Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

Giffoni Film Festival, l'elenco di corti e lungometraggi vincitrici dell'edizione 2018

30/07/2018

“Niente sarà più lo stesso”. Chi ha vestito la maglia da giurato del Giffoni Film Festival lo ha pensato almeno una volta. È la voglia di scoperta, confronto, dialogo, crescita e messa in discussione di ogni sicurezza acquisita con il tempo ad aver spinto i 5600 jurors a ritrovarsi in sala, insieme, per scegliere i film più profondi e capaci di lasciare un segno.

Si chiude la 48esima edizione del Festival – dando appuntamento al 2019 - ma non la voglia di stare insieme e premiare, dopo giorni intensi tra proiezioni e dibattiti, i sei lungometraggi vincitori del Gryphon Award 2018. Una selezione appassionata che ha messo a confronto oltre 100 opere in concorso, tra lungometraggi, cortometraggi e documentari, scelti tra 4600 produzioni ricevute in preselezione.

Il gusto degli Elements +3 ha eletto il cortometraggio animato ANT (Julia Ocker, Germania, 2017) storia di una piccola formica che invece di seguire le regole preferisce stravolgerle con grande creatività. L’orgoglio italiano trionfa nella sezione Elements +6 con OTZI AND THE MYSTERY OF TIME (ÖTZI E IL MISTERO DEL TEMPO) (Italia, 2018) di Gabriele Pignotta. L’opera vanta un cast d’eccezione con Alessandra Mastronardi e Vinicio Marchioni. Kip è un ragazzo come tanti, intelligente e sensibile, per cui il tempo dell’infanzia sta finendo. Negli ultimi giorni prima di lasciare per sempre Bolzano e gli amici del cuore, il giovane vive con loro un’esperienza straordinaria. Quando si reca al museo a salutare la mummia per l’ultima volta, accade qualcosa di magico e Ötzi si risveglia, cominciando a rigenerarsi. Mentre Ötzi, in incognito, incontrerà il ventunesimo secolo, Kip apprenderà da lui i segreti dell’età del rame. Il film è un produzione One More Pictures con Rai Cinema, e sarà distribuito in Italia, in autunno, da Altre Storie. Cambio di genere per l’opera selezionata dagli Elements +10: la preferenza cade su ZOO (Irlanda /UK, 2017) di Colin Mclvor. Durante i bombardamenti aerei tedeschi di Belfast nel 1941, Tom lotta per salvare Buster, un cucciolo di elefante. Protagonista dell’opera è Art Parkinson, che ha interpretato Rickon Stark ne “Il Trono di Spade”. I Generator +13, invece, hanno incoronato THIS CRAZY HEART (Germania, 2017) di Marc Rothemund che nel 2013 aveva presentato – nella stessa sezione - “The Girl With Nine Wigs”. Lenny, trentenne figlio di un rinomato cardiologo, vive come vuole fino al giorno in cui, stanco del suo comportamento, il padre gli blocca la carta di credito. Per riavere indietro la sua vita, Lenny dovrà occuparsi del quindicenne David, che invece soffre sin da quando è nato. Dapprima restio all'idea, l’uomo si lascerà conquistare dall'adolescente imparando cosa sia il senso di responsabilità. A prediligere SADIE (Usa, 2018) di Megan Griffiths sono stati i Generator +16. Nel film Sophia Mitri Schloss, già protagonista di "Lane 1974", presentato nel 2017 al Festival, oltre all’attrice Danielle Brooks, nota per la serie TV "Orange is the New Black". Sadie è un'adolescente che vive con la madre mentre il padre è nell’esercito e, di fatto, ha lasciato da tempo la famiglia. Malgrado questo, la ragazza è molto affezionata al padre e non accetta la nuova relazione della madre con un altro uomo. Per ostacolarla adotterà l'unico metodo che conosce: quello della guerra. La complessità dei rapporti in contesti attuali quanto delicati: è il cuore del film scelto dai Generator +18 con BROTHERS (Olanda, 2017) di Hanro Smitsman. L’opera ci proietta nel dramma di Hassan e Mourad alla ricerca del loro fratello minore, Yasin, un presunto estremista nella Siria dilaniata dalla guerra. 

Il vincitore per la sezione Gex Doc, totalmente dedicata ai documentari, è LIYANA (Qatar/ Swaziland/Usa, 2017) di Aaron e Amanda Kopp. Si tratta di una favola africana animata nata dall'immaginazione di cinque bambini orfani dello Swaziland. Una storia di perseveranza attinta dai loro ricordi più oscuri e dai loro sogni più luminosi. Il viaggio del loro personaggio immaginario si intreccia con poetiche scene documentaristiche.

