Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Notizie di Salerno In Web
L'informazione libera e indipendente di Salerno e provincia

login

Presentazione volume fotografico Procida-Sciarelli; Cava de' Tirreni 15 febbraio 2018

13/02/2018

 due anni dalla scomparsa del clarinettista vietrese, giovedì 15 febbraio, alle ore 18, nel corso di un incontro nel Salone di rappresentanza di Palazzo di Città di Cava de’ Tirreni, sarà presentato il volume delle sue immagini di viaggio dal titolo “Sempre meglio che lavorare”

Ogni viaggio è, nella sua essenza, un movimento da un punto a un altro. Geografico, di norma, ma anche interiore. Esistono modi di viaggiare innumerevoli, quanti gli occhi che osservano il mondo. Viaggiare è accostamento, ricerca, scoperta, approdo, tappe, mai meta, vacanza, ozio, avventura. A due anni dalla scomparsa del clarinettista Giovanni Procida, la moglie Alessandra Sciarelli e la figlia, Carla, unitamente agli amici Maria Teresa Schiavino, hanno inteso raccogliere in un volumetto le immagini dei “viaggi musicali” della coppia di musicisti, dal titolo “Sempre meglio che lavorare”, che verrà presentato giovedì 15 febbraio, alle ore 18, nel corso di un incontro presieduto dalla docente Rosanna De Rosa e dalla giornalista Olga Chieffi, con un intermezzo musicale affidato al violino di Alessandra Sciarelli e al pianoforte di Vincenzo Lisena, ospiti del Salone di rappresentanza di Palazzo di Città di Cava de’ Tirreni. Le fotografie scattate da Giovanni, a New York, in Brasile, in giro per il mondo, sono commentate dalla sua compagna d’arte e di vita, la violinista Alessandra Sciarelli. Fotografia, vuole l'etimologia, è "disegnare con la luce". Un modo di riorganizzare e fermare - in un fotogramma - l'esperienza di un momento, una porzione del mondo che ci circonda, attraverso una combinazione di tempi e diaframmi, volumi e atmosfere. Fotografare è sempre raccontare qualcosa. In viaggio, pezzi di esistenza, brani di paesaggio, storie improvvisate, che vengono narrate con pregnanti interventi anche da Alessandra. Lo spettacolo reale affascina, grazie all’imprevisto, all’inverosimile, all’impossibile al quale è legato. Giovanni e Alessandra, quali fotografi di luce e di penna, hanno spiato l’istante stesso in cui esso nasce. La fotografia racconta la storia, la penna penetra, l’atmosfera, le sensazioni l’accadimento, in un lavoro di memoria che sarà documento e specchio di un periodo ferace e fattivo della loro vita. Un volume, questo di Giovanni e Alessandra, con un unico obiettivo attraverso il quale approdare a un reale che restituisca qualcosa di una drammaturgia segreta nella quale la danza dell’immagine si salda al racconto. Una tale memoria, raccolta in anni di attività “sul campo” è un fardello, e, tuttavia, non intacca in nulla la cosa che vive, e che passa: le immagini, come la musica, hanno bisogno di “incrociare” lo sguardo, il giudizio, il dubbio del pubblico, per esistere. Si deve restituire ora all’artista la libertà che regala al nostro sguardo, lasciando che le immagini scivolino sotto i nostri occhi, senza spingerle.

Biografia: Giovanni Procida (1963-2016), vietrese, a 18 anni consegue il diploma di clarinetto sotto la guida del M° Scarrico presso il conservatorio di Salerno. A 23 anni debutta come solista suonando il concerto di Aaron Copland per clarinetto e orchestra, ma ancora prima aveva cominciato una carriera artistica che lo ha visto far parte di numerose formazioni orchestrali e cameristiche, esibendosi in Italia (Napoli, Roma, Venezia, Bari, etc.) e all'estero (New York, Buenos Aires, Rio de Janeiro, Edimburgo per il Fringe Festival, Francoforte, Nantes, Marsiglia). Per quasi vent'anni è stato il clarinetto solista dei lavori del Maestro Roberto De Simone, ha collaborato con il Teatro San Carlo e l'Orchestra "A. Scarlatti" della R.A.I. di Napoli, l'Orchestra Nazionale di Jazz, la "Nuova Orchestra Scarlatti", l'Orchestra "Ravello Città della Musica" al fianco di direttori e solisti quali J. Shintani, O. Maga, W. Humburg, F. Caracciolo, M. Panni, G. Gaslini, M. Quarta, V. Spivakov, F. Zimmermann, Irene Papas, C. Anderson. Fondatore del Trio Werfel (clarinetto, violoncello e pianoforte) si è esibito in numerosi festival di musica da camera. Attivo anche nel campo della musica moderna e contemporanea ha fatto parte dell'ensemble Dissonanzen.

Stefano Pignataro - Rassegna - - Vai alla Home

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Salerno in Web pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Torneo Alberto Massa, vincono il Benevento ed il ricordo dell'indimenticato zio Alberto

E' il Benevento ad aggiudicarsi l'edizione 2019 del Torneo Alberto Massa. La kermesse, organizzata in memoria del compianto ed indimenticato scout e dirigente sportivo d'altri...

Promozione, il Giffoni Sei Casali mette paura al Santa Maria Cilento in amichevole

Amichevole con prospettive play-off tra Polisportiva Santa Maria e Giffoni Sei Casali.  Buon test alla viglia di Pasqua per i giallorossi di mister Pirozzi contro la...

Seconda Categoria, stagione senza infamia e senza gloria per il Real Filetta Pezzano: "Chiudiamo bene anno transitorio"

A due giornate dal termine della stagione sportiva 2018/2019, il Real Filetta Pezzano di patron Salvatore Spera si ritrova al 7° posto con 35 punti totalizzati. Ben altri...

Juve Stabia in B, fa festa anche il vietrese Schiavi

E' festa grande a Castellamare di Stabia per il ritorno in cadetteria dopo cinque anni della Juve giallonera. La grande rivincita del club di patron Manniello che ha macinato...

Promozione, lo sketch della Calpazio finisce in diretta nazionale su Sky Sport VIDEO

Vetrina nazionale per la Calpazio. La compagine capaccese che ha chiuso la regular season del campionato di Promozione alle spalle della zona play-off si è ritrovata al...

Salerno, precipita dal quarto piano: schianto fatale per 54enne in via Avallone

Sono stati chiamati d’urgenza i sanitari del 118 dopo le 10:00 a Salerno, in via Matteo Avallone in una traversa di via Trento nella zona orientale. Un uomo, 54 anni,...

Montano le polemiche per il mancato evento "Logos", Iannece: "Schiaffo alla passione, Salerno città morta"

Sbagliare è umano, perseverare è diabolico. Un vecchio detto che sembra calzare a pennello per i vertici di Palazzo di Città che, ancora una volta,...

Pasquetta, Roy Paci e Pau dei Negrita ospiti al Dum Dum Republic a Paestum

Sarà un Dj Set tutto Rock ‘n Roll, Pura Vida e Love. L’arena sul mare è pronta ad infiammarsi per la festa più esclusiva e travolgente della...
Contatti - Privacy Policy
Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante

Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?