Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

Bingo nel dimenticatoio, Sorrentino: "Denigrati dallo stato, si parla troppo senza cognizione di causa"

17/05/2020

Per molti settori professionali la riapertura ormai è sempre più simile ad un puzzle dal difficile incastro. Uno di questi è senza dubbio il bingo che attraversa il periodo storicamente più difficile della sua esistenza nel dimenticatoio generale. Il grido di allarme misto a rabbia e richiesta di concreto sostegno arriva da Fabio Sorrentino, direttore della sala Play Sud Salerno di via San Leonardo che attraverso un video divenuto virale sui social ci è andato giù duro: "Ci sentiamo denigrati - ha spiegato ai nostri microfoni - Il nostro settore rappresenta dal 3 al 5% del PIL, portando annualmente miliardi di euro nelle casse dello stato. La politica, in particolare il M5S, sembra godere delle nostre disgrazie ma quello che mi fa più male è veder persone parlare comodamente sedute sulle poltrone parlamentari senza cognizione di causa. Siamo arrivati al punto di non poter sopportare più questo accanimento nei nostri confronti: non possiamo fare pubblicità, quasi nessuno di noi ha avuto la cassa integrazione ed i "fortunati" l'hanno avuta decurtata del 40%, con le false promesse del Governo non mangiamo".

20 anni di esperienza nel settore, Sorrentino rincara la dose: "La gente non sa che dietro al bingo c'è un mondo inesplorato, un mondo di famiglie, un mondo di dipendenti che nonostante le difficoltà si sono prodigati per aiutare persone anziane ed in difficoltà. Ci dipingono come centro di ludopatia ma non è assolutamente così: siamo riconosciuti dall'agenzia delle dogane e dei monopoli, rispettiamo fedelmente tutte le direttive imposte, contrastiamo con il nostro gioco legale quello d'azzardo della criminalità organizzata che invece favorisce usura, strozzinaggio e consequenzialmente tragedie familiari. Perchè ai Gratta e Vinci è concessa pubblicità e a noi no?Perchè i rivenditori di alcolici vengono aperti e noi no? Non vendiamo morte ma offriamo semplicemente una valvola di svago in contesti sicuri. Annualmente ci controllano anche i grammi delle palline e noi sottostiamo, giustamente, a tutto. Ma non è possibile che più di 12.000 persone (gravitanti nell'ambito del bingo) vengano messe a repentaglio da uno stato assente con le orecchie da mercante, costringendole a mettere in vendita beni personali o a chiedere prestiti. Sembra quasi che chi lavora in nero ha più diritti, prende soldi chi non fa niente". Una legittima richiesta di maggiore considerazione che da Salerno, dove fu aperto il primo bingo della storia in Regione, ha trovato seguito e consensi in tutta Italia.

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

I fatti del giorno | Tutte le principali notizie di cronaca e attualità da Salerno e provincia

LA CONDANNA
«Non è il caso che gli ultimi anni della tua vita li passi sulla sedia a rotelle. Togliti di mezzo, pensaci bene. Lascia perdere». Accade in...

Salerno, il TAR conferma altri 5 posti per personale educativo al Convitto Nazionale

Con la sentenza allegata il TAR Salerno, nel confermare quanto già statuito nella precedente pronuncia di merito (per la quale si chiedeva ottemperanza), ha confermato il...

L’artista Andrea Villa omaggia Seid Visin: "Un manifesto per non dimenticarlo"

Non esiste geografia o limite temporale per il dolore, né la fine tragica di un giovane uomo può fermarne la storia: questo il senso del breve percorso di Seid...

Eboli, gregge travolto dal treno: uccisi 15 animali. I cittadini: "Binari pericolosi anche per i bambini"

Uccise dal treno in transito circa quindici capre. Il gregge, secondo le informazioni fornite dai vigili urbani, pascolava incustodito lungo la linea ferroviaria che collega...

Vaccini, De Luca ribadisce: "In Campania niente Astrazeneca e J&J sotto i 60 anni"

“Ci auguriamo che le vicende degli ultimi giorni convincano tutti della necessità di porre fine al caos comunicativo e informativo sui vaccini. E’...

Niente firma, idroambulanza ferma: "La Regione non autorizza i soccorsi"

Il primo “gommone rianimativo” d’Italia resta attraccato alla banchina del molo Masuccio. Come qualsiasi altra imbarcazione. Senza potersi muovere per...

Salerno, ennesimo raid al centro: furto da 20, danni da 6.000€

Ancora furti e danni in un locale al centro di Salerno. Questa volta è toccato a “Mizzica“, che vende specialità siciliane in via Portanova (foto...

Busitalia, aumentano le ore di lavoro per i dipendenti: con lo sciopero scatta la denuncia

Una nuova giornata di sciopero e una denuncia all’ispettorato del Lavoro. Le organizzazioni sindacali ancora una volta scendono in campo per contrastare le decisioni di...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?