Tra le menzioni speciali dedicate alla sezione Elements +6 anche l’Amnesty International Award, assegnata a CHUSKIT di Priya Ramasubban (India). Il premio è stato attribuito “per la determinazione della protagonista nell’affermare il suo grande desiderio di andare a scuola, perché la disabilità non può essere un ostacolo al diritto all’istruzione”. Amnesty ha voluto gratificare anche BISMILLAH del regista italiano Alessandro Grande, in concorso nella sezione Elements +10. La motivazione è stata riconosciuta “nella capacità di mettere in evidenza un aspetto diverso ma molto importante del fenomeno immigrazione, in modo che gli spettatori possano immedesimarsi nelle paure dei protagonisti per i quali anche l'accesso alle cure è un rischio”. Il premio Rai Cinema Channel Giffoni 2018, invece, è andato al cortometraggio WARRIORS OF SANITÀ di Luca Nappa (Italia), “per aver raccontato con profondo realismo la vita quotidiana di un ragazzo che deve affrontare le difficoltà della vita, senza mai smettere di sognare”.

Giudici attenti e preparati sin da piccolissimi: ai giurati della 48esima edizione del Giffoni Film Festival il compito di premiare, non solo lungometraggi e documentari, ma anche i cortometraggi vincitori del Gryphon Award 2018. Si inizia con i più giovani, gli Elements +3, che hanno scoperto - probabilmente per la prima volta - la magia del cinema tra le sale cinematografiche di Giffoni. Il gusto dei più piccoli ha eletto il cortometraggio animato ANT (Julia Ocker, Germania) storia di una piccola formica che invece di seguire le regole preferisce stravolgerle con grande creatività.

Nella sezione Elements +6 ha trionfato BELLY FLOP di Jeremy Collins, Kelly Dillon (Sud Africa). La perseveranza dà i suoi frutti: una bambina coraggiosa prova diversi tipi di tuffo, incurante della talentuosa atleta che le ruba la scena.

Si continua con gli Elements +10: a ritirare la statuetta è GELATO – SEVEN SUMMERS OF ICE CREAM LOVE di Daniela Opp (Germania). Agli inizi del 20esimo secolo gli italiani conquistano la Germania con il gelato ma, a causa della guerra, gli italiani diventano dei nemici e la storia d’amore tra Rosa, una ragazza tedesca, e Paolo, figlio del gelataio italiano, si interrompe bruscamente.

L’apprezzamento dei Generator +18, invece, è tutto per TWEET TWEET di Zhanna Bekmambetova (Russia). Vivere è come camminare su una corda tesa: a volte siamo spaventati o rischiamo di perdere l'equilibrio, ma quando siamo felici ed emozionati possiamo persino volare, come Luba, una bambina e il suo amico passero che non conosce la paura.

Parental Experience, sezione dedicata alla famiglia, ha scelto 2ND CLASS di Jimmy Olsson (Svezia): Charlotte, nuova insegnante di una seconda media, viene attaccata da un nazista. Uscita dall’ospedale, scopre che l’aggressore è il padre di uno dei suoi studenti.

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Concluso il campionato provinciale "PGS". Trionfa la Enzo Raso

Si è concluso lunedì 15 aprile il campionato provinciale PGS con la vittoria dell' Enzo Raso che ha battuto nella partita finale dei play-off  l'ASD Folgore...

Celebrazioni del 25 aprile Associazione Amendolara al fianco dell'A. N. P. I.

Lezioni di “Resistenza” per le nuove generazioni
Oggi 25 aprile riflettiamo sui valori di democrazia e libertà attraverso le iniziative che punteggeranno...

L'ex granata Sestu piega l'Entella e porta il Piacenza ad un passo dalla B

Vittoria, primato solitario e Serie B ad un passo. L'ex granata Alessio Sestu regala al Piacenza il successo più importante, quello che spinge giù dalla vetta la...

Giudice Sportivo: nessun granata in lista

Il Giudice Sportivo avv. Emilio Battaglia, assistito da Stefania Ginesio e dal Rappresentante dell’A.I.A. Carlo Moretti, nel corso della riunione del 23 aprile 2019, ha...

Delio Rossi torna in panca: guiderà il Palermo all'assalto della A

Mancano solo i crismi dell’ufficialità ma Delio Rossi è praticamente il nuovo allenatore del Palermo. Rino Foschi, dopo alcuni colloqui,...

La Pallanuoto Salerno spadroneggia a Barcellona: vinto il BCNWP Tournament

La Pallanuoto Salerno allenata da Tonino Luongo, dopo aver vinto la 12° Edizione dell’ HaBa WaBa festival Under 9 lo scorso giugno, si ripete e diventa Campione in...

Pasquetta di sangue a Salerno, accoltella l'ex in strada: arrestato infermiere

Le ha sferrato diverse coltellate con una lama di 35 centimetri perforandole, piu’ volte, l’addome. E’ quanto accaduto, questa sera intorno alle 18:30 in via...

Torneo Alberto Massa, vincono il Benevento ed il ricordo dell'indimenticato zio Alberto

E' il Benevento ad aggiudicarsi l'edizione 2019 del Torneo Alberto Massa. La kermesse, organizzata in memoria del compianto ed indimenticato scout e dirigente sportivo d'altri...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?