Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

Caso pestaggio all'ingresso della disco, il comunicato della proprietà del Modo

13/02/2019

In rete sta girando un video di 1,04 secondi nel quale un “ragazzino”, così viene definito,  viene pestato da tre buttafuori.

In via preliminare rimarchiamo con decisione la nostra contrarietà ad ogni forma di violenza e la nostra estraneità ai fatti di violenza oggetto del video.  

Noi rispettiamo quanto stabilito dalla legge e pertanto ci affidiamo per il servizio di controllo e sicurezza ad una società di servizi che seleziona di volta in volta il personale richiesto, il quale viene scelto nel rispetto delle credenziali e delle autorizzazioni previste dai regolamenti comunali, dalle ordinanze e dalle leggi vigenti.  

Il  personale ha una funzione vitale che è quella di garantire l’incolumità delle persone che decidono di trascorrere la serata da noi, precisiamo tuttavia, che non abbiamo alcun potere sulla tipologia di intervento da loro esercitata.

Ciò detto appare però quantomeno opportuno fornire la ricostruzione reale di quanto accaduto tra le ore 03:00 e le ore 03:40 nella notte tra sabato e domenica.

Il “ragazzino”,  che poi tale non è trattandosi di un uomo di giovane età, in compagnia di amici ed amiche è entrato dopo la cena all’interno del nostro locale per bere qualcosa.

Durante l’intrattenimento all’interno il ragazzo è stato allontanato dal locale dagli addetti alla sicurezza perché infastidiva la clientela a cena che si era trattenuta ai tavoli.

Una volta accompagnato fuori la porta del locale lo stesso ha ripetutamente cercato di rientrare prima urlando ed agitandosi per poi colpire con calci e pugni la vetrata della porta di ingresso.

Gli addetti alla sicurezza unitamente agli amici del ragazzo lo hanno allontanato più volte pregandolo di stare calmo e tornare a casa.

Verificato che il ragazzo non si allontanava ma voleva per forza rientrare in ogni modo all’interno della struttura i titolari del locale su richiesta degli addetti alla sicurezza hanno provveduto immediatamente a richiedere l’intervento delle forze dell’ordine, intervento che tardava ad arrivare a causa del contestuale intervento sul lungomare (così è stato riferito).

Nel frattempo il ragazzo nonostante più volte allontanato dal personale della sicurezza, continuava a tirare la maniglia della porta al fine di rientrare nel locale dal quale era stato allontanato.

Al fine di tutelare l’incolumità delle persone presenti all’interno locale, veniva chiusa dagli addetti alla sicurezza la porta di ingresso e la clientela presente veniva fatta uscire dalle porte di emergenza.

Nel frattempo si continuava a richiedere l’intervento immediato delle forze dell’ordine per allontanare questa persona.

L’uomo pur esercitando violenza, non riusciva a fare ingresso nel locale, di guisa che prendeva una pietra che si trovava nelle fioriere poste all’ingresso e lanciandola sfondava la porta di ingresso del locale (come si vede nel video e come da foto) senza aver alcuna preoccupazione di poter gravemente colpire i presenti.

Come titolari del locale abbiamo sempre garantito la serenità e la sicurezza dei nostri clienti affidandoci, a tal fine, ad addetti alla sicurezza.

Ci sentiamo in questo momento mortificati per quanto accaduto, nonostante lo sforzo di tutelare le persone presenti all’interno del locale allontanando un uomo fuori controllo capace di tutto, risultiamo invece ad essere percepiti come aggressori.

E’ troppo facile estrapolare quello che si vuole da 40 minuti di ordinaria follia in cui tutte le persone presenti nel locale sono state ostaggio di un uomo,  è stato richiesto l’intervento immediato delle forze dell’ordine per tutelare gli avventori e la sicurezza degli ospiti della struttura che stavano trascorrendo la loro serata in allegria, in quanto la situazione stava degenerando.

Dovrebbe essere sempre la verità quella riportata sui giornali e non quello che può far vendere più copie o fare più notizia.

Se quella pietra avesse ferito gravemente gli addetti alla sicurezza o qualche avventore del locale, completamente estraneo alla vicenda???

Se quell’uomo una volta rientrato nel locale avesse creato disordini e/o danni????

Questa domanda nessuno se l’è posta?? Forse quella sarebbe stata una notizia più interessante da pubblicare???

Prima di scrivere notizie con titoloni ad effetto bisognerebbe accertarsi di quello che è accaduto, perché non si deve scrivere solo quello che fa comodo ma si deve scrivere la verità.

Anche perché giusto per precisione e non certo per giustificare quanto accaduto fuori dal locale (azioni per le quali ognuno si assumerà le responsabilità del proprio comportamento) non si tratta di tre buttafuori ma di due addetti alla sicurezza e di un cliente che era stato colpito dalla lastra di vetro che si era rotta per la pietra scagliata dal “ragazzino”. 

Noi siamo a disposizione delle forze dell’ordine (lo siamo stati già da sabato notte) al fine di ricostruire l’accaduto, ribadendo che l’intervento è stato richiesto da noi e non dal “ragazzino” ed utilizzeremo le vie legali necessarie nei confronti di chi lede la nostra immagine.

Ufficio Stampa - Cronaca , Attualità - - Vai alla Home

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

L'ex Salernitana Primavera Zorresi al Grande Fratello per una sorpresa alla fidanzata

Dopo l'esperienza con la Primavera della Salernitana si era allontanato dai radar calcistici, finendo a giocare in Eccellenza laziale con l'Audace Savoia. Ora conquista la...

Dilettanti, il record di Skann: cinque titoli stagionali con due maglie diverse per il portiere

Tra le tante storie della stagione dilettanstica ormai alle porte c'è da annoverare un record alquanto singolare. Lo scrive l'estremo difensore irnino Gianmarco...

Prima Categoria, il punto sulla post-season: San Valentino in Seconda. Policastro in finale play-off

Una settimana e poi calerà il sipario anche sulla Prima Categoria. Stagione condizionata dal forte ridimensionamento di squadre sopratutto nel salernitano e che nella...

Seconda Categoria, il punto sulla post-season: festeggia anche il Corno d'Oro. Tutte le promosse e retrocesse regionali

Fine dei giochi per la stagione 2018/2019 in Seconda Categoria. Oltre alla Prepezzanese che non ha disputato i play-off per il maxi distacco sulla terza ed alla Polisportiva...

Terza Categoria, il punto sul girone D: Eboli inizia la risalita verso il calcio che conta. Buccino sogna con lo Sporting

Con il trionfo dell'Eboli Calcio di Marco Mastrangelo si è chiusa la regular season del girone D di Terza Categoria. Dopo il mesto fallimento dell'Ebolitana, il sodalizio...

"Mi manca l'aria" il primo inedito della giovane Daniela De Mattia

C’è chi per sognare fa voli pindarici. Chi invece prende una vocazione per mano e l’accompagna passo dopo passo verso il traguardo, senza forzature,...

Terza Categoria, il punto sul girone B: in quattro per seguire il Vietri Raito

Tanta competizione, buon livello tecnico, età media in fortissimo ribasso, vetrine televisive, solidarietà, passione e tanto altro. Il girone B del campionato di...

Eleonora Rimolo vince la ventitreesima edizione del Premio Nazionale di Poesia Achille Marazza

Eleonora Rimolo con il suo libro “La terra originale” (lietocolle-pordenonelegge 2018) ha vinto ilPremio Nazionale di Poesia Achille Marazza, uno dei maggiori premi...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?