indubbiamente graverà sulla sostenibilità economica di uno sport che per antonomasia non naviga nell'oro".

Tra i club più a rischio, quello che ha consentito a Campopiano di esplodere, laureandosi capocannoniere del campionato nella stagione 2017/18 con 61 reti ed accompagnandolo nel percorso in azzurro (bronzo con l'Under 17 agli Europei di Malta, argento con l'Under 19 agli Europei in Olanda e con l'Under 20 ai Mondiali in Kazakistan) fino all'oro delle Universiadi della scorsa estate. Parliamo, naturalmente, della Canottieri Napoli: "Mi sono trasferito prestissimo a Napoli - ricorda Eduardo - E devo ringraziare i miei genitori per i sacrifici notevoli fatti per supportarmi in questo percorso. Sono legato e resterò legato, con ricordi che porto nel cuore, a tutto l'ambiente: dallo staff tecnico ai compagni di squadra passando per tutto il dipartimento pallanuotistico. Il terzo posto nelle final six del 2017 a Torino resterà un momento indelebile. Dispiace vedere in seria difficoltà il CC come anche il Posillipo, entrambe culla di grandi campioni. Evidentemente c'è poca volontà di tenere vivo il settore pallanuotistico, è risaputo che all'interno dei circoli ci possono essere varie fazioni preponderanti e questo non aiuta, riducendo gli investimenti economici".

Con tanti dei suoi compagni in giallorosso, ha condiviso esperienze in azzurro: "Dopo l'argento a Taipei, vincere le Universiadi in casa e con tanti compagni con cui hai condiviso la gavetta ha un sapore particolare. E' stata una cavalcata entusiasmante e sono contento di averla condivisa con questo gruppo e mister Angelini che poi ho ritrovato a Savona".

Nel corso dell'ultima stagione il classe '97 è tornato nella sua Salerno da avversario: "E' stato emozionante tornare in vasca nella piscina dove ho mosso le prime bracciate con il Circolo Nautico prima di 8 anni a Napoli ed affrontare amici davanti ai tuoi familiari". A Salerno Campopiano cerca anche ospitalità per riprendere l'attività post Covid: "Durante il lockdown mi sono adattato come ho potuto a casa, con allenamenti a corpo libero, favorendo qualche circuito e la mobilità articolare, insomma il necessario che poteva essere fatto a secco. Adesso verificherò la disponibilità di piscine ed impianti per poter riprendere, se tutto andrà bene, dal 25: stare ulteriormente fermi per noi sportivi acquatici sarebbe un suicidio".

Salerno che da qualche mese a questa parte è anche, inevitabilmente, WMS: "Plaudo all'iniziativa dei ragazzi che hanno dato vita al Waterpolo Movement Salerno - conclude Campopiano - E' una realtà aggregativa simpatica che esalta la vera e pura passione per questo sport, dando la possibilità in un clima gioviale a tanti amatori di potersi divertire ed avere una positiva valvola di sfogo all'insegna della salernitanità. Mi auguro possano ripartire quanto prima anche loro". 

Davide Maddaluno - Sport - - Vai alla Home

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Figc, pubblicate le proposte pratiche per sedute d'allenamento dell'attività giovanile ai tempi del Covid

Tenuto conto delle indicazioni riportate dal Protocollo Attuativo sviluppato nel contesto della pandemia da Covid-19 (SARS-COV-2) per la ripresa in sicurezza delle...

La Fondazione Ravello omaggia Richard Wagner

La Fondazione Ravello, in stretta sinergia con la Regione Campania e il Comune di Ravello, ha voluto celebrare degnamente il 140esimo anniversario dell’arrivo di Richard...

Fuga da film in Costiera, distrugge auto a Vietri e poi minaccia i Carabinieri: 49enne arrestato a Cetara

Arresto effettuato ieri sera a Cetara dai Carabinieri, tutto è partito da una segnalazione su 112 di un soggetto a bordo di ciclomotore che, armato di bastone in legno,...

Ambulanza danneggiata mentre operatori sanitari soccorrono paziente: la denuncia dell'Humanitas

«Si esce per salvare le persone scendiamo da casa del paziente e troviamo il regalo la cosa tragica che qualcuno passando avrà visto ma chi se ne frega, salernitani...

Coronavirus, gli aggiornamenti normativi e burocratici tra bonus e decreti

Tutti gli ultimi aggiornamenti da Regione e Nazione.







 

Salernitana, il cammino della Primavera in attesa dello stop ufficiale

Tra color che son sospesi. Da più di un mese la Figc ha ufficialmente annunciato la chiusura anticipata dei campionati nazionali dall'Under 18 all'Under 13 sia nazionali...

Agroalimentare, maxi-investimento di 47 milioni a Salerno

Un investimento di oltre 47 milioni di euro per potenziare la produzione di conserve di pomodoro e introdurre nuove linee per la produzione di legumi.
È quello...

Salerno, celebrati in tono minore i 206 anni dell'Arma dei Carabinieri

Si è svolta ieri mattina, presso il Comando Provinciale Carabinieri di Salerno, la cerimonia per la celebrazione annuale della fondazione dell’Arma dei Carabinieri,...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?