Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

Eccellenza, Agropoli-Brindisi 1-1. Il pari regala la D ai pugliesi: paura per un malore ad un tifoso ospite

09/06/2019

Ribaltare il risultato dell’ andata ed accedere in Serie D: l’Agropoli oggi era alla caccia dell’appuntamento con la storia davanti al proprio pubblico, quello del “Guariglia”. Delfini senza Limatola, Pirone e Graziano. Brindisi dell’ ex Olivieri con il dubbio Quarta che ha attraversato tutta la settimana. Si ripartiva dall’ 1-0 per i pugliesi di sette giorni fa al “Fanuzzi” firmato Marino, Agropoli quindi costretta a vincere con due reti di scarto. Arbitrava l’incontro il signor Giuseppe Sassano di Padova, gli assistenti erano Lorenzo Giuggioli di Grosseto e Domenico Castro di Livorno. La cronaca del match: al 3′ ci provava dalla trequarti Graziani, palla fuori bersaglio. Al 6′ tiro di Procida deviato in corner. Non accadeva nulla fino al 32′ quando un tiro a giro di Iaia terminava di poco alto sulla trasversale. A cavallo del 35′ e del 40′ due conclusioni terminate abbondantemente a lato di Masocco e Quarta. Al 42′ ospiti in inferiorità numerica per la doppia ammonizione a Iaia. Il primo tempo non subiva ulteriori sussulti e terminava a reti bianche. A fine primo tempo un tifoso del Brindisi ha accusato un improvviso malore che ha fatto temere il peggio. Sulla pista di atletica dello Stadio sono immediatamente accorse due ambulanze e, grazie all’utilizzo di un defibrillatore, l’uomo è stato rianimato ma, stante le condizioni ancora grave, è stato trasportato d’urgenza all’ospedale cilentano. I tifosi del Brindisi hanno chiesto la sospensione definitiva della gara che, invece, è ripresa alla 17.25. Nella ripresa subito la doccia gelata per i delfini: su palla inattiva cross per Pignataro che beffava Capone di testa. Al 53′ rigore per i delfini per mano in area di Quarta. Dal dischetto Natiello fa 1-1, spazzando Pignataro. Al 59′ ancora delfini alla ricerca del goal, ma il destro di D’Attilio finiva fuofi, stessa sorte due minuti più tardi per Graziani. Agropoli che ci provava ancora al 65′ ma il destro di Masocco terminava alto. Al 68′ ancora delfini in pressione con Capozzoli: destro alto di poco.
Al 79′ destro altro di Marino per il Brindisi. All’ 81′ atterrato Capozzoli in area, ma l’arbitro lascia continuare. All’ 83′ il fantasista di Aquara toccava un pallone a rimorchio per Natiello che terminava fuori di poco. All’ 84′ Brindisi in nove uomini per l’ espulsione di Schirone. Un minuto più tardi pallonetto di D’Attilio raccolto da Pizzolato. All’ 87′ gran sventola di Capozzoli che colpiva la parte inferiore della traversa. Al 95′ tiro in porta di Natiello che terminava a lato. Ma ormai era troppo tardi per i delfini. Stagione conclusa così: con quest’ultima amarezza per i cilentani, nonostante il coraggio dimostrato. Ad accedere in Serie D era il Brindisi.

TABELLINO

AGROPOLI: Capone 99; Imparato (86’Doto), Mustone (90′ Pascual), Giura, F.Russo, Masocco (84′ Di Lascio), Capozzoli, Manzillo (45’Tandara), D’Attilio, Natiello, Graziani 01. A disp: L.Russo 00, Maggio 01, Raimondi 99, Garofalo 00, Toscano 01. All:. Esposito

BRINDISI: Pizzolato; Ruscigno 00, Schirone 00, Iaia, Ianniciello, Fruci, Procida (78’Zizzi), Quarta (56’De Pasquale), Pignataro (61′ Giunta), Marino, Acosta. A disp: Lacirignola 00, De Fazio 99, Lieggi 99, Salamina 00, Girardi, Merito. All.: Olivieri

ARBITRO: Sassano di Padova

RETI: 49' Pignataro, 54' rig. Natiello (A)

NOTE: Ammoniti: Iaia, Quarta (B), Imparato, Capozzoli, D’Attilio (A). Espulsi: Schirone, Iaia (B). Spettatori 800 circa.

foto Brindisi Report

Redazione Sport - Sport - - Vai alla Home

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Presentazione società di revisione “Imperium Audit S. p. A.”

Si terrà sabato 23 novembre alle ore 10:00, presso il Salone di Rappresentanza di Palazzo Sant’Agostino, in via Roma, a Salerno, la presentazione della...

Il valore dell’innovazione nella cultura aziendale: un nuovo modo di fare impresa

Si terrà martedì 26 novembre il seminario “Formazione innovazione e clima aziendale: quali misure a sostegno della competitività aziendale”...

Convegno Nazionale e Gala Premio Madss

Fabiana Camuso (sx) ed Annamaria Salzano (dx) organizzatrici Madss
 
Convegno Nazionale e Gala Premio Madss
Medicina Arte Danza Spettacolo Scienza VI edizione
Sabato 23...

Al via il campionato femminile provinciale PGS/UISP

Sabato 16 novembre è ufficialmente iniziato il campionato femminile provinciale PGS/ UISP che si giocherà tra Avellino e Salerno. Le squadre partecipanti...

Esce “Abitare la parola”, antologia dei poeti nati negli anni Novanta.

Una antologia sulla poesia italiana degli autori nati negli anni '90 voluta dalla rivista Atelier che da 25 anni lavora sulle ultime generazioni e che già ha negli anni...

Olympic Salerno, l'Under 17 ancora in rodaggio. Rossi: "Lavoro premierà nel tempo"

Ancora una trasferta amara per l'Under 17 provinciale dell'Olympic Salerno. I ragazzi di Paolo Rossi cedono alla capolista Indomita in quel di S.Arsenio, cedendo ai valdianesi...

Promozione, divorzio anticipato tra Bruno Maresca e il Solofra: il fantasista sul mercato

Finisce anzitempo il matrimonio tra Bruno Maresca e il Solofra. Il fantasista salernitano, arrivato la scorsa estate, saluta i conciari dopo qualche mese a causa del pochissimo...

Prima Categoria, l'Atletico Faiano si consolida in zona play-off grazie ad una difesa di ferro. Cuccurullo: "Merito del collettivo"

di Antonio Mandia
E' sono sei! Per la sesta volta su sette match fin qui disputati l'Atletico Faiano esce dal campo senza subire reti. Gran merito va ascritto sicuramente al...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?