Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

Terza Categoria, apoteosi Etruria: "Stagione esaltante, spirito di sacrificio e unione globale le chiavi del successo"

11/06/2019

Una domenica bestiale. La possiamo definire così la giornata di festa per la Polisportiva Etruria che, sotto un caldo cocente, al termine di 120 minuti infuocati, conquista meritatamente la promozione in Seconda Categoria battendo 3 – 2 gli avversari della Nuova Neugeburt in finale play-off. La squadra di mister Antonio Sica raggiunge così l’altra neopromossa del girone B salernitano, ovvero il Vietriraito. I festeggiamenti in casa Etruria sono durati tutta la notte dopo una cavalcata infinita, tra cori, abbracci e foto di rito pe ricordare la data storica della promozione. Allo stadio comunale di Pontecagnano, in tanti sono accorsi per sostenere la Polisportiva nel match più importante della stagione. Oltre 250 le presenze sugli spalti nonostante la caldissima prima domenica d’estate che non ha fermato la passione della torcida gialloblù, esplosa di gioia al triplice fischio del direttore di gara che ha decretato la fine delle ostilità con il successo della formazione di Pontecagnano.
In campo, i ventidue contendenti hanno regalato spettacolo: a spuntarla, in rimonta, l’Etruria con una tripletta di Simone Civillo che manda in estasi i picentini capitanati da Gerardo Contaldo.

“E’ un’emozione indescrivibile – esordisce l’allenatore Antonio Sica – ancora non riusciamo a realizzare quello che è successo. Una stagione incredibile, difficile e lunghissima che ci ha tenuti sulle spine fino all’ultimo minuto. Se penso all’estate scorsa quando programmavamo il campionato ed oggi poter festeggiare questa promozione, mi vengono i brividi. In campo c’è stato tanto equilibrio – l’analisi del match di Sica – sapevamo che la Nuova Neugeburt fosse una squadra all’altezza, competitiva e soprattutto molto giovane con tante promesse e la loro freschezza si è vista in campo. Il caldo e le fatiche di queste ultime settimane hanno condizionato un po’ il match, abbiamo concesso un calcio di rigore che si poteva evitare e che ci ha messi in difficoltà. Proprio ai ragazzi ho chiesto di non dare spazio ai due attaccanti Adduono e Salvati che meritano sicuramente palcoscenici superiori. La squadra ha saputo reagire subito – continua l’allenatore picentino – e di questo ne sono orgoglioso perché il gruppo è stato sempre unito. A centrocampo bene hanno fatto sia Cioffi che Lamberti. Civillo ha dato il meglio di sé, era molto motivato ed i compagni lo hanno supportato alla grande. La partita, immaginavamo, si sarebbe decisa sugli episodi, noi siamo stati bravi a crederci sempre sfruttando ogni occasione possibile”. “A chi dedico questa promozione? Ovviamente ai ragazzi, ai quali tengo molto, a loro vanno i miei complimenti per aver dato sempre il massimo. I sacrifici fatti quest’anno sono stati ripagati, i ragazzi non hanno mai mancato ad un allenamento, spesso anche dopo una giornata di lavoro. Il merito è tutto loro ma c’è da sottolineare la programmazione di una società che al secondo anno è riuscita a centrare l’obiettivo grazie al contributo di chi ha sposato la nostra causa”. “Futuro? Ora ci godiamo questa promozione – commenta Sica – spero che il gruppo rimanga unito e che si possa migliorare e rinforzare la rosa in vista del prossimo campionato”.

Soddisfatto per la promozione anche il presidente onorario Domenico Parisi: “Si conclude nel migliore dei modi questa fantastica stagione, sofferta ma entusiasmante perché arrivare in una finale play-off e vincerla dopo due ore di gioco ti carica a mille e ti gratifica di tutto il lavoro svolto durante questi mesi. Questa società – spiega – è giovane, ambiziosa e lungimirante e abbiamo dimostrato di poter raggiungere grandi traguardi, ovviamente con grande umiltà e spirito di sacrificio. Lo stadio comunale era gremito di amici e nostri tifosi, è stata una bella domenica di sport ed i ragazzi hanno onorato il campo e regalo migliore non ci potevano riservare”. “Siamo già pronti per ripartire nel prossimo campionato di Seconda Categoria, ci aspetterà un altro anno intenso ma sono sicuro che questo progetto possa crescere sempre di più. Grazie agli sponsor – termina Parisi – ai sostenitori, agli amici, ai collaboratori e ai ragazzi per aver raggiunto insieme l’obiettivo promozione”.

Gioia incontenibile per il direttore sportivo Dario Picariello, punto di riferimento della società picentina: “Le parole in questi casi sono superflue perché le emozioni sono tante ed ancora sembra impossibile che sia arrivato questo giorno tanto atteso. Ci abbiamo lavorato duramente, è stata una stagione lunga che ci ha visti protagonisti al comando della classifica per buona parte del torneo. Ci è mancato un pizzico di fortuna in più per vincere direttamente il campionato ma forse così è ancora più bello perché disputare una finale ha sempre un sapore particolare. I ragazzi – continua il ds dell’Etruria – erano molto carichi, volevano a tutti i costi vincere e raggiungere il salto di categoria. Tanti giovani si sono messi in mostra e sono stati determinanti per l’economia della squadra che sicuramente sarà rinforzata in estate. In questo momento – annuncia Picariello - vogliamo goderci la promozione, ricaricare le energie e strutturare la stagione che verrà. Grazie a tutti coloro che hanno contribuito al coronamento di questo sogno”.

