Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

Slot machine truccate, la Guardia di Finanza esegue sei misure cautelari personali

15/01/2020

La Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Salerno ha eseguito 6 misure cautelari personali che hanno imposto il divieto di dimora nei confronti di altrettanti soggetti, residenti nelle province di Napoli e Salerno, responsabili di una truffa perpetrata ai danni dello Stato mediante la gestione di slot machine modificate e prive di collegamento alla rete telematica, al fine di evadere le imposte previste sui giochi da intrattenimento oltre che ingannare i giocatori, fruitori inconsapevoli di apparecchi “off-line”.

L’operazione denominata “JOKER”, trae origine da un’attività di controllo nel corso della quale, militari della Compagnia di Cava de’ Tirreni venivano a conoscenza della circostanza che, all’interno di un bar, erano installati apparecchi da intrattenimento con vincita in denaro, non collegati alla rete telematica dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il mancato collegamento alla rete, di fatto, precludeva il calcolo del PR.E.U. (Prelievo Erariale Unico), così come anche i controlli sulla corretta gestione delle vincite da elargire ai giocatori ai quali, ignari, non venivano garantite nelle percentuali previste.

La tipologia dei congegni con vincita in denaro rinvenuti (AWP), infatti, in condizioni di normale funzionamento ed in linea con le normative vigenti in materia di giochi, è provvista di un collegamento telematico che consente agli organi preposti il regolare controllo di ogni singola slot machine per il calcolo del relativo PR.E.U. sull’ammontare complessivo delle giocate effettuate, nonché il corretto esercizio nella restituzione delle somme da corrispondere in premi ai giocatori secondo le giuste proporzioni. La titolare dell’esercizio commerciale, in particolare, allarmata dalla presenza dei Finanzieri, tramite un apposito telecomando spegneva immediatamente le slot machine illegalmente detenute nel retro bottega le quali, tra l’altro, erano anche dotate di nulla osta di messa in esercizio falsi.

Le successive indagini compiute con attività d’intercettazione così come disposto dalla Procura della Repubblica, hanno consentito di individuare due garage nel Comune di Nocera Inferiore, adibiti a laboratorio, dove quotidianamente i responsabili manomettevano le schede informatiche di slot machine dismesse, al fine di alterarne il funzionamento. I Finanzieri hanno poi scoperto che le macchine venivano installate presso diversi esercizi commerciali, nelle province di Napoli e Salerno, con la compiacenza dei gestori, che garantivano la propria disponibilità dietro compenso attinto dalle somme accumulate dalle macchine in accordo con i fornitori. All’esito delle operazioni condotte, sono stati sequestrati 20 apparecchi “off line” con relativi nulla osta di messa in esercizio falsi, n. 65 apparecchi da intrattenimento con vincita in denaro manomessi, 236 schede da gioco e 61 nulla osta di messa in esercizio, ed è stato accertato un mancato versamento del PR.E.U. per oltre 4 milioni di Euro, calcolato dai Monopoli che hanno applicato le aliquote previste per Legge (fissate dagli interventi normativi in materia di stabilità economica e ricomprese tra il 19 ed il 21%) su un imponibile forfettario giornaliero di euro 3.000, per 365 giorni di presunto esercizio di ogni congegno rinvenuto.

Ufficio Stampa - Cronaca , Attualità - - Vai alla Home

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

La comunità evangelica cinese dona 300 mascherine alla Polizia di Salerno

Soprattutto in momenti come questo, dove tutti hanno bisogno di tutto ma soprattutto, c’è bisogno di tutti, la Segreteria Provinciale FSP Polizia di Stato di...

La Sev Iren rinvia il pagamento delle bollette a chi è in difficoltà

Salerno Energia Vendite, ricorda che con comunicato stampa del 23 marzo scorso, sono state sospese le interruzioni di fornitura per morosità; inoltre, sempre per essere...

"Vogliamo ripartire, non Morire", l'appello dei commercianti salernitani fa il giro del web VIDEO

"Io voglio ripartire". E' lo slogan lanciato dagli imprenditori salernitani in un video pubblicato sulla pagina Facebook "Imprenditori Italiani - Partite Iva" e divenuto in...

Ppac, la nuova app vietrese per informazioni sul Covid-19

“Ho sempre immaginato un’app che avvicinasse i cittadini alle istituzioni comunali, ma mai avrei immaginato che potesse essere uno strumento utile per far fronte a...

Da ristorante di lusso a centro spesa solidale: la riconversione della storica Sala Varese

Da elegante e lussuoso ristorante a centro di raccolta e smistamento di generi alimentari per le famiglie bisognose durante l’emergenza Coronavirus, con la collaborazione...

Castiglione, incendio in un’abitazione: perde la vita un anziano

Incendio in un’abitazione perde la vita l’anziano che vi abitava. La tragedia si è consumata ieri pomeriggio a Castiglione del Genovesi. Le fiamme, che hanno...

Coronavirus, morto il maresciallo Palestra di Cava

Si è appreso dall’ospedale Vecchio Policlinico di Napoli che il Lgt. Raffaele Palestra, 52enne di Cava, effettivo al Nucleo Investigativo di Salerno, ivi ricoverato...

Le imprese edili salernitane unite sotto il segno della solidarietà: al via la raccolta di beni primari per fronteggiare l'emergenza

Per la prima volta aziende e fornitori del settore edilizio salernitano si unisco per una raccolta solidale a supporto dell’emergenza COVID-19. Sono tempi duri quelli che...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?