Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

Don Merola ai ragazzi di Azione Cattolica: "Studiate, troppi ignoranti nella nostra società"

26/11/2018

Tagliente, giusto ed appassioante. Don Luigi Merola, giovanissimo sacerdote ma già affermato e noto al pubblico per il suo ardimentoso impegno civile contro la criminilità organizzata e contro ogni forma di prepotenza, di abuso e di vessazione, non ha usato mezzi termini o concetti troppo artificiosi per consengare il suo messaggio di fede e di speranza a bambini, giovani ed adulti di Azione Cattolica riuniti nella Solennità di Cristo Re dell'Universo per ribadire la loro appartenenza all'Associazione cattolica più longeva di sempre.

La testimonanza di Don Merola,invitato dall'Azione Cattolica  della Diocesi di Salerno-Campagna-Acerno presieduta da Gioia Caiazzo, ha preceduto la tradizionale S.Messa in Cattedrale presieduta da S.E. Mons. Luigi Moretti, Arcivescovo Metropolita di Salerno-Campagna-Acerno. L'incontro ha avuto luogo nella  gremita Parrocchia di San Benedetto di Salerno.

Impegno civile, giornalistico, letterario senza dimenticare un forte senso religioso, Don Merola da anni è impegnato con la sua Fondazione Onlus "A voce de creautre, fondazione che si prefigge di realizzare molteplici scopi tra cui il recupero di percorsi scolastici di bambini e ragazzi bruscamente interrotti per torvare "braccia" per la malavita, inserimento degli stessi  nel mondo lavorativo ed infine la creazione di progetti di assistenza sociale e culturale.

 

-Don Merola, applausi scroscianti e tanta approvazione da parte di, ultilizzando un gergo caro all'Azione Cattolica, adulti, giovani e giovanissimi. Un sacerdote impegnato come lei, Don Antonio Manganiello, afferisce che opere come "Gomorra" di Roberto Saviano sono molto utili per far conoscere il fenomeno camorristico ed il malaffare al grande pubblico, ma comunque salvano "poche vite". Perchè ancora tanta divisione sul contrasto?

Io dico sempre che non sono mai contro nessuno perchè ognuno può essere una luce nella nostra umanità. Saviano è una luce come Don Manganiello è una luce,però si deve passare dall'essere solisti all'essere squadra. Il fronte anticamorra ha una sola debolezza, il camminare da solo. Bisogna  fare comunione . E sentirsi meno soli.

Il Suo percorso è legato indissilubilmente all'omicidio efferato di Annalisa Durante, avvenuto il 27 marzo 2004 ad opera del clan di Salvatore Giuliano. Cosa ricorda di quel tragico giorno?

Annalisa Durante morì un sabato sera del 2004. Il suo seme è stato messo in terra e da questo seme è nato un bellissimo albero che però va coltivato. Nella mattinata di oggi abbiamo affermato proprio questo: la legalità non è una scelta che si porta avanti a giorni alterni o la si predica soltanto la Domenica nella S.Messa. Essa si predica ventiquattro ore al giorno; deve essere un abito che ci dobbiamo cucire addosso. Annalisa  Durante ha poi portato alla nasciata della Fondazione "A voce de' criature" che sottrae ogni anno duecento ragazzi alla strada; in dieci anni abbiamo tolto oltre mille ragazzi alla criminalità organzzata". Un vero progetto di vita.

- In un'intervista concessa al portale dell'Osservatorio della Legalità a cura dell'Università San Pio V di Roma,(curato, tra gli altri, dal Prof. Giuseppe Acocella),  Lei ribadì il Suo impegno contro tutte le mafie. Che contributo ha dato in questi anni, un Ente come l'Osservatorio?

L'Osservatorio, come ci suggerisce stesso la parola, "osserva", dà delle indicazioni ma poi sul territorio abbiamo bisogno di chi attua queste indicazioni, perciò il ritrovarci anche nei seminari serve a conoscerci meglio ma serve anche a spronare gli animi affinchè che dalle parole si passi all'effettiva realizzazione dei progetti. Quanto abuso di parole che si fa in Italia! C'è molta ignoranza nella nostra società. I giovani non dovrebbero mai terminare le loro giornate senza aver letto ed assimilato facendola propria una frase, una massima, una riflessione.Io sono convinto, mai come in questo momento, che  le Università, i professori, qualsiasi esperto  hanno l'unico obiettivo di sdradicare il male che riconoscibile nella criminalità. Abbiamo però bisogno di giocatori, non di tifosi, è finito il tempo di tifare soltanto.

Quali sono i Suoi modelli? 

Quando ero in Seminario ho studiato molto San Giovanni Bosco, un mio grande modello, ma anche Don Lorenzo Milani. Negli anni 1993-1994 mi sono innammorato dell'opera e del pensiero di Don Tonino Bello, anche se l'ho scoperto tardi.  Sono questi i pilastri della nostra Chiesa cattolica.

Stefano Pignataro - Rassegna - - Vai alla Home

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Juniores Elite, tre su tre per il Salernum Baronissi: Oliva e Romano piegano il Costa d'Amalfi

Arriva il terzo successo di fila per la formazione Juniores Elite del Salernum Baronissi. I ragazzi ben diretti da Isidoro Izzo piegano all'inglese un osso duro quale il Costa...

Serie D, primo goal nella Premier dei dilettanti per il cilentano Vincenzo Romano

Arriva all'ottava giornata il meritato primo goal in stagione e contestualmente in Serie D per Vincenzo Romano. L'esterno offensivo classe 2001 che i marchigiani della...

Seconda Categoria, l'avversario s'infortuna e l'attaccante rinuncia al goal: inno al fair-play tra Siano e Guido Cuore di Rocca

La rivalità calcistica tra Roccapiemonte e Siano è storica. Ma, almeno per una volta, il calcio l'appiana all'insegna del fair-play. Nella prima giornata di...

Promozione, la Top 11 della settima giornata

Con il ritorno al successo di Calpazio e San Vito Positano si è chiusa la settima giornata del girone D del campionato di Promozione. Quasi giunti al giro di boa...

Un premio in memoria di Franco Corbisiero-Insegnante e poeta

Un maestro colto e cristiano, un poeta delicato e discreto da riscoprireattraverso un premio letterario. Tale era Franco Corbisiero, nato a Torello diMercato S. Severino nel...

Incidente in scooter, il giovane tifoso granata non ce l'ha fatta

Non ce l'ha, purtroppo, fatta Antonio L., giovanissimo salernitano coinvolto nell'incidente di qualche giorno fa tra Vietri e Cava. La notizia del loro incidente ha scosso...

Promozione, Calpazio-Sarnese 2-1. Marrocco castiga i falchetti sul gong

Una Sarnese bella, ma inconcludente perde sul filo di lana per 2-1 la gara con la Calpazio. L’ultimo contropiede è fatale ai granata che, ancor prima, avevano...

Seconda Categoria, debutto vincente per la Longobarda: i biancorossi piegano il Bracigliano nel finale

Cuore Longobarda al "Bolognese" alla prima di campionato contro un ostico Bracigliano che ha venduto cara la pelle. Subito Varriale e Sorrentino vanno vicinissimi al gol, ma gol...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?