Match-winner della finale play-off l’attaccante Simone Civillo, anima del gruppo e tra i fondatori del sodalizio gialloblù: “Fare tre gol in una finale, peraltro decisivi per una promozione, non è mai facile e ancora non ci credo. Che fatica, la partita ci ha messo a dura prova perché contro avevamo una signora squadra molto fresca e veloce e con questo caldo siamo andati in difficoltà. La nostra forza è stata non arrenderci mai nonostante il gol di svantaggio”. “I gol? Ho fatto solo il mio dovere – dice Civillo - tutti abbiamo dato l’anima e se è arrivato il gol è perché lo abbiamo cercato tutti assieme. Abbiamo avuto il calore dei nostri tifosi sugli spalti che ci hanno trascinati alla vittoria, qualcuno in maniera speciale che ci ha dato una carica maggiore. Sono contento – aggiunge il goleador di Pontecagnano – di poter festeggiare questo traguardo con gli amici con i quali, da una chiacchierata al bar, ho iniziato questa avventura finora bellissima”.

Primo campionato tra i dilettanti e ben 17 gol all’attivo tra stagione regolare e play-off, un bel biglietto da visita per il giovane attaccante Danilo Di Donna, tra i più decisi in casa Etruria: “Felice per la promozione in Seconda Categoria e per aver fatto parte di questo splendido gruppo. Una bella soddisfazione vincere la finale, sono emozionato. Personalmente – conclude – i gol realizzati in campionato mi spronano a fare meglio e sono contento che abbia potuto dare una mano ai miei compagni”.

Parole di elogio per il gruppo anche dal difensore Domenico D’Amore, altro fondatore del progetto Etruria: “Mi unisco ai ringraziamenti verso chi ci ha creduto fin dall’inizio di quest’avventura e di chi ha iniziato con noi questa stagione che ci ha visti festeggiare la promozione in Seconda Categoria. Un plauso va a tutti i compagni, soprattutto a chi ha giocato meno ma è risultato decisivo anche a gara in corso, al capitano Contaldo, a Raffaele Ardovino, Catello, Stefano, al reparto difensivo che si è consacrato il migliore del torneo. Un abbraccio grande al nostro bomber Civillo per la tripletta che ci ha consentito di festeggiare, sono contento per lui e per l’obiettivo raggiunto prefissato dalla società”.

SOCIETA’: Antonio Sica, Dario Picariello, Domenico Parisi, Rosario Galante, Enrico Vitale, Angelo Marinari, Giuseppe Petta, Gaetano Vicinanza, Marco Di Muro, Antonello Mogavero.

I PROTAGONISTI:
PORTIERI: Gennaro Mauri, Ernesto Landi; Alessandro Del Corvo;
DIFENSORI: Domenico D’Amore, Andrea Maresca, Paolo Pellegrino, Diego Giglio, Christian Liguori, Marco Cuozzo, Domenico Autuori, Giulio D’Antonio, Valerio Erra;
CENTROCAMPISTI: Giuseppe Controne, Gerardo Contaldo, Emanuele Lamberti, Vincenzo Garzia, Gennaro Caiazza, Michele Cioffi, Manuel Ardovino, Cosimo Erra, Catello Amendola;
ATTACCANTI: Simone Civillo, Danilo Di Donna, Alessandro Bochicchio, Raffaele Ardovino, Stefano Amendola, Guglielmo Giannatiempo.


Vincenzo Pisaturo - Sport - - Vai alla Home

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Presentazione società di revisione “Imperium Audit S. p. A.”

Si terrà sabato 23 novembre alle ore 10:00, presso il Salone di Rappresentanza di Palazzo Sant’Agostino, in via Roma, a Salerno, la presentazione della...

Il valore dell’innovazione nella cultura aziendale: un nuovo modo di fare impresa

Si terrà martedì 26 novembre il seminario “Formazione innovazione e clima aziendale: quali misure a sostegno della competitività aziendale”...

Convegno Nazionale e Gala Premio Madss

Fabiana Camuso (sx) ed Annamaria Salzano (dx) organizzatrici Madss
 
Convegno Nazionale e Gala Premio Madss
Medicina Arte Danza Spettacolo Scienza VI edizione
Sabato 23...

Al via il campionato femminile provinciale PGS/UISP

Sabato 16 novembre è ufficialmente iniziato il campionato femminile provinciale PGS/ UISP che si giocherà tra Avellino e Salerno. Le squadre partecipanti...

Esce “Abitare la parola”, antologia dei poeti nati negli anni Novanta.

Una antologia sulla poesia italiana degli autori nati negli anni '90 voluta dalla rivista Atelier che da 25 anni lavora sulle ultime generazioni e che già ha negli anni...

Olympic Salerno, l'Under 17 ancora in rodaggio. Rossi: "Lavoro premierà nel tempo"

Ancora una trasferta amara per l'Under 17 provinciale dell'Olympic Salerno. I ragazzi di Paolo Rossi cedono alla capolista Indomita in quel di S.Arsenio, cedendo ai valdianesi...

Promozione, divorzio anticipato tra Bruno Maresca e il Solofra: il fantasista sul mercato

Finisce anzitempo il matrimonio tra Bruno Maresca e il Solofra. Il fantasista salernitano, arrivato la scorsa estate, saluta i conciari dopo qualche mese a causa del pochissimo...

Prima Categoria, l'Atletico Faiano si consolida in zona play-off grazie ad una difesa di ferro. Cuccurullo: "Merito del collettivo"

di Antonio Mandia
E' sono sei! Per la sesta volta su sette match fin qui disputati l'Atletico Faiano esce dal campo senza subire reti. Gran merito va ascritto sicuramente al...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?