Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

Olimpiadi, l'attesa degli atleti salernitani: "Inevitabile temporeggiare ma non si può far finta di niente. Si decida per tempo"

22/03/2020

Il CIO prende tempo, Tokyo va avanti. Le Olimpiadi del 2020, per dirla alla Manzoni, non s'hanno da fare? La questione inizia a farsi spinosa ed emergono le prime, concrete, preoccupazioni da parte degli atleti, già certi o papabili di una convocazione per la rassegna a cinque cerchi. Tra questi, naturalmente, anche atleti salernitani che vivono con fremente attesa il momento in attesa di più concreti e definitivi sviluppi.

"Al momento non esiste una soluzione ideale ne è possibile prendere già una decisione - il parere di Vincenzo Dolce, oro con il Settebello nella rassegna iridata della scorsa estate in Corea - Sono d'accordo nel temporeggiare. Da parte nostra, di tutti gli sportivi è fondamentale tenere alta la concentrazione, farci trovare pronti perchè partecipare alle Olimpiadi è un sogno, il sogno di una carriera. Certo, soprattutto per quel che ci riguarda più da vicino, è difficile far qualcosa vista la chiusura delle piscine e bisogna adattarsi facendo di necessità virtù. Non so se riusciranno ad aprirle solo per gli olimpionici, in ogni caso non resta che aspettare fiduciosamente". In caso di annullamento, il difensore attualmente in forza alla Sport Management sposa l'idea lanciata dal capitano del Quinto Bittarello e da quello della RN Salerno Scotti Galletta sulla prosecuzione del massimo campionato pallanuotistico in estate: "Sarebbe un'ottima soluzione oltre che un esperimento utile a rivalutare e rinvigorire l'intero movimento".

Chi spera di tornare ad indossare la calottina azzurra è l'estremo difensore del CC Napoli Gabriele Vassallo, plurimedagliato con le nazionali giovanili e per diversi anni ritenuto l'erede di Tempesti: "E' una questione spinosa e delicata, premetto che non ho le competenze per poter giudicare se sia giusto o non giusto rinviare un evento del genere. Tutti sono chiamati ad un sacrificio economico, tutti ci stanno rimettendo qualcosa e inevitabilmente non disputare la rassegna costituirebbe un grave danno per gli organizzatori e non solo. La priorità va alla salvaguardia della salute, poi bisognerà valutare anche gli sviluppi da paese a paese visto che non tutti hanno adottato misure univoche di contrasto (vedi l'Inghilterra). Sono fiducioso e realista allo stesso tempo, è inevitabile che se non ci si comporta con raziocinio il virus potrà pure diminuire nei contagi ma con il rischio di riproporsi. La speranza è che tutto possa risolversi per il meglio e nei tempi giusti. Certo, il rinvio delle Olimpiadi è l'unico modo per ultimare in maniera regolare il campionato, considerando che non possiamo buttarci in acqua senza aver fatto un minimo di richiamo atletico ed allenamento specifico".

Tra le ultime atlete di richiamo nazionale a scendere in pista, la sciabolatrice Rossella Gregorio aveva conquistato il pass olimpico di squadra appena due settimane fa ad Atene: "Sinceramente spero si disputino a Luglio - spiega il talento della scherma - Mi auguro che il virus abbia fatto il suo decorso in tutto il mondo ma al contempo non si può far finta di niente. E' palese che oltre a noi atleti l'intera macchina organizzatrice deve essere messe in condizione di funzionare, in primis sotto l'aspetto della sicurezza. Le Olimpiadi è bello viverle e parteciparvi a tutto tondo, farlo blindati o a porte chiuse non avrebbe senso per chi gareggia e per chi guarda. Dal punto di vista personale mi auguro vivamente di scendere in pista e che le date vengano rispettate visto che abbiamo alle spalle un duro lavoro programmatico di un quadriennio. Inoltre uno slittamento di uno o due anni cambierebbe tante cose, a partire dai fattori legati all'età. Prego per il ritorno alla normalità, se proprio dovessero slittare lo facessero di pochi mesi".

Chiude il cerchio l'arciere Massimiliano Mandia, punta di diamante della nazionale di Tiro con l'Arco insieme alla sorella Claudia: "La situazione non è delle più rosee, la priorità va alla salvaguardia della salute di tutti e non mi riferisco soltanto agli atleti ma a tutti coloro che gravitano attorno alle Olimpiadi. Bisognerà valutare nel corso del tempo come ci si potrà arrivare a Tokyo, più ci si tiene in bilico più è difficile impostare una preparazione atletica e sportiva adeguata: un bel problema. Considerando anche che l'evoluzione della pandemia non è uguale a tutti gli stati, noi italiani siamo i più colpiti dopo la Cina ma da qui alle prossime settimane è facilmente prevedibile l'estensione a tanti altri paesi fino agli Usa. Di conseguenza arriveremmo a Giugno, ad un mese dai giochi, senza preparazione adatta, in condizioni differenti o con qualifiche da ultimare in fretta e furia. Ragion per cui oltre alla priorità sanitaria va tenuto in seria considerazione anche questo aspetto sperando di non andar troppo per le lunghe nella decisione definitiva".

Redazione Sport - Sport - - Vai alla Home

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Coronavirus, agenti immobiliari tra smart working, preoccupazioni e speranze: "Danni ingenti sul versante turistico"

Lavorare ai tempi del Coronavirus. Come si sono adattati a fronteggiare una pandemia senza precedenti i lavoratori della nostra provincia? Numerose e machiavelliche le soluzioni...

Campagna “Io vi proteggo”, i Lions consegnano un videolaringoscopio all’Ospedale “Ruggi” di Salerno

 
 Un impostante traguardo è stato raggiunto dalla Campagna “Io vi proteggo” ideata ed organizzata dai Lions Club; lunedì 30 marzo il Lions...

L'Iroko si trasforma in supermercato, sul web dilaga la tristezza dei nostalgici

Un supermercato al posto di una location storica della musica e dello svago nel centro storico di Salerno. Da due giorni, nei locali di via Pandolfina Fasanella, che hanno...

Le aziende agricole salernitane donano pacchi alimentari

Una rete solidale per sostenere le famiglie in difficoltà. Coldiretti Salerno ha attivato una catena di solidarietà per l’approvvigionamento di beni...

Azioni legali contro medici, la rabbia dell'Ordine di Salerno: "Messaggi fuorvianti e ingannevoli"

“L’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Salerno esprime con forza la netta contrarietà e il disdegno più profondo per le...

Un lettore ci scrive: "Dormo in macchina da un mese, aiutatemi almeno a mangiare"

Riceviamo e pubblichiamo la lettera indirizzata da un cittadino al nostro direttore con la speranza che possa aiutare davvero chi ha bisogno come lui a resistere in questo...

Blackout INPS, saltano i login e qualche persona si ritrova con dati di altre

Continuano le segnalazioni, anche attraverso i social, riguardanti il malfunzionamento del sito internet dell’INPS. Da oggi, infatti, c’è la...

I pediatri sbottano: "Bimbi in strada con i genitori? Decisione scellerata"

Una comunicazione definita “scellerata”, espressione che emerge da tanti pediatri e specialisti in merito all’ultima decisione del Ministero degli Interni...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?