Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

La battaglia per sopravvivere dei commercianti salernitani

26/03/2020

di Antonio Iovino - Cronache

Le saracinesche abbassate per tante attività commerciali salernitane sono una diretta conseguenza del virus che ha ormai stravolto la vita dell’Italia e del mondo intero. Sono moltissimi, infatti, i negoziati che si sono trovati costretti a chiudere momentaneamente i battenti per limitare il contagio, con conseguenti difficoltà che potrebbero protrarsi anche quando la fase più critica di questa pandemia sarà superata. É stato premuto il tasto pausa sulla vita di tanti cittadini, come nel caso di Nunzio Torraco (foto), che insieme al padre, era pronto a tuffarsi in una nuova avventura lavorativa. «Purtroppo a causa del Coronavirus abbiamo dovuto rimandare l’inaugurazione del nostro nuovo bar, il “Nualis Cafe” in via Carmine 42. Stiamo facendo il possibile per far sì che l’apertura della nostra attività ci possa essere quando tutto ciò sarà passato e non saranno più necessarie mascherine e guanti. Mi auguro che presto possano arrivare tempi migliori».

«Noi non ci siamo fermati - affermano Adriano Poto e Fabrizio Puorro titolari della “Click Agency” – Stiamo lavorando, raggiungendo notevoli risultati, in modalità smart working. Quest’ultimo, in caso di necessità, viene normalmente praticato. Essendo una web agency, e quindi approcciandoci prettamente con il mondo social e digital, la nostra mole di lavoro è attualmente raddoppiata: ogni cliente vuole comunicare il più possibile per stimolare la sua community online». Nonostante ciò, Poto e Puorro concludono sottolineando come al momento, nonostante vi sia la possibilità di continuare ad erogare servizi, le problematiche economiche dei clienti costretti ad interrompere le proprie attività lavorative a causa del Covid, fanno sì che i guadagni rasentino lo zero.«Noi, come tutti, siamo in reale difficoltà, poiché le scadenze delle spese incombono e le entrate, purtroppo, sono inesistenti».

«La situazione che ci troviamo ad affrontare oggi sembra un brutto sogno, ed invece è realtà – dice Augusta Longone, proprietaria di “Pasticcia Cupcakeria”- Chi possiede un’attività commerciale, in questo momento è assalito da dubbi ed ansie. Cerchiamo certezze dal governo che però tardano ad arrivare. Le difficoltà erano palesi già prima dell’arrivo del virus. In sei anni di “Pasticcia”, lungo la strada che ci ospita (ci troviamo in via Generale Armando Diaz 67), ho visto aprire e chiudere numerosi negozi anche in meno di un anno, e passeggiando per Salerno, le saracinesche abbassate “per sempre” erano già tantissime. Rialzarci dopo questa pausa forzata sarà difficilissimo. Penso anche a tutte le attività che magari non sono social come la mia, quelle che potremmo definire “old school”, le quali non sono salite sul treno della tecnologia… credo che quando riapriranno ne risentiranno tantissimo». Nonostante le difficoltà, Augusta Longone non perde la speranza:«Non voglio essere pessimista, anche perché ho piena fiducia nella mia clientela dato che, in questi anni di attività, si è creato tra noi un rapporto di stima che mi permette di stare tranquilla ed essere certa che, non appena potrò riaprire, io ed il mio staff riceveremo un caloroso “bentornati”. Spero che questo momento ci sia utile a livello umano e mi auguro che, quando e se torneremo alla normalità, ci sarà molto meno egoismo e più altruismo».

 

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Coronavirus, l'età media dei decessi nel salernitano

Hanno un’eta’ media di 71,6 anni le persone decedute nel Salernitano tra quelle che avevano contratto il coronavirus. In totale, finora si registrano 33 morti che,...

Dalle mascherine alle uova di Pasqua, la provincia di Salerno si mobilita per la solidarietà

Uova di Pasqua ai bambini: è l’iniziativa lanciata dall’amministrazione comunale di Oliveto Citra, attraverso il sindaco Carmine Pignata, con il contributo...

L'associazione culturale Iperion lancia lo "scontrino sospeso"

Molto più della spesa sospesa. I cittadini non dovranno scegliere un prodotto tra tanti, lasciato in un carrello da una persona di buon cuore ma potranno comprare...

Gli imprenditori della Piana del Sele al servizio dei bisognosi: donata parte della produzione

di Doriana D'Elia - Cronache
Gli imprenditori della Piana del Sele, nonostate la crisi economica che stanno vivendo, rispondono “presente” all’appello della...

Volley, ufficiale: la Fipav chiude in anticipo la stagione: stop anche ai campionati regionali e giovanili

La Federazione Italiana Pallavolo, dopo un’attenta e approfondita riflessione sulla perdurante situazione emergenziale legata alla pandemia di COVID-19 (coronavirus), che...

Coronavirus, altro decesso a Cava. Il punto in provincia

Sesta vittima del Coronavirus a Cava de’ Tirreni. Questa mattina intorno a mezzogiorno la triste notizia. Si tratta di un imbianchino quarantaseienne, Angelo Senatore,...

"Misure per libere professioni ancora troppo carenti", parla il presidente dell'Unione Giovani Commercialisti di Salerno

di Andrea Bignardi
Il "decreto liquidità" si pone l'obiettivo ambizioso di non dare semplicemente una boccata d'ossigeno per le aziende ma di rappresentare un vero e...

L'ASL Salerno firma la permanenza in servizio di quaranta medici in età pensionabile

In un solo giorno la Asl Salerno firma la permanenza in servizio di quaranta medici in età pensionabile. I professionisti, così come prevede la Legge, possono...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?