Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

"The Wall" Pappalardo: "Soffro lontano dalla famiglia ma siamo abituati a combattere. Calcio fenomeno sociale che va salvaguardato"

26/03/2020

C'è un limite nella vita di uno sportivo, un muro che divide la normalità dall'eccellenza. Può essere un momento o una partita come questa. Se hai la forza di superarlo puoi alzare gli occhi, guardare la luce e pensare di non avere più confini. La partita che tutti i giorni si sta disputando è ben altra cosa rispetto a quella cui si è magari abituati a farlo sul rettangolo verde ma con le stesse prospettive: quelle di prevalere sull'avversario, passare dal buio alla luce. Lo sa bene Franco Pappalardo, difensore salernitano in forza da due anni al Felino, compagine parmense militante nel girone A di Eccellenza emiliano-romagnola, zona in cui si è stabilito anche per lavoro e seconda Regione più colpita dal Coronavirus. Lui il muro lo alza in campo per fermare gli avversari, non a caso è soprannominato "The Wall", ma adesso è costretto ad alzarlo anche nel quotidiano: "Lontani dalle nostre famiglie, ma vicino a loro con la mente e con il cuore. É dura in questo momento ma noi non molliamo, siamo abituati a farlo per natura - spiega l'ex talento di Salernitana, Battipagliese, Olympic, Grumentum e Scalea con annessa parentesi britannica al Barnet - Ormai è un mese che siamo fermi proprio nel momento cruciale della stagione ma di fronte ad un'emergenza tale non c'erano soluzioni alternative. Il nostro campionato è uno dei più lunghi in Italia, considerando anche i recuperi per varie gare saltate per neve e maltempo. Temo che la stagione possa non concludersi con inevitabili ripercussioni sul prosieguo. Molte squadre si sostengono grazie agli sponsor ed alle aziende alle spalle dei presidenti, ora come ora è chiaro che vengano privilegiate le stesse aziende rispetto alle squadre di calcio. Qui non è come in Campania dove in queste categorie c'è tanta gente che vive solo di questo, qui si lavora e ci si allena di sera: immaginare di dover disputare turni infrasettimanali, in concomitanza con l'avvio della stagione estiva, è quasi impensabile. Si rischia un collasso del sistema a catena, dai professionisti ai dilettanti passando per le scuole calcio ma mi auguro che chi di dovere s'impegni a mentenere in vita quello che è a tutti gli effetti un fenomeno sociale che va salvaguardato per i tanti aspetti benefici che ha al di là delle criticità che già viveva prima del Coronavirus".

Reduce dall'operazione al crociato, il recupero era ormai completato al 100%: "Nonostante abbia un pò affrettato i tempi andando incontro a rischio ricadute e problemi contingenti, da Novembre mi sono sentito di nuovo vicino alla mia condizione standard - prosegue Pappalardo che fa il punto sull'annata sin qui disputata - Siamo partiti con una squadra giovanissima, sono stato per un periodo il più "anziano" del gruppo e l'aver cambiato tre allenatori non ci ha aiutato tanto. E' chiaro che, soprattutto mentalmente, quando la stagione prende una certa piega non è facile raddrizzarla ma dopo la pausa natalizia abbiamo iniziato ad ingranare e raggranellare punti importanti nonostante qualche ko evitabile. Ci siamo fermati alla vigilia del derby con la Piccardo e con tanti scontri diretti per provare a fare il passo decisivo per fuoriuscire dalla zona play-out, ora siamo in balia del destino. La squadra in ogni caso è attrezzata, basti pensare alla presenza in organico dell'ex Lega Pro Basso, l'attaccante La Forgia che ha sempre fatto la D, il rientro di Martinez, l'altro salernitano Trezza che è una garanzia per la categoria. Se si dovesse tornare a giocare avremmo bisogno di un richiamo di preparazione per poi dare il tutto per tutto".

Un altro modo di fare calcio: "La società è esemplare, non ci ha mai fatto mancare nulla e non ha mai disatteso una promessa - conclude Pappalardo - Le strutture sono di livello e sarò sempre devoto al club per la vicinanza, l'affetto ed il sostegno datomi per l'operazione e la successiva riabilitazione, consentendomi di rimettere piede in campo per qualche minuto a soli 5 mesi dall'intervento. C'è un'organizzazione invidiabile, mi auguro che i vertici politici e federali tengano conto dell'importanza dell'attività svolta da società come questa e, ripeto, aiutino il sistema a mantenersi in vita seppur con inevitabili perdite. Perchè il calcio resterà sempre fantasia. Un cartone animato per adulti. Un mondo in cui tutto sarà possibile, anche l’improbabile, anche l’impossibile...".

Redazione Sport - Sport - - Vai alla Home

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Coronavirus, l'età media dei decessi nel salernitano

Hanno un’eta’ media di 71,6 anni le persone decedute nel Salernitano tra quelle che avevano contratto il coronavirus. In totale, finora si registrano 33 morti che,...

Dalle mascherine alle uova di Pasqua, la provincia di Salerno si mobilita per la solidarietà

Uova di Pasqua ai bambini: è l’iniziativa lanciata dall’amministrazione comunale di Oliveto Citra, attraverso il sindaco Carmine Pignata, con il contributo...

L'associazione culturale Iperion lancia lo "scontrino sospeso"

Molto più della spesa sospesa. I cittadini non dovranno scegliere un prodotto tra tanti, lasciato in un carrello da una persona di buon cuore ma potranno comprare...

Gli imprenditori della Piana del Sele al servizio dei bisognosi: donata parte della produzione

di Doriana D'Elia - Cronache
Gli imprenditori della Piana del Sele, nonostate la crisi economica che stanno vivendo, rispondono “presente” all’appello della...

Volley, ufficiale: la Fipav chiude in anticipo la stagione: stop anche ai campionati regionali e giovanili

La Federazione Italiana Pallavolo, dopo un’attenta e approfondita riflessione sulla perdurante situazione emergenziale legata alla pandemia di COVID-19 (coronavirus), che...

Coronavirus, altro decesso a Cava. Il punto in provincia

Sesta vittima del Coronavirus a Cava de’ Tirreni. Questa mattina intorno a mezzogiorno la triste notizia. Si tratta di un imbianchino quarantaseienne, Angelo Senatore,...

"Misure per libere professioni ancora troppo carenti", parla il presidente dell'Unione Giovani Commercialisti di Salerno

di Andrea Bignardi
Il "decreto liquidità" si pone l'obiettivo ambizioso di non dare semplicemente una boccata d'ossigeno per le aziende ma di rappresentare un vero e...

L'ASL Salerno firma la permanenza in servizio di quaranta medici in età pensionabile

In un solo giorno la Asl Salerno firma la permanenza in servizio di quaranta medici in età pensionabile. I professionisti, così come prevede la Legge, possono...